Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Le mnemopatie da leucoaraiosi

Posted by fidest press agency su lunedì, 16 agosto 2010

In base a quanto rilevato su pazienti affetti da demenza lieve, la leucoaraiosi è caratterizzata da un effetto soglia, come riscontrabile alla RM e dalla performance mnemonica indipendentemente da età, livello di educazione e gravità della demenza. La leucoaraiosi potrebbe interrompere la comunicazione intra ed interemisferica, e pertanto indurre danni cognitivi e demenza. Non era comunque finora chiaro se vi fosse una soglia volumetrica per la leucoaraiosi che debba essere superata prima che i segni della demenza o un assetto specifico di danni neuropsicologici divengano evidenti. I dati rilevati forniscono un punto fermo per la valutazione degli effetti della leucoaraiosi alla RM sulla presentazione clinica della demenza, nonché un algoritmo per la definizione operativa del momento in cui essa contribuisce significativamente all’espressione clinica della demenza stessa. (Stroke 2008; 39: 806-13)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: