Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 321

I veleni della Basilicata

Posted by fidest press agency su martedì, 27 luglio 2010

Roma 28 luglio ore 15 sala stampa della Camera dei Deputati (ingesso via della Missione) conferenza stampa di presentazione del dossier I veleni industriali e politici della Basiliacata di Maurizio Bolognetti Con Marco Pannella Mario Staderini, Segretario di Radicali Italiani Elisabetta Zamparutti, deputata radicale in Commissione Ambiente Maurizio Bolognetti, della Direzione nazionale di Radicali Italiani  Discariche al collasso, abusive, che inquinano; il più grande inceneritore d’Europa (Fenice-EDF) che continua ad inquinare la falda acquifera del fiume Ofanto; controlli ambientali carenti e assenza di trasparenza; siti di bonifica di interesse nazionale non bonificati;fogne che scaricano a cielo aperto e veleni che finiscono nelle dighe. Una fotografia inquietante quella che emerge da dossier curato dai Radicali che verrà illustrato domani per chiedere alle istituzioni azioni urgenti e adeguate alla gravità della situazione sanitaria e ambientale.

Una Risposta to “I veleni della Basilicata”

  1. Aldo said

    Non è conveniente continuare a smaltire i r.s.u.,in discarica o con gli inceneritori,perchè troppo costosi e troppo inquinanti.
    Essi sono resi obsoleti da un nuovo sistema brevettato che costa meno e non inquina. Sarò più preciso in merito,con chi ne sia seriamente interessato.
    Genova – aldocannavo@fastwebmail.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: