Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 348

La storia che ci separa e quella che ci unisce

Posted by fidest press agency su sabato, 4 settembre 2010

Roma 4 settembre alle ore 15 piazza Jose’ de San Martin, n. 1 Accademia di Romania in (Villa Borghese). mostra di quadri e icone su vetro eseguiti dagli artisti Angela Tomaselli, Roxana Lupu, Simona Albu, River Grosu e Mihaela Mateescu Porfiriu. L’Associazione “Spirit Romanesc”, insieme con l’Associazione degli Italiani in Romania – RO.AS:IT, hanno organizzato questo evento.
Il giorno 7 una tavola rotonda vedrà la partecipazione di rappresentanti della comunità italiana in Romania, della comunità romena in Italia nonché di rappresentanti delle istituzioni italiane. Seguirà uno spettacolo di musica e danza tradizionale popolare romena e italiana con protagonisti il gruppo folcloristico “Dor Calator” – direttore artistico dell’Associazione Spirit Romanesc Roma, Gabriel Parjolea e “Siamo di nuovo insieme ” con i solisti vocali Alex Tomasseli e Antonio Furnari.
Il progetto sarà patrocinato dal Ministero degli Affari Esteri e l’Ambasciata Romena a Roma, finanziato dal Governo attraverso il Dipartimento per le Relazioni Interetniche ed sostenuto dal Ministero della Cultura e del Patrimonio Nazionale e l’Accademia di Romania di Roma.
Un cenno a “Dor Calator”. Il gruppo folcloristico “Dor Calator” nasce a Roma per iniziativa di membri dell’Associazione “Spirit Romanesc”. E’ formato da ragazzi e giovani della comunità rumena di Roma. Li abbiamo visti più volte esibirsi acclamati nei loro splendidi costumi, l’ultima in piazza Navona qualche anno fa. Questi, che studiano con successo e lavorano nella nostra città ormai da anni, impiegano il loro tempo libero esercitandosi nella danza tradizionale e nel canto di antiche ballate rumene. Il direttore artistico è il bravo Gabriel Parjolea. A dare impulso non è stata solo la passione per le espressioni popolari della madrepatria: la storia del popolo romeno è segnata da innumerevoli avversità e la forza per superarle e proseguire il percorso verso le generazioni future è risieduto e risiede proprio in quel volere tramandare intatto il tesoro di cultura e tradizioni che – conservato con sacralità – è andato nei tempi impreziosendosi sempre più, di generazione in generazione. (Federico Carabetta)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: