Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Sessualità indifesa dei maschietti

Posted by fidest press agency su sabato, 10 luglio 2010

West, ospita un intervento del Prof. Giuseppe La Pera, andrologo al Forlanini di Roma,  che offre alcune risposte sul perché dell’aumento delle disfunzioni sessuali nei giovani uomini italiani. La riflessione del Prof. La Pera parte da un dato “il 70% dei ragazzi, quando ancora esistevano i cosiddetti ‘tre giorni’ della visita di leva presentava, come fotografa un vecchio documento del Distretto Militare di Roma (1997), patologie genitali più o meno gravi. Dopo l’abolizione di questo fondamentale, utilissimo screening di massa, sulla sessualità dei maschietti non c’è stato più nessun tipo di controllo medico.” Questa situazione porta a conseguenze politiche, secondo La Pera: “le istituzioni pubbliche hanno ritenuto superfluo investire risorse e attenzione necessaria alla creazione di idonee strutture demandate al monitoraggio sistematico e capillare delle condizioni medico-sanitarie dello sviluppo sessuale dei maschi adolescenti. E’ proprio questa mancata assistenza la principale responsabile.” Ma anche sociali e psicologiche: “Per il semplice motivo che molti adolescenti, convinti di essere vittime di una irrisolvibile invalidità sessuale, cercano di superare il loro di disagio e l’angoscia di ‘non essere all’altezza’ mettendo in atto atteggiamenti aggressivi e violenti nei confronti delle ragazze. Oppure, cosa ancora più grave, che la droga o altri medicinali possano consentire loro di migliorare le prestazioni sessuali.” Così conclude l’esperto: “Per quanto attiene la salute sessuale la non parità di chance, per una volta, premia il femminile e punisce il maschile. Infatti mentre le ragazze possono disporre di ginecologi specializzati, di reparti ospedalieri dedicati e di consultori, per i ragazzi c’è il deserto più assoluto. Ancora più preoccupante è dover constatare che in un Paese in cui la promozione ed il sostegno della solidarietà sono al centro della retorica pubblica, si tollera di lasciare gli adolescenti a fare i conti da soli con problemi che rischiano di condizionarli per resto dell’esistenza.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: