Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Dieta del rientro

Posted by fidest press agency su giovedì, 9 settembre 2010

Il centro di ricerca Cerifos mette in guardia dal fai da te dilagante negli USA: «Gli ormoni vanno prescritti dallo specialista. Perdere peso non deve mai compromettere la propria salute. I rischi sono molti: palpitazioni, nervosismo, stanchezza, diarrea, sudorazione eccessiva, intolleranza al calore e tachicardia, perdita di massa ossea». D’estate si bruciano meno grassi. Al corpo, infatti, servono meno calorie per mantenere una corretta temperatura. Senza una corretta alimentazione è facile prendere qualche chilo. Al rientro si corre ai ripari.
Il centro di ricerca Cerifos lancia l’allarme: no al fai da te, soprattutto quando riguarda pillole ormonali. No a cocktail a base di ormoni tiroidei per stimolare il metabolismo.  Sono molti i problemi ai quali si espone chi assume, senza controllo medico, cocktail a base di ormoni stimolatori della tiroide: fra questi, palpitazioni, nervosismo, stanchezza, diarrea, sudorazione eccessiva, intolleranza al calore e tachicardia. I livelli di calcio nel sangue aumentano con conseguente perdita della massa ossea, e questo è deleterio, in particolare, per le donne in menopausa.  Settembre diventa il mese dei buoni propositi, delle iscrizioni in palestra e dei consulti dal dietologo. Qualcuno però vuole ottenere risultati immediati. Ed è da oltreoceano arriva una scorciatoia pericolosa: cocktail a base di ormoni tiroidei per stimolare il metabolismo. Cerifos – Centro di ricerca e formazione scientifica con sede a Milano diretto da Samorindo Peci, laureato in Medicina all’Università Cattolica di Roma e dottore in Scienze metaboliche, endocrinologia ed endocrinochirurgia sperimentale. Cerifos sviluppa progetti di ricerca nell’ambito dell’immunologia e dell’endocrinologia concentrandosi sulle nuove frontiere aperte dalle terapie citochiniche e citoplasmatiche di tipo autologo. Il portale http://www.cerifos.it offre a medici e pazienti informazioni sullo stato della ricerca italiana e internazionale in questo campo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: