Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Le imprese agroalimentari in italy

Posted by fidest press agency su lunedì, 28 giugno 2010

Milano 28 giugno 2010 Palazzo Stelline, Sala Volta – Corso Magenta, 61 Il convegno, in corso in queste ore, vuole fare il punto su quanto l’Europa sta facendo, attraverso un confronto tra imprese, Commissione europea e Parlamentari europei. Vi partecipano: Letizia Moratti – Sindaco di Milano Antonio Tajani – Vicepresidente Commissione europea Paolo De Castro –  Presidente Commissione Agricoltura e Sviluppo Rurale del PE Lara Comi –  Vicepresidente Commissione Mercato interno del PE Cristiana Muscardini –  Vicepresidente Commissione Commercio estero del PE Patrizia Toia – Vicepresidente Commissione Industria, ricerca ed energia del PE Licia Ronzulli – Commissione per l’ambiente, la sanità pubblica e la sicurezza alimentare del PE   Anna Maria Corazza Bildt –  Commissione Mercato interno del PE Giulio De Capitani – Assessore all’Agricoltura, Regione Lombardia Una politica agricola forte è oggi necessaria non solo per far crescere la società europea nel suo complesso, ma anche per consentire di raggiungere gli obiettivi strategici 2020 dell’UE. Per la PAC del futuro risulta prioritario il rafforzamento della protezione delle Dop e Igp dalla contraffazione, dentro e fuori la UE, nonché l’emanazione di nuove norme sul loro utilizzo come ingredienti della trasformazione, così come una produzione agroalimentare di alta qualità. Le norme UE in materia di qualità alimentare sono oggi le più rigorose al mondo. In questo senso è necessario riconoscere gli sforzi dei produttori europei per soddisfare i requisiti di produzione UE in materia ambientale, sanitaria, di sicurezza alimentare e di benessere degli animali. Per il nostro paese il settore dell’agroalimentare rappresenta un punto di eccellenza. L’Italia ha, infatti, al suo attivo il primato europeo dei prodotti registrati con 201 specialità tutelate dal riconoscimento Dop o Igp e il fatturato dei prodotti a denominazione di origine Made in Italy ha sfiorato nel 2009 i 10 miliardi di euro, realizzati per quasi il 20% sui mercati esteri (dati Coldiretti).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: