Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Archive for 25 ottobre 2010

Ma Liang (Maleonn) The Unexpected World

Posted by fidest press agency su lunedì, 25 ottobre 2010

Roma fino al 4/12/2010 Via Piave 66, CO2 contemporary art a cura di Silvia Cirelli  A distanza di due anni dal successo della prima mostra italiana, Giorgio Galotti ha il piacere di presentare la seconda personale dell’artista cinese Ma Liang realizzata per il nuovo spazio della galleria CO2, in Via Piave 66.  Fotografo e grande amante delle arti performative, Ma Liang si conferma uno degli artisti piu’ interessanti del panorama culturale cinese, sempre pronto verso nuove e differenti ricerche sperimentali, come dimostrano le varietà di linguaggi e di codici espressivi presenti nei suoi lavori.  Per questa seconda personale si e’ dunque deciso di mettere in mostra una panoramica piu’ vasta delle opere di questo artista di eccezionale talento. L’intero percorso si sviluppa infatti non solo sulle sue serie piu’ oniriche e utopistiche come Little Flagman, racconto di un ingenuo aviatore che aspetta l’incanto di un’illusione, o Portrait of Mephisto, l’interpretazione in chiave contemporanea di un Mefisto che insegue il potere e la magia della creazione, ma si e’ voluto presentare anche un Ma Liang senza colori.
Ma Liang (Maleonn) e’ nato a Shanghai, Cina, nel 1972. Figlio d’arte di genitori attivi nel vivace panorama culturale della Shanghai di un tempo, dopo studi specializzati in Arte e Graphic Design, Ma Liang si e’ dedicato alla produzione cinematografica lavorando come Art Director di numerosi film. (ma liang)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Jean Calogero: L’Antologica

Posted by fidest press agency su lunedì, 25 ottobre 2010

Catania fino al 12/12/2010 Viale Africa/Piazzale Asia Galleria d’Arte Moderna – Centro Culturale Le Ciminiere a cura di Carmelo Strano  Il grande evento, organizzato dall’Associazione Culturale SPAZIOVITALE in e curato dal critico prof. Carmelo Strano, ha ottenuto il patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, della Regione Siciliana, della Provincia Regionale di Catania, del Comune di Catania – Assessorato alla Cultura e Grandi Eventi, del Comune di Acicastello e del Museo Diocesano di Catania. Oltre 100 opere, dipinti a olio di grande formato, testimonieranno le varie stagioni creative del Maestro. Un’autorevole iniziativa per riportare l’attenzione sulla figura del pittore, oggetto di indagini critiche già dalla sua prima mostra personale nella Galleria Herve’ di Parigi (1951). Lasciata la Sicilia fa della Francia la sua seconda patria e inizia con coraggio e sentimento una frenetica attività espositiva che, grazie al consenso della critica, lo porterà in giro per il mondo. Dagli inizi degli anni Settanta, si fa piu’ presente in Italia mantenendo comunque il suo studio parigino e continuando a esporre negli Stati Uniti e in Giappone. http://www.jc2010.it
http://www.tribearl.it/jeancalogero Libro “Jean Calogero”, a cura di Carmelo Strano. Progetto grafico e impaginazione di Nicolo’ D’Alessandro. Angelo Mazzotta Editore.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mostra: Stefano Moras e Chiara Sorgato

Posted by fidest press agency su lunedì, 25 ottobre 2010

Morgano (TV) fino al 14/11/2010 piazza Indipendenza (Badoere) Ex Chiesetta di Sant’Antonio Imaginary Landscapes / Phada Murgania a cura di Carlo Sala  Saranno le tele di Stefano Moras e Chiara Sorgato a chiudere Phada Murgania 2010, rassegna trevigiana dedicata alla cultura visiva contemporanea a cura di Carlo Sala. La manifestazione, giunta alla sua undicesima edizione, e’ proposta dalla Pro Loco del Comune di Morgano, con il sostegno di Tecnogamma e il patrocinio del Comune di Morgano. La rassegna fa parte del palinsesto RetEventi, promosso dalla Provincia di Treviso, con il patrocinio della Regione del Veneto.
Nelle opere di Moras il paesaggio e’ declinato in livelli formali in cui astrazione, realtà e forma si fondono.
La Sorgato attua delle immagini con una figurazione maggiormente marcata, e con piu’ elementi simbolici. Gli scenari sembrano vicini alla realtà, con degli squarci di apparente quotidianità. Indagando pero’ tutto appare velato da una delicata surrealtà.
A chiude la rassegna sarà il finissage in programma sabato 13 novembre, alle 20.30 (su prenotazione obbligatoria). La serata, nel corso della quale sarà presentato il catalogo di Phada Murgania 2010, vedrà in scena la performance di teatro e danza Mysteri Vox, con Manonuda Teatro, nell’ambito del Festival Veneto – Spettacoli di Mistero. (1287)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Torneo dei Tre Maghi

Posted by fidest press agency su lunedì, 25 ottobre 2010

Castello di San Secondo (Parma). Domenica 5 dicembre dalle 14.30 visita guidata alla Rocca dei Rossi con animazione ispirata al magico mondo di Hogwarts ed Albus Silente, giochi e merenda golosa per bambini e ragazzi da 5 a 12 anni accompagnati dai genitori
Bacchette di agrifoglio e piuma di fenice, bacchette di sambuco e cuore di drago, bastoncini di salice e crine d’Unicorno e, ancora, bacchette di quercia, mogano, tasso e legno di rosa: i migliori allievi delle Scuole di Magia di Hogwarts, Beauxbatons e Durmstrang – attrezzati con agili fuscelli – sono pronti a sfidarsi tra prove di coraggio, indovinelli e giochi al gran Torneo dei Tre Maghi, liberamente ispirato al favoloso mondo descritto da J.K. Rowling nel romanzo “Harry Potter e Il Calice di Fuoco”: domenica 5 dicembre alle 15 alle 17.30 saranno infatti i bambini da 5 a 12 anni – accompagnati dai loro genitori – i protagonisti di un pomeriggio fantasy tra animazione e rievocazione di una saga letteraria che li avvicinerà al meraviglioso mondo del libri e al gusto di leggere.  Guidati dai professori Albus Silente, Madame Maxime, Minerva McGrannitt, Malocchio Moody e tanti altri personaggi i ragazzini andranno alla scoperta della Rocca di San Secondo (a 20 km da Parma – a 9 km dalla celebre Rocca Sanvitale di Fontanellato), che ospita per l’occasione il Torneo dei Tre Maghi: tra suggestive sale del grande maniero, circondato da un parco che potrebbe nascondere segreti e tante curiosità, si snoderà il torneo che si svolge anche in caso di maltempo. Consiste nel superamento di tre prove, tra cui il caratteristico Ballo del Ceppo perfetto nel mese di dicembre in preparazione al Natale. E voi siete pronti ad ascoltare il verdetto del Calice di Fuoco? In quale squadra sarete assegnati? Chi saranno i vostri compagni d’avventura? Se parteciperete con entusiasmo ed un bel sorriso riempirete d’onore il vostro gruppo. Al termine del percorso – dopo aver superato le prove di gruppo – i bambini potranno degustare verso le 16.30 una dolce merenda gustosa con tè caldo in compagnia dei loro beniamini.  Il costo dell’evento – organizzato da cooperativa Parmigianino di Fontanellato – è comprensivo di visita guidata speciale al castello, gioco e merenda a buffet. La prenotazione per partecipare all’evento è obbligatoria. (torneo tre maghi)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Cavalli a Milano cala il sipario

Posted by fidest press agency su lunedì, 25 ottobre 2010

Oltre 1.200 cavalli, più di 700 cavalieri, 6.000 bambini di cui 3.500 neopatentati al Battesimo della Sella, 105 mila gli ingressi dei visitatori, più di 200 i giornalisti presenti e 20 le emittenti televisive che hanno seguito l’evento, una forte presenza delle aziende di settore con oltre 300 stand espositivi, 8 campi gara rivestiti di 1.500 tonnellate di sabbia e oltre 100 mila i contatti del sito web solamente nell’ultima settimana. Questi i numeri della prima edizione di CAVALLIaMILANO.
Fra i visitatori di CAVALLIaMILANO anche l’Onorevole Paola Frassinetti, Vicepresidente della Commissione Cultura della Camera dei Deputati, che personalmente ha accompagnato le due bambine Alice e Viola nel Battesimo della Sella, dichiara: ‘Sono colpita dall’affluenza davvero numerosa di pubblico che ha contraddistinto tutti i giorni, nonché la capacità organizzativa e la qualità degli spettacoli, ulteriore dimostrazione di come Milano sia da sempre una città sensibile alla tematica del cavallo’. Significativa la presenza della Nazionale Italiana Horse Ball che si è distinta vincendo il Torneo Quattro Nazioni organizzato per la prima volta proprio qui a Milano.
CAVALLIaMILANO conferma l’appuntamento al 2011 dal 13 al 20 ottobre sempre nelle moderne strutture di fieramilano Rho. (gran premio, spettacolo)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La scena a venire

Posted by fidest press agency su lunedì, 25 ottobre 2010

Bologna  28 ottobre 2010, ore 15 Palazzo Marescotti Via Barberia 4 convegno Il teatro di Luigi Gozzi. Ingresso libero, fino ad esaurimento posti  Il Dipartimento di Musica e Spettacolo dell’Università di Bologna dedica un ricordo all’opera di Luigi Gozzi: docente “storico” del Dams fin dagli anni della fondazione del Corso di Laurea in Discipline dello spettacolo, ma anche drammaturgo, regista, impresario teatrale, saggista  raffinato e insigne, qualche volta anche attore nei suoi spettacoli, fondatore nel 1973 con Marinella Manicardi del Teatro delle Moline.
Scrive il coordinatore della giornata, Giuseppe Liotta: “Luigi Gozzi verrà ricordato attraverso il contributo critico di colleghi, compagni lavoro, amici che hanno seguito da vicino il suo viaggio teatrale, che sembrava coincidere straordinariamente con la sua vita di tutti i giorni, con curiosità  e passione  ammirandone il rigore intellettuale e civile, l’ironia costante, la tenace etica professionale.”   Nel corso dell’incontro, verrà presentato il numero doppio della rivista semestrale Studi di Estetica (edizioni Clueb), interamente dedicato a Luigi Gozzi.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

A margine del convegno pastorale di Forlì

Posted by fidest press agency su lunedì, 25 ottobre 2010

Il Convegno ha voluto radunare i parroci e gli operatori pastorali (un centinaio i presenti in rappresentanza di comunità parrocchiali che complessivamente contano 50.000 abitanti) che da anni sono impegnati nel dare una nuova immagine alla realtà parrocchiale. La dinamica dell’incontro si è svolta con un forte tono narrativo e di condivisione delle testimonianze circa i segni di gioia come anche l’ansia per le difficoltà che si riscontrano nell’animare una comunità cristiana. Non si è parlato dei problemi della pastorale, né del progetto conosciuto col nome di “Nuova Immagine di Parrocchia”. Si è parlato di loro, i protagonisti… quelli che portano la croce e la gioia di essere impegnati nel servizio all’evangelizzazione dentro la parrocchia. Si è dato spazio alla comunicazione del cuore, agli stati d’animo, alle domande profonde che spesso si nascondono sotto la fitta coltre di lamentele e di frustrazioni per le cose che non vanno… per quelli che non ci sono, operando una vigorosa svolta dall’oggetto della pastorale, cioè “gli altri”, al soggetto, cioè gli operatori, che, allo stesso tempo, sono anche quegli “altri” da raggiungere con un messaggio di speranza e con un rinnovato annuncio del vangelo. Questo perché non vi è operatore pastorale che non sia allo stesso tempo madre o padre impegnato nell’affrontare i drammi familiari al pari di coloro che si vogliono raggiungere, oppure persone che lavorano e che portano nel cuore stanchezze provenienti dalla propria vita, prima ancora che per le fatiche pastorali.
Il convegno ha aperto una nuova prospettiva di animazione, dopo più di venti anni di attuazione in oltre cento parrocchie italiane e tre diocesi, ponendo la questione del soggetto umano, con le sue domande, prima di ogni azione o parola orientate a ottenere un “ritorno” o una “conversione”. I presenti hanno sperimentato come un progetto, promosso dal Movimento per un Mondo Migliore, portato avanti per anni, dentro le coordinate socioculturali del tempo in cui nacque (anni ’70/’80), ora può essere riproposto, usando gli stessi strumenti e cercandone di nuovi, dentro le nuove coordinate di un tempo di forte instabilità e che sta vivendo una transizione epocale tale da aver scosso tutte le certezze della vita di qualche decennio fa. A chiudere i lavori del convegno è stata la relazione di don Enzo Caruso, direttore per l’Italia del Movimento, dal titolo: Essere cristiani e fare parrocchia nel mondo globale – nuove risposte a nuove sfide”. (Raffaele Iaria in sintesi)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Tra Istituzioni e politica

Posted by fidest press agency su lunedì, 25 ottobre 2010

Sono diverse le questioni politiche che vivono all’ombra dell’ennesimo regalo che il capo   del governo aspirava a concedersi. Il lodo costituzionale – l’ennesimo – avrebbe voluto neutralizzare il potere discrezionale dei tribunali, aveva, sostanzialmente, assolto le imperizie degli estensori della legge, platealmente anticostituzionale, cancellava le guerre intestine,  contando sul voto dei finiani che hanno un comune desiderio (per opposte ragioni) di rinviare il  ricorso al voto anticipato. Di per sé  la legge votata  dal CdM  si è rivelata un autogol clamoroso.  Proviamo a leggere i sondaggi di queste ore e le opinioni degli elettori (molti dello stesso centrodestra) e capiremo quanto la destra pagherà salato l’ennesimo tentativo. Berlusconi più di ogni altro lo sa e, infatti, ha sperato di farla franca, ma ben sapendo il rischio che correva; per questo si è tenuto pronto a rinnegare il lodo e affermare, come solo lui sa fare, di non saperne nulla e di aver dovuto accettare le pressioni dei suoi collaboratori.    Da più parti si dice – e con ragione – che di fronte ad un esecutivo che espande senza freni il proprio potere, che svuota il Parlamento con overdose di decreti legge, che ricerca in modo scomposto ogni via d’immunità extra legem, sarebbe stato il momento di lanciare l’allarme con un gesto esemplare. Forse Napolitano poteva fare di più, forse no. Perché se non si ravvisano elementi d’incostituzionalità, il Colle non può rifiutarsi di controfirmare leggi e decreti che, dal Parlamento o dal governo, sono approvati.  Chi è Berlusconi lo sappiamo. Chi è Napolitano pure.  E, per fortuna, sono totalmente diversi. Si dice però che Napolitano avrebbe potuto comunque esercitare una pressione diversa sul governo, pur senza dire come. Ma se tutto questo fosse comunque vero, assegnare il compito di fermare il delirio autoritario, l’abuso di poteri e funzioni di questo governo, non può essere che compito della politica, non delle Istituzioni. La responsabilità della bulimia decretativa del governo corrisponde alle abitudini del suo rais, che da sempre, in politica come nella finanza, nel calcio persino, per vincere le sue partite ha sempre bisogno di giocare con il mazzo di carte truccato. Ci sarebbe bisogno di un’opposizione in grado di scendere nelle piazze ora, non tra una settimana. Una opposizione che dicesse chiaramente che, contro lo sfregio di questo governo al Parlamento, non rientrerà in Aula a tempo indeterminato. Allora sarebbe possibile chiedere al Quirinale di fermare ogni altro decreto legge privo del carattere di necessità e urgenza. Il risultato di tanto sfascio è che l’Italia è l’unico, tra i grandi paesi d’Europa, a non avere una forza politica  d’orientamento sociale e progressista. E oggi quindi, in assenza di ciò, chiedere a Napolitano di trasformarsi da garante istituzionale a soggetto politico per fermare Berlusconi,  rischia di diventare un tentativo   di scaricare sul Colle il fallimento delle scelte di molti professionisti della politica. Ma se la via giudiziaria alla politica sociale non solo non è percorribile, ma nemmeno vincente, quella di un Quirinale che da arbitro diventa giocatore è persino più pericolosa. I fautori di una politica progressista e sociale devono essere capaci  di studiare la storia dalla quale provengono e di prefigurare quella possibile nella quale tornare protagonisti.  Una coalizione che, superando le divisioni ideologiche, esalti le esigenze che stringono il paese in una morsa fatale, e,  per cominciare, sapesse utilizzare politicamente il bisogno di tanta parte del Paese di uscire dal buio in cui versa la democrazia dal 1994. E che, oltre a riproporre pensieri, parole, atti e politiche, si attrezzi rapidamente per far fronte alla caduta del regime berlusconiano, le cui crepe profonde cominciano a dipingersi sulle pareti.  Berlusconi controlla sempre meno la stessa macchina che ha messo in pista. Meglio darsi una svegliata ed essere pronti a non fare la fine di chi, dopo essere stato imprigionato, finisce pure sotto le mura della sua stessa cella quando arriva il terremoto. La divisione dei ruoli tra Istituzioni e politica deve risultare con grande chiarezza; il politico non può avvalersi delle prerogative istituzionali, mentre i rappresentanti delle Istituzioni non dovranno concedersi parentesi politiche. (Rosario Amico Roxas)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Eolico sui tetti perché no?

Posted by fidest press agency su lunedì, 25 ottobre 2010

La rivoluzione delle fonti energetiche rinnovabili in ambito urbano potrebbe partire sin da subito in ogni angolo del globo, almeno a considerare una serie interminabile di articoli, indagini scientifiche ed inserzioni pubblicitarie reperibili su internet. La questione che però Giovanni D’Agata, Componente del Dipartimento Tematico Nazionale “Tutela del Consumatore” di Italia dei Valori e fondatore dello “Sportello dei Diritti” si pone è che il passaggio tra il dire ed il fare non appare di così immediata realizzazione, se si pensa che nella stragrande maggioranza della cittadinanza quando si parla di fonti d’energia pulita in ambito urbano scatta immediatamente il pensiero al fotovoltaico sui tetti, mentre concetti quale eolico o geotermico appaiono relegati nella mente dei cittadini nell’ambito ristretto ed allo stesso ingombrante per l’ambiente dei grandi impianti.  Secondo alcuni studi, però, al calo della potenza media del vento negli ultimi 30 anni stimato nel 5-15% in conseguenza dei mutamenti climatici e all’infittirsi di piante ed edifici costruiti dall’uomo, nonostante ciò il rapporto sulle energie rinnovabili del GSE segnala l’incredibile crescita del settore, quantificata a 4.898 MW di produzione con un aumento della potenza installata anche nel primo semestre del 2010 ancora del 10% sul territorio nazionale, a comprova che il vento è una preziosissima fonte di approviggionamento energetico costante. E se a ciò si aggiunge che la normativa europea imporrà entro il 2021 l’obbligo per ogni edificio di consumare energia solo in base a quanta ne saprà produrre, il passaggio a fonti alternative anche al “sole”, dovrà essere pressoché conseguente. Nell’immediato, quindi, dovrà mutare nell’immaginario degli italiani il concetto inculcato che solo il fotovoltaico = energia pulita nel contesto urbano e quindi dovrà essere incentivata anche da parte degli installatori l’opportunità dettata dagli impianti eolici da montare direttamente sul tetto del condominio.  Non solo pannelli e pannelli ma come dovrebbe essere noto, grazie a una mini turbina eolica si può trasformare l’energia cinetica del vento in energia meccanica che, azionando l’asse di un alternatore, è in grado di produrre energia elettrica. Chiaramente gli impianti hanno una diversa dimensione in relazione all’energia che s’intende produrre e si distinguono in: micro eolico (0-qualche centinaio di Watt); mini eolico (1-20 kW); medio eolico (20-200 kW) e grande eolico (>200 kW).  Sui palazzi tendenzialmente si posso montare impianti micro o mini eolici di potenza fino a 5 kW di picco. Sino ad oggi, il problema della loro poca diffusione è stata legata principalmente a fattori estetici e di decoro urbano anche perché siamo stati abituati a pensare a mastodontiche pale meccaniche sorrette da enormi pali di sostegno che come giganteschi mulini a vento turbano il paesaggio circostante. La soluzione tecnica pensata per risolvere tale problema che è anche una questione di difesa ambientale si è trovata attraverso la rotazione di 90° della turbina, disponendola orizzontalmente, e installandola sul tetto con le due estremità assicurate alla copertura e con costi di installazione per impianti mini – eolici che sono compresi tra i 2.000 ai 3.000 euro per kW. Ma v’è di più: una volta connessi alla rete tali impianti possono usufruire degli incentivi statali per le energie rinnovabili con un meccanismo simile al Conto Energia dedicato al fotovoltaico, garantendo una tariffa omnicomprensiva di 0,30 euro per ogni kWh di energia non consumata e immessa in rete per un periodo di 15 anni.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nuovo presidente Anfe

Posted by fidest press agency su lunedì, 25 ottobre 2010

L’Associazione Nazionale  Famiglie Emigrati annuncia la nomina a presidente del movimento il Siciliano Paolo Genco. “La nostra missione – ha dichiarato il neopresidente Anfe, – è quella di garantire assistenza e supporto ai nostri connazionali che vivono all’estero da una o più generazioni. Ma non possiamo trascurare che, i fenomeni migratori sono in continua evoluzione e, per questo, rafforzeremo il nostro impegno, attraverso un rilancio internazionale del ruolo dell’Associazione, affinché quello delle migrazioni , rimanga uno dei temi di maggiore importanza, nel contesto socio-politico, non solo a livello nazionale, ma anche europeo e soprattutto globale”.

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Cannes: Premio al film di Xavier Beauvois

Posted by fidest press agency su lunedì, 25 ottobre 2010

Al film “Uomini di Dio” del regista Xavier Beauvois il meritato gran premio della giuria al festival  di  Cannes  2010, Un’epoca avulsa dall’amore ed esautorata dei valori etici in una società costeggiata da un firmamento di disaffezione e di incomprensione nei confronti “del diverso” in relazione al sesso, alle condizioni economiche, all’handicap, all’ideologia politica e soprattutto alla religione, protesa sempre più verso una crescente laicizzazione, dove l’egoismo, l’indifferenza e l’intolleranza regnano sovrane, potrebbe riscontrare una collettività sorda e disinteressata al film “Uomini di Dio” di Xavier Beauvois. La tematica riguarda la tutela del pluralismo religioso e delle tradizioni culturali. Narra la vicenda reale verificatasi nel 1996 dei trappisti del Monastero di Tibhirine in Algeria in una guerra tra fondamentalisti e la classe politica governativa con un epilogo drammatico. Una storia della quale si occupa ancora la Corte francese, che lascia alla gente risposte inadeguate e numerose ombre. Il film rappresenta l’intensa vita quotidiana dei monaci cistercensi: preghiera, lettura, lavoro; soprattutto l’impegno e l’amore per la Comunità dei musulmani nel rispetto assoluto della cultura e delle tradizioni religiose, un esempio emblematico di vero ecumenismo. Nonostante le continue sollecitazioni del Consolato francese di lasciare il paese e la crescita esponenziale del pericolo, che trovano immediata attenzione ed interesse degli stranieri, i monaci dopo un dialogo iniziale sofferto ma costruttivo, dove si alternano al malessere fisico di un monaco, quello interiore ancora più grave di un altro, al quale persino la fede vacilla per giungere in conclusione ad una scelta all’unisono di rimanere senza rimpianti condividendo responsabilmente il sacrificio delle loro vite innocenti immolate per l’amore del prossimo sull’altare di Dio, dopo il rapimento eseguito dai terroristi del Gia (gruppi islamici armati), animati e supportati sempre dall’amore per gli abitanti del villaggio ubicato nelle vicinanze del monastero. Soltanto un monaco riuscì a salvarsi nascondendosi nel giorno del sequestro. Lasciano nei fruitori del film una forte emozione i dialoghi che coinvolgono i monaci ed i loro fratelli musulmani con i quali condividono le loro gioie e inquietudini. Questa visione certamente si dischiude in modo diverso ad un pubblico animato da valori morali pregnanti per i quali i sentimenti, le emozioni alimentano i cuori e lasciano una luminosità nell’anima e pertanto ritengono il Gran Premio della Giuria Festival di Cannes 2010 conquistato meritamente sul campo, anche per la sublime partecipazione degli attori. Straordinaria ed amabile nel ruolo del protagonista, il Priore Fra’ Christian, l’interpretazione dell’attore Lambert Wilson, pietra miliare intorno alla quale si snodano nei mille rivoli: i dialoghi e gli interventi maggiormente significativi di una storia avvincente presente nel Cinema dal 22 ottobre, già nelle prime posizioni degli incassi nazionali. Una proiezione da non perdere con una visione da godere scevra da interruzioni. (Alberto De Marco in sintesi)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Bari: Occupazione abusiva e utilizzi alternativi

Posted by fidest press agency su lunedì, 25 ottobre 2010

Bari 26 ottobre alle ore 10,30, si terrà una conferenza stampa, presso la sede del GIL sita in Bari alla Via Trevisani 295 ad iniziativa di Luigi Cipriani, Segretario Politico del Gruppo Indipendente Libertà. In tale occasione, verranno trattati i seguenti punti:
1.    Illustrazione del contenuto dell’Interrogazione Parlamentare che un Parlamentare locale del PDL che sottoporrà all’attenzione  al Ministro dell’Interno (Roberto Maroni);
2.    Illustrazione del contenuto della denuncia depositata presso la Procura di Bari della Corte dei Conti;
3.    Individuazione dei possibili utilizzi alternativi della struttura di proprietà Comunale, di 6 Mila Mq. circa.
Durante la suddetta conferenza, sarà messo a disposizione della stampa, l’intero e voluminoso carteggio, relativo alle iniziative intraprese sino ad ora, congiuntamente al comitato dei residenti, comprendenti circa 150 famiglie di Via Carrante.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Comunità cristiane a confronto

Posted by fidest press agency su lunedì, 25 ottobre 2010

In rappresentanza di oltre 60.000 abitanti, si sono incontrati a Caselle-To i parroci don Carlo Castagneri di Volpiano, don Sergio Fedrigo di  Troffarello, don Antonio Appendino  di Mappano, don Claudio Giai Gischia  di Caselle, don Osvaldo Maddaleno di Borgaro  e don Giuseppe Torre di Genova insieme ad una sessantina di laici. Don Gino Moro del Movimento Mondo Migliore con la collaborazione di sr Antonella Apolloni  hanno coordinato e animato l’incontro.  Raccontarsi – nelle luci e nelle ombre – per valutare insieme, sulla scia delle Scritture, i propri cammini di Chiesa, è stato veramente utile per tutti.
L’azione pastorale in cui sono impegnate queste comunità si ispira al progetto Nuova Immagine di Parrocchia, animato e diffuso del Movimento Mondo Migliore, in recezione dell’ispirazione e  della visione conciliare. Essa  proprio per alcuni suoi specifici caratteri, ottiene, certamente, alcuni frutti e risultati, ma insieme con questo “centuplo”, non mancano alcune tipiche persecuzioni.
Si sono richiamati sei  caratterizzazioni dell’azione pastorale e ne abbiamo evidenziato la complessità:
1) In ragione del carattere progettuale dell’azione pastorale.
2) In ragione del carattere kerigmatico dell’azione pastorale, ci in/s-contriamo con la complessità di chi vuole non solo trasmettere principi e valori, ma favorire eventi rivelatori, esperienze significative di irruzione del dono di Dio nel cuore di noi stessi, alla radice della nostra libertà.
3) In ragione del carattere comunitario dell’azione pastorale, con la complessità di chi vuole non tanto promuovere attività – in modo pragamatico –  ma mettere in inter-relazione le persone, favorire la crescita dei rapporti, le forme e la qualità della comunicazione.
4) In ragione del carattere dinamico  dell’azione pastorale, con la complessità di chi, abbandonata la visione ripetitiva, nella luce dell’esodo, intende promuovere itinerari, cammini, progressioni e avanzamenti.
5) In ragione del carattere ministeriale  dell’azione pastorale, con la complessità di chi, abbandonata la visione minimalista dei laici quali esecutori dipendenti, vuole onorare la loro dignità profetica sacerdotale e regale.
6) In ragione del carattere profetico  dell’azione pastorale, con la complessità di chi, reagendo con lucidità ad ogni forma di ecclesiocentrismo (autoreferenzialità della pastorale) intende aprire tutti e la comunità come tale alle trame della salvezza nel territorio, nell’ambiente, decifrando i segni della presenza del Risorto nella società attuale. (Raffaele Iaria in sintesi)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Tumore della mammella

Posted by fidest press agency su lunedì, 25 ottobre 2010

Empoli 27 ottobre dalle ore 16 alle ore 18, nei locali della sede del Delfino Azzurro, in via del Pozzo di Avane . All’incontro, intitolato “Il tumore della mammella. Nuove strategie”, interverrà il dottor Claudio Caponi dell’unità operativa di chirurgia generale dell’Asl 11 di Empoli. Il ciclo di incontri è organizzato dall’Associazione dei Cittadini per la salute in collaborazione con Astro (Associazione per il sostegno terapeutico e riabilitativo in oncologia), il Delfino Azzurro e l’Asl 11.
Il secondo appuntamento è in programma martedì 2 novembre prossimo, dalle ore 16 alle ore 18, nella sede del Delfino Azzurro. Nell’occasione il dottor Alessandro Bini illustrerà ai partecipanti come e per quali ragioni è importante difendersi dall’obesità.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma capitale: opportunità per tutti

Posted by fidest press agency su lunedì, 25 ottobre 2010

«Chi ti dimostra che ad avere le idee confuse è lui, come si evince dalle sue dichiarazioni, che altro non sono che un calderone di accuse senza fondamento e di luoghi comuni. La Legge sul federalismo fiscale stabilisce con grande chiarezza che ci sia raccordo istituzionale, coordinamento e collaborazione tra Roma Capitale con lo Stato, la Regione Lazio e la Provincia di Roma, per la determinazione dei nuovi poteri amministrativi di Roma Capitale. Quella del Sindaco non è affatto una visione angusta, come dichiara l’esponente del Partito Democratico, ma rappresenta semplicemente l’attenersi al dettato della legge votata dal Parlamento. Come sempre l’opposizione cerca di “buttarla in caciara”, invece di comprendere che Roma Capitale è una grandissima opportunità di sviluppo per la città, per la stessa Regione e quindi per tutte le province del Lazio. Chiti sembra invece voler, per puro spirito demagogico, fomentare le province del Lazio ancora una volta contro Roma. Ma basta!». Lo dichiara in una nota il vicesindaco di Roma, Mauro Cutrufo.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sanità: collaborazione tra pubblico e privato

Posted by fidest press agency su lunedì, 25 ottobre 2010

Come aumentare il livello di salute dei cittadini italiani e, allo stesso tempo, razionalizzare i costi del Sistema Sanitario Nazionale?  Da decenni la spesa del SSN è inferiore a quella dei paesi dell’Europa continentale, ma esistono ulteriori margini di miglioramento che possono e devono essere raggiunti. I costi causati dalla scarsa aderenza alle terapie, ad esempio, sono una delle principali voci di spesa del sistema, che potrebbero essere ridotte notevolmente con un’adeguata  collaborazione tra pubblico e privato.  Si stima che circa il 50% dei pazienti affetti da patologie croniche dopo 1 anno interrompa la terapia. Inoltre, dal 20% all’80% dei pazienti (a seconda della patologia) non segue adeguatamente il trattamento prescritto. Lo Stato italiano, a causa delle fratture femorali, spende annualmente circa 1 miliardo di Euro. Di questi, circa 60 milioni sono dovuti ai malati di osteoporosi che non seguono correttamente la terapia (circa il 25%).
Negli Stati Uniti, più in generale, la scarsa aderenza alle terapie mediche genera ogni anno un aumento di costi di circa 290 miliardi di Dollari.
Una collaborazione più attiva tra SSN ed industria privata può aiutare a responsabilizzare, educare, indirizzare i pazienti cronici in ogni fase della terapia,  garantendo, anche attraverso soluzioni di outsourcing,  un supporto continuo, e soprattutto specializzato, ai pazienti.
In aggiunta, questo tipo di soluzione, può alleggerire i bilanci delle istituzioni competenti e dare risposta alle diverse esigenze dei pazienti e delle loro famiglie.  La politica deve aiutare a semplificare i processi per far sì che anche l’Italia diventi una realtà competitiva”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Decreto tariffe postali agevolate per l’editoria

Posted by fidest press agency su lunedì, 25 ottobre 2010

“Continua a rimanere fortemente critica la nostra posizione rispetto a questo decreto: la spedizione di libri attraverso pacchi postali ha costituito da sempre una fondamentale opportunità per diffondere i prodotti editoriali nel nostro Paese, ma il decreto del Ministero dello sviluppo esclude inspiegabilmente forme di agevolazione per tali prodotti”. E’ ancora una volta forte la reazione del presidente dell’Associazione Italiana Editori (AIE) Marco Polillo dopo la firma del decreto che istituisce le tariffe agevolate postali per l’editoria. Al centro dello scontro il fatto che nel provvedimento si dimentichi la parte dei pacchi contenenti libri, fondamentali per gli editori di libri e per i quali l’abolizione delle tariffe agevolate ha comportato rincari del 600%. “Continuiamo ad essere allibiti del fatto che non si voglia risolvere in toto il problema – ha proseguito Polillo – Dallo scorso aprile l’invio di ogni pacco contenente libri è passato da 1 a 7 euro. E’ inevitabile che le ricadute siano pesanti, non solo in termini economici per la vita delle case editrici, ma anche sul piano culturale per tutto il Paese, visto che a seguito dello sproporzionato aumento l’invio di libri in Italia è drasticamente crollato”. “Qui è in gioco non sono l’economia del mondo del libro, ma anche la diffusione della lettura e della cultura del nostro Paese – ha affermato Polillo –: assistiamo esterrefatti alla firma di questo testo che risolve solo parte del problema malgrado esplicite rassicurazioni da parte del Governo (Ministro dello Sviluppo e Presidenza del Consiglio) che l’accordo avrebbe riguardato tutti i settori coinvolti”.  “L’aspetto paradossale dell’intera vicenda – ha concluso – è che nel corso delle riunioni con Poste Italiane avevamo trovato una intesa anche per i pacchi: evidentemente poi qualcuno ha cambiato idea unilateralmente. Ci auguriamo ora che con la mediazione del Governo si risolva davvero la parte per noi principale del problema. Come categoria non ci possiamo più permettere ritardi”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Salute e medicina di genere

Posted by fidest press agency su lunedì, 25 ottobre 2010

Sempre più spesso si sente parlare di medicina di genere e di come donne e uomini debbano essere uguali anche nel diritto alla salute e di fronte ai servizi societari. Sempre più ci si deve rendere conto che la donna non è immune alle malattie che si è sempre ritenuto dovessero colpire prevalentemente l’uomo. Sempre più allarmante appare la constatazione delle significative differenze di genere nell’accesso alle cure e nello studio dei farmaci. Questi sono gli elementi che hanno aperto la tavola rotonda “Medicina di genere e implicazioni nella organizzazione sanitaria” tenutasi oggi all’Università di Padova durante il secondo Congresso Nazionale sulla Medicina di Genere. “La Medicina di Genere non è una nuova etichetta della medicina della donna” osserva Giovannella Baggio, Direttore U.O.C. Medicina Generale, Azienda Ospedaliera di Padova e Presidente del Congresso, Si avverte quindi il bisogno di una nuova specificità nell’approccio scientifico che si traduce in una ricerca biomedica sempre più capace di indagare la complessità biologica della differenza di sesso accanto alla necessaria attenzione alla differenza con cui i due generi sono interpretati nell’organizzazione sanitaria, per evitare diseguaglianze che ricadono sulla sofferenza dell’individuo e sui costi della sanità.
Il sistema ospedale è profondamente inserito nel tessuto del territorio e le inferenze reciproche consentono di modulare la continuità di cura nel rispetto della dimensione biologica e sociale della persona. L’ospedale rappresenta quindi un’area ove la valenza di genere può essere realizzata, ottimizzata e quindi misurata sulla reale efficienza del sistema. Ne consegue che l’ospedale si deve fare guida e garante dell’organizzazione propria e del territorio, perché dall’ospedale vengono proiettate sul territorio le sua forze ovvero le sue debolezze. In questa prospettiva la Medicina di Genere, proprio per le sue valenze trasversali e il suo forte impatto sulla riduzione delle diseguaglianze di approccio ai servizi, può costituire un supporto all’efficacia del percorso diagnostico, terapeutico e di trattamento del cittadino malato.
La medicina di genere si pone quindi come una grande sfida che può essere vinta solo favorendo lo sviluppo di un approccio multidisciplinare al problema, un approccio che integri competenze e attori diversi: medici, ricercatori ed esperti di economia, clinical governance, comunicazione, organizzazione sanitaria, educazione e formazione, e di vari settori dell’industria.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Conferenza europea “Child in the City”

Posted by fidest press agency su lunedì, 25 ottobre 2010

Firenze dal 27 al 29 ottobre 2010, presso il Palazzo dei Congressi a Firenze (Piazza Adua, 1)  le “Città amiche dei bambini” di tutta Europa si tiene la V Conferenza “Child in the City”, appuntamento biennale dei coordinatori delle “Città amiche dei bambini” di tutto il continente. L’evento è promosso dallo European Network of Child-Friendly Cities (la Rete europea delle Città amiche dei bambini), in collaborazione con l’UNICEF, la Child in the City Foundation e l’Istituto degli Innocenti di Firenze per incoraggiare le città europee a creare degli spazi pubblici
“amici dei bambini”. Dopo gli appuntamenti di Bruges, Londra, Stoccarda e Rotterdam, è questa la prima volta che la Conferenza viene ospitata nell’Europa meridionale. L’edizione di quest’anno sarà un’occasione per rinnovare anche l’attenzione dell’opinione pubblica italiana su temi cruciali per il benessere dei suoi cittadini più piccoli, grazie a occasioni di scambio, condivisione e confronto di esperienze con altre realtà europee e non solo. La  Conferenza è articolata in sessioni plenarie e panel di approfondimento sull’attuazione  dei diritti dell’infanzia nelle città, con riferimento, in particolare,   a   quattro   principali  aree  tematiche:  i  diritti  alla partecipazione e al gioco; la povertà e l’esclusione nelle città; i bambini e  i cambiamenti climatici; gli strumenti di valutazione e auto-valutazione per le “Città Amiche dei Bambini”. Sono  attesi  circa  500 tra amministratori locali, operatori e ricercatori internazionali,rappresentanti   di   associazioni   e   organizzazioni  non governative per presentare esperienze, studi e ricerche, confrontarsi sulle buone  pratiche  realizzate  in  tanti paesi del mondo, oltre che sui molti passi ancora da fare per rendere le città più vivibili e attente ai bisogni e ai diritti dei bambini. Tutte le informazioni sulla conferenza ed il programma sono disponibili nel sito http://www.childinthecity.com/

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Rimodulazione fondi Ministero sviluppo economico

Posted by fidest press agency su lunedì, 25 ottobre 2010

Sono circa 110 milioni di euro disponibili in un fondo unico per tutti i settori del piano incentivi Avviata anche la procedura di saldo dei contributi spettanti ai rivenditori. Le risorse residue del piano governativo di incentivi, varato in aprile per sostenere i consumi nei settori previsti, sono state rimesse in circolo liberando così circa 110 milioni di euro. Il Ministro dello Sviluppo Economico, Paolo Romani, infatti, ha firmato il decreto con cui sono riassegnati i fondi ancora disponibili per il sostegno della domanda finalizzata ad obiettivi di efficienza energetica, eco compatibilità e di miglioramento della sicurezza sul lavoro. La rimodulazione è stata fatta sulla base delle informazioni sullo stato delle prenotazioni dei contributi per i 10 settori incentivati fornito da Poste Italiane Spa. Contestualmente è stata anche avviata la procedura di pagamento dei contributi spettanti ai rivenditori. Il Ministro Romani ha sottolineato che è la misura di sostegno ai consumi si è dimostrata un successo: ben quattro dei dieci settori economici interessati agli incentivi hanno esaurito le risorse originariamente loro destinate già a poche settimane dall’avvio del provvedimento. A tal fine, è stato deciso di effettuare un’unica variazione compensativa tra tutti i settori che consentirà di far confluire tutte le risorse ancora non prenotate in una disponibilità comune ai settori stessi. In un momento di difficile congiuntura economica, la misura governativa ha dato un forte sostegno ad importanti settori del nostro Made in Italy. In particolare, c’è stato il sostegno statale a favore di settori a forte presenza di imprese italiane, come la nautica, che ha permesso l’acquisto di 155 stampi industriali per scafi da diporto, per quasi 20 milioni di euro, e di oltre 1.300 motori fuoribordo. Come pure il sussidio alla produzione di macchine agricole e per il movimento terra che, seppur con numeri inferiori in termini di contributi erogati (quasi 4.300), hanno visto il veloce esaurirsi delle risorse loro destinate. Anche nel settore degli elettrodomestici ad alta efficienza energetica, gli incentivi hanno dato uno stimolo alla domanda: con il sostegno pubblico di oltre 35 milioni di euro sono state acquistate a condizioni agevolate, oltre 50 mila cucine a gas, quasi 90 mila forni elettrici, oltre 176 mila lavastoviglie, più di 105 mila piani di cottura. Cui si sono aggiunte oltre 78.200 cucine componibili, con uno specifico contributo statale di più di 54 milioni di euro. A questo proposito sono oltre 755.000 le pratiche già controllate nella loro correttezza formale, per un totale di oltre 128 milioni di euro di contributi di cui a breve verrà avviato il pagamento. Le restanti 172.000 richieste di incentivo fino ad oggi presentate risultano ancora da perfezionare e/o validare nella loro parte documentale, per un importo totale di 61 milioni di euro di contributi prenotati.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »