Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

La Russa sul caso Berlusconi

Posted by fidest press agency su martedì, 2 novembre 2010

Il ministro il ministro della Difesa e coordinatore del Pdl Ignazio La Russa ragiona da avvocato difensore e sulle pagine del Corriere della sera di stamani dichiara: “La telefonata alla Questura del presidente del Consiglio Silvio Berlusconi per interessarsi di Ruby non ha nessun rilievo penale e aveva tutto il diritto di farla”. E tanto per dare un contentino ai critici di turno soggiunge: “a volte, purtroppo, è più importante la prudenza dell’umanità e della generosità”. Tutto qui? Impostata in questi termini dovremmo ringraziare il presidente del Consiglio per aver sottratto alla “grinfie” della polizia una minorenne ed evitato che venisse carcerata per un peccatuccio di “dozzina” come direbbe il nostro poeta. Non solo. Ha persino trovato a stretto giro di telefonata una consigliera regionale del suo partito pronta ad accollarsi l’affido della ragazzina. Se poi questo episodio ha assunto una valenza “politica” e uno scandalo “mediatico” è tutta colpa delle opposizioni che non fanno altro che spiluccare nella vita privata del “capo” per denigrarlo. D’altra parte, sottolinea La Russa, anch’io “da giovane capo del Msi” ho fatto “decine di telefonate per far rilasciare ragazzi ingiustamente detenuti”. Una confidenza che ci apre una visuale della vita italiana dove la polizia sembra avere l’abitudine di arrestare gli innocenti, peggio ancora se minorenni e a tenerceli fin tanto che non intervenga qualcuno “autorevole” a liberarli. Che brutta polizia che abbiamo. Roba da terzo mondo. Sappiamo bene che le cose non stanno come ci sono dipinte e se il fine è solo quello di dimostrare la bontà di un intervento per una ragazza che era solita frequentare la casa del Premier, non è giusto coinvolgere in una azione men che corretta seri professionisti e operatori della giustizia colpevoli solo di aver “fermato” una “intoccabile”. Ci fa specie che i sindacati dei poliziotti, sempre attenti e giustamente sensibili alla onorabilità dei loro colleghi, non siano intervenuti tempestivamente con una dichiarazione e una precisazione.

Una Risposta to “La Russa sul caso Berlusconi”

  1. […] Dopo il polverone sollevato dal presunto intervento per interposta persona del Presidente del consiglio  presso la Questura di Milano per raccomandare il rilascio di una minorenne marocchina, accusata di furto, che si dice abbia frequentato l’abitazione di Arcore del premier, sono venute le dichiarazioni ufficiali. Per il ministro degli interni Maroni: “dal mio punto di vista i rapporti mi confermano che in Questura si sono comportati applicando tutte le regole, le norme e la prassi, quindi, nulla da eccepire”. A sua volta Gianfranco Fini aupisca “che la vicenda Ruby non sia accaduta così come è stata raccontata, perché altrimenti non sarebbe più una questione soltanto privata”. Per Altero Matteoli ministro delle Infrastrutture e trasporti persino il cauto commento di Fini diventa motivo di polemica: “Vedo che di argomenti ne ha pochi”, E di rimbalzo un’altra battuta proviene da Maurizio Lupi: “se fossi nel presidente Fini ripenserei a quanto gravi sono, per la democrazia del paese, le parole pronunciate stamattina sull’interdizione che Fli farà alle leggi a favore del premier”, Per Jole Santelli diventano una “noia questi novelli Savonarola sempre pronti ad emettere giudizi sulla morale altrui e generalmente altrettanto permissivi nei confronti propri e dei propri amici”. Renao Brunetta, invece, va sul pragmatico: “Bando all’ipocrisia. Berlusconi avrà tanti difetti, ma ha più pregi che difetti. Il Paese lo conosce e lo ha votato”.  L’opportunista Francesco Storace (La Destra), a sua volta, non si fa mancare l’occasione per lanciare l’ennesimo strale a Fini: “Spiace che Fini sia imbarazzato per Ruby. Noi siamo imbarazzati per lui. Ha svenduto roba non sua al cognato e ancora parla…”. E via di questo passo. E noi non possiamo dimenticare a questo punto che il sistema Italia vacilla e che si avverte da tempo un forte squilibrio tra i temi reali e quelli che danno solo spettacolo da baraccone. Possibile che gli italiani che hanno votato Berlusconi non se ne sono accorti? Seguito qui (A.R.) […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: