Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 321

Antonio Borrelli: Scultore micro-mega

Posted by fidest press agency su sabato, 16 ottobre 2010

Napoli fino a 6/11/2010 via Caracciolo di Bella (Borgo Marinari) Castel dell’Ovo – Sale I e II livello Scultore di astratte forme imponenti o designer di piccoli, raffinati gioielli dai mobili meccanismi ad incastro, Antonio Borrelli ha costruito la sua poetica nell’accezione del “saper fare”, in modo tale che mai l’ispirazione o la sensibilità prendessero il sopravvento sull’abilità. Il suo passare dalle megastrutture monumentali alle microstrutture dell’oggetto d’uso o del gioiello e’ una particolarità unica nell’arte del Novecento: se volessimo trovare un precedente dovremmo rifarci all’epoca prerinascimentale e ad artisti come Benvenuto Cellini  Nato orafo, pensando al gioiello, all’ornamento femminile, e’ stato sempre in grado di “pensare in grande”, senza difficoltà: «Lavorando l’argento, l’oro e qualche volta il platino – racconta – ho acquisito grande padronanza. Partendo dalla forma di alcuni gioielli ho ricavato sculture anche di sei metri, e viceversa». Per quanto sia per sua natura sfuggente come tutte le definizioni, il termine di artista micromega puo’ descrivere la ragion d’essere e il travagliato percorso di chi si e’ posto il problema di una compiutezza formale che si affermasse oltre le modalità di impiego dell’arte plastica e oltre il funzionamento dell’oggetto ornamentale. (Mario Franco)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: