Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 316

Immigrazione, il Coisp: “Maroni smentito dai fatti”

Posted by fidest press agency su venerdì, 20 agosto 2010

“E’ quasi da non credere, ma ormai è il fato che, colpo su colpo, con straordinario tempismo, smentisce le continue non esattezze dei nostri governanti, imponendoci fatti di grave rilevanza. “E così, anche l’ennesima conferenza stampa bluff,  – afferma il Coisp – quella di ferragosto, è servita solo a dare un nuovo spunto per ribadire che un ministro della Repubblica presenta una versione dei fatti non conforme alla realtà.” Il caso in specie riguarda – precisano al Coisp, – il fenomeno migratorio clandestino. Il ministro non ha fatto in tempo a vantarsi del calo degli sbarchi nell’ultimo anno – dato rispetto a cui è stato già smentito dalla Caritas -, e dei suoi novemila rimpatri di immigrati che, l’indomani, in diversi CIE italiani è scoppiato il solito inferno, con risse e fughe…… e ferimenti… naturalmente di Poliziotti! Sì, questo sarà pure il Governo dei fare, ma gli unici a subire gli effetti devastanti di questa scellerata politica di contrasto in materia di immigrazione clandestina sono i colleghi, giornalmente costretti in una situazione di pericolo ingestibile”.  “E’ veramente giunto il momento di chiedersi quale sia l’effettiva efficacia della mini riforma Maroni in tema di immigrazione – fa eco a Maccari Vincenzo Albanese, Responsabile della Commissione Nazionale Ufficio Immigrazione del Coisp -. Oggi i CIE sono delle polveriere che non saltano per aria solo grazie al sacrificio dei colleghi, ma quanti di loro subiscono gli effetti di questa situazione? Lo abbiamo già detto e lo ripetiamo – conclude Albanese -, la propaganda di Stato è inutile. L’unica vera arma vincente è la prevenzione, da attuare grazie alla competenza degli Operatori, come quelli della Polizia di Stato che, rispetto ad una problematica talmente delicata e complessa come l’immigrazione clandestina, sanno cosa sia realmente necessario e come attuarlo, ma che devono pur avere i mezzi per farlo!”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: