Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 321

Centrale atomica a Latina

Posted by fidest press agency su venerdì, 30 luglio 2010

A volte ritornano. Come nel più classico dei film horror, proprio quando il peggio sembra passato, la tragedia si abbatte sugli sventurati protagonisti. È il lontano 26 novembre 1986 quando la centrale atomica di Latina si spegne per l’ultima volta. A partire dal 2011 nella stessa zona potrebbe tornare il «nucleare di nuova generazione».  «Il territorio non ha ancora finito di pagare i danni della precedente esperienza nucleare – commenta Camelia Di Marcantonio, responsabile provinciale di Latina dell’Italia dei Diritti –, il tasso di mortalità per tumori e il tasso di incidenza di malattie della tiroide nella regione, e nella provincia in particolare, è nettamente più alto che nel resto d’Italia».  E proprio i dati sull’incidenza di tumori e malattie correlate sono le uniche risorse a disposizione del fronte del no al nucleare nella provincia. I criteri stabiliti dal Governo, infatti, non lasceranno alcun margine di intervento agli enti locali. Nemmeno quelli alle prese con situazioni difficili. «Abbiamo già abbastanza problemi di inquinamento per via della discarica di Borgo Montello – continua l’esponente del movimento guidato da Antonello De Pierro – come se non bastasse, arriva una nuova centrale atomica. Che succede, si sta facendo finta che non sia mai accaduto nulla?».  Si accende la polemica politica – e per ora solo quella – su una questione evidentemente complessa: «Perfino il governatore del Lazio Renata Polverini aveva promesso che non avrebbero riaperto una centrale nucleare a Latina – continua la Di Marcantonio – evidentemente ha prevalso la volontà del padrone, di Silvio Berlusconi».

Una Risposta to “Centrale atomica a Latina”

  1. PIERO IANNELLI said

    Chiamare il Presidente del Consiglio “padrone”, credo che qualifichi già di per se Camelia Di Marcantonio.

    Ma di questa giostrina siamo stanchi.

    Gent. Di Marcantonio, non ci asfissi con le sue eco-terroristiche deliranti litanie..

    Non ne possiamo più dei “NO” a tutto comunque e sempre!

    “NOI” vogliamo il NUCLEARE!..
    http://www.wikio.it/article/nucleare-prestigiacomo-applaude-wwf-diventa-interesse-189797082

    E per inciso preferirei di graqn lunga le scorie radioattive in casa, piuttosto che avere uno pseudo-ambientalista alla porta.

    Con queste verdi “giostrine” siete riusciti a creare un paese sottosviluppato, arretrato.

    ORA BASTA!
    Cara Di Marcantonio, il territorio stà ancora pagando i “VOSTRI” di “danni”.

    284 miliardi di euro ci costano queste vostre “LITANIE”!

    E siamo stanchi, siamo esausti!

    Eccoli qui i grandi ambientalisti del sole che ride, le varie “LEGAMBIENTE” “WWF” e compagnia cantando.

    Le energie alternative? Il riscaldamento globale?

    Qui troverà di che pensare:
    http://www.wikio.it/article/energie-alternative-global-warming-carbon-company-204410395#news204410395

    Gent. Camelia Di Marcantonio, responsabile provinciale di Latina dell’Italia dei Diritti.

    Io non ho “padroni”.
    Ho “votato” BERLUSCONI.
    Attualmente Presidente del Consiglio.

    Cordialmente

    PIERO IANNELLI
    — Segretario XI Municipio. ROMA “ La Destra ”— –“Resp. Per le aree tutelate e vincolate”– — pieroiannelli@gmail.com -– N”.Cell.3398513962

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: