Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Archive for 19 Mag 2010

Oscuramento per i blog antigovernativi

Posted by fidest press agency su mercoledì, 19 Mag 2010

Di Rosario  Amico Roxas. Il Senato ha approvato il cosiddetto pacchetto sicurezza (D.d..L. 733) tra gli altri con un emendamento del senatore Gianpiero D’Alia (UDC) identificato dall’articolo 50-bis: /Repressione di attività di apologia o istigazione a delinquere compiuta a mezzo internet; la prossima settimana Il testo approderà alla Camera diventando l’articolo nr. 60. Il senatore Gianpiero D’Alia (UDC) non fa parte della maggioranza al Governo ma la maggioranza parlamentare che ci governa lo approva senza riserve. In pratica, in base a questo emendamento, se un qualunque cittadino dovesse invitare attraverso un blog a disobbedire (o a criticare?) ad una legge che ritiene ingiusta, i /providers/ dovranno bloccare il blog. Questo provvedimento può far oscurare un sito ovunque si trovi, anche se all’estero; il Ministro dell’Interno, in seguito a comunicazione dell’autorità giudiziaria, può infatti disporre con proprio decreto l’interruzione della attività del blogger, ordinando ai fornitori di connettività alla rete internet di utilizzare gli appositi strumenti di filtraggio necessari a tal fine. L’attività di filtraggio imposta dovrebbe avvenire entro il termine di 24 ore; la violazione di tale obbligo comporta per i provider una sanzione amministrativa pecuniaria da euro 50.000 a euro 250.000. Per i blogger è invece previsto il carcere da 1 a 5 anni per l’istigazione a delinquere e per l’apologia di reato oltre ad una pena ulteriore da 6 mesi a 5 anni per l’istigazione alla disobbedienza delle leggi di ordine pubblico o all’odio fra le classi sociali. Con questa legge verrebbero immediatamente ripuliti i motori di ricerca da tutti i link scomodi per la Casta! In pratica il potere si sta dotando delle armi necessarie per bloccare in Italia Facebook, Youtube e *tutti i blog* che al momento rappresentano in Italia l’unica informazione non condizionata e/o censurata. Da notare, in proposito, che l’Italia è l’unico Paese al mondo dove Mediaset ha citato YouTube per danni chiedendo 500 milioni euro di risarcimento. Quindi il Governo interviene per l’ennesima volta, in una materia che, del tutto incidentalmente, vede coinvolta un’impresa del Presidente del Consiglio, in un conflitto giudiziario e d’interessi. Dopo la proposta di legge Cassinelli e l’istituzione di una commissione contro la pirateria digitale e multimediale che tra poco meno di 60 giorni dovrà presentare al Parlamento un testo di legge su questa materia, questo emendamento al “pacchetto sicurezza” di fatto rende esplicito il progetto del Governo di /normalizzare/ con leggi di repressione internet e tutto il sistema di relazioni e informazioni sempre più capillari che non si riesce a dominare. Arriviamo così che, mentre negli USA Obama ha vinto le elezioni grazie ad internet, in Italia il governo si ispira, per quanto riguarda la libertà di stampa, alla Cina e alla Birmania. E la censura, di fatto, sembra già in atto considerato che gli unici media che hanno fatto rimbalzare questa notizia sono stati il blog Beppe Grillo e la rivista specializzata Punto Informatico. (Rosario Amico Roxas)

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

I caduti in Afghanistan sono ora in Italia

Posted by fidest press agency su mercoledì, 19 Mag 2010

Le due salme, avvolte con il tricolore, sono giunte all’aeroporto militare di Ciampino stamani su un aereo C-130 dell’aeronautica militare. Dalle 16 alle 20 sarà aperta la camera ardente presso l’ospedale militare del Celio della capitale. Si compie così il triste viaggio di ritorno in patria del sergente Massimiliano Ramadù e del caporal maggiore Luigi Pascazio del 32° reggimento genio della brigata alpina “Taurinense” caduti, com’è noto, durante l’attacco contro una colonna di mezzi Isaf. I due militari erano a bordo di un Lince che è stato colpito in pieno da una mina anticarro. Gli onori militari, prima di lasciare il suolo afghano, sono stati resi da un picchetto del secondo reggimento alpini e con la partecipazione di una rappresentanza di tutti i contingenti militari presenti ad Harat. I funerali, con molta probabilità, si terranno nella giornata di domani. Nel pomeriggio la salma di Pascazio sarà trasferita al suo paese natio e dove si svolgeranno le esequie. In Italia è rientrato anche il primo caporal maggiore Gianfranco Scirè ferito nell’attacco mentre la sua collega caporale Cristina Buonacucina è stata trasferita nella base di Ramstein in Germania per essere sottoposta a cure per le fratture riportate agli arti inferiori e con sospetta lesione della colonna vertebrale.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | 2 Comments »

Michele Santoro lascia la Rai

Posted by fidest press agency su mercoledì, 19 Mag 2010

Il noto conduttore di “Annozero” ha deciso di scegliere una collaborazione “esterna” alla Rai invece di restarvi come dipendente. In queste ore si stanno definendo gli accordi che gli permetteranno di sperimentare in casa Rai un nuovo percorso professionale. Questo compromesso offre alla Rai di alleggerire le tensioni che si sono accumulate in questi ultimi mesi per la nota e contestata trasmissione “annozero” ed evitare, al tempo stesso, di perdere un conduttore che ha, con la sua trasmissione un indice d’ascolto di tutto rispetto. L’intesa è stata portata avanti e sostenuta dal direttore generale dell’azienda Mauro Masi e già approvata, in linea di massima, dal consiglio di amministrazione con sette voti favorevoli e due astenuti.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Finanziaria: sud emergenza lavoro

Posted by fidest press agency su mercoledì, 19 Mag 2010

“La disoccupazione è paragonabile alla morte sociale e, in percentuale, a esserne più penalizzati sono soprattutto i disoccupati giovani e le donne”. Così l’On. Scilipoti (IDV), sulla gravissima, cronica emergenza che distingue e interessa il Sud d’Italia, in particolare  la Campania, la Calabria e la Sicilia. “La nostra Costituzione sancisce all’art. 1 l’insostituibilità del lavoro dalla vita dei suoi cittadini, ma su giovani e donne – continua l’On. Scilipoti (IDV) –  aumenta la cappa della disoccupazione. Oggi si profila una legge finanziaria piena di tagli, ma dove sono gli interventi per creare occupazione? Vogliamo ricordare ai membri del Governo quali erano le loro promesse elettorali e quali sono i loro doveri? La crisi contingente necessita di proposte concrete e ben ponderate come per esempio incentivare le piccole e medie infrastrutture per creare lavoro col turismo e l’agricoltura, valorizzare, in poche parole, – conclude l’On. Scilipoti – l’enorme potenziale che il Mezzogiorno racchiude al suo interno, consentendogli di crescere al pari di quanto è stato sagacemente realizzato in altre aree in deficit del Vecchio Continente”

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Calderoli e i risparmi

Posted by fidest press agency su mercoledì, 19 Mag 2010

Quanto costano 11 ministeri inutili su un totale di 23, con relativi sottosegretari, personale di segreteria, consulenti, auto blu, uffici, ecc.? Siamo gia’ intervenuti nella analisi dell’attuale compagine governativa rilevando che una semplice razionalizzazione porterebbe alla eliminazione di ben 11 dicasteri: Semplificazione Normativa (quello del ministro Roberto Calderoli), Riforme per il Federalismo (Umberto Bossi),  Attuazione del Programma (Gianfranco Rotondi),  Rapporti con le Regioni (Raffaele Fitto), Rapporti con il Parlamento (Elio Vito), Politiche Europee (Andrea Ronchi), Pari Opportunita’ (Mara Carfagna), Gioventu’ (Giorgia Meloni), Turismo (Maria Vittoria Brambilla), Ambiente (Stefania Prestigiacomo) e Salute (Ferruccio Fazio). Il ministro alla Semplificazione Normativa, Roberto Calderoli, fiutata l’aria che tira propone il solito specchietto delle allodole: diminuire lo stipendio di ministri e parlamentari del 5%. Ricordiamo che le indennita’ parlamentari sono gia’ state decurtate del 10% nel 2006 e sono bloccate dal 2007 (non adeguate a quello del primo presidente di Corte di Cassazione). Il ministro Calderoli sul sito del suo ministero (2), dichiara che “La stima complessiva del risparmio annuo potenziale connesso all’attuazione delle misure di semplificazione e’ pari a oltre 21 miliardi di euro”. La notizia ci ha piacevolmente sorpreso; abbiamo pensato che in questo modo non avremmo dovuto sottoporci all’ennesimo salasso per coprire i buchi delle pubbliche finanze del governo di cui fa parte, ma ci siamo subito ripresi leggendo attentamente: si tratta di “stima”. Pensavano di aver risolto i nostri problemi finanziari con la riduzione del 5% e i risparmi della semplificazione. Non ci sembra che sia proprio cosi’. Al presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, chiediamo atti di rigore e serieta’ per affrontare la difficile situazione economica, ad iniziare dalla composizione del suo governo: tagliare i rami secchi, inutili e dispendiosi, ci pare cosa buona e giusta. (fonte aduc)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Donne di medicina”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 19 Mag 2010

Parma 20 maggio, alle 11, presso l’Aula B del Polo Didattico (via Del Prato – angolo Borgo Carissimi), si terrà la presentazione del volume “Donne di medicina. Il percorso professionale delle donne medico in Italia”, di Giovanna Vicarelli, docente di sociologia economica presso l’Università Politecnica delle Marche, organizzato dal Dipartimento di Psicologia dell’Università di Parma con il patrocinio del Comitato Pari Opportunità dell’Ateneo.  Discuteranno insieme all’autrice Ornella Cappelli, Presidente Nazionale dell’Associazione Italiana Donne Medico, Nadia Monacelli, Docente di Psicologia dei gruppi e gestione dei conflitti presso la Facoltà di Psicologia dell’Università di Parma e Antonella Vezzani, Presidente dell’Area Dirigenza del Comitato Pari Opportunità dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma. A coordinare l’incontro sarà Sergio Manghi, del Dipartimento di Psicologia, docente di Sociologia dei processi culturali e comunicativi presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Parma. Giovanna Vicarelli nel suo volume narra i molti e difficili percorsi delle donne medico in Italia: dalle “pioniere” che tra la fine dell’Ottocento e l’inizio del Novecento decisero di scegliere la medicina come professione, a coloro che subirono la politica restrittiva del regime fascista verso il l avoro femminile, fino alla lenta e definitiva emancipazione di fine Novecento, quando le donne riuscirono tra l’altro ad affrancarsi da una specializzazione considerata tipicamente femminile quale la pediatria. Il percorso di “femminilizzazione” della medicina italiana viene infine posto a confronto con le modalità di crescita del professionalismo medico in altri paesi europei, così da rintracciare le specificità e in certa misura il ritardo che anche su questo versante sembra caratterizzare l’Italia.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Medici di famiglia: per gestire meglio i pazienti

Posted by fidest press agency su mercoledì, 19 Mag 2010

Un nuovo strumento di lavoro per il medico di medicina generale. Si chiama Mille GPG (General Practice e Governance) e permette di effettuare con rapidità e semplicità analisi approfondite dei dati registrati nella cartella clinica: per monitorare i risultati di cura in termini di salute, costi e sicurezza. È già disponibile per 18.000 camici bianchi di tutta Italia ed è stato illustrato a Firenze nel corso di un master dedicato al tema. “Il medico di famiglia – spiega Ovidio Brignoli, vicepresidente della Società Italiana di Medicina Generale (SIMG) e responsabile del progetto – non può più lavorare attraverso interventi ‘puntuali e tra loro scoordinati’, ma ha bisogno di chiedersi e di sapere, per esempio, quanti sono i pazienti con particolari patologie, le loro comorbilità, come essi sono trattati, se hanno raggiunto determinati obiettivi di salute, se hanno criticità gestionali (e quindi se corrono particolari rischi clinici) e quali sottogruppi generano costi elevati o comprimibili con una migliore strategia assistenziale. Mille GPG rappresenta un sistema innovativo per il controllo di gestione dello studio del medico di famiglia”. Contiene più di 70 indicatori riferiti a 16 patologie, soprattutto croniche, elaborati con il supporto degli specialisti di queste aree. Ogni medico non solo può valutare se stesso nel corso del tempo, ma può anche confrontare la propria attività con quella degli altri utenti.  “Questo strumento di gestione – continua Bignoli – consente, mediante i dati registrati nella cartella clinica informatica, trasformati prima in indicatori di processo ed esito e poi in informazioni leggibili, di operare nella consapevolezza delle proprie azioni”. Oltre agli indicatori di performance, sarà infatti possibile far emergere criticità clinico-gestionali che potrebbero mettere a rischio i pazienti per interventi carenti, inappropriati o errati. “Grazie alla diffusione di GPG, destinato presto a diventare una suite complessa di programmi gestionali per il medico di medicina generale – sottolinea Claudio Cricelli, Presidente della SIMG – siamo già oggi in grado di definire la soglia di efficienza del medico rispetto alla globalità del suo lavoro oltre che per singola patologia. Da settembre cominceremo a comunicare i costi standard definiti come ‘costi dell’efficienza’ ed intesi come impiego ottimale di una singola unità monetaria € per unità convenzionale di outcome prodotta”. È possibile utilizzare il software (realizzato da Millewin) con un apposito CD oppure collegandosi al sito http://www.millegpg.it.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La nuova moda immobiliare è la mansarda

Posted by fidest press agency su mercoledì, 19 Mag 2010

Nonostante alcune oggettive difficoltà (prima fra tutte la presenza di diverse rampe di scale per raggiungerle) il mercato delle mansarde vive uno sviluppo incredibile e a Milano, ad esempio, rappresentano il 5% dell’offerta sul nuovo/ristrutturato, hanno un costo decisamente contenuto (3650€/mq) e rappresentano, rispetto ad un appartamento che abbia più o meno le medesime caratteristiche, un risparmio del 17%. Quattro punti percentuali (e 200€/mq) più convenienti dei loft il cui prezzo medio al metro quadro è, nel capoluogo lombardo, di 3.850€. Il fenomeno non si limita a Milano, ma è in crescita in tutto il Paese. A Torino e Bologna, le altre due città italiane per antonomasia devote al loft, si può riscontrare la stessa situazione. Nel capoluogo piemontese le mansarde costano 2.600€/mq, fanno risparmiare il 6% rispetto a un appartamento e rappresentano il 4% dell’offerta.  Nella città delle due torri, invece, costano 3260€/mq, fanno risparmiare l’11% rispetto a un appartamento e rappresentano il 4% dell’offerta.   Continuando il nostro viaggio fra i tetti (o i sotto-tetti) d’Italia, scopriamo che come accadeva per i loft, ancora una volta Roma è la più cara delle città prese a campione. Per acquistare una mansarda sui tetti capitolini occorrono in media 4.400€/mq, ma anche qui si risparmia molto rispetto all’appartamento: 450€, circa il 9%. Nel mercato romano del nuovo/ristrutturato presente sui siti di Gruppo Immobiliare.it le mansarde rappresentano il 7% dell’offerta. A Napoli si registra il risparmio maggiore nel mercato delle mansarde. Nella città partenopea il costo medio di una mansarda nuova o ristrutturata è di 2.800€/mq , quasi 1.000€ in meno rispetto ad un appartamento con le stesse caratteristiche.  Altre città, che pure stanno lentamente scoprendo il fascino del vivere in mansarda, offrono oggi risparmi ancora contenuti. A Firenze acquistare una mansarda costa in media il 5% in meno rispetto a un appartamento nuovo, mentre Genova si attesta sul valore minimo riscontrato. All’ombra della lanterna vivere in mansarda fa risparmiare solo il 2% sull’acquisto. Qui, forse, è meglio abitare  qualche piano più giù.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Norimberga dice “no” al sottosegretario Scotti

Posted by fidest press agency su mercoledì, 19 Mag 2010

Il Comitato Tricolore per gli Italiani nel Mondo ha preso atto con costernazione della dichiarazione fatta dal Segretario di Stato Onorevole Scotti in data 13 maggio 2010, relativa alla chiusura definitiva del Consolato d’Italia di Norimberga. Secondo l’Onorevole Scotti l’ipotesi dell’istituzione di un’Agenzia Consolare verrebbe definitivamente a cadere in seguito al ‘no’ delle autorità tedesche, che chiederebbero il mantenimento almeno di vice consolato. Il CTIM Delegazione Germania è consapevole degli sforzi fatti dall’amministrazione italiana nella revisione del piano iniziale di ristrutturazione della rete consolare e nella programmata istituzione a Norimberga di un’Agenzia Consolare, ma non può accettare questo attuale ripensamento.  Le dichiarazioni del Senatore Mantica dello scorso aprile e la programmata istituzione a Norimberga  dell’Agenzia Consolare sono per noi una dimostrazione evidente, che anche l’amministrazione del Ministero degli Affari Esteri è ben consapevole dell’assurdità della chiusura completa del Consolato di Norimberga. Si chiede pertanto al Ministero degli Esteri, On. Franco Frattini, la cancellazione della delibera del Cda del MAE del 14 maggio 2010 e l’avvio di nuove contrattazioni con le autorità tedesche per l’ottenimento di una soluzione soddisfacente per tutte le parti in causa.  Da parte della collettività italiana in Franconia e dello scrivente Comitato è stata avviata un’operazione di capillare informazione delle forze politiche e della stampa tedesca a livello regionale e federale sull’argomento. La collettività italiana della Franconia non si arrende!

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La “profezia” di Renato Pierri

Posted by fidest press agency su mercoledì, 19 Mag 2010

Lettera al direttore. La fiducia nella Chiesa e in Papa Benedetto XVI è scesa sensibilmente. Secondo il sondaggio Demos: 3 punti percentuali in meno, la Chiesa; 7 il Papa. Un declino che dura da anni. Rispetto al 2005 (quando è stato eletto Ratzinger) la fiducia nella Chiesa è scesa di 14 punti. Una tendenza forse accentuata dalla lunga catena di scandali dell’ultimo anno. Ma, in realtà, a stancare credenti e non credenti è l’incapacità di questa Chiesa di rinnovarsi, di essere all’altezza dei tempi. Rinnovamento che, nella sostanza, anche se può apparire contraddittorio, significa ritorno al Vangelo, ad un cristianesimo autentico. Lo scrittore Renato Pierri, dopo la morte di Carol Wojtyla, pubblicava su Liberazione, una lunga lettera la cui conclusione era la seguente: “Questo è stato il pontificato dell’ulteriore impoverimento della religione cristiana. Un auspicio? L’elezione di un papa che cambi la Chiesa”. Era il 5 aprile del 2005, e si attendeva l’elezione di un nuovo papa. Joseph Ratzinger non ha cambiato la Chiesa, e il risultato si è visto.  In qualche modo, Renato Pierri, che non ama le profezie, è stato profetico, giacché dall’auspicio trapelava il suo pessimismo. (Attilio Doni Genova)

Posted in Lettere al direttore/Letters to the publisher | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Carla Fracci attacca Alemanno e Bondi

Posted by fidest press agency su mercoledì, 19 Mag 2010

“Questa è una situazione che ormai non sorprende più, non condivido le offese ma mi unisco alla rabbia di Carla Fracci, poiché  ritengo che sia una figura professionale di grande talento nel panorama della danza classica italiana. Mi rendo conto a questo punto che il sindaco è in una grossa situazione di imbarazzo e di mortificazione per se stesso, sono due anni che si protesta e ci si mobilita in tutto: pensiamo agli ospedali, alle buche, all’aumento dei costi e ai campi nomadi, per non parlare degli sprechi”. Con queste parole Oscar Tortosa, vicesegretario per il Lazio dell’Italia dei Valori, esprime la sua opinione in merito alla notizia secondo la quale Carla Fracci ha attaccato pubblicamente Alemanno dandogli del “farabutto”, nel corso della manifestazione dei lavoratori degli enti lirico-sinfonici contro il decreto Bondi, che si è svolta ieri al Teatro dell’Opera di Roma. Motivo della contestazione è stato il continuo rifiuto da parte del primo cittadino di incontrare la Fracci e il mancato rinnovo del suo contratto di direzione del corpo di ballo del teatro romano. Al grido di protesta si sono uniti a gran voce anche i sindacati dei dipendenti della lirica e alcuni esponenti del Partito democratico, che hanno chiesto il ritiro immediato della legge per la sua incostituzionalità. “Come membro dell’Italia dei Valori – conclude l’esponente del partito guidato da Antonio Di Pietro – chiedo di monitorare la situazione per avere un resoconto di tutte le attività svolte dall’amministrazione comunale fino ad oggi. Bisogna riflettere su come gestire questa città altrimenti, è auspicabile un ritorno alle urne”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Niente assistenza consolare in Franconia?

Posted by fidest press agency su mercoledì, 19 Mag 2010

Lettera al direttore. Dalla stampa italiana siamo venuti a sapere del ripensamento da parte del Ministero degli Affari Esteri sull’istituzione dell’Agenzia Consolare a Norimberga che non possiamo e vogliamo accettare.  Tutto, in questo ormai annoso tira e molla, ci sembra strano e nebuloso, forse addirittura illogico.   Come può l’amministrazione italiana riconoscere nell’aprile del 2010 – di fatto – la necessità di un’Agenzia Consolare a Norimberga per evidenti problemi logistici, tecnici, organizzativi e nel luglio 2010 decidere la totale chiusura del Consolato?  Come possono le autorità tedesche arroccarsi su posizioni degne dell’era della guerra fredda e negare agli italiani in Franconia e altre zone della Germania la sacrosanta assistenza consolare?  Com’è possibile che la collettività italiana in Franconia venga a sapere di questa nuova decisione dalla stampa e non dalle autorità italiane tramite il locale Com.It.Es., ancora una volta tenuto volutamente all’oscuro di tutto?  Si chiede quindi con forza: un’informazione completa ed accurata della collettività italiana in Franconia da parte del MAE ; l’immediata revisione della decisione del MAE del 14.05.2010 di chiusura completa del Consolato di Norimberga; la ripresa dei contatti con le autorità tedesche per ottenere il previsto gradimento per l’Agenzia Consolare. (Catanese Romeo)

Posted in Lettere al direttore/Letters to the publisher | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mondiali, tutte le 48 partite

Posted by fidest press agency su mercoledì, 19 Mag 2010

Chiuso il campionato di Serie A, si comincia a pensare ai prossimi Mondiali di Calcio in Sudafrica. Sisal Matchpoint propone, oltre ai vari antepost sul torneo, le quote su tutte le 48 partite della fase a gironi.  L’Italia, inserita nel girone F, esordirà il 14 giugno col Paraguay: avversario pericoloso, ma ovviamente gli azzurri partono col favore del pronostico, offerti da Matchpoint a 1.85 contro il 4.5 dei sudamericani.   Il secondo impegno azzurro dovrebbe avere un esito scontato: attualmente vale appena 1.15 la vittoria di Buffon e compagni contro la cenerentola Nuova Zelanda, in lavagna addirittura a 17 volte la posta. Ultimo scoglio per i ragazzi di Lippi sarà la Slovacchia (6.5) di Hamsik, contro la quale la vittoria vale 1.55.  Tra le partite più interessanti della prima fase figurano quelle del gruppo G, dove il Brasile dovrà impegnarsi per avere la meglio sul Portogallo di Cristiano Ronaldo e la Costa d’Avorio di Drogba.
ESITO FINALE                          1X2    1           X        2
5518    1    SUDAFRICA – MESSICO
11/06/2010 ore 16:00  Min-Max:1-20    2,75    3,15    2,60
5518    2    URUGUAY – FRANCIA
11/06/2010 ore 20:30  Min-Max:1-20    3,80    3,25    2,00
5518    3    SUDAFRICA – URUGUAY
16/06/2010 ore 20:30  Min-Max:1-20    2,90    3,20    2,40
5518    4    FRANCIA – MESSICO
17/06/2010 ore 20:30  Min-Max:1-20    1,95    3,30    3,85
5518    5    MESSICO – URUGUAY
22/06/2010 ore 16:00  Min-Max:1-20    2,65    3,10    2,60
5518    6    FRANCIA – SUDAFRICA
22/06/2010 ore 16:00  Min-Max:1-20    1,85    3,20    4,40
5518    7    ARGENTINA – NIGERIA
12/06/2010 ore 16:00  Min-Max:1-20    1,57    3,75    6,00
5518    8    COREA DEL SUD – GRECIA
12/06/2010 ore 13:30  Min-Max:1-20    3,10    3,10    2,35
5518    9    GRECIA – NIGERIA
17/06/2010 ore 16:00  Min-Max:1-20    2,90    3,20    2,40
5518    10    ARGENTINA – COREA DEL SUD
17/06/2010 ore 13:30  Min-Max:1-20    1,33    4,60    9,50
5518    11    NIGERIA – COREA DEL SUD
22/06/2010 ore 20:30  Min-Max:1-20    1,95    3,15    4,00
5518    12    GRECIA – ARGENTINA
22/06/2010 ore 20:30  Min-Max:1-20    6,00    3,45    1,60
5518    13    INGHILTERRA – USA
12/06/2010 ore 20:30  Min-Max:1-20    1,50    4,00    6,50
5518    14    ALGERIA – SLOVENIA
13/06/2010 ore 13:30  Min-Max:1-20    3,30    3,20    2,20
5518    15    SLOVENIA – USA
18/06/2010 ore 16:00  Min-Max:1-20    3,20    3,25    2,20
5518    16    INGHILTERRA – ALGERIA
18/06/2010 ore 20:30  Min-Max:1-20    1,25    5,50    11,00
5518    17    SLOVENIA – INGHILTERRA
23/06/2010 ore 16:00  Min-Max:1-20    7,50    3,85    1,45
5518    18    USA – ALGERIA
23/06/2010 ore 16:00  Min-Max:1-20    1,80    3,25    4,60
5518    19    GERMANIA – AUSTRALIA
13/06/2010 ore 20:30  Min-Max:1-20    1,50    3,90    6,75
5518    20    SERBIA – GHANA
13/06/2010 ore 16:00  Min-Max:1-20    2,30    3,20    3,10
5518    21    GERMANIA – SERBIA
18/06/2010 ore 13:30  Min-Max:1-20    1,85    3,40    4,25
5518    22    GHANA – AUSTRALIA
19/06/2010 ore 16:00  Min-Max:1-20    2,25    3,20    3,15
5518    23    GHANA – GERMANIA
23/06/2010 ore 20:30  Min-Max:1-20    5,00    3,30    1,72
5518    24    AUSTRALIA – SERBIA
23/06/2010 ore 20:30  Min-Max:1-20    3,40    3,20    2,10
5518    25    OLANDA – DANIMARCA
14/06/2010 ore 13:30  Min-Max:1-20    1,65    3,55    5,50
5518    26    GIAPPONE – CAMERUN
14/06/2010 ore 16:00  Min-Max:1-20    3,45    3,20    2,15
5518    27    OLANDA – GIAPPONE
19/06/2010 ore 13:30  Min-Max:1-20    1,45    4,00    7,50
5518    28    CAMERUN – DANIMARCA
19/06/2010 ore 20:30  Min-Max:1-20    2,55    3,25    2,70
5518    29    DANIMARCA – GIAPPONE
24/06/2010 ore 20:30  Min-Max:1-20    2,20    3,10    3,30
5518    30    CAMERUN – OLANDA
24/06/2010 ore 20:30  Min-Max:1-20    4,60    3,25    1,80
5518    31    ITALIA – PARAGUAY
14/06/2010 ore 20:30  Min-Max:1-20    1,85    3,30    4,50
5518    32    NUOVA ZELANDA – SLOVACCHIA
15/06/2010 ore 13:30  Min-Max:1-20    8,00    4,25    1,40
5518    33    SLOVACCHIA – PARAGUAY
20/06/2010 ore 13:30  Min-Max:1-20    3,40    3,30    2,10
5518    34    ITALIA – NUOVA ZELANDA
20/06/2010 ore 16:00  Min-Max:1-20    1,15    7,00    17,00
5518    35    SLOVACCHIA – ITALIA
24/06/2010 ore 16:00  Min-Max:1-20    6,50    3,55    1,55
5518    36    PARAGUAY – NUOVA ZELANDA
24/06/2010 ore 16:00  Min-Max:1-20    1,28    5,00    10,00
5518    37    COSTA D’AVORIO – PORTOGALLO
15/06/2010 ore 16:00  Min-Max:1-20    2,80    3,20    2,50
5518    38    BRASILE – COREA DEL NORD
15/06/2010 ore 20:30  Min-Max:1-20    1,10    9,00    19,00
5518    39    BRASILE – COSTA D’AVORIO
20/06/2010 ore 20:30  Min-Max:1-20    1,62    3,70    5,50
5518    40    PORTOGALLO – COREA DEL NORD
21/06/2010 ore 13:30  Min-Max:1-20    1,17    6,50    16,00
5518    41    PORTOGALLO – BRASILE
25/06/2010 ore 16:00  Min-Max:1-20    4,40    3,20    1,85
5518    42    COREA DEL NORD – COSTA D’AVORIO
25/06/2010 ore 16:00  Min-Max:1-20    11,00    5,50    1,23
5518    43    HONDURAS – CILE
16/06/2010 ore 13:30  Min-Max:1-20    5,80    3,70    1,60
5518    44    SPAGNA – SVIZZERA
16/06/2010 ore 16:00  Min-Max:1-20    1,30    5,10    9,50
5518    45    CILE – SVIZZERA
21/06/2010 ore 16:00  Min-Max:1-20    2,15    3,20    3,40
5518    46    SPAGNA – HONDURAS
21/06/2010 ore 20:30  Min-Max:1-20    1,17    6,50    16,00
5518    47    CILE – SPAGNA
25/06/2010 ore 20:30  Min-Max:1-20    6,00    3,45    1,60
5518    48    SVIZZERA – HONDURAS
25/06/2010 ore 20:30  Min-Max:1-20    1,70    3,40    5,00
Sisal Match Point

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il mondo che ti aspetta

Posted by fidest press agency su mercoledì, 19 Mag 2010

Parma 19 maggio, alle 20.15, prenderà il via la serie di trasmissioni televisive “Università di Parma – Il mondo che ti aspetta”, realizzate dall’Ateneo in collaborazione con l’emittente locale Teleducato Parma.  Si tratta di una serie di trasmissioni televisive di taglio informativo rivolte agli studenti, alle future matricole e alle loro famiglie e al contesto territoriale, dedicate in modo particolare alle 12 Facoltà dell’Ateneo e alla nuova offerta formativa per l’a.a. 2010-11.
Il progetto “Università di Parma – Il mondo che ti aspetta” si articolerà in cinque puntate a cadenza settimanale, che andranno in onda dal 19 maggio al 16 giugno 2010 e successivamente, in replica, per altre 5 serate dal 23 giugno al 21 luglio. Successivamente alla messa in onda, ogni trasmissione sarà poi visibile sul sito web di Ateneo, tramite il video server che ospiterà le puntate e le renderà visibili in streaming.  Dal momento che l’obiettivo principale del progetto è di aumentare nelle future matricole, e più in generale negli studenti e nelle loro famiglie, la conoscenza della nostra Università, la possibilità di rivedere via web le trasmissioni è particolarmente importante soprattutto in considerazione del fatto che circa il 70% delle matricole proviene da fuori Parma.  Ogni puntata, della durata di 15 minuti circa, sarà dedicata all’illustrazione di due/tre Facoltà, ad ognuna delle quali saranno dedicati circa 5 minuti. Questa la scaletta della serie di trasmissioni:
1° puntata (mercoledì 19 maggio):  – Apertura con presentazione iniziale del Rettore Gino Ferretti – Facoltà di Architettura,- Facoltà di Ingegneria
2° puntata (mercoledì 26 maggio):  – Facoltà di Agraria  – Facoltà di Farmacia  – Facoltà di Medicina Veterinaria
3° puntata (mercoledì 2 giugno):  – Facoltà di Medicina e Chirurgia  – Facoltà di Scienze MM.FF.NN.
4° puntata (mercoledì 9 giugno):  -Facoltà di Economia  – Facoltà di Giurisprudenza  – Facoltà di Scienze Politiche
5° puntata (mercoledì 16 giugno): – Facoltà di Lettere e Filosofia  – Facoltà di Psicologia.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Enel conferma Montalto nucleare

Posted by fidest press agency su mercoledì, 19 Mag 2010

Durante l’incontro  presso il dipartimento di Economia dell’Università di Tor Vergata di Roma, Fulvio Conti ha dichiarato che il programma nucleare di Enel prevede la realizzazione di quattro reattori su tre siti. «Che ne pensa il Presidente della Regione Lazio, Renata Polverini, delle ammissioni dell’amministratore delegato dell’Enel?» chiede Andrea Lepore, responsabile della campagna nucleare di Greenpeace. Le affermazioni di Conti confermano le ipotesi di Greenpeace: c’è un progetto per realizzare due centrali nucleari a Montalto di Castro. Il sito di Montalto è, infatti, l’unico oggi in grado di ospitare due reattori EPR, potendo già contare sulla presenza di una rete elettrica in grado di trasportare 3500 MW. Inoltre, il sito è già stato visitato dai tecnici di EDF, l’azienda francese che insieme a Enel dovrebbe portare avanti i piani nucleari del governo. «Chiediamo a Renata Polverini, di assumere immediatamente, come promesso ai suoi elettori, una posizione contraria alla costruzione di centrali nucleari nel Lazio – continua Lepore – e al Consiglio regionale della Regione Lazio di procedere al più presto a varare una posizione istituzionale che formalizzi l’assoluta contrarietà a ipotesi di impianti nucleari (stoccaggio compreso) nel Lazio».

Posted in Spazio aperto/open space, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Conferenza di Sudipta Kaviraj

Posted by fidest press agency su mercoledì, 19 Mag 2010

Pavia 19 maggio alle 9,45 presso l’Aula Grande della Facoltà di Scienze Politiche dell’Università degli Studi di Pavia la “Bonacossa lecture 2010”, dedicata quest’anno al tema Democracy in India. Identity and Modern Politics il Prof. Sudipta Kaviraj tra i maggiori esperti politica asiatica, del colonialismo e post colonialismo, professore alla Columbia University  di New York, terrà una conferenza.
Sudipta Kaviraj (nato nel 1945) è uno studioso di politica sud Asiatica e storia del pensiero umano, associata al postcolonialismo e al post-imperialismo. Attualmente insegna alla Columbia University ed è direttore del dipartimento di lingue e culture asiatiche e mediorientali .   Sudipta Kaviraj si è laureato in Scienze Politiche presso il Presidency College dell’Università di Calcutta e ha conseguito il dottorato di ricerca alla Jawaharlal Nehru University di Nuova Delhi.  Prima di entrare alla Columbia University, ha insegnato Politica presso la Scuola di Studi Orientali e Africani all’Università di Londra ed è stato professore associato presso la  facoltà  di Scienze Politiche a JNU, New Delhi. Ha inoltre tenuto un Visiting Fellowship presso il St. Antony’s College, Oxford ed è stato membro fondatore del gruppo di  studiosi interessati al postcolonialismo e post- imperialismo del paesi sud-asiatici  in particolare e dei paesi in via di sviluppo in generale.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Afghanistan: il cordoglio del Psd

Posted by fidest press agency su mercoledì, 19 Mag 2010

“Esprimo il mio più profondo cordoglio alle famiglie dei due soldati periti oggi in Afghanistan a causa di un ordigno, il sergente Massimiliano Ramadù e il caporale Luigi Pascazio. La guerra in Afghanistan al quale l’Italia partecipa ha purtroppo fatto registrare l’ennesimo fatto di sangue che coinvolge la nostra comunità nazionale”. Così Giuseppe Paradiso, leader del Partito per gli operatori della Sicurezza e della Difesa. “A nome del partito – continua Paradiso – invio i miei più fervidi auguri di pronta guarigione a Cristina Buonacucina e Gianfranco Scirè, i due militari rimasti feriti nel corso dello stesso attentato”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Regione Lazio: La Polverini e i risparmi surreali

Posted by fidest press agency su mercoledì, 19 Mag 2010

“Surreale sentir parlare il Presidente Polverini di tagli alle spese quando pochi giorni fa ha nominato un’intera Giunta composta da assessori esterni mentre si poteva optare per scelte più attente alle casse della Regione” è quanto dichiara il Consigliere Claudio Bucci, in merito alle difficoltà di bilancio della Regione Lazio. “Quanto mai giusto ed auspicabile un ridimensionamento generale delle spese e la netta riduzione dei costi politica, sono in prima fila su questo, ma non accettiamo lezioni dall’attuale maggioranza che già dal suo primo atto ha dimostrato una politica fatta di slogan demagogici ma lontana dai fatti. Se poi a ciò si aggiunge il dichiarato taglio dei posti letto, scopriamo come verranno pagati gli stipendi di questi assessori “non eletti” aggiunge Bucci. “Questa destra dovrebbe agire con buon senso prima di parlare: trovo indecoroso quanto successo sulle nomine di Giunta e voglio dire basta ad una politica che fa pagare i propri privilegi ai cittadini” conclude Bucci.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Afghanistan: blindato freccia chi l’ha visto?

Posted by fidest press agency su mercoledì, 19 Mag 2010

Dichiarazione On. Maurizio Turco – cofondatore del Partito per la tutela dei diritti di militari e forze di polizia: “Fin dal 15 luglio 2009 il Ministro della difesa La Russa, all’indomani della tragica e prevedibile morte di un militare dell’esercito impiegato come mitragliere in ralla su un mezzo «Lince» nella zona di guerra dell’Afghanistan, affermava nelle aule di Camera e Senato e su molte testate giornalistiche che i veicoli tattici leggeri multiruolo «Lince» sarebbero stati sostituiti con i più adeguati «Veicolo blindato medio 8×8 Freccia». I 54 mezzi di cui il Ministro aveva annunciato la disponibilità fanno parte di un primo lotto del programma di acquisizioni per 249 unità – 172 combat, 36 commando anticarro, 20 posto comando e 21 porta mortaio -, il secondo lotto in finanziamento è di 109 unità ed il terzo di 86. La prima fase di acquisizione, per 49 unità, è finanziata per 310 milioni di euro dal Ministero dello sviluppo economico (MSE), in base a una convenzione tra il Ministero della difesa ed il Ministero dell’economia e delle finanze, sulla base dell’articolo 1, comma 95, della legge 23 dicembre 2005, n. 266 (legge finanziaria 2006). Le fasi successive avranno un valore di 1.230 milioni di euro. Il costo totale di 1.540 milioni di euro dovrebbe essere ripartito su più esercizi finanziari, dal 2006 al 2014, come segue secondo il programma originale indicato dai documenti del Parlamento: nel 2006, 6 milioni di euro; nel 2007, 50 milioni di euro; nel 2008, 120 milioni di euro; nel 2009, 220 milioni di euro; nel 2010, 260 milioni di euro; nel 2011, 280 milioni di euro; nel 2012, 280 milioni di euro; nel 2013, 260 milioni di euro; nel 2014, 64 milioni di euro. Le cifre sono indicative, per la prima tranche finanziata con fondi del Ministero dello sviluppo economico non è nota la spesa sui singoli esercizi finanziari. Insomma, sono stati spesi moltissimi soldi per non concludere assolutamente nulla! Sono trascorsi più di dieci mesi da quando La Russa ha annunciato l’impiego dei Freccia in Afghanistan eppure questi mezzi sono ancora un miraggio e non sappiamo fino a quando lo saranno. Intanto siamo costretti ad assistere ai suoi annunci, mentre i nostri militari continuano a morire.”

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Afghanistan: il dolore di una perdita

Posted by fidest press agency su mercoledì, 19 Mag 2010

Lettera al direttore. Altri due militari italiani morti in Afghanistan. Del resto, secondo i dati ufficiali, dall’estate del 2009 ogni giorno vengono uccisi da uno a due soldati della coalizione internazionale, e non si vede perché ogni tanto non dovrebbe capitare agli italiani. E siccome i miracoli in guerra non accadono mai, è certo che ne moriranno altri, sino a che l’esercito resterà in Afghanistan. Ma è necessario? Inevitabile? Per uno Stato l’ineluttabilità della guerra dovrebbe verificarsi soltanto qualora sia minacciata la patria. Altrimenti si pongono problemi d’ordine etico. Anche se fosse vero, infatti, che la presenza dei nostri militari abbia lo scopo di difendere la democrazia di quel paese, viene fatto di chiedersi:  lo Stato ha il diritto, sia pure per il più nobile degli scopi, di mettere a repentaglio la vita dei nostri giovani?  Inoltre: nel caso in cui la presenza armata in altri paesi, esponga i cittadini al rischio d’attentati, lo Stato deve preoccuparsi del prossimo lontano, oppure di  quello vicino? Infine: generosità ed altruismo dei nostri governati persisterebbero qualora si trattasse di andare personalmente a rischiare la pelle, o di mandarvi il proprio figlio? In ogni modo, giacché la morte di tanto in tanto di un soldato italiano è scontata, sarebbe forse il caso che ai funerali i nostri politici non mostrassero facce estremamente commosse, che non parlassero come sempre di “profondo dolore”. Il dolore, quello vero, lo lascino alle famiglie; ai genitori, alle mogli e ai figli. La facce afflitte bisogna farle prima, quando si decide di mettere a rischio la vita altrui. (Francesca Ribeiro)

Posted in Lettere al direttore/Letters to the publisher | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »