Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 275

Con il diabete è bene agire subito

Posted by fidest press agency su giovedì, 27 maggio 2010

Per battere il diabete il segreto è agire subito: per una diagnosi precoce e per mettere sotto controllo la glicemia prima possibile. Sono le parole d’ordine degli specialisti dell’Associazione medici diabetologi italiani (AMD) rilanciate con l’iniziativa “Subito. Il grande progetto 2009-2013 della diabetologia italiana”, presentata alle istituzioni nel corso del convegno “Dalla cura al prendersi cura della persona”, a Roma. Gli specialisti mirano a migliorare il compenso metabolico della persona con diabete per ridurre il peso delle complicanze cardiovascolari nei 5 anni successivi alla diagnosi. “Contiamo di farlo – spiega Sandro Gentile, presidente Amd – attraverso un lavoro organico di formazione, educazione e comunicazione che non coinvolga solo i diabetologi, ma anche i medici di medicina generale, altri specialisti, associazioni di volontariato, istituzioni e mondo dell’industria, perché siamo consapevoli che solo lavorando e impegnandoci insieme possiamo rendere il nostro lavoro più efficace e più efficiente”. Il progetto permetterà, tra le altre cose, di collegare i medici di medicina generale con i 650 centri diabetici a livello nazionale, in un’opera di comunicazione formazione che porterà ad aggredire la malattia prima che i valori della glicemia diventino troppo elevati(fonte farmacista33)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: