Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Archive for 10 giugno 2010

Mondiali di calcio: scommesse

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 giugno 2010

A leggere i dati di raccolta a poche ore dall’inizio del Mondiale, sembrerebbe proprio che gli scommettitori italiani non abbiano fiducia sulla nazionale di Lippi e sull’ipotesi di un possibile trionfo-bis.   Secondo i dati Matchpoint, appena il 5% dei giocatori ha puntato sugli azzurri, tanto che la quota è progressivamente passata da 10 a 15. Se Buffon e compagni hanno deluso nelle amichevoli con Messico e Svizzera, peggio ha fatto la Francia, addirittura sconfitta dalla Cina. Anche i galletti vengono snobbati dai giocatori, appena 3% di pronostici sulla loro quota a 20!
La nazionale più  giocata, col 31%, rimane l’Inghilterra di Capello, ora offerta a 6, ma le favorite Matchpoint rimangono Spagna (5) e Brasile (5.5). Tanta fiducia anche per i fenomeni di Maradona (a 7, col 23%), nonostante la qualificazione di Messi e compagni sia stata davvero difficoltosa.
5331    1    VINCENTE MONDIALI CALCIO 2010
10/07/2010  ore  10.30    Min-Max:  1- 1
SPAGNA    5,00
BRASILE    5,50
INGHILTERRA    6,00
ARGENTINA    7,00
OLANDA    10,00
GERMANIA    15,00
ITALIA    15,00
FRANCIA    20,00
PORTOGALLO    26,00
COSTA D’ AVORIO    50,00
SERBIA    60,00
CILE    66,00
MESSICO    80,00
USA    80,00
CAMERUN    100,00
PARAGUAY    100,00
GHANA    126,00
URUGUAY    126,00
NIGERIA    166,00
AUSTRALIA    166,00
DANIMARCA    166,00
SUDAFRICA    166,00
GRECIA    200,00
SVIZZERA    266,00
SLOVACCHIA    266,00
ALGERIA    300,00
GIAPPONE    300,00
COREA DEL SUD    300,00
SLOVENIA    300,00
COREA DEL NORD    400,00
NUOVA ZELANDA    400,00
HONDURAS    400,00

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lugli riconfermato preside della facoltà di economia

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 giugno 2010

Parma. Si è svolto il secondo turno di elezioni per la carica di Preside della Facoltà di Economia per il quadriennio 2010-2014. Su 92 aventi diritto al voto hanno votato in 75. In questa seconda giornata di votazioni era richiesta la maggioranza assoluta dei presenti, vale a dire 38 voti. La Commissione elettorale, presieduta dal Decano della Facoltà di Economia, Prof. Giuseppe Galassi, ha comunicato il seguente risultato: Prof. Gianpiero Lugli 53  Prof. Alberto Guenzi 3 Prof. Paolo Andrei 2 Prof. Augusto Schianchi 2 Schede bianche 15 Il Prof. Gianpiero Lugli è stato così riconfermato nella carica che ricopriva dal novembre 2006, e rimarrà in carica come Preside della Facoltà di Economia fino al 31 ottobre 2014.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Quote mondiali calcio

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 giugno 2010

Il debutto non felice della Francia, vice Campione del Mondo in carica, non attenua le polemiche. La delusione è forte tra i francesi per l’imprevista e storica sconfitta per 1-0 nell’amichevole premondiale contro la Cina. Poi i continui contrasti tra alcuni giocatori e il ct Domenech, in ultimo William Gallas che appreso della scelta di affidare a Patrice Evra piuttosto che a lui la fascia di capitano ha disertato la conferenza stampa. C’e’ aria di fronda e la fiducia nella nazionale transalpina diminuisce. I quotisti Better per l’esordio dei galletti contro l’Uruguay hanno cambiato le quote. La vittoria della Francia da 1,95 passa a 2,05, il pareggio resta pressoché invariato, la vittoria dell’Uruguay passa da 3,85 a 3,55.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Renaissance Lecture Series

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 giugno 2010

Toronto Sunday, June 13th, 2010; 2-3 pm.  Bata Shoe Museum – 327 Bloor Street West The Bata Shoe Museum Presents Renaissance Lecture Series Lost Girls: Sex and Death in Renaissance Florence Illustrated talk by Prof. Nicholas Terpstra, Dept. of History, University of Toronto $14 per person; Free for Bata Shoe Museum members and faculty/students at the  Centre for Renaissance and Reformation Studies,University of Toront In 1554, dozens of Florentine women pooled their resources and opened an orphanage which quickly became the largest girl’s shelter in Florence. Within weeks of opening, girls in the home were dying by the dozens. Prof. Terpstra will examine these events and attempt to recreate this world where girls lived and died in Renaissance Florence.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Summit mondiale di chirurgia mininvasiva a Roma

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 giugno 2010

L’Italia diventa protagonista della chirurgia laparoscopica. Oltre 300 specialisti “dalle mani più dotate del mondo” per la chirurgia laparoscopica e robotica si riuniscono nella capitale per un congresso innovativo dove i relatori non fanno relazioni dal podio ma trasmettono in diretta dalla sala operatoria, alle prese con gli strumenti della chirurgia laparoscopica o seduti alla consolle del robot. Per interventi di chirurgia ‘estrema’, al limite delle possibilità umane. E’ la conseguenza della diffusione dei centri specializzati in questa metodica che si affiancano alla chirurgia robotica, che – come conferma il professor Vito Pansadoro, presidente del Congresso europeo di Laparoscopia 2010 ‘Challenges in Laparoscopy & Robotics’, ha in qualche modo ‘democratizzato’ la chirurgia laparoscopica, prerogativa solo di alcuni chirurghi molto dotati e molto abili: gli americani sono passati dalla chirurgia ‘a cielo aperto’ direttamente al robot – cosa che in teoria possono fare tutti – mentre la laparoscopia è più difficile e a rischio ‘malpractice’, con conseguenze legali rischiosissime”.
Affascina soprattutto l’utilizzo del robot per la sua prerogativa di stimolare la fantasia dei pazienti e degli stessi addetti ai lavori per la sua capacità e versatilità d’intervento. Il suo primo impiego è stato per la cardiochirurgia e anche per sviluppare una tecnica di interventi nelle zone d’operazioni militari dove si richiedeva la dislocazione plurima di punti di soccorso e, al tempo stesso, l’utilizzo di specialisti posti in aree di maggiore sicurezza e capaci di gestire a distanza le emergenze sulle quali dovevano operare. In questo modo si contemperavano due aspettative: ridurre i tempi operatori e moltiplicarli in più aree servendosi di una stessa equipe chirurgica. Oggi sono gli urologi ad essersi appropriati largamente della chirurgia robotica come per gli interventi di prostatectomia radicale. Ma i confini per un siffatto impiego si ampliano sempre di più. Si aggiungono la nefrectomia parziale e la pieloplastica, ovvero la correzione di un difetto degli ureteri, i ‘tubicini’ che permettono il passaggio dell’urina dal rene alla vescica. Un altro organo che oggi è correntemente trattato in Laparoscopia o Robotica è la vescica in particolare per gli interventi di Cistectomia radicale. Ma la tecnologia non sembra fermarsi. Siamo già alla terza generazione di robot. Di quelli dotati  di quattro braccia e di un sistema visivo ad alta definizione e con movimenti ‘migliorati’: il rapporto tra il movimento della mano del chirurgo e lo strumento è di 6 ad 1. Sei centimetri la mano ed un centimetro la pinza o il bisturi nell’addome del paziente. Questo permette una precisione assoluta. Combinando questo dato con la visione in HD ed a 3D il risultato è semplicemente straordinario.  Stiamo parlando di una chirurgia ad un livello superiore  con una precisione che non era mai stata raggiunta sino ad ora. E da qui la necessità di tradurre il concetto: vedere per credere presentando ai congressisti convenuti a Roma due sale operatorie laparoscopiche ed una sala robotica  messe a disposizione dalla clinica Pio XI di Roma che lavorano in contemporanea e trasmettono tutto il giorno interventi in diretta di ‘chirurgia estrema’. Ad essere trattati saranno infatti una serie di pazienti portatori di una patologia al limite del trattabile sia in laparoscopia che in chirurgia ‘a cielo aperto’. E ad effettuare gli interventi saranno alcuni tra i migliori chirurghi del mondo, provenienti dalla Cina come dagli Stati Uniti pronti a cimentarsi su casi di chirurgia al limite delle possibilità umane “ma che oggi possono entrare nel bagaglio di ogni chirurgo – commenta Pansadoro – che abbia voglia e capacità di cimentarvisi”. Oltre agli interventi di resezione parziale del rene per asportare dei piccoli tumori scoperti incidentalmente all’ecografia, saranno effettuati due interventi di correzione di stenosi (restringimento) dell’uretere dovuti ad una patologia ormai considerata una malattia sociale: l’endometriosi. Verranno poi effettuate anche due pieloplastiche rispettivamente in chirurgia robotica ed in chirurgia laparoscopica, utilizzando strumenti di 3 mm., per correggere un difetto congenito del giunto pielo-ureterico. Così abbiamo l’opportunità di assistere dal vivo gli interventi di un cast d’eccezione a livello mondiale  “specializzati ciascuno in un tipo di intervento diverso – commenta con soddisfazione il presidente del congresso. L’indiano Vipul Patel, che lavora a Orlando, fa 5 prostatectomie al giorno e ha un curriculum di oltre 3500 asportazioni radicali; lo svedese Peter Viklund si ‘cimenta’ quasi solo in cistectomie e ricostruzioni ortotopiche, mentre il belga Alex Mottrie, eseguirà una ricostruzione dell’uretere utilizzando il  robot di ultima generazione”. Insomma, sono stati messi insieme super-specialisti che vengono a ‘mostrare’ ai colleghi come si praticano interventi di estrema difficoltà ma che se vengono affrontati nel modo corretto possono essere risolti brillantemente e senza problemi. Sarà poi eseguita ‘a quattro mani’ una cistectomia e una linfadenectomia estesa (asportazione di linfonodi) da un chirurgo tra i migliori al mondo che adesso è cattedratico alla University of Southern California (USC) di Los Angeles, l’indiano Inderbir Gill e dal più grande esperto del mondo in questo campo – Peter Viklund – che con una sua tecnica personale ricostruirà la nuova vescica. Si tratta di interventi lunghi che possono arrivare fino a 7-8 ore con due chirurghi che fanno uno l’intervento demolitivo e uno quello ricostruttivo “a mano e mente fresca – sottolinea Pansadoro – cosa questa non solo assai utile ma anche positiva per la qualità dell’operazione!” C’è anche Günter Janetschek, il chirurgo di Salisburgo con più esperienza al mondo nell’intervento di linfadenectomia retro-peritoneale laparoscopica. E poi Xu Zhang di Pechino e Jens Uwe Stolzenburg di Lipsia che faranno una prostatectomia radicale extraperitoneale e Richard Gaston di Bordeaux e Franco Gaboardi di Milano che opereranno ciascuno una Prostatectomia radicale transperitoneale. A questo punto ci chiediamo cosa cambia per il paziente? “Rispetto solo a due anni fa per il paziente è cambiato molto perché questi interventi non sono più sperimentali ma entrati nella pratica quotidiana – precisa Pansadoro – si tratta di chirurgia ‘estrema’ ma tutti i chirurghi possono praticarla. Non solo: per i pazienti che subiscono l’intervento alla prostata sarà possibile effettuare, con successo, una ‘nerve sparing’, cioè risparmiare i nervi per conservare la potenza sessuale. Fatto ancora più importante dato che la malattia viene scoperta sempre più frequentemente in pazienti intorno ai 50 anni. E non solo. Esiste una malattia chirurgica data da dolori, fleboclisi, stare a letto e non riuscire ad alzarsi dopo l’intervento –dovuta non a quello che veniva effettuato dentro l’addome del paziente, ma all’incisione praticata per arrivare a fare l’intervento. Oggi con la laparoscopia lo stesso intervento si effettua solo con tre, quattro o cinque buchetti. “La situazione migliora anche perché non c’è perdita di sangue – spiega Pansadoro – non solo per il ‘risparmio’ per il paziente ma anche perché se c’è sangue nel campo operatorio la visione risulta nettamente meno brillante (il sangue ‘assorbe la luce’, dicono i chirurghi) e perché oggi con un taglietto in zone dove non si sente dolore (per esempio sotto la ‘linea del bikini’) siamo in grado di asportare un rene e il paziente il giorno dopo è già in grado di muoversi”. In che modo? Si ‘bloccano’ arterie e vene e si taglia tutto intorno con particolari strumenti a radiofrequenza o ad ultrasuoni: poi “con un pedale e un grilletto si fa scorrere questo ‘bisturi’, e si asporta un rene in poco più di un’ora e senza aprire l’addome – spiega Pansadoro – Il paziente non soffre più, non è sottoposto alla ‘malattia chirurgica’: chirurgia laparoscopica significa infatti non perdere sangue, nessun dolore per l’incisione, ci si vede meglio con l’alta definizione (HD) o con le tre dimensioni del robot”. Insomma, abbiamo una ‘nuova anatomia’. Insomma è una rivoluzione per tutti è una prospettiva di guarigione debellando malattie spesso infauste e arrecando ai pazienti il minimo inconveniente e con una visione, da parte del chirurgo di una realtà davvero suggestiva e con una netta riduzione delle complicanze. Afferma, infatti, Pansadoro:  “Quando opera il chirurgo ha l’impressione, dopo un po’, di ‘stare’ con la testa dentro l’addome del paziente, isolato dal mondo esterno. Una cosa è operare in laparoscopia guardando un monitor in camera operatoria con l’aiuto, l’anestesista, il paziente, e tutto l’ambiente che ci circonda. Altra cosa è operare con il robot, seduti e con strumenti che non hanno nessun limite di movimento”. Ma questo nuovo modo di fare della chirurgia modifica tutto il sistema operatorio tradizionale. Basti pensare che oggi con le nuove tecniche è possibile un intervento di prostatectomia radicale senza linfadenectomia con una durata inferiore alle due ore. “Certo il robot costa – sottolinea Pansadoro – ma se la macchina viene usata a livello multispecialistico i costi iniziali e della manutenzione si abbattono. Inoltre il vantaggio sociale non è mai apprezzato fino in fondo: i pazienti sono operati meglio, senza complicanze, con un ritorno al lavoro in tempi brevi e con un concreto beneficio per la società”.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Tasse, Province e un “sensuale” Berlusconi

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 giugno 2010

Promesse. Non mantenute ma, visto che il popolo italiano e’ privo di memoria, si puo’ continuare all’infinito a promettere e non mantenere. Ricordiamo il candidato Silvio Berlusconi nel 2001, in occasione delle elezioni nazionali, che sottoscrisse un patto con gli italiani per fissare le tasse al 23% fino a 100mila euro e al 33% sopra tale cifra. Non se n’e’ fatto nulla. Ricordiamo il candidato Silvio Berlusconi nel 2008, in occasione delle elezioni nazionali, che promise l’abolizione delle Province. Non se n’e’ fatto nulla. Un mese fa si promise di abolirne qualcuna, salvando quelle sopra i 220mila abitanti e confinanti con uno stato estero (evidentemente si voleva esaltare il ruolo della Polizia Provinciale che avrebbe dovuto contrastare l’invasione delle nemiche truppe elvetiche e francesi). Quella promessa, parzialissima, e’ durata qualche giorno; non aveva senso inserirla in un decreto fiscale e si e’ rivelata per quello che era: cortina fumogena che serviva a velare la vera essenza del decreto fiscale. Nei prossimi giorni il Parlamento discutera’ del Codice delle Autonomie che prevede la abolizione della Province con meno di 200mila abitanti (siamo scesi nel numero di abitanti). Ci sono gia’ le eccezioni, per esempio quelle che hanno un territorio montano. Gia’, allora perche’ non aboliamo le Comunita’ montane, come promesso del presidente Berlusconi? Altra promessa non mantenuta. L’altro ieri il presidente Berlusconi ha detto che vuole partecipare a degli spot per promuovere il turismo in Italia. Il motivo e’ che la sua voce e’ “sensuale”. Improvvisamente abbiamo capito cio’ che ammalia gli italiani: le “sensuali” promesse del nostro presidente del Consiglio. Saranno turbati anche i nostri sogni? (Primo Mastrantoni, segretario Aduc)

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Open day di Area Science Park

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 giugno 2010

Trieste 12 giugno anche la Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati partecipa all’Open day di Area Science Park con i laboratori di neurobiologia, che si trovano nel campus di Basovizza. Porte aperte, dunque, per accogliere quanti desiderano incontrare i giovani ricercatori della Sissa, conoscere le nuove frontiere della ricerca nel campo dell’elettrofisiologia e della biologia molecolare e i nuovi traguardi degli studi che animano il settore di neurobiologia, coordinato da Enrico Cherubini.  Gli scienziati e i ricercatori risponderanno alle domande e alle curiosità dei visitatori, illustrando il fascino e gli obiettivi delle loro ricerche. Uno dei punti di forza del settore di neurobiologia é lo studio del sistema nervoso centrale sia in condizioni fisiologiche che patologiche, mediante un approccio pluridisciplinare che richiede l’uso combinato di tecniche di elettrofisiologia, imaging, biologia molecolare, biochimica delle proteine, immunocitochimica, spettroscopia, ingegneria genomica, modeling e nanotecnologie. “Per comprendere meccanismi complessi come quelli che sottendono il comportamento umano è fondamentale conoscere il linguaggio di singoli neuroni e persino di singole proteine e come questo si integra in sistemi via via più complessi” spiega Enrico Cherubini.  A settembre anche i laboratori di neurobiologia si trasferiranno nella nuova sede della Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati in via Bonomea, completando così l’insediamento della Sissa nel nuovo campus. (sissa neurobio)

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Liberi da Ogm”

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 giugno 2010

Si è costituito a Roma, presso la sala Poli di Palazzo Marini, l’intergruppo parlamentare ‘Liberi da Ogm’, di cui fanno parte rappresentanti di tutti i gruppi politici. Erano presenti i deputati Pd Massimo Fiorio, Luciano Agostini, Sandro Brandolini, Susanna Cenni, Giuseppina Servodio, Nicodemo Nazzareno Oliverio, Ermete Realacci e Marco Carra; i senatori Pd Francesco Ferrante, Roberto Della Seta e Leana Pignedoli; il deputato Pdl Francesco Biava; il senatore Pdl Fedele Sanciu; i deputati della Lega Nord Corrado Callegari e Sebastiano Fogliato; il deputato Udc Teresio Delfino; il senatore dell’Idv Elio Lannutti; e il sindaco di Roma Gianni Alemanno. L’intergruppo nasce dall’incontro dei parlamentari con la ‘task force’ delle associazioni agricole, ambientali e dei consumatori che da alcuni mesi e’ impegnata nel Paese su questi temi. L’intergruppo ‘Liberi da Ogm’ nasce con l’obiettivo di promuovere ogni utile iniziativa tesa a tutelare l’agricoltura italiana, raccogliendo la proposta che la Ue consegnerà agli Stati nazionali nei prossimi giorni di esercitare la propria sovranità su questi temi. “Libero da Ogm” si propone di escludere l’utilizzo di Ogm dal territorio nazionale italiano. Nei prossimi giorni il gruppo promotore sottoporrà a tutti i parlamentari un documento per la costituzione formale dell’intergruppo.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Festa delle botteghe storiche

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 giugno 2010

Roma Sabato 12 giugno 2010 ore 16,30 Auditorium Parco della Musica Sala Petrassi. Una festa dedicata alle Botteghe storiche con mezzo secolo di attività. L’evento, organizzato dal II Municipio per premiare gli esercizi commerciali con 50 anni di attività tradizionale e incentivare la sopravvivenza dei saperi artigianali, avrà luogo sabato 12 giugno presso la sala Petrassi dell’Auditorium Parco della Musica, Viale Pietro de Coubertin 30.  La giornata di festa si aprirà alle ore 16,30 con la Banda Musicale dell’ATAC, cui seguirà lo spettacolo teatrale “Un paio d’ali” a cura della Compagnia Teatrale “Oltre la quinta”.  Alle 19,00 le Autorità presenti consegneranno l’attestato di Bottega storica ai negozi che quest’anno hanno conseguito 50 anni di attività. A fare da sfondo la Mostra Fotografica d’epoca sulle antiche botteghe del Municipio.   All’evento saranno presenti: Sara de Angelis, Presidente del II Municipio;  Mario Mancini, Assessore alle Attività Produttive del II Municipio;  Daniela Chiappetti, Presidente del Consiglio del II Municipio;  Jacopo Marzetti, Presidente della V Commissione Commercio – Affissioni e Pubblicità O.S.P. Mercati Tributi Attività produttive. Sono stati invitati:  Davide Bordoni, Assessore alle Attività Produttive del Comune di Roma;  Massimiliano Parsi, presidente della commissione Commercio del Comune di Roma.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Un italiano su tre cerca casa

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 giugno 2010

Gli italiani continuano ad investire nel mattone: nonostante la crisi un italiano su tre* dichiara di essere alla ricerca di una casa e uno su 4 afferma di volerla acquistare. Questi i primi risultati di un’articolata ricerca sui trend del mercato immobiliare italiano realizzata da Format* per Subito.it (www.subito.it), il principale sito di annunci per comprare e vendere di tutto in Italia con oltre 1.800.000 annunci, di cui più di 400.000 di immobili.  Il 77% degli italiani ritiene che l’acquisto di una casa sia ancora un buon investimento e solo una minoranza pensa che la si compri soprattutto per il suo valore sentimentale o a causa della consuetudine del nostro Paese di essere proprietari dell’immobile in cui si abita. Tra coloro che credono maggiormente nel valore della casa come investimento troviamo chi appartiene alla fascia 45-54 anni (84%) e immediatamente dopo i giovani nella fascia 25-34 anni (82%). È infatti attorno ai 30 anni che per i “bamboccioni” arriva il momento di abbandonare la casa di mamma e papà e andare a vivere per conto proprio: più della metà di chi ha tra i 25 e i 34 anni è alla ricerca di una casa e ben il 40% dei giovani punta direttamente sull’acquisto piuttosto che sull’affitto a “fondo perduto”.  Dall’indagine emerge che la soluzione abitativa ideale è rappresentata dal trilocale, ambito da oltre il 40% di chi cerca casa. Sono soprattutto i più giovani – nella fascia tra i 18 e i 34 anni – a prediligere nettamente questa tipologia: abbandonati i “due cuori e una capanna”, si preferisce fare qualche sacrificio in più per avere una casa che possa essere adatta anche alle esigenze di medio-lungo periodo derivanti da un eventuale allargamento della famiglia.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sagra del vino

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 giugno 2010

Menfi, (Agrigento). Si svolgerà dal 25 al 27 giugno prossimi a Menfi la 15\esima edizione della rassegna, promossa dal Comune in collaborazione con le Cantine Settesoli e la Soat di Menfi. Torna l’appuntamento con “Inycon, Vino. Mare. Menfi”, la più antica manifestazione siciliana dedicata al vino di qualità.,. Obiettivo dell’evento è quello di valorizzare il territorio della cittadina dal punto di vista vitivinicolo, turistico e imprenditoriale, promuovendo la Strada del Vino Terre Sicane e le cantine del comprensorio. Quest’anno l’evento si avvarrà della collaborazione dell’agenzia Feedback di Palermo, volta al rilancio della rassegna attraverso lo sviluppo di un nuovo format per un’ulteriore qualificazione e internazionalizzazione della manifestazione. Novità della prossima edizione sarà l’organizzazione di tre grandi momenti di degustazione di vini, in programma dal venerdì alla domenica. Gli incontri, dedicati ai vini di collina, di mare e di lago, saranno condotti da giornalisti specializzati nel settore enogastronomico. Il programma della rassegna prevede degustazioni di vino sotto le stelle, corsi di degustazione di vino e di olio, i wine tour tra le cantine della Strada del Vino Terre Sicane e cene d’autore con la partecipazione di chef stellati siciliani. Spazio anche ai momenti di approfondimento con il convegno dal titolo “Ecosostenibilità nella moderna azienda vitivinicola”, in programma venerdì 25 giugno alle 16,30 presso la Fondazione Inycon, al Centro Civico di Menfi. L’incontro è organizzato in collaborazione con la Soat di Menfi. Tra le iniziative anche spettacoli e momenti di intrattenimento. Torna anche quest’anno, infine, l’appuntamento con “Quando ridere fa bene 3” kermesse di musica, cabaret e solidarieta’, con comici di Zelig e cantanti di X Factor, insieme per sostenere la onlus “Vida a Pititinga”. http://www.inyconmenfi.it

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I numeri dell’industria culturale in Italia

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 giugno 2010

“Il settore della cultura, è un comparto industriale vero e proprio, in grado di generare profitto  e creare occupazione” – così Emma Marcegaglia, Presidente di Confindustria nel suo saluto introduttivo alla prima uscita pubblica di Confindustria Cultura Italia, la Federazione Italiana dell’Industria Culturale, che raccoglie al suo interno 10 Associazioni che si riferiscono ai settori del cinema, dell’audiovisivo e dello spettacolo (AGIS, ANICA, APT, UNIVIDEO), della musica (AFI, FIMI, PMI), dell’editoria (AIE, ANES) e dei videogiochi (AESVI).  “Con un fatturato di 16 miliardi di Euro nell’anno 2008, con 17mila imprese che occupano circa 300mila addetti, le imprese di Confindustria Cultura sono un elemento imprescindibile della nostra economia, ha affermato nel suo intervento, il Presidente di Confindustria Cultura Italia,  Paolo Ferrari (Presidente di ANICA – associazione nazionale industrie cinematografiche, audiovisive, multimediali) sottolineando l’importanza, per le associazioni dei diversi settori, di essere federate nella casa comune di Confindustria. “E’ fondamentale, di fronte ai nuovi scenari che si aprono, ai nuovi modelli di business che stiamo consolidando, che l’industria fondata sulla creazione di contenuti marci il più possibile in maniera compatta.” Gisella Bertini Malgarini, vice Presidente di CCI e Presidente ANES, associazione nazionale editoria periodica specializzata, ha sottolineato quanto l’industria culturale sia “un settore cardine della vita sociale e dell’attività professionale e imprenditoriale italiana. Il comparto industriale da noi rappresentato sta affrontando la sfida della multimedialità, una profonda trasformazione operativa e del modello di business, accompagnata da importanti investimenti economici e nelle risorse umane, che ci auguriamo possano essere finalmente riconosciuti dalle Istituzioni nell’interesse del Sistema Paese”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Protezione civile e Abruzzo

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 giugno 2010

“Le ultime dichiarazioni del Presidente del Consiglio sulla Protezione Civile in Abruzzo evidenziano in modo inequivocabile l’essenza di un sistema che, invece di funzionare per la popolazione, è solo funzionale a determinate persone ed interessi”, commenta Antonio Jiritano, dell’Esecutivo nazionale RdB-USB Pubblico Impiego. “E’ ormai chiaro, non più solo alla magistratura ma alla maggioranza dei cittadini italiani, che la Protezione Civile, per come è stata stravolta negli ultimi anni, serve principalmente come carta di credito del governo: quando c’è necessità di indirizzare denaro senza controllo ecco pronte le ordinanze per la Protezione Civile. Invece – denuncia il dirigente RdB-USB – i Vigili del Fuoco sono costretti a raddoppi delle turnazioni e straordinari per garantire da tutta Italia la presenza in Abruzzo, ma al Corpo Nazionale vengono persino sottratti i fondi precedentemente stanziati dal ´decreto Abruzzo` per utilizzarli nell’assunzione di 178 dipendenti in Protezione civile”.  “Le contraddizioni più forti – sottolinea Jiritano –  emergono dall’ultima manovra  economica: i Vigili del Fuoco pagano in termini di tagli generalizzati per il soccorso e per i lavoratori, mentre l’unico ente a cui non viene tolto nulla è proprio la Protezione Civile. Così chi fa soccorso viene ridimensionato e chi si occupa di grandi eventi viene premiato!”.
“Forse la minaccia di lasciare l’Aquila – ipotizza Jiritano – fornisce l’occasione per scappare da quella zona distrutta, dove la ricostruzione tarda a venire e gli appalti cominciano ´puzzare di bruciato`. Per quanto ci riguarda, i Vigili del Fuoco continueranno, con indosso le loro divise, a svolgere il servizio sociale che hanno fin qui svolto in Abruzzo, perché il soccorso non è un privilegio da concedere ma un diritto delle popolazioni, e manifesteranno il proprio sdegno e l’opposizione alla manovra scioperando il 14 giugno con tutto il Pubblico Impiego”, conclude il dirigente RdB-USB P.I..

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Abolizione della provincia di Vercelli

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 giugno 2010

Dichiarazione dell’On. Giorgio Merlo (PD) “Apprendiamo della lodevole iniziativa dell’On. Luca Pedrale ovvero la costituzione del Comitato ‘Salviamo la Provincia di Vercelli’, che l’esponente del Pdl spiega con queste chiare parole: ‘A Roma ci vogliono fregare’.  Cogliamo l’occasione per informare il disattento consigliere regionale di centrodestra che a Roma governano loro. Quindi, vogliono fregarsi vicendevolmente a casa loro.  Anche Pedrale fa propria la pratica in queste settimane così diffusa tra i rappresentanti piemontesi di Lega e Pdl: ergersi a difesa degli interessi dei nostri territori calpestati da Roma padrona e ladrona. Roma che cancella la Provincia di Vercelli. Roma che cancella i rimborsi alle imprese alluvionate. Roma che sta facendo perdere i mondiali di slittino a Cesana. Roma che mette a rischio le grandi opere infrastrutturali del Piemonte a causa dei tagli della manovra correttiva. Roma governata da Lega e Pdl.  Un duro mestiere quello di Pedrale e compagni: governare contro il Piemonte a Roma e fare i paladini del Piemonte a casa nostra”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I redditi degli amministratori locali

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 giugno 2010

Da oggi iniziativa nonviolenta di dialogo nei confronti del Comune di Roma, perché Roma, la capitale, rispetti la legge e il proprio statuto, perché sia riconosciuto ai cittadini il diritto di conoscere chi amministra la città, perché la trasparenza sia una conquista di metodo democratico e non demagogia. Il 15 aprile scorso il segretario di Radicali Roma ha chiesto all’ufficio di Presidenza del Consiglio Comunale di Roma di prendere visione dei dati relativi alla situazione patrimoniale, alla dichiarazione dei redditi e alle spese elettorali dei Consiglieri Comunali, e delle cariche direttive di società partecipate o finanziate dall’ente comunale. La richiesta e’ stata avanzata ai sensi della legge n 441/82 sulla pubblicità dei dati relativi a cariche e elettive e direttive, nonché in base allo statuto del Comune di Roma che prescrive che quei dati siano “liberamente consultabili da chiunque”(art. 17, comma 6) e al regolamento del Consiglio Comunale (art. 14). Essendoci stato negato l’accesso a vista poiche’ gli uffici hanno dichiarato di non essere in grado di fornire la documentazione richiesta, in data 23 aprile e’ stata depositata, presso l’ufficio di presidenza del Consiglio Comunale, formale richiesta di accesso agli atti ai sensi della legge n 241/1992. La risposta del Presidente del Consiglio Comunale On. Pomarici datata 24 maggio, evocando una “tempestiva comunicazione del giorno e delle modalità per il ritiro della documentazione richiesta” rinvia a un futuro indeterminato il riconoscimento di un diritto dei cittadini, di fatto negato, e non considera minimamente l’urgenza  del rientro nella legalità delle norme nazionali e statutarie da parte dell’istituzione da lui presieduta. Nella breve risposta del Presidente, peraltro, mentre si cita la delibera 113 del Dicembre 2009, che istituisce l’anagrafe pubblica degli amministratori prevedendo che i dati in questione siano pubblicati sul sito istituzionale del comune, non ci si pronuncia sul bollettino cartaceo su cui da ben 28 anni i dati patrimoniali di consiglieri e di dirigenti delle società o enti partecipati o finanziati dal Comune dovrebbero essere pubblicati per consentirne l’accesso ai cittadini. Di fronte a questo quadro  allarmante di illegalità, come dirigenti e militanti Radicali, sentiamo il dovere di intraprendere un’iniziativa nonviolenta di digiuno affiancata da altre forme di lotta nonviolenta, per aiutare le istituzioni a garantire il diritto dei cittadini prescritto dalla legge e a mettersi sulla strada della realizzazione di una trasparenza non demagogica né scandalistica, che agisca contro il degrado delle stesse istituzioni e contro la sfiducia dei cittadini

Posted in Politica/Politics, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Crisi carceri: Proteste detenuti

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 giugno 2010

“Lo avevamo detto ed oggi ne abbiamo avuto la conferma. Il caldo sta accelerando le proteste dei detenuti per la grave situazione di sovraffollamento delle carceri italiane. Poco fa è stata intercettata dal Personale di Polizia Penitenziaria in servizio nel carcere di Genova Marassi una bottiglia, lanciata dall’esterno, che conteneva il seguente messaggio: “Torino, Roma, Milano, Napoli, Genova dalle 21.30 alle 23”.  Ci sembrano vere e proprie ‘coordinate’ per imminenti azioni di protesta nelle carceri di queste città. Proteste che, va detto, già da diversi giorni si registrano in molti istituti di pena italiani. E’ il caso di tenere alta l’attenzione, intensificando le misure di sicurezza, anche al fine di garantire l’incolumità di quanti operano all’interno del carcere ed anche dei cittadini, visto che la maggior parte di questi penitenziari si trova in quartieri molto popolati delle città. La nostra preoccupazione, il nostro timore è che qualcuna di queste proteste possa sfociare in vere e proprie rivolte. Le Istituzioni e la politica non posso rimandare ulteriormente necessari ed urgenti interventi per il sistema carcere”. E’ quanto dichiara Donato CAPECE, segretario generale del Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria SAPPE, la prima e più rappresentativa organizzazione dei Baschi Azzurri. “La situazione penitenziaria, come noto, è ogni giorno sempre più critica a causa dell’inarrestabile sovraffollamento, quantificato in 68mila detenuti presenti per 43mila posti letto. Chi paga nell’immediato e in prima persona lo scotto di questa pesante criticità, con condizioni di lavoro particolarmente stressanti e pericolose, sono soprattutto gli Agenti di Polizia Penitenziaria che in carcere lavorano nella prima linea delle sezioni detentive 24 ore su 24. Dobbiamo ovviamente garantire, oltre a quella interna, anche la sicurezza esterna delle strutture carcerarie con una attenta vigilanza. E pensare che mancano ben 6mila e 500 agenti negli organici del Corpo… Bisogna però intervenire – legislativamente, con atti concreti – sul sistema carcerario perché le annunciate manifestazioni di protesta rischiano di incendiare ulteriormente la già incandescente situazione”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Policlinico Roma senza medici e posti letto

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 giugno 2010

“Il Pronto Soccorso del Policlinico Universitario di Roma, ma non è l’unico, sta collassando. Nei singoli reparti il personale medico è ridotto al lumicino: non si riesce a tenere il passo con l’emergenza”. Così l’On. Domenico Scilipoti (IDV) sul grave problema dei posti letto e dei malati ivi parcheggiati in attesa di una sistemazione relativa alla patologia  patita. “Come se ciò non bastasse, in diversi ospedali si riscontrano purtroppo anche  episodi di cattivo comportamento da parte del personale medico e paramedico nei confronti di pazienti e familiari”. Continua il deputato di Italia dei Valori : “Si torni alla medicina come servizio e solidarietà verso i più deboli e gli indifesi, e non come produttività aziendale, come qualcuno predica da tempo. Sarebbe opportuno – conclude l’On. Dott. Scilipoti (IDV) – fare degli accertamenti a campione e a sorpresa per verificare il comportamento e l’organizzazione dei policlinici sul territorio nazionale”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Legno e aggregazione di filiera

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 giugno 2010

Il futuro del settore legno passa attraverso le aggregazioni di filiera: le imprese artigiane venete sono pronte a mettersi in rete per sconfiggere la crisi grazie al progetto “Fenestra veneta” creato dalla Federazione Regionale del Legno-Arredo e che indica nuove strategie di marketing e di investimento nei mercati per le aziende del settore.  L’iniziativa, in fase di presentazione nelle varie province del Veneto, verrà illustrata alle Pmi associate in provincia di Venezia – dove al 31 dicembre 2009 si registrano 21.210 aziende attive nel settore legno (-2,80% sul 2008) – venerdì 11 giugno 2010 alle ore 19.00 nella sede di Consortil Legno SpA a Mirano (via Taglio Sinistro 65). L’appuntamento, organizzato da Confartigianato provinciale di Venezia in collaborazione con l’Associazione Artigiani e Piccole Imprese Mandamento di Mirano, riveste particolare interesse per le imprese del settore serramenti e consentirà di approfondire le fasi di sviluppo del progetto “Fenestra veneta”, con focus sul disciplinare di produzione, sulle strategie di intervento e sul piano di marketing promozionale. Relazioneranno Enrico Cancino, direttore del centro cooperazione CRACA e coordinatore del progetto, Franco Grossi dell’Università di Trieste, Riccardo Rigo dell’ATI serramentisti del Veneto, Giacomo Feltrin presidente categoria Legno della Confartigianato Provinciale di Venezia.  Le aziende che aderiranno al progetto potranno godere del marchio “Fenestra veneta”, che sarà il contrassegno dei prodotti ed elemento distintivo delle imprese associate.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il libro: Daniele Ranieri “preferirei di no”

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 giugno 2010

Roma,  17 giugno 2010, ore 17.30 Libreria Melbookstore, via Nazionale 254/255 L’autore Daniele Ranieri preferirei di no  Lavoro e condizioni di lavoro: alle radici del XXI secolo  ne discute con Mimmo Carrieri, Università di Teramo Massimo Mascini, giornalista (prefazione di Bruno Spirito  Collana Saggi, Formato 14,2 x 18, Pagine 164, Prezzo 10,00) L’amore e il lavoro, scriveva Freud, sono i due elementi fondamentali per raggiungere un equilibrio personale. Ma nell’attuale società globale, dominata dall’economia, il lavoro contraddittoriamente risponde sempre meno all’esigenza di realizzazione soggettiva e ancora meno a quella dell’inclusione sociale. Semplicemente sembra tornato a essere la principale (spesso scarsa) fonte di reddito. Al contempo i processi sociali d’individualizzazione e i sentimenti d’inadeguatezza e di solitudine avanzano. Persino la felicità, che Primo Levi nella Chiave a stella attribuiva al lavoro, nella società «liquida» sembra ormai raggiungibile solo all’interno della sfera del consumo.  Stiamo dunque assistendo alla fine del valore sociale del lavoro? L’autore, per dare una risposta a questo interrogativo, ripercorre l’intero tragitto storico che ha condotto alla formazione del concetto stesso di lavoro. Successivamente ipotizza tre possibili linee di sviluppo delle politiche post moderne del lavoro. Ricordando quello che scrisse Gramsci, «prevedere non significa sapere quello che avverrà, ma fare in modo che avvenga, cioè predisporsi a progettare il futuro», Ranieri conclude che senza un caparbio orientamento all’analisi e alla progettazione i lavoratori rischiano di essere indotti ad auto-ingannarsi sulla loro reale condizione, riducendosi a rispondere disarmati, davanti alla pressione del “capitalismo impaziente”: «Preferirei di no», come lo scrivano Bartleby del racconto di Melville.
Daniele Ranieri Responsabile del Dipartimento Salute e Sicurezza della CGIL di Roma e Lazio.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Salute e benessere dei giovani

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 giugno 2010

Salvaguardare la salute e il benessere dei giovani, coinvolgerli più da vicino nelle politiche sanitarie dell’Unione europea e contrastare gli impatti negativi di modelli sociali fuorvianti. E’ questo l’obiettivo principale della Conferenza europea sulla salute e il benessere dei giovani – Educazione e prevenzione per promuovere stili di vita sani, promossa dalla Commissione Europea e patrocinata dal ministro della Gioventù, Giorgia Meloni, in programma a Roma dal 16 al 18 giugno 2010, presso la Libera Università Internazionale degli Studi Sociali “Guido Carli. Anche in questa occasione i giovani sono i protagonisti della giornata di apertura della Conferenza di Roma: parleranno di formazione e di scambio di buone prassi, indicheranno la via maestra da seguire nel rispetto del principio ispiratore della Convenzione Europea dei Giovani, che ha costituito il Forum allo scopo di offrire la possibilità alle giovani generazioni di contribuire con le proprie idee alla costruzione di un’Unione Europea che fosse più attenta alle esigenze e alle richieste di chi ha in mano il futuro stesso dell’Europa. Tra i temi da affrontare: educazione sessuale, disturbi del comportamento alimentare, attività fisica e stili di vita salutari, comunicazione e campagne istituzionali rivolte ai giovani. Per partecipare alla Conferenza è possibile accreditarsi fino al 12 giugno 2010.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »