Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 316

“Altri interventi straordinari a Pompei? No, grazie!”

Posted by fidest press agency su domenica, 7 novembre 2010

La Confederazione Italiana Archeologi accoglie con stupore le dichiarazioni del Ministro Bondi che, oltre a lamentare la carenza di fondi per il suo dicastero, ha rivendicato “il grande lavoro fatto” affermando che si dimetterebbe se avesse “la certezza di avere responsabilità in quanto accaduto”.  “Siamo giunti ad un punto di non ritorno – afferma il Presidente Giorgia Leoni – non è più tempo di speculazioni filosofiche e teoremi astratti: è necessario cambiare nettamente la rotta degli indirizzi politici nei beni culturali. Il settore è allo sbando e a pagarne le spese più care è il nostro stesso patrimonio, oltraggiato da continui tagli dei fondi strutturali per l’ordinario funzionamento del Minsitero, dal tracollo del concetto di bene culturale come “testimonianza avente valore di civiltà”, soppiantato da quello di “strumento avente valore di speculazione”, dallo svilimento delle professionalità che operano per la sua tutela e la diffusione della sua conoscenza. E cominciamo proprio dal pretendere dal Ministero delle Finanze una deroga ai tagli della spesa pubblica, recuperando fondi per i Beni Culturali”. ” L’on. Bondi – continua il Presidente Leoni – non è certo responsabile di tutti i mali che affliggono il nostro patrimonio, ma è pur sempre un Ministro della Repubblica, con precisi doveri e responsabilità istituzionali. Non solo onori, passerelle e inaugurazioni, caro ministro, è il caso che lei risponda una volta per tutte, con l’onestà intellettuale che la distingue, degli sfaceli generati dai commissariamenti di Pompei, Roma e Ostia. A meno che non si voglia pensare ad un tenace accanimento del destino.” “I provvedimenti annunciati – prosegue il Presidente Leoni – spaventano ancor di più: ” un piano di manutenzione straordinaria per le case di Pompei, molte delle quali sono a rischio”. Ancora interventi straordinari? Dopo oltre due anni di commissariamenti straordinari? Di protezione civile? Di city manager? Di gestioni prefettizie?” All’ennesimo annuncio di interventi straordinari la Confederazione Italiana Archeologi risponde No, grazie e propone al ministro Bondi di mettere in atto un intervento questo sì straordinario: azzerare le strutture commissariali; riportare in seno al ministero la gestione della tutela e della conservazione; recuperare il valore delle operazioni ordinarie e quotidiane di monitoraggio e salvaguardia del nostro patrimonio che lo Stato ha sempre messo in atto ; restituire ai professionisti che operano nei Beni Culturali una meritata, riconosciuta e reale dignità professionale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: