Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 321

Religiosi per l’ambiente, la povertà e la pace

Posted by fidest press agency su sabato, 26 giugno 2010

Winnipeg, (Canada) I capi religiosi che si sono incontrati in Canada sono stati esortati ad assumere «una guida e un impegno ispirati» per fermare la povertà, proteggere l’ambiente e porre fine ai conflitti. La sfida è stata lanciata in una dichiarazione redatta dai rappresentanti delle religioni del mondo, che si sono riuniti all’Università del Winnipeg in previsione del vertice del G8 di questa settimana a Toronto. Il vertice mondiale delle religioni 2010 è il sesto in una serie di incontri interreligiosi associati agli incontri annuali del G8. Ha registrato oltre 80 partecipanti da tutte le grandi fedi del mondo compresi, per la prima volta, rappresentanti della comunità baha’i. Hanno partecipato capi religiosi da oltre 20 paesi, comprese le nazioni del G8, Canada, Francia, Germania, Giappone, Italia, Regno Unito, Russia e Stati Uniti. Alcuni partecipanti hanno detto che è anche importante che le comunità religiose raddoppino gli sforzi per affrontare i tre grandi temi delle discussioni, la povertà, l’ambiente e la pace. Fra i rappresentanti baha’i al vertice vi era Susanne Tamas del Canada, assieme a baha’i provenienti da altri cinque paesi, Francia, Germania, Giappone, Regno Unito e Stati Uniti. In preparazione al Vertice, la comunità baha’i del Canada ha organizzato un seminario sui diritti umani e la libertà religiosa. L’evento, che è durato un giorno e si è svolto a Winnipeg lunedì, 21 giugno, con la partecipazione quattro esperti di diritti umani di differenti provenienze religiose, ha concluso che si deve difendere il diritto alla libertà di religione per assicurare che la sua influenza sulla società sia progressiva e positiva.

Una Risposta to “Religiosi per l’ambiente, la povertà e la pace”

  1. Mai come oggi è necessario difendere la libertà religiosa,come diritto assoluto umano.Non può esistere paese che non accetti questa regola.Abbiamo sotto gli occhi la deriva dell’ etica causata dal rifiuto della fede,che riscontriamo nei delitti di ogni genere,che rendono la vita sempre più difficile e più cattiva.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: