Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 348

Export marmo: segnali positivi

Posted by fidest press agency su martedì, 31 agosto 2010

Nei primi cinque mesi del 2010 l’Italia ha esportato marmi e graniti, travertini, ardesie ed altre pietre (sia grezzi sia lavorati o semilavorati) per oltre un milione e 627 mila tonnellate con un valore complessivo di circa 584 milioni e 684 mila euro. Secondo le statistiche elaborate e diffuse dall’Internazionale Marmi e Macchine Carrara, che cura questo servizio da oltre trenta anni,  nel confronto con lo stesso periodo del 2009 emergono percentuali complessivamente positive, con un +5,2% in valore e +17,4% in volume che possono far sperare in una ripresa ma sono ancora limitate a un periodo troppo breve per far pensare a un superamento della crisi che ha toccato profondamente il comparto dopo un biennio di contrazioni costanti dell’export. Limitando la valutazione alle sole cinque voci più significative (marmi e graniti sia grezzi che lavorati) si riscontra, a livello nazionale, un  + 12,6%  delle quantità esportate e un aumento del +4,7% del loro valore: la forte differenza fra le due espressioni mette in evidenza il calo dei valori medi per tonnellata di esportato rispetto allo stesso periodo del 2009 pari al  -7,1% sulle prime cinque voci come emerge dalla tavola allegata. Nell’area nordamericana, infatti, si può riscontrare solo uno stop al calo continuo degli ultimi anni, ma questo ancora non basta ad alimentare una prospettiva di ripresa, soprattutto alla luce delle notizie più recenti relative all’andamento del mercato immobiliare. Continua, invece, il trend positivo per l’area estremo orientale, anche se riguarda soprattutto i marmi e i graniti grezzi e, in misura molto inferiore, i lavorati i cui valori medi nell’area sono in forte contrazione. Ogni valutazione però deve tenere conto di una serie di fattori molto complessi che vanno dai rapporti valutari alla qualificazione merceologica dei prodotti. Le importazioni italiane di settore si sono mantenute pressoché stabili e, sulle solite cinque voci più importanti, hanno fatto segnare l’arrivo di 672 mila tonnellate per un valore di 156 milioni e 612mila Euro, con un modesto saldo negativo (-0,77%) nelle quantità e una piccola oscillazione positiva  (+1,66%) nei valori con aumento dell’import di marmi grezzi e lavorati, anche se su valori assoluti modesti mentre scende ancora l’import di granito grezzo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: