Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 348

Las ruinas de huanchaca

Posted by fidest press agency su lunedì, 8 novembre 2010

Napoli. Emozionante debutto cileno per il Teatro di San Carlo, volato in tournée con Orchestra e Coro – preparato come di consueto da Salvatore Caputo – diretti dalla familiare bacchetta di Maurizio Benini. Le maestranze artistiche di casa, con le voci dei solisti Cinzia Forte e Maurizio Giordano, riscuotono un successo strepitoso. Il Lirico napoletano porta in Cile, per il suo primo Concerto (sabato 6 novembre) tra le Rovine di Huanchaca ad Antofagasta, un Omaggio al Melodramma italiano cucito sulle più popolari arie d’opera: un programma che inanella titoli che vanno dalla grande melodia di Verdi alla sensualità di Puccini, passando per il Verismo di Mascagni.
Il bis, urlato a gran voce, sfoggia un classico della canzone napoletana: “’O sole mio”. Ma è il celeberrimo “Brindisi” de La Traviata, gran finale di programma, ad esser richiesto più volte e a suscitare un entusiasmo contagioso.
Una standing ovation benvenuta, allora, per questa prima tappa di un viaggio simbolico e artistico insieme, attraverso le Ruinas de Huanchaca della città di Antofagasta,  tra i resti di una delle fonderie più antiche del Cile, un tempo proprietà di una società mineraria boliviana, chiusa all’inizio del secolo scorso e oggi monumento nazionale.  Due paesi legati simbolicamente dalla voglia di libertà, e due ricorrenze storiche fra Italia e Cile: fra pochi mesi l’Italia celebrerà i 150 anni dalla sua unificazione, proprio mentre il Cile festeggia i 200 anni dalla prima Giunta Nazionale di Governo che, nel 1810, diede il via al processo che portò all’indipendenza del Paese e alla nascita della Repubblica Cilena. E due fondazioni, Teatro a Mil di Santiago e Teatro di San Carlo di Napoli, per una tournée che porterà, sotto l’egida del Governo cileno, l’eccellenza artistica italiana ma soprattutto napoletana: perchè si sa, “il cuore pulsante di Napoli batte da sempre qui, al San Carlo”. (Laura Valente)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: