Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

La tassa sul passaporto degli italiani all’estero

Posted by fidest press agency su mercoledì, 29 settembre 2010

Il rinnovo dei passaporti, per i connazionali all’estero, esige il pagamento di una tassa che va a gravare sul bilancio familiare. Fermo restando che l’art. 58 del Decreto del Presidente della Repubblica del 5 gennaio 1967, n. 200 prevede il rilascio gratuito di atti da parte delle autorità consolari e all’articolo 18 della legge 21 novembre 1967, n. 1185   l’esenzione della tassa annuale sule concessioni governative relativa al passaporto in favore dei cittadini italiani indigenti residenti all’estero, l’on Razzi  vuole abolire del tutto la tassa sul rinnovo del passaporto anche per italiani residenti in paesi non comunitari con gli unici requisiti necessari della residenza e dalla iscrizione all’AIRE. «L’attuale normativa prevista dall’art. 58 – contesta Razzi- prevede sì casi di elargizione gratuita di atti per i residenti all’estero, ma si presta alla interpretazione non univoca della condizione di “indigenza” cui si fa riferimento. Cosicché si verificano delle disparità di trattamento da nazione a nazione provocando incertezze ed ingiustizie». L’abolizione della tassa è un piccolo riconoscimento che la Repubblica italiana deve a tutti i connazionali che hanno dovuto, per forza di cose, lasciare la loro patria.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: