Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 341

Archive for 19 agosto 2010

The look of the year

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 agosto 2010

Valmontone (RM) 21 Agosto 2010 dalle ore 18.00, organizzata dalla B-Events di Torino su mandato della Gesta Promotion, presso il Fashion District Outlet andrà in scena l’ultima delle tre Finali Regionali che si terranno nei Centri Fashion District d’Italia. The look of the year in Italia è un appuntamento con la moda e la bellezza il cui Show Event Finale, che verrà trasmesso da una rete Mediaset, vedrà la partecipazione di ragazze provenienti da tutta Italia dopo aver superato una serie di selezioni e casting. A giudicarle sarà una giuria composta da noti personaggi del mondo della moda e dello spettacolo. La vincitrice si aggiudicherà un importante contratto con la nota Agenzia di Model Management milanese, Flash Model oltre naturalmente una serie di premi offerti dagli sponsor.   La serata, verrà condotta dall’affascinante Maddalena Corvaglia in compagnia del brillante Tommaso Amato. Non solo moda e bellezza durante la serata, ma anche divertimento con l’esilarante “Pino dei Palazzi”, Giancarlo Kalabrugovic, che da Zelig tra una sfilata e l’altra, intratterrà il pubblico con i suoi più riusciti monologhi. La colonna sonora dell’Evento sarà a cura del dj Tato da Radio Dee-jay che intratterrà il pubblico già nel pomeriggio con un dj-set. Le concorrenti, aspiranti modelle, sfileranno con gli abiti della collezione Camomilla, disegnati da Brune Cirederf, impreziositi dai loro importanti accessori. Le acconciature e il trucco saranno del Gruppo Madica di Milano.  La giuria, locale dovrà attribuite non solo le fasce ufficiali, ovvero, Stile, Bellezza, Personalità, Fashion e naturalmente The Look of the Year, alle ragazze che poi parteciperanno alla Finale Nazionale, ma anche quella Fashion District. E’ infatti attraverso queste serate che verrà scelta anche la ragazza che parteciperà alla Finale Nazionale in rappresentanza dei Fashion District Outlet.  (maddalena, giancarlo)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Corsanico festival: musica barocca

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 agosto 2010

Corsanico 21 agosto al Corsanico Festival si esibirà un trio d’eccezione: Fausto Caporali all’organo, Mario Galli alla tromba e Boris Denti Tarzia ai timpani proporranno una serata all’insegna della musica del Sei-Settecento: J. Clarke, H. Purcell, J. Stanley, F. Couperin e M. Charpentier sono gli autori dei brani proposti dal trio per accompagnare gli spettatori in un viaggio nella musica barocca. Ma il trio promette di regalare agli spettatori anche un momento all’insegna dell’improvvisazione: Trio improvisation on a modal tune. Ancora una serata da non perdere nella splendida cornice della Pieve di San  Michele Arcangelo custode dell’organo monumentale Vincenzo Colonna. L’inizio è previsto per le 21,15. Ingresso € 5,00.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Per gli scommettitori sarà ancora Inter

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 agosto 2010

Il mercato estivo e il precampionato hanno rafforzato la convinzione di quotisti e scommettitori che vedono ancora una volta l’Inter come la squadra da battere. Lo scudetto nerazzurro vale 1.95 per Matchpoint, mentre Roma (5), Juventus (5.5) e Milan (6) seguono a distanza.  I dati di raccolta Matchpoint sul Vincente Serie A a poco più di una settimana dal via della nuova stagione dicono che il 68% degli scommettitori ha puntato sui nerazzurri, mentre solo il 10% ha preferito la Roma. I pronostici sulla Juventus si fermano al 5%, quelli sul Milan nemmeno raggiungono il 4%.   Meglio dei rossoneri il Napoli, che supera il 5%, ma la vera sorpresa è il Genoa che, grazie alla campagna acquisti faraonica di Preziosi e ad una altrettanto faraonica quota Matchpoint a 166 merita l’8% delle giocate.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il Popolo del Sud ora è “Movimenti popoli del Sud”

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 agosto 2010

Alleanza per il Sud, Nuova Lega Sud, Circoli del Sud, Azione Cittadina, Domus Nostra, Comitato casa per tutti, Comitato lavoro per tutti, Parlamento virtuale del Sud, stringono un accordo nazionale e danno vita ai Movimenti popoli del Sud. Spiega il presidente Massimo Tartaglia: “dopo un lungo confronto con i vari rappresentanti dei soggetti che confluiranno nel movimento abbiamo votato unanime la mozione presentata da Girolamo Foti, segretario nazionale, che proponeva il cambio di nomenclatura del “Partito Popolo del Sud” in “Movimenti Popoli del Sud” per avvicinarsi ulteriormente alla società civile. “In Sicilia, ad esempio, – si precisa nel comunicato – abbiamo stipulato di recente un accordo importante nella città di Palermo con diversi soggetti locali alternativi ai soliti partiti, che mal governano la città, e l’idea condivisa è stata quella di lanciare un chiaro segnale di distinguo con il termine “partito” che non trova il gradimento di tutti”. In questo modo – precisa il Presidente Massimo Tartaglia – intendiamo dimostrare, con un segnale indicativo del nome, che siamo un soggetto aggregativo, reale e vicino alla base. Cambia, quindi, il nome ma non mutano i contenuti, anzi dimostriamo un ulteriore vicinanza alla società civile.”
“Nel movimento – è specificato nel comunicato emesso dai “Movimenti popoli del Sud – Girolamo Foti è segretario nazionale e politico, Bruno Mabilia coordinerà tutti i movimenti, associazioni, comitati che si aggregano alla grande famiglia dei movimenti, Francesco Marocco si occuperà del sito e dei canali su facebook, Mario Papania è il Presidente del parlamento virtuale e l’incarico di ufficio stampa sarà affidato all’Agenzia stampa Fidest. Ora Napoli è più vicina. Vi aspettiamo numerosi.”

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 4 Comments »

I quotidiani on-line non vanno registrati

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 agosto 2010

Como. Un sito internet dalle caratteristiche di un quotidiano online non ha obbligo di registrazione in Tribunale e pertanto non può essere sottoposto a sequestro come previsto dalla legge 8 febbraio 1948 numero 47 che, in base all’articolo 16, punisce le testate non registrate qualificandole ‘stampa clandestina’. Il non obbligo è contemplato dal Dlgs 70 del 2003 ed è stato ribadito dal Giudice preliminare di Como Nicoletta Cremona disponendo l’immediato dissequestro del portale Nadirpress.net sottoposto al provvedimento su disposizione del Procuratore capo Alessandro Maria Lodolini, “per aver intrapreso la pubblicazione di un giornale quotidiano (da considerarsi prodotto editoriale) senza eseguire la registrazione prescritta dall’articolo 5 della Legge 8 febbraio 1948”. Immediato il  ricorso da parte del responsabile, Bob Decker, che attraverso l’avvocato Manuel Gabrielli ha ottenuto, dallo stesso giudice che l’11 giugno aveva convalidato l’azione del Procuratore, l’immediato dissequestro. Il caso era stato assegnato al sostituto Antonio Nalesso, poi passato al collega Mariano Fadda che nel suo parere alla richiesta della difesa ha dato il consenso accogliendo, come del resto il giudice, le tesi dell’Avvocato Gabrielli spiegando che «da un’attenta rilettura del caotico quadro normativo in materia l’istanza di dissequestro merita accoglimento». La legge 62 del 7 marzo 2001 equipara un sito internet che fornisce informazione quotidiana a una pubblicazione cartacea con tutti gli obblighi connessi. Nel disporre il sequestro, però, non si era tenuto conto del decreto legislativo n. 70/2003 che, all’articolo 7 (comma 3), afferma: “La registrazione della testata editoriale telematica è obbligatoria esclusivamente per le attività per le quali i prestatori del servizio intendano avvalersi delle provvidenze previste dalla legge 7 marzo 2001, n. 62″. “Non avendo mai chiesto, e non avendo alcuna intenzione, di accedere alle provvidenze in questione – ha sostenuto la difesa – Nadirpress non ha alcun obbligo di registrazione in Tribunale” e pertanto il sequestro non avrebbe dovuto essere eseguito e non aveva motivo d’esistere”. Si tratta del primo pronunciamento di dissequestro in italia che tiene conto della Legge 2003 creando quindi un precedente in giurisprudenza. (fonti: . AGI del 9 agosto 2010 e Il Sole 24 Ore dell’11 agosto 2010 a firma Giovani Negri) Testo in http://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=3025

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Bardi: Rievocazione storica in costume

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 agosto 2010

Bardi (Pr). 29 agosto grande rievocazione storica in costume a Sfila il Corteo dei Landi ed è festa! Giocoleria, sbandieratori e campo d’arme. Tiro con l’arco per tutti e Torneo degli Arcieri “Landi contro Pallavicino”, sibille, rito dell’investitura feudale e tante sorprese per grandi e piccoli…  L’evento – organizzato da Ati Cooperativa Parmigianino di Fontanellato e Cooperativa SocioCulturale di Venezia in collaborazione con  l’Associazione “Porta S. Francesco” di Parma con il coordinamento del suo presidente Fabio Bernazzoli – si svolge dalle 11 alle 18.30: per l’occasione i turisti e i visitatori avranno la possibilità unica di vivere da protagonisti la Fortezza di Bardi, come in un viaggio sospeso nel tempo, in quei secoli di un Medioevo luminoso che segnò la storia della Val Noveglia. Con un unico biglietto d’ingresso (costo 10 euro) il Castello apre le porte e vi accoglie in un angolo di storia a 625 metri sul livello del mare. Ronde e presidi di fanti con armi in asta, fedeli arcieri e nobili cavalieri vi trasporteranno nell’epoca feudale a difendere una fortezza esempio raro dell’architettura medievale.
Alle 11 la manifestazione prende avvio con l’esibizione dei giocolieri pronti a incantare grandi e piccoli con l’abilità delle mani che da sempre li connota.
Alle 11.30 si snoda il Corteo Storico con partenza dalla piazza d’armi all’interno della Fortezza fino al piazzale, all’altezza del rivellino: il casato dei Landi sfila con lieve passo e invita tutti alla festa di giochi di corte all’interno della roccaforte.
Alle 12.10 è in carnet l’esibizione degli Arcieri di “Porta San Francesco” con possibilità di provare a maneggiare arco e frecce anche per il pubblico.
alle 14.30 si riprende l’animazione medievale con I Giocolieri del Lupo.
Alle 15.15 si alza il sipario sul Corteo Storico pomeridiano con la Famiglia Landi – proprietaria del feudo bardigiano per quattro secoli – accompagnata da cortigiani e illustri ospiti.
alle 16.30 è atteso un rito: l’investitura feudale, accompagnato dallo squillo delle chiarine nella piazza d’arme.
Alle 17.15 si accende il Torneo degli Arcieri: Landi contro Pallavicino. Resta allestito il campo di tiro con l’arco.
Domenica 29 agosto è  possibile seguire autonomamente il normale percorso del castello, segrete comprese: tutti i partecipanti saranno liberi godere a piacimento la giornata medievale e trascorrere tutto il tempo desiderato in castello. Tutti i giorni d’agosto il Castello è aperto dalle 10 alle 19; festivi dalle 10 alle 20.  Nel bookshop del Castello in vendita il volume “La Fortezza di Bardi” a cura della storica Mordacci http://www.portasanfrancesco.org (bardi)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Vuccirìa in Piazza”

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 agosto 2010

Palermo 31 agosto 2010 alle 21.30 Parco Villa Pantelleria (vicolo Pantelleria 10), Spettacolo, con la regia di Ernesto Maria Ponte.  Sarà la freschezza di “Vucciria in Piazza” a chiudere in bellezza questo caldo agosto siciliano. La vuccirìa che Stefano Piazza è capace di cogliere dalla terra e impiantare dentro ognuna delle persone che lo ascolta quando è su un palcoscenico.  Lo spettacolo nasce da alcuni racconti scritti dallo stesso Stefano Piazza. I monologhi affrontano le novità delle mode odierne, quali ad esempio la nouvelle cousine, il linguaggio moderno, la voglia spasmodica di fare spettacolo, la condizione attuale della città di Palermo riletta in chiave satirica e graffiante, prendendo di mira tutto ciò che in questa città non funziona.  Quale migliore location di Villa Pantelleria, una delle più belle ville storiche della città che sorge su un’enorme area verde confiscata a Cosa nostra, diventata luogo di riscatto sociale e culturale.  Utilizzando lo stile del racconto delle storie siciliane illustrerà inoltre caratteristiche e luoghi del nostro territorio a lui cari, con un omaggio a Renato Guttuso che va ben oltre la scelta del titolo di questo spettacolo, e il racconto del tempo in cui il capoluogo siciliano visse un periodo magico della vita culturale italiana. E poi performance musicali, con le musiche affidate ai virtuosismi straordinari di Toni Greco alla chitarra e la voce soave e graffiante della bella Laura Damiano. Stefano Piazza sfrutta poi le sue doti musicali per accompagnare alcuni momenti dello spettacolo con una delle sue inseparabili chitarre. Il biglietto d’ingresso costa 5 euro ed è possibile acquistarlo presso il Parco Villa Pantelleria. Per tutte le informazioni è possibile chiamare il numero 349 2942762 (vucc)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Klezmerata Fiorentina

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 agosto 2010

Toronto Sunday, September 5th at 2:30pm Brigantine Room, Harbourfront the Canadian Premiere of the Italian Quartet Free admission Comprised of three principal players of Florence’s Orchestra del Maggio Musicale, a leading Italian symphony and opera orchestra, Klezmerata Fiorentina was formed in May of 2005 with the purpose of developing a concert version of traditional Ukrainian-Jewish instrumental music, the family heritage of the group’s founder, Igor Polesitsky. The resulting style could be described as improvised Klezmer chamber music, which imbues the unique instrumental language, dance rhythms and authentic melodies of the historical klezmorim with classical music’s complexity of expression, elasticity of tempo and wide dynamic range. Featuring Igor Polesitsky (violin), Francesco Furlanich (accordion), and Riccardo Donati (bass).

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La tecnologia che fa la differenza

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 agosto 2010

Oggi, rispetto a qualche anno fa, si può dire, la nuova rivoluzione non è meccanica ma elettronica nel senso che un sistema di pc ci permette di fare molte più operazioni in tempo reale di quanto non si richiedevano ad uno stuolo di tecnici. Questo scenario è ben più visibile  nei grandi gruppi industriali  che impongono lo loro scelte agli altri attori della catena del valore, obbligandoli di fatto a innovarsi tecnologicamente. E’ un concetto che parte dal core processing e si dilata nel settore della comunicazione e di scambio delle informazioni. Si può, in tal modo, essere più competitivi offrendo un miglior servizio ai clienti, nel controllo sull’avanzamento produttivo, nel tracking delle consegne, e così via. D’altra parte è persino superfluo rilevare quanto sia importante tenere sotto controllo il processo distributivo. Il problema non è solo quello di non sapere esattamente quanto e cosa si è venduto, ma anche quello,  per le grandi marche, di non essere in grado di controllare il mercato degli outlet, da cui lo sforzo, negli ultimi anni di aprire punti di vendita diretta  da parte dei produttori. La stessa relazione tra l’azienda ed il mercato costituisce un’area che la tecnologia può farne la differenza e che gli esperti chiamano  business intelligence.  Esso si amplia sino all’utilizzo delle tecnologie per la mobilità (ad esempio usando i nuovi telefoni cellulari per veicolare capillarmente  informazioni al consumatore). D’altra parte la ricerca di una maggiore conoscenza dei comportamenti di acquisto presuppone una maggiore integrazione tra retail e industria.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La responsabilità sociale delle aziende

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 agosto 2010

Quali sono e quanto costano alle aziende i benefici addizionali destinati al dipendente? I cosiddetti benefits aziendali contemplano e riconoscono esigenze base dell’uomo dipendente, come mangiare, parlare, riposare, amore, figli e salute. Ma come? In ordine, le mense sono una realtà di cui sono dotate il 64,37% delle aziende, il costo di un pranzo è contenuto. Imparare una lingua straniera è un’esigenza importante, diligentemente riconosciuta dall´89,66% delle aziende e la lingua prediletta è l’inglese. Il relax (fondamentale e obbligatorio per il recupero di preziose risorse che potrebbero essere reinvestite, per esempio, in azienda): il 91,95% delle aziende non pensa a come far rilassare i propri dipendenti, dentro l’azienda. Le vacanze dei figli (un’ipotesi che assicurerebbe logicamente la priorità delle proprie): l´87,36% delle aziende non si intromette educatamente su questioni fondamentali, come le vacanze dei figli dei propri dipendenti, che devono rimanere, congiunte genitori-figli, una questione appunto famigliare, anche e soprattutto nei costi, anche se si assiste a qualche piacevole ritorno. L’asilo nido in Italia è fantascienza per il 95,4% delle aziende ed ha comunque dei costi esorbitanti. Entrando nel dettaglio della ricerca, le mense sono una realtà di cui sono dotate il 64,37% delle aziende medio-grandi, ma nel 71,43% di questi casi la mensa non è gratuita per i dipendenti. Il costo della libagione aziendale nella maggioranza (l´80%) è però contenuto. Inoltre la metà di queste “trattorie” aziendali offre al dipendente la possibilità di bere vino o birra. Ma approfondendo, quali e in che percentuale sono queste lingue? Ovviamente la parte del leone la fa l’inglese per il 98,71% dei casi, seguono con il 28,20 il francese, con il 21,80 lo spagnolo, con il 20,51 il tedesco. Mentre altre lingue come il cinese, l’italiano, il greco, il polacco, il russo, il portoghese, non vengono considerate, se non da una esigua minoranza di aziende, che le sceglie e propone: tale minoranza si aggira tra il 2,56% e l´1,28%.  L’area relax: potrebbe essere una palestra, una sauna, una sala giochi. Tale riguardo al benessere psicofisico del dipendente è associato però, per il 71,42% dei casi, all’idea che chi ne usufruisce deve farlo in orario extra lavorativo, oppure durante la pausa pranzo per un altro 42,85% (anche perchè i costi sono a carico dell’azienda e si ritiene opportuno che durante il normale orario di lavoro i dipendenti lavorino!). L’assicurazione sanitaria integrativa è un benefit su cui si attivano invece il 73,56% delle aziende. La quota assicurativa è interamente a carico dell’azienda nel 43,07% dei casi, oppure non è interamente a carico per il 46,15, oppure è a carico dell’azienda per i dirigenti e non lo è per quadri e impiegati, infine è a carico dell’azienda per quadri e impiegati e non lo è per i dirigenti. (fonte: ricerca gidp sui benefits aziendali)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Libertà tra diritti e doveri

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 agosto 2010

La libertà non può nascere senza il rispetto dei diritti degli altri e la pace non può sbocciare senza un equilibrio nella convivenza, Pöttering ebbe a dire «libertà, pace, diritto e benessere sociale, non sono possibile che assieme e non l’uno contro l’altro». Nell’Unione europea, «non è la forza che ha diritto, ma è il diritto ad avere la forza». E’ questo, «che conferisce alla nostra comunità di valori il suo volto moderno». Ha quindi esclamato che «solo il diritto garantisce a tutti la pace!». La caduta della cortina di ferro e l’adesione di dodici paesi all’Unione europea, ha affermato, sono state possibili perché «il grido della libertà e della democrazia, la forza dell’esigenza di parità di diritti per tutti gli uomini, hanno vinto contro un’ideologia che disprezzava la persona umana». La Dichiarazione di Berlino, ha poi ricordato, proclama una cosa molto importante: «Noi cittadini dell’Unione europea siamo, per nostra felicità, uniti». E’ infatti «per la nostra felicità», ha spiegato, «che libertà, democrazia e diritti umani per noi tutti, nell’Unione europea, sono diventati realtà». Come europei, ha invece insistito, «dobbiamo agire per difendere la dignità dell’uomo e il dialogo tra le culture, lo possiamo fare con la consapevolezza di ciò che siamo, ma dobbiamo farlo con una volontà indefessa: nessuno ci potrà ostacolare!».

Posted in Confronti/Your and my opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma: tassa sui rifiuti

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 agosto 2010

«La tassa sui rifiuti non sarà gravata dagli interessi di mora per i cittadini romani che si metteranno in regola con i pagamenti entro il 15 settembre», ricorda  il vice capo di Gabinetto e direttore del dipartimento Tutela ambientale del Comune di Roma, Tommaso Profeta.  «L’Ama ha potuto avviare la spedizione dei bollettini postali solo dopo il due luglio scorso, data in cui il Consiglio comunale ha approvato il nuovo Regolamento e l’adeguamento della tariffa – aggiunge – e la Municipalizzata ha responsabilmente accolto la richiesta di questa Amministrazione di non procedere all’applicazione delle more, per favorire le famiglie che hanno ricevuto i moduli di pagamento in prossimità della data di scadenza e in un periodo di ferie».  «Per avere ulteriori chiarimenti, invitiamo i cittadini a contattare la linea verde Ama (800.867.035) e il call center del Comune di Roma (06.06.06) mentre sul sito  http://www.amaroma.it è possibile reperire tutte le informazioni che riguardano la Tariffa rifiuti. L’Amministrazione Alemanno è impegnata nella riduzione degli impedimenti burocratici  – ha concluso Tommaso Profeta – per il buon governo della città e la tutela dei diritti dei cittadini».

Posted in Diritti/Human rights, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Minori: La tutela giuridica delle vittime

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 agosto 2010

E’ necessario un protocollo per l’identificazione dei minori Questo perché siamo in presenza di un fenomeno tentacolare e che sempre più sta allargando il suo raggio di azione, ai danni di migliaia di bambini, adolescenti e donne. Ebbene, quale supporto e protezione la legge italiana riserva alle vittime di tratta, siano esse adulte o minorenni? Come documentato nel volume “La tratta di persone in Italia”, le norme di tutela delle vittime e di contrasto alla criminalità, nel nostro paese si richiamano alla normativa anti-tratta (l. 228/2003 “Misure contro la tratta di persone”) ma è applicata in modo disomogeneo. In particolare ciò vale per il riconoscimento alle vittime del permesso di soggiorno per motivi umanitari. Secondo un’indagine condotta su 65 delle 103 questure italiane infatti, oltre la metà tende a subordinare il riconoscimento del permesso alla collaborazione della vittima al procedimento penale, secondo una logica “premiale” che prevale sui requisiti della “violenza e grave sfruttamento” e del “pericolo grave, attuale e concreto”.  Inoltre restano lunghi i tempi della procedura di rilascio del permesso di soggiorno stesso. Per quanto riguarda invece specifiche tutele riservate ai minori, uno dei problemi più spinosi resta l’identificazione di coloro che sono vittime di tratta, spesso confusi e trattati alla stregua di minori dediti ad attività criminali. Per questo Save the Children ha coordinato la redazione del primo Protocollo di identificazione e supporto dei minori vittime di tratta e di sfruttamento: a disposizione di forze dell’ordine, magistrati, operatori, presenta, in modo molto schematico, i profili dei gruppi a rischio di tratta e sfruttamento e fornisce la prima lista esaustiva sviluppata in Italia di indicatori per la identificazione dei minori vittime e in tabelle sintetiche descrive gli strumenti di tutela e di protezione delle vittime disponibili nel nostro paese.

Posted in Diritti/Human rights, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma: ristrutturazione casali rurali

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 agosto 2010

Roma. La Giunta Comunale, su proposta dell’assessore all’Ambiente Fabio De Lillo, ha approvato lo stanziamento di 251mila euro per interventi di ristrutturazione di casali rurali annessi alle aziende agricole.  Si partirà con la ristrutturazione del caseificio nella tenuta di Castel di Guido, punto vendita di prodotti biologici del Comune di Roma, riaperto lo scorso 12 luglio, dopo più di un anno.  «In questo modo – spiega l’assessore Fabio De Lillo – prodotti di altissima qualità (formaggi, miele, olio) arrivano direttamente ai cittadini. Il nostro obiettivo è quello di rilanciare un luogo di grande valore naturalistico, un polmone verde di oltre 2.000 ettari. La riapertura dell’azienda agricola e la ristrutturazione del caseificio sono le prime tappe di questo processo. Infatti stiamo sviluppando numerosi progetti: coinvolgere le scuole tramite fattorie educative, installare pannelli fotovoltaici all’interno dell’azienda, aumentare il numero di prodotti venduti partendo dall’olio prodotto dall’Agenzia Comunale per le Tossicodipendenze».  L’altro intervento di riqualificazione interesserà la tenuta del Cavaliere dove verrà ristrutturato il punto vendita per prodotti biologici e sarà realizzata una sala per le attività didattiche che riguarderanno i bambini.  «Si tratta – conclude De Lillo – di iniziative che vanno nell’ottica della riqualificazione ambientale. Un segnale di attenzione verso i casali rurali legati alle aziende agricole che per anni sono stati dimenticati, mentre lo stanziamento di questi fondi rappresenta un’importante inversione di tendenza. I lavori a Castel di Guido e nella tenuta del Cavaliere inizieranno in autunno, ma in cantiere ci sono progetti che riguardano altri casali perché intendiamo puntare forte sul rilancio e la valorizzazione dei prodotti agricoli dell’agro romano. Per questo stiamo lavorando anche sull’ipotesi di aprire un’enoteca Comunale»

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Colesterolo e malattie cardiovascolari

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 agosto 2010

Il colesterolo perde la sua indipendenza Non sono del tutto chiari gli effetti di altri fattori cardiovascolari sull’associazione del colesterolo con le malattie cardiache ischemiche e l’ictus, eppure le statine sono diventate lo standard farmacologico per abbassare il colesterolo con l’obiettivo di prevenire eventi cardiovascolari. E’ stato per altro osservato che i livelli di colesterolo totali hanno un valore predittivo sulle cardiopatie ischemiche che varia con l’età: il rischio relativo per unità di variazione del colesterolo diminuisce con l’età e non è chiaro se l’associazione tra colesterolo e rischio cardiovascolare persista anche nell’età avanzata. Questo è stato anche uno dei risultati ottenuti in una recente revisione di 61 studi osservazionali, ma con una tendenza inaspettata.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Disastri naturali e responsabilità umana

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 agosto 2010

Oltre il 40% degli oceani e dei mari del pianeta sono pesantemente colpiti dalle attività umane. Poche le aree integre. Nel Mediterraneo è grave la situazione in Adriatico e nel Canale di Sicilia. E’quanto denuncia il rapporto “A Global Map of Human Impact on Marine Ecosystems”, pubblicato oggi sulla rivista inglese Science. Si tratta di una sintesi ottenuta da un team di ricercatori di università ed istituzioni americane sovrapponendo le mappe che caratterizzavano diciassette diversi fattori d’impatto sui mari e sui loro fondali: dalla pesca al cambiamento climatico all’inquinamento. Nella mappa generata dallo studio, sono ben evidenti le aree piu’ colpite. Nel Mediterraneo, spiccano l’alto e medio Adriatico, la fascia costiera dal Gargano a S. Maria di Leuca e alcune aree della fascia costiera siciliana lungo il Canale di Sicilia. I problemi che affliggono i mari del Pianeta, compreso il Mediterraneo, necessitano di risposte rapide ed efficaci. Ecco perché Greenpeace sta lavorando alla realizzazione di una rete di riserve marine che copra il 40 per cento dei mari. Solo mettendo a riposo grandi aree, dove siano vietate sia la pesca che lo sversamento di sostanze pericolose, potremo ottenere la protezione del mare ed un recupero delle risorse ittiche e della biodiversità marina. Greenpeace ha presentato una proposta per una rete di 32 riserve marine nelle acque internazionali del Mediterraneo per proteggere uno degli
“hot spots” di biodiversità del Pianeta. Con meno dell’1% di superficie totale dei mari, il Mediterraneo ospita quasi il 10% della biodiversità marina nota. Fino a quando? Il rapporto è presentato sul sito del National Center for Ecological Analysis and Synthesis (NCEAS) che ha coordinato lo studio: http://www.nceas.ucsb.edu/GlobalMarine

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Spiegare l’ipersensibilità ai farmaci

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 agosto 2010

Fino al 10% degli italiani è incappato in una o più reazioni da ipersensibilità a farmaci. La stima arriva da Giampiero Patriarca, direttore del Servizio di allergologia del Policlinico Gemelli di Roma, che ha organizzato  presso l’Accademia Lancisiana, un simposio aperto al pubblico proprio per fare il punto su questo problema, che tocca tante famiglie italiane. “Si può calcolare che una percentuale variabile dall’1 al 10% della popolazione abbia avuto una o più reazioni da ipersensibilità a farmaci – dice l’esperto in una nota – e che dal 3 all’8% dei ricoveri ospedalieri siano causati da reazioni da farmaci. L’utilizzo crescente e spesso indiscriminato di medicinali è alla base dell’incremento continuo di reazioni da ipersensibilità, alcune – spiega – mediate da meccanismi immunologici (allergia), altre da meccanismi extra-immunologici (intolleranza)”. I casi fatali registrati negli ultimi anni dalla cronaca hanno generato allarmismo nei pazienti, e un atteggiamento di eccessiva cautela nei medici. Conoscere i meccanismi alla base di questi fenomeni può aiutare i medici nella gestione pratica dei pazienti a rischio e, nel contempo, limitare le ansie e l’incertezza del malato.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Circuito staffette estive

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 agosto 2010

Orgnano, da venerdì 20 a martedì 24 agosto aprirà i battenti con il tributo a Ligabue della band  “Fandango” e con la gara di briscola., il borgo rurale ospiterà i festeggiamenti e la tappa finale del Circuito staffette estive. Enogastronomia, musica e ospitalità. Sono gli “ingredienti” della tradizionale sagra del borgo rurale Organizzati dalla Pro Loco Orgnano e sostenuti dalla Bcc di Basiliano, i festeggiamenti agostani (che si concluderanno martedì 24 agosto in occasione della festa del patrono, San Bartolomeo) avranno inizio alle ore 18.30 con l’aperitivo in musica, per poi proseguire con l’apertura ufficiale dei chioschi enogastronomici che proporranno quotidianamente specialità quali carni alla brace e fritto misto di pesce. Ogni sera, dalle ore 21, la musica sarà protagonista con le esibizioni di note band e orchestre della regione. Nel corso della manifestazione, inoltre, saranno attive un’enoteca e una birreria mentre la pesca di beneficenza metterà in palio oltre 15mila premi esclusivamente enogastronomici. Lunedì 23 agosto, a partire dalle ore 20, infine, si svolgerà la seconda edizione della suggestiva Staffetta podistica  in notturna 3×2800, gara inserita nella competizione “Circuito staffette estive” organizzata da Comitato provinciale Csi, Jalmicco Corse e Olimpia Terenzano. Al termine della staffetta orgnanese, si terranno le premiazioni conclusive dell’intera kermesse sportiva accompagnata dalla musica della band “Anni Ruggenti”.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La realtà del Servizio Sanitario Nazionale

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 agosto 2010

Questa realtà è caratterizzata da un evidente fenomeno: il bisogno di salute supera le risorse disponibili.  Tale situazione è generata da una serie di fattori concomitanti:
l’invecchiamento della popolazione
la crescita del peso delle patologie croniche
inadeguati investimenti nella prevenzione
lo sviluppo di terapie più complesse
l’aspettativa dei pazienti di una migliore qualità del servizio assistenziale
la mancanza di strumenti di controllo e di gestione necessari per l’analisi e la programmazione dei servizi da erogare
l’eccessivo bisogno di autoaffermazione degli stakeholders
la scarsità di risorse finanziarie conseguenza dell’enorme debito pubblico.
In uno scenario così complesso e con un finanziamento puntualmente inferiore alla spesa
preventivata, le Istituzioni devono affrontare lo spinoso compito di stabilire le “priorità” e cioè il modo migliore di investire le risorse disponibili.  In questo contesto la Socitel – Società Italiana di Telemedicina, si propone come soggetto determinato a verificare e sperimentare le potenzialità offerte dal progresso scientifico-tecnologico in campo medico-sanitario suggerendo, attraverso dati, studi e standard operativi derivanti dalle sperimentazioni, riscontri utili per la valutazione dell’investimento in telemedicina.    Avvalendosi della capacità di esperti che operano nel settore della sanità, dell’economia sanitaria e dell’ICT, la Socitel persegue i seguenti obiettivi:
facilitare l’accesso alle strutture sanitarie specialistiche ai pazienti distanti da ospedali e case di cura;
collaborare con altre associazioni scientifiche, con imprese e con strutture sanitarie, sia pubbliche che private, allo scopo di elaborare progettualità che implementano telemonitoraggio, teleassistenza, teleconsulto, teledidattica e tutti i potenziali servizi legati alla telemedicina;
collaborare con il Ministero della Salute, le Regioni, le Aziende Sanitarie Locali ed altri Organismi e Istituzioni Sanitarie pubbliche per elaborare linee guida utili alle applicazioni dei servizi di telemedicina;
collaborare con associazioni ed organizzazioni impegnate nella tutela dei diritti dei malati, degli anziani e dei disabili allo scopo di elaborare progettualità che, per mezzo della telemedicina e della teleassistenza, producano un miglioramento della qualità di vita dei pazienti;
promuovere studi clinici, ricerche scientifiche finalizzate e rapporti di collaborazione con altre società ed organismi scientifici.
A questo riguardo il direttore dei centri studi Fidest Riccardo Alfonso dichiara: “Esistono delle potenziali possibilità per ridurre i costi della sanità senza per questo diminuire il livello qualitativo delle prestazioni, anzi migliorandolo. Sembra la quadratura del cerchio. In realtà alcuni correttivi sono possibili e praticabili da subito. Basta averne la determinazione politica e la capacità di raccogliere consensi parlamentari trasversali dato che il mondo della sanità è letteralmente circondato per non dire attraversato da forti interessi lobbistici. Penso alla disciplina dell’attività trasfusionale al monouso dei farmaci, all’attribuzione di nuovi compiti ai medici di base ecc. Da parte mia ho attivato due centri di cui uno è denominato Centro studi problematiche sociale intendendo con ciò coniugare la medicina al sociale ed un secondo  con l’acronimo Asocast ageing society per approfondire le tematiche della terza età”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La tutela dei diritti dei minori

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 agosto 2010

Un tempo i nostri figli potevano diventare vittime dei soliti compagni “traviati” e le cui bravate suscitavano un certo fascino tra i più suggestionabili. Oggi il pericolo è ovunque. Lo è tra le pareti domestiche forse più che altrove. Pensiamo a talune trasmissioni televisive, ai siti e persino allo spamming delle e-mail che ti preannunciano, offrendo un primo campionario,  foto hard ed incontri amorosi di un certo tipo. E’ una insidia che sta diventando una sorta di “scienza criminale” che tende a plagiare i più giovani ed indurli alla trasgressione come se si trattasse di una moda, di una sfida sportiva che sa molto di “maschio” per i giovani e di “emancipazione femminile” per le ragazze. E non sono pochi i giovani che si lasciano sedurre dai richiami seducenti di queste moderne “sirene” e finiscono con il ritrovarsi, per fortuna non tutti, come chi si lancia dall’aereo sicuro che il suo paracadute al momento opportuno si apra, ma non prevede la fatalità della sorte avversa. In pratica non mancano quei giovani che provano a sniffare tanto per gioco e per provare cosa si sente o a guidare la macchina a velocità pazza o a molestare le coetanee. E in queste cose c’è chi sa fare buon uso del suo paracadute aprendolo al momento giusto e chi, invece, preferisce andare in caduta libera sino a spiaccicarsi al suolo. In pratica per taluni giovani manca la consapevolezza della loro forza, non tanto fisica, quanto psicologica nel sapersi fermare in tempo prima che giunga la dipendenza. E alla fine non sanno a chi ricorrere per un consiglio. Non certo rivolgendosi ai compagni di “merende”, ma nemmeno ai genitori giacché è loro convinzione che possono avere di ritorno solo rimbrotti ed accuse. La scuola, a sua volta, non è certo attrezzata per rispondere a tali esigenze e c’è anche chi sostiene che non è suo compito. Alla fine i giovani si ritrovano con se stessi e le loro debolezze caratteriali e in tal guisa diventano un punto di forza per i corruttori. Se vogliamo uscire da questo circolo vizioso dobbiamo senza indugio creare strutture idonee, non per impartire le classiche reprimende, ma per cercare di sviluppare all’interno dei giovani, nel loro subconscio, quelle forze di contrasto naturali che potranno vaccinarli dalle insidie esterne. In altri termini sta ai giovani capire quali sono i valori fondanti della vita che vanno sostenuti, difesi e perseguiti e non le facili chimere che rischiano di diventare solo dei fuochi fatui. E non tanto perché lo dice l’insegnante di turno o un genitore, o lo viene negato dai cattivi segnali che giungono per ogni dove, quanto dalla consapevolezza che esiste una morale interiore che sa dare la giusta dimensione delle cose e ci permette di guardare oltre.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »