Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 348

La religione che uccide

Posted by fidest press agency su venerdì, 23 luglio 2010

(Nexus Edizioni), giugno, 2010. 517 pagine, 130 immagini, € 25  Un libro che ripercorre la storia dei crimini più efferati del cattolicesimo dall’antichità fino ad oggi. Che cerca di porgere l’orecchio alle principali eresie medioevali che lanciarono, insieme con Federico II di Svevia, il primo messaggio di libertà al mondo, motivo per il quale fu assassinato dal servizio segreto papale. Che recupera la grande civiltà millenaria araba, grazie alla quale le conoscenze del passato ci sono pervenute con tutta la loro carica rivoluzionaria. Che va a curiosare nella vita privata, nei sotterfugi politici e nelle orge sessuali che si tenevano entro le mura del Vaticano. Che presenta le falsificazioni storiche dei vaticanisti. Che svergogna senza mezzi termini la vendita dei “primi posti in paradiso”. Che analizza la veridicità dei vangeli romani, scritti a tavolino dalla famiglia Pisone, da Plinio il Vecchio e da Seneca. Che esamina il rapporto fra stato e chiesa nei secoli. Che narra la storia segreta delle crociate e i motivi politico-religiosi che mossero quella devastante contro i Catari. Che descrive il calvario dei “desaparecidos” di ieri e di oggi e l’appoggio che Wojtyla e lo IOR hanno dato ai dittatori latinoamericani affinché reprimessero La Teologia della Liberazione. Che racconta delle principali accuse lanciate dal Grande Inquisitore Ratzinger contro i teologi libertari, quali Drewermann, Balasuriya, Küng, Boff ed altri. Che chiarisce il cancro della pedofilia che attecchisce nelle Chiese di tutto il mondo e dell’Italia, proponendo tale malattia come l’essenza della ritualità cattolica: il sacrificio dell’innocente! Che comunica, contro i mezzi di disinformazione di massa, come in tempi recenti, l’opusista Berlusconi abbia fatto approvare il cosiddetto Decreto Salvapreti con norme analoghe al più fosco passato: non è permesso ai giudici mettere sotto controllo il cellulare di un sacerdote pedofilo se non si ha preventivamente l’autorizzazione del vescovo, del cardinale ed infine del papa. Che ricorda che, quando Ratzinger è stato eletto papa era indagato, insieme col suo braccio destro Tarcisio Bertone, nuovo segretario di Stato del Vaticano, per “cospirazione contro la giustizia”, in quanto costoro avevano coperto i casi di pedofilia clericale negli States.  In definitiva un libro che spiega come  Il vero spartiacque per la comprensione della storia è costituito dal Vaticano e non dalla politica.

2 Risposte a “La religione che uccide”

  1. Aldo said

    Si continua a fare la solita confusione fra religione ed azione umana.Intanto giudicare il passato con la coscenza attuale è fuorviante,perchè la mentalità di oggi è molto diversa da quella di secoli orsono,quando certe aberrazioni erano considerate normale comportamento.La religione ha lo scopo di interpretare ed insegnare i testi sacri,i quali vengono purtroppo filtrati dalla cultura del momento,che varia di tempo in tempo.Ai tempi dell’antico testamento un padre aveva il diritto di uccidere il figlio ribelle.Il re Davide ha fatto morire in battaglia lo sposo della donna del quale si era invaghito,per poi possederla,senza infrangere le leggi ebraiche.Oggi si uccidono i feti non voluti,con il consenso della legge. Impariamo a non giudicare le azioni umane,che è compito di Dio,unico arbitro. Se non siamo credenti,perchè non facciamo i fatti nostri? Se crediamo,cerchiamo di vivere religiosamente per quanto ne siamo capaci.Verrà il momento che alla sua nuova venuta Gesù dividerà i buoni dai cattivi,da giudice giusto ed inflessibile.

  2. ALLORA PARLIAMO DELL’EPOCA CONTEMPORANEA. Oggi il potere clericale ha mutato costume? La Chiesa ha abbandonato il suo atteggiamento autoritario? I papi non fanno più appello al loro ordine militare, o al braccio secolare di una volta, che oggi sono i politici bigotti?
    E perché mai solo una decina d’anni fa, chi sosteneva il recupero delle vere tradizioni religiose originarie, non solo non è stato ascoltato, ma addirittura è stato sottoposto a una vera e propria vessazione? Perché il teologo Tissa Balasuriya dello Sri Lanka è stato perseguitato dal Vaticano per aver scritto il libro “Maria e la liberazione umana” , del quale è stata vietata la traduzione in italiano? La risposta? Perché in quel libro, il teologo cingalese, non ancora completamente rovinato da certa demenziale teologia cattolica, contestava la favola della verginità di Maria, che egli – al contrario – vede come una concreta donna del popolo, una donna forte, della classe operaia . Perché chiedeva di preservare i poveri e gli sfruttati da un capitalismo assassino. Chiedeva di proteggere le donne che in Asia muoiono di parto tutti gli anni. Chiedeva di difendere i bambini che scompaiono a milioni in tenera età. Chiedeva un effettivo dialogo con persone di altre religioni teistiche, dal momento che la grazia è considerata come benevolmente concessa a tutti gli esseri umani. Criticava inoltre l’immagine di Gesù come unico, universale e necessario redentore. Rifiutava – come in molte altre eresie medievali – il peccato originale come “una produzione del pensiero occidentale”…

    DA: LA RELIGIONE CHE UCCIDE
    COME LA CHIESA DEVIA IL DESTINO DELL’UMANITÀ
    (Nexus Edizioni), giugno, 2010.
    517 pagine, 130 immagini, € 25

    http://www.macrolibrarsi.it/libri/__la-religione-che-uccide.php
    http://shop.nexusedizioni.it/libri_editi_da_nexus_edizioni_la_religione_che_uccide.html
    http://www.macroedizioni.it/libri/la-religione-che-uccide.php

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: