Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 25

La valanga di “derivati”

Posted by fidest press agency su martedì, 13 luglio 2010

Roma 13 luglio alle ore 11.30 presso la sede dell’Associazione Culturale “Forum Terzo Millennio “, Via Edgardo Ferrati 12   Antigene (Associazione Nazionale dei dipendenti ed utenti delle Regioni ed Autonomie Locali) e Associazione Radicali Roma tengono una conferenza stampa. Nel corso della conferenza le due Associazioni forniranno inedite ed importanti informazioni sui contratti derivati collegati ai mutui del Comune di Roma e sulle iniziative assunte per contrastare la parzialità dell’ informazione e la mancanza di trasparenza che contraddistinguono la gestione finanziaria del Campidoglio.   Infatti un rinnovato diniego all’accesso agli atti sui contratti derivati in essere  è stato opposto dal Comune di Roma all’Associazione Antigene, alla Federconsumatori, all’Adusbef Nazionali e alla Rete Romana del Mutuo Soccorso nonostante che:
1.  dal Piano di Rientro del Sindaco Alemanno, nella sua qualità di ex Commissario Straordinario, il debito consolidato, al 28 aprile 2008 tra quota capitale e interessi, si attesti su una stima di 14 miliardi e 153 milioni di euro in un Comune presentato fino a qualche anno fa in ottima salute;
2.   dalla recente Relazione della Corte dei Conti – Sezione Regionale di Controllo per il Lazio – emergano rischi di esposizione per il Comune sul “ pagamento di flussi  finanziari crescenti, senza alcun limite”; su “vere e proprie scommesse” allestite per mezzo di contratti derivati sui bilanci pubblici; su “sbilanciamenti “ a favore  delle banche a cui sembrano essere corrisposte “commissioni implicite”, per arrivare alla valutazione finale: “Non pare, pertanto, che la complessiva gestione delle operazioni di finanza derivata poste in essere dal Comune abbia rispettato gli obiettivi fissati dalla legge di riduzione del costo finale del debito e riduzione dell’esposizione ai rischi di mercato”;
3. dalla presentazione  alla città del “Bilancio preventivo 2010” le cause del disavanzo, stimato in 12,3 miliardi di euro,  vengano ricondotte dal Sindaco: a)al  mancato recupero delle entrate  b) a coperture fittizie di spese  c) ad investimenti programmati in maniera incompatibile con le disponibilità di bilancio d)all’equilibrio di gestione realizzato con avanzi di amministrazione fittizi e) a squilibri strutturali dei trasferimenti statali per Roma Capitale
Si tace del tutto quanto documentato dal Piano di Rientro ed analizzato dalla Corte dei Conti in relazione ai derivati stipulati dal Comune di Roma. Come mai si omette di informare la cittadinanza sulla fallimentare ricontrattualizzazione dei tassi di interesse, sui costi e rischi contratti per i prossimi quarant’anni? Perché non viene prevista alcuna rinegoziazione di contratti derivati così penalizzanti? Su questi temi e sulle iniziative in corso interverranno Lidia Mazzola, Presidente di Antigene, Riccardo Magi, segretario dei Radicali Roma e l’avv. Alessandro Gerardi. Sarà inoltre presentata l’“Analisi Sintetica dei derivati stipulati dal Comune di Roma” predisposta dai consulenti finanziari indipendenti Lucio Sgarabotto e Giovanni Montani della LS Advisor.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: