Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 229

Influenza: 80.000 persone a letto a settimana

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 ottobre 2010

Si avvicina la fine di ottobre, termine entro il quale tutte le regioni italiani dovranno aver avviato, secondo le indicazioni del ministero della Salute, la campagna vaccinale contro l’influenza 2010-2011; e si avvicina al tempo stesso quel picco dell’influenza stagionale che secondo gli esperti quest’anno dovrebbe arrivare prima del solito. Mentre il ministro della Salute ribadisce che “la validità del vaccino contro l’influenza stagionale non si discute” e invita all’immediata vaccinazione le persone giovani con malattie croniche o gli over 65, è ai nastri di partenza “Influnet”, la rete di sorveglianza dei medici-sentinella coordinata dal Ministero della Salute. Lo conferma Stefania Salmaso, direttore del Centro nazionale di epidemiologia, sorveglianza e promozione salute dell’Iss. Influnet è la rete di sorveglianza della sindrome influenzale coordinata dal Ministero della Salute e che si avvale della collaborazione dell’Iss, del Centro Interuniversitario per la Ricerca sull’Influenza (Ciri), dei medici di medicina generale e pediatri di libera scelta, dei laboratori di riferimento per l’influenza e degli Assessorati regionali alla Sanità. L’obiettivo è descrivere i casi di influenza, stimare l’incidenza settimanale della sindrome influenzale durante la stagione invernale, in modo da valutare durata e intensità dell’epidemia. Quest’anno i medici-sentinella impegnati nella sorveglianza saranno circa un migliaio. E dovranno giocare d’anticipo, se è vero, come spiega il virologo dell’Università di Milano Fabrizio Pregliasco, che “i virus influenzali potrebbero arrivare in anticipo”. Tra questi anche il virus H1N1 che, sebbene declassato da virus pandemico a stagionale, mantiene la sua alta diffusività e, dunque, “potrebbe innescare un arrivo anticipato dell’influenza stagionale”. I virus influenzali, ad ogni modo, conferma l’esperto, non sono ancora stati isolati ma è presumibile una loro comparsa entro qualche settimana. Nel frattempo però, sottolinea il virologo, “sono in aumento le sindromi parainfluenzali, la cui diffusione è facilitata dagli sbalzi termici registrati in questi ultimi giorni”. Si tratta di forme che possono portare anche complicanze a livello bronchiale e che al momento, ha detto Pregliasco, “stanno colpendo circa 70-80mila italiani ogni settimana”. Infine si moltiplicano le iniziative di informazione e sensibilizzazione rivolte anche a chi ha figli piccoli. A Roma l’ospedale pediatrico Bambino Gesù ha realizzato un focus interamente dedicato all’influenza stagionale nei bambini, per sottolineare l’importanza di comunicare tempestivamente le corrette modalità di vaccinazione, i destinatari, i tempi e i dosaggi a seconda delle fasce d’età. “I più piccoli, soprattutto quelli con patologie croniche – spiegano dall’ospedale – sono non solo le persone maggiormente vulnerabili al contagio, ma anche i principali veicoli di diffusione: è per questo motivo che il picco influenzale tra i bambini in età scolare precede di circa due settimane quello del resto della popolazione”. (fonte federanziani sic magazine) Precedenti qui

Una Risposta to “Influenza: 80.000 persone a letto a settimana”

  1. […] Influenza: 80.000 persone a letto a settimana […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: