Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Farmacisti: no all’abuso della professione

Posted by fidest press agency su domenica, 6 giugno 2010

Per migliorare i livelli di assistenza e diminuire gli errori è necessario istituire la presenza di farmacisti anche nelle Residenze Sanitarie Assistite (RSA), nelle carceri, nelle case di cura, nei reparti d’ospedale e dove si preparano medicinali per terapie avanzate come quelle con cellule staminali. Ed è inoltre urgente prendere provvedimenti per arginare il fenomeno dell’abuso della professione che si compie quando, ad esempio, non sono i farmacisti ma altri operatori sanitari ad occuparsi direttamente della gestione di farmaci particolarmente importanti e delicati come i radiofarmaci o gli antitumorali. E’ quanto emerso nel corso dell’incontro promosso dal Segretario della Commissione Igiene e Sanità, Senatore Luigi D’Ambrosio Lettieri, tra i presidenti nazionali della Federazione degli Ordini dei Farmacisti Italiani (FOFI) Andrea Mandelli, della Società Italiana di Farmacia Ospedaliera (SIFO), Laura Fabrizio, e del Sindacato Nazionale Farmacisti Dirigenti del SSN (SiNaFO) Giangiuseppe Console. Nell’incontro è stato  sottolineato il clima di piena collaborazione esistente tra le tre organizzazioni, che si è già concretizzato, sotto l’egida del Ministero della Salute, nella realizzazione di due importanti progetti: quello sul rischio clinico, giunto da poco a compimento, e quello, ancora in itinere, sulla creazione della figura del farmacista di dipartimento.  In questa occasione, inoltre, sono state affrontate altre importanti  tematiche  relative alla  professione ed in particolare quelle inerenti alle responsabilità del farmacista delle aziende sanitarie nel governo clinico e nella sicurezza del paziente, alla gestione ottimale dei dispositivi medici, alle attività rimaste orfane a seguito della decadenza del Decreto Legge 128/68, quali la chimica degli alimenti, alla legge di riordino dell’intero comparto farmaceutico. Inoltre, nel corso dell’incontro al Senato è stata attentamente valutata l’opportunità di attivare il confronto  SIFO, SiNaFO e FOFI, su tematiche specifiche quali ad esempio l’elaborazione di linee guida condivise per la conduzione delle ispezioni, da parte di apposite commissioni, presso le farmacie aperte al pubblico ed in generale su tutte le problematiche comuni alla professione. In questa ottica è stato deciso di istituire un Tavolo di lavoro permanente per  affrontare le  problematiche che investono i farmacisti delle Aziende Sanitarie e delle Farmacie di comunità, nella logica di una sinergia orientata ad attuare ogni possibile iniziativa finalizzata a migliorare la qualità dell’assistenza farmaceutica, a tutto vantaggio degli assistiti e dell’intera collettività.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: