Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 338

Cinema D.L.: divieto per minori 10 anni

Posted by fidest press agency su mercoledì, 4 agosto 2010

Approvato il 30 luglio scorso dal Consiglio dei Ministri il disegno di legge in materia di attività cinematografiche. Il provvedimento prevede che l’intervento diretto dello Stato sia focalizzato, a partire dal 2011, sulle opere prime e seconde, i cortometraggi e i documentari mentre nel settore della promozione l’intervento statale sarà riservato ai soli enti ed eventi con rilevanza internazionale o nazionale, con l’obiettivo di snellire le procedure e migliorare la gestione delle risorse, eliminando gli sprechi nell’assegnazione dei fondi pubblici statali. Con il provvedimento si interviene anche sulla revisione cinematografica, prevedendo, oltre al nulla osta alla visione per tutti, ai minori degli anni 14 e ai minori degli anni 18, l’ulteriore soglia relativa ai minori di anni 10. In questo modo si allinea il nostro sistema a quelli della gran parte degli altri Paesi e si intende assicurare una tutela più puntuale e efficiente della sensibilità dei minori di età infantile e preadolescenziale, ampliando al contempo, con una maggiore articolazione, la platea di film la cui visione altrimenti risulterebbe limitata ai maggiori di 14 anni. A questo provvedimento ne seguirà un altro d’urgenza con cui provvedere al rinnovo per il triennio 2011-2013 delle misure di tax credit per garantire nuove e più moderne forme di finanziamento dell’attività cinematografica, consolidando i risultati di quella che si dimostra un’autentica rivoluzione copernicana del sostegno pubblico al settore. Con le agevolazioni fiscali per il cinema di punta sull’incentivo alla produttività del settore si supera la logica assistenzialistica dei contributi diretti, compensando la contrazione delle risorse pubbliche disponibili.

Una Risposta a “Cinema D.L.: divieto per minori 10 anni”

  1. Aldo Cannavò said

    I ministri dovrebbero pure fare un D.L. che elimini le trasmissioni di films troppo violenti,per tutelare,come dice la nostra costituzione,” le minoranze ” formate da persone troppo influenzabili,incapaci di discriminare la fantasia dalla realtà ed il lecito dall’illecito. Sono certo che molti delitti che avvengono,sono fatti da elementi simili per l’influenza negativa ricevuta da simili spettacoli.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: