Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 289

Manovra con tassa di soggiorno

Posted by fidest press agency su giovedì, 27 maggio 2010

“Se la manovra inserisce per Roma Capitale la tassa di soggiorno per il turismo, mi sembra chiaro che ci troviamo di fronte a una sorta di frenesia arraffa-denaro da parte del governo che contraddice quanto sostenuto in precedenza e che non guarda minimamente agli interessi veri del Paese”. Lo dichiara il senatore Filippo Bubbico, capogruppo PD in Commissione Industria, Commercio e Turismo. “È di due giorni fa, – spiega Bubbico – la dichiarazione del ministro Gelmini di ritardare l’inizio delle scuole per favorire il turismo delle famiglie. Ora, nella principale meta turistica d’Italia, una famiglia tipo di quattro persone, per tre notti nella Capitale in un albergo confortevole verrebbe a spendere fra i 100 e i 120 euro in più. Se passa la tassa di soggiorno a Roma, le scuole potranno essere aperte anche a dicembre, ma gli alberghi romani resteranno vuoti”. “La tassa di soggiorno – conclude il parlamentare PD – sarebbe dunque la dimostrazione che dietro la manovra c’è solo l’idea di far cassa, ad ogni costo, senza nessuna considerazione sull’impatto che le misure introdotte potrebbero avere sul Paese. Il turismo è una risorsa essenziale e Roma, il più grande museo a cielo aperto del mondo, è il cuore turistico dell’Italia. Perché vogliamo affossare il turismo a Roma?”.”Se la manovra inserisce per Roma Capitale la tassa di soggiorno per il turismo, mi sembra chiaro che ci troviamo di fronte a una sorta di frenesia arraffa-denaro da parte del governo che contraddice quanto sostenuto in precedenza e che non guarda minimamente agli interessi veri del Paese”. Lo dichiara il senatore Filippo Bubbico, capogruppo PD in Commissione Industria, Commercio e Turismo.  “È di due giorni fa, – spiega Bubbico – la dichiarazione del ministro Gelmini di ritardare l’inizio delle scuole per favorire il turismo delle famiglie. Ora, nella principale meta turistica d’Italia, una famiglia tipo di quattro persone, per tre notti nella Capitale in un albergo confortevole verrebbe a spendere fra i 100 e i 120 euro in più. Se passa la tassa di soggiorno a Roma, le scuole potranno essere aperte anche a dicembre, ma gli alberghi romani resteranno vuoti”.  “La tassa di soggiorno – conclude il parlamentare PD – sarebbe dunque la dimostrazione che dietro la manovra c’è solo l’idea di far cassa, ad ogni costo, senza nessuna considerazione sull’impatto che le misure introdotte potrebbero avere sul Paese. Il turismo è una risorsa essenziale e Roma, il più grande museo a cielo aperto del mondo, è il cuore turistico dell’Italia. Perché vogliamo affossare il turismo a Roma?”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: