Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 25

La class action dell’Antitrust…

Posted by fidest press agency su lunedì, 1 novembre 2010

Per accelerare i pagamenti della pubbliche amministrazioni l’Antitrust dovrebbe poter attivare class action contro quelle che ritardano le erogazioni. Lo ha chiesto il presidente Antonio Catricala’ nel corso del convegno dei giovani di Confindustria, sottolineando che questo sarebbe una via praticabile per attuare concretamente la direttiva Ue che impone il termine di 30 giorni per i pagamenti. ‘Dateci la possibilita’ -ha detto- di attivare la class action contro le pubbliche amministrazioni che non pagano, con la rimozione del dirigente che ritarda il pagamento’.
Complimenti al presidente dell’Antitrust che, al pari dei piu’ disinformati gazzettisti o associazioni, auspica l’uso della class action come se lui vivesse negli Usa e non in quel Paese in cui la class action, allo stato, e’ solo una chimera. Il presidente Catricalà si e’ messo ala pari di chi declama l’uso dell’azione giudiziaria collettiva solo come specchietto delle allodole: abituati ad usare quasi esclusivamente termini superlativi e parossistici per aggettivare fatti e circostanze si’ che tutto abbia sempre l’aspetto di straordinario ed estremo (e -secondo loro- “vendere meglio” il proprio prodotto), quando intuiscono che per far valer le proprie ragioni c’e’ solo il ricorso giudiziario… ecco che avocano la mitica class action, quasi sempre quando questa azione giudiziaria non e’ possibile che sia utilizzata. Ma fintanto che lo fanno gazzettisti ed associazioni, pur se disdicevole, queste ultime rientrano in quel diffuso clima di urlatori che concepiscono la comunicazione civica quasi esclusivamente come un “rutto continuo”… ma se lo fa il presidente della più importante autorita’ che sovrintende al passaggio al mercato libero e concorrenziale, la cosa ci preoccupa per due motivi:
1 – Catricalà parla così perchè non conosce come funziona la class action alla matriciana approvata in Italia…
2 – parla così perche’ anche lui usa il metodo di gazzettisti e associazioni urlatrici, anche se in modo raffinato: infatti Catricalà precisa “Dateci la possibilità di attivare la class action contro le pubbliche amministrazioni”… quindi forse sa che la legge non prevede questo tipo di class action e usa quest’ultima, visto che parla ad un convegno di Confindustria, come spauracchio (pur se finto) contro la Pubblica Amministrazione che paga le aziende fornitrici con tempi jurassici e, soprattutto, per invogliarsi chi lo sta ascoltando e strappare applausi e consensi. Povera class action… che per ora continua a restare nei film americani con John Travolta e Julia Roberts. (Vincenzo Donvito, presidente Aduc)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: