Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Archive for 10 novembre 2010

Iros Marpicati: Paesaggi inospiti e altre presenze

Posted by fidest press agency su mercoledì, 10 novembre 2010

Milano fino al 12/12/2010 corso Magenta 61, Fondazione Stelline a cura di Giorgio Seveso Nell’esposizione, dal titolo Paesaggi inospiti e altre presenze, 25 opere di grandi dimensioni ripercorrono gli ultimi quindici anni di produzione dell’artista bresciano.
C’e’ l’uomo al centro della ricerca di Iros Marpicati, l’uomo contemporaneo di fronte al suo destino, a volte pervaso da una disperata cognizione del dolore, a volte, da un’ironica presa d’atto della propria condizione. Marpicati rivela nella qualità espressiva delle sue immagini una manualità rigorosa e ben esercitata nell’arte del disegno, limitata all’uso della sola grafite, cosi’ come gestisce senza difficoltà le tecniche miste, siano esse smalti o vernici spray.
Le sue piu’ recenti opere scivolano da una rigorosa figurazione verso i campi dell’astrazione. I suoi Paesaggi inospiti, infatti, sembrano strani e ostili ambienti, o enormi congegni meccanici e minacciosi, in cui l’uomo si perde. Le sue geometrie che si allungano in lame taglienti, si compattano in blocchi di colore nero, dove la figura umana, ridotta a sagoma quasi invisibile, viene inghiottita.  Accompagna la mostra un catalogo con testi del curatore e dei critici che nel tempo hanno seguito il lavoro di Iros Marpicati, quali Mario De Micheli, Vittorio Sgarbi, Duccio Trombadori, Rossana Bossaglia, Luciano Caramel, Elena Pontiggia, Giorgio Di Genova, Martina Corgnati, Fabrizio D’Amico, Giorgio Cortenova, e altri.
Iros Marpicati e’ nato a Ghedi (Brescia). Ha studiato all’Accademia Carrara di Bergamo con Achille Funi ed ha cominciato ad esporre nel 1957, incoraggiato da Mario de Micheli.
In contemporanea e’ visibile la mostra “Gabriele Basilico. Istanbul 05.010”  Gallery II – fino al 12 dicembre 2010 (intero € 4; ridotto € 3) (Immagine: Iros Marpicati, Trittico, 2009, cm 150×210, tecnica mista su cartoni Schoeller intelaiati)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Fabrizio Pozzoli e Gianfranco Ferroni

Posted by fidest press agency su mercoledì, 10 novembre 2010

Milano fino al 30/1/2010 via Melzo, 30 Gli Eroici Furori Attese – Fabrizio Pozzoli dialoga con Gianfranco Ferroni a cura di Chiara Gatti  La galleria Gli eroici furori – Arte contemporanea presenta, per la prossima stagione espositiva, un nuovo ciclo di mostre dedicate al dialogo ideale fra autori di generazioni diverse. Coppie di artisti, maestri e allievi, figure consacrate del mondo dell’arte e giovani interpreti, saranno chiamati per l’occasione a confrontarsi su temi, riflessioni e linguaggi che, a distanza di tempo, sembrano combaciare, intrecciarsi in un gioco di rimandi e citazioni dagli esiti affascinanti. Primi protagonisti di questo incontro sono Gianfranco Ferroni (1927-2001), autore di spicco della pittura italiana di secondo Novecento, celebrato tre anni fa da una grande antologica allestita a Palazzo Reale a Milano, e Fabrizio Pozzoli, giovane scultore milanese, salito nel 2009 sul podio del Premio San Fedele Giovani Artisti e noto per le sue figure, corpi d’uomini e teste, spesso di dimensioni monumentali, ottenuti dalla tessitura inesausta del filo di ferro, capace di sagomare nell’aria fisionomie dal retrogusto esistenziale. (Immagine: Fabrizio Pozzoli)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mostra: Quipus

Posted by fidest press agency su mercoledì, 10 novembre 2010

Rossano (CS) 13 – 20 novembre  2010 Palazzo San Bernardino Via Plebiscito, Opening: 13 novembre, 6.00 pm  Artisti in mostra Silvia Beccaria – Gloria Campriani – Filli Cusenza – Maria Barbara De Marco – Caterina Morelli – Nadia Magnabosco – Marco Querin – Valeria Scuteri – Maria Luisa Sponga – Rosa Spina – Natale Serraino  Che cos’è un nodo? Generalmente il termine “nodo” richiama metaforicamente le complicazioni insolubili, le  tensioni accumulate, gli arresti nel fluire degli eventi e delle esistenze oppure  le strozzature del linguaggio.
Gli artisti invitati, accomunati dalla scelta di utilizzare materiali tessili per la rappresentazione del proprio personale alfabeto visivo, partono da una visione transartigianale per proporre inediti livelli di interpretazione e di utilizzo della fibra, della corda o del tessuto.
D’altronde molte delle più antiche civiltà consideravano la tessitura, intesa nella sua valenza simbolica di ordito e trama degli eventi, come un atto sacrale e magico. Come dimenticare Clotho, Lachesis e Atropo, “madri della Vita/Morte/Vita”, abili filatrici nell’arte di intrecciare nodi tra gli accadimenti.  La mostra rimarrà  aperta fino al 20 Novembre 2010. (logo, testa)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Produzione biologica e calo consumi

Posted by fidest press agency su mercoledì, 10 novembre 2010

Il  calo dei consumi alimentari italiani registrato negli ultimi due anni e confermato dagli analisti economici è una vera anomalia di questa crisi globale perché solitamente, in tempi di crisi i consumi alimentari erano gli unici a mantenersi pressoché costanti  mostrando di non risentire del problema. Nel 2009, invece, secondo Nielsen questo dato di fatto è stato completamente sovvertito mostrando una tendenza  al calo che è confermata anche nelle previsioni da qui al 2012.
In questo contesto i pochi prodotti alimentari in crescita sono quelli ad alto contenuto di servizio  ed in particolare i prodotti biologici . Il consumatore richiede sicurezza, garanzie, qualità e il biologico soddisfa  le richieste con prodotti  certificati ed ottenuti senza l’uso di sostanze chimiche di sintesi,  senza additivi, facendo ricorso a processi di produzione che salvaguardano l’ambiente e l’uomo. Il fatturato del biologico in Europa, oggi, è pari a 18 miliardi di euro (Agramarkt Information) di cui l’Italia rappresenta circa 2 miliardi di euro.  Un consumatore italiano su quattro, secondo l’Osservatorio GPF – Sana dichiara di acquistare, anche se con frequenza diversa, prodotti biologici nell’arco dell’anno e un italiano su due è convinto che una alimentazione fortemente biologica abbia risvolti positivi sulla propria salute.  I vantaggi nutrizionali dell’alimentazione biologica sono messi in luce dalla Dottoressa Alessandra Bordoni, nutrizionista dell’Università di Bologna, che raccomandando una alimentazione equilibrata e variata, ricorda che il biologico è ricco di sostanze utili al nostro organismo. Sul fronte della salute prende voce il Professor Dino Amadori oncologo di fama internazionale e Direttore Scientifico dell’Istituto Tumori della Romagna. “E’ noto “ dichiara Dino Amadori “che l’alimentazione è uno dei fattori chiave per l’insorgenza di malattie gravissime. Mangiare biologico potenzialmente aiuta a proteggere l’organismo”. (4 nuovi soci)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Stephen Farthing: The Back Story

Posted by fidest press agency su mercoledì, 10 novembre 2010

Burlington House, Piccadilly, London W1J OBD until 19/12/2010 Royal Academy of Arts This November, the Royal Academy of Arts will present Artists’ Laboratory 02, featuring the recent work of Stephen Farthing RA. The exhibition will display a selection of drawings and large scale paintings, made since 2005, all of which examine the artist’s preoccupation with looking beyond the surface of the visual image by exploring the story behind the work. Farthing has mixed writing, painting and drawing in varying proportions to produce a sequence of works that take aspects of the history of painting as their subject matter with a view towards better understanding how words and images can work together. Many of the drawings in this exhibition started life as a creative response to the work he carried out as executive editor of 1001 Paintings You Should See Before You Die. Farthing said ‘I decided to set the acquired knowledge of working in the studio, to turn what were masses of facts into something useful to me as an artist’.
Born in London in 1950, Stephen Farthing studied at St Martin’s School of Art before taking his Masters Degree in Painting at the Royal College of Art where he received an Abbey Major Scholarship, taking him to The British School at Rome in 1976.
The Artists’ Laboratory is a new programme of exhibitions at the Royal Academy of Arts. The programme gives its’ contemporary Royal Academicians the opportunity to take risks and explore new ideas within their artistic practice and is a chance for the public to experience less familiar aspects of their work. The exhibition underpins the Royal Academy’s unique position in having artists at its core. Artists’ Laboratory 03 will take place in Autumn 2011.
This exhibition has been devised by a committee of Royal Academicians and curated by Paul Huxley RA together with Kathleen Soriano, Director of Exhibitions and Edith Devaney, Head of Membership and Summer Exhibition, Royal Academy of Arts. (Image: ‘Boucher: The Back Story’, 2010. Oil on canvas, 207 x 173 cm. Courtesy of the Artist)

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Congresso. Genitori in crisi

Posted by fidest press agency su mercoledì, 10 novembre 2010

Roma 12, 13 e 14 novembre 2010 Hotel “Holiday Inn” (via Aurelia, km 8,400)  XIII Congresso nazionale dell’Associazione Italiana Genitori  “Genitori in crisi… di crescita! La gioia di vivere insieme la responsabilità educativa” Mentre le analisi sulla “crisi”, posta provocatoriamente ad intitolazione dell’appuntamento, si moltiplicano, ed è ricorrente l’espressione “emergenze educativa”,  appare sempre più evidente come senza genitori, senza famiglia, non sia possibile alcuna forma di comunità, di società. Il congresso fa quindi leva su un dato di realtà: le trasformazioni della famiglia (i ruoli, gli stili educativi, i tempi di cura…).   Superando la mera l’elencazione e la descrizione dei “sintomi”, domanda Davide Guarneri, presidente nazionale dell’Associazione Italiana Genitori Onlus, “perché non affiancare le famiglie e, soprattutto, perché non dare il corretto rilievo al loro ruolo di protagoniste?”.
Quando tra famiglie si creano legami, piccole comunità, occasioni di scambio, confronto e sostegno reciproco l’isolamento si rompe, fioriscono proposte, “buone pratiche”. È l’esperienza dell’AGe., che conta circa 200 associazioni locali, ognuna delle quali produce, con iniziative diverse, modalità anche fantasiose e creative, cultura a misura di famiglia, a misura di bambino”.
Il congresso, cui il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha voluto esplicitare la propria adesione con l’assegnazione di una speciale medaglia in fusione di bronzo, assolverà anche al compito di procedere alle elezioni dei nuovi responsabili associativi: il Presidente nazionale e il consiglio nazionale, con i quali saranno concertate le linee programmatiche per il prossimo triennio.   Contribuiranno alla qualità dell’evento  anche gli ospiti prestigiosi, dal  mondo della politica (insieme all’on. Valentina Aprea, assessori del Comune e Provincia di Roma, associazioni, e così via); dell’informazione ( Piero Damosso, giornalista RAI), della sociologia (Elisa Manna, CENSIS), o degli studi psicologici (Paola Scalari, psicoterapeuta familiare, formatrice). Saranno inoltre presenti oltre cento delegati delle associazioni locali AGe, nonché amici delle associazioni di genitori, insegnanti, volontariato, impegnati nella tutela dei minori. Non mancheranno  uno “sguardo” sul mondo dell’università e la S. Messa di domenica presieduta da S. E. mons. Mariano Crociata, segretario generale CEI.
Associazione democratica, che periodicamente elegge i propri organismi direttivi, individua linee programmatiche, in occasione del Congresso l’A.Ge. prende atto della propria realtà concreta in termini di numeri e di energie. Alla necessaria assunzione di responsabilità, nello sforzo di coniugare rinnovamento e continuità, “si aggiunge – conclude Guarneri – la solennità del collocarsi in un solco profondo quarant’anni. Si percepiscono le figure significative di chi ci ha preceduto e al contempo le urgenti attese e le domande dei genitori di oggi”.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Libia: Sarubbi (Pd), è la sconfitta dal cinismo

Posted by fidest press agency su mercoledì, 10 novembre 2010

“Il fatto che il Governo sia stato battuto su un aspetto dirimente del trattato Italia-Libia ha un indubbio significato politico, ma ne ha uno ancora più importante sul piano culturale: è la sconfitta del cinismo della destra”. È quanto dichiara Andrea Sarubbi (Pd), cofirmatario dell’emendamento Mecacci approvato oggi dall’Aula della Camera nonostante il parere contrario del governo. “Il giochetto del governo di ritirare la mozione non è servito a nulla, se non ad amplificare la figuraccia. Io comunque – conclude il deputato, che già due anni fa aveva votato contro il trattato in dissenso dal proprio gruppo – non esulto tanto per la sconfitta della maggioranza, quanto per la vittoria dei diritti umani”

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lo scontro culturale tra destra e sinistra

Posted by fidest press agency su mercoledì, 10 novembre 2010

L’incontro fra partiti di governo e partiti all’opposizione,  è diventato, ancora una volta, scontro fra culture; non è sempre stato così, ma  si è accentuato oggi quando a scontrarsi sono due forze  così diverse, come sta accadendo in questi  lunghissimi 16 anni. Parlare di  “scontro culturale”, è solo l’occasione per affrontare una analisi, ma, di fatto, non c’è nulla di culturale, perché nulla c’è di interiore, ma solamente l’esaltazione dell’esteriorità e dell’apparenza. Periodicamente l’uomo di potere  cede alla tentazione di annullare quella  fetta dell’umanità che non condivide un certo metodo di uso del potere. Appare superfluo ricordare tutte le volte che è accaduto, tutta la storia successiva  che ci viene tramandata è un continuo ripetersi di quella tentazione.  E’ la negazione dell’umanità, lo scontro come rito selettivo, come normativa assurda, che rivela quell’intimo e ferino desiderio di annientare  una parte della stessa società  alla quale apparteniamo. “Se questo è un uomo” di Primo Levi documenta, con straziante realismo, il cedimento a quella tentazione, che si concluse con lo sterminio degli ebrei europei, motivato dalla presunta difesa di una razza che si riteneva superiore, uno sterminio programmato da un popolo occidentale, proprio quello che ritiene la propria cultura superiore alle altre, e oggi, particolarmente, alla cultura orientale o arabo-musulmana.  Questa tentazione si fa sostenere dalla propaganda, che fagocita ogni episodio e lo reinterpreta a proprio uso e consumo.  Con la propaganda si cerca di reclutare il maggior numero di persone alla causa che si sostiene; lo scopo è quello di suscitare sentimenti estremi, come quello di identificarsi con il Bene che lotta contro il Male,  la vita contro la  morte, la cultura contro la barbarie, la libertà contro la minacciata oppressione. In questo tipo di propaganda di se stessi si perde anche il senso della misura e si acquisisce anche un tono epico, oltreché apocalittico, al punto di suggerire l’impressione che chi dichiara di assimilarsi al Bene per lottare contro il Male, sia, in realtà, patologicamente compromesso a livello di equilibrio mentale.  Il senso del collettivismo planetario annega nella logica di supremazia che un microgruppo, partorito dalla mente malata di un solo uomo  (nessuna meraviglia è già accaduto con Hitler, Mussolini, Stalin, Pinochet, e tutti i dittatori o ditta torelli esistiti o in pectore !) vuole affermare su un altro, per dilatarsi, poi, in uno scontro fra macrogruppi. Lo sviluppo dell’antropologia culturale ha compiuto uno sforzo controcorrente, perché ha cercato di dimostrare che tutti coloro che non fanno parte del nostro microgruppo sono pur sempre portatori di una civiltà, sono in grado di costituire una società vera e propria. Anche l’incontro degli antropologi con tribù primitive è stato interpretato come un incontro con altri uomini, con altre culture, non peggiori e non migliori di noi, semplicemente “altro”. Si tratta di relativismo antropologico, che non è metodologia di studio, ma serve a ribadire che nessuno può affermare la superiorità di una cultura su un’altra, di un pensiero sull’altro, ma a condizione che ci sia un pensiero e non semplicemente un’apparenza mendace. Con la cultura non si mangia…. Vado a farmi un panino con la Divina Commedia, sono queste le affermazioni ritenute spiritose da 3monti, che evidenziano il livello di abbrutimento mentale nel quiale affogano e vorrebbero far affogare la nazione. Confondere la cultura con la tecnologia, l’evoluzione culturale con lo sviluppo della tecnica, vuol dire, semplicemente, negare la supremazia dell’uomo rispetto alla  tecnica. Una cultura, un gruppo, un partito, non sono l’umanità; le nazioni, le alleanze, le sudditanze politico-economiche formano un megagruppo con un’analoga cultura, ma anche i microgruppi hanno la loro cultura, ricordiamo Pasolini con la “cultura di quartiere”, ricordiamo Olivetti e Ottieri con la “cultura d’azienda”.  La differenza tra un gruppo culturalmente sostenuto e un gruppo privo e ostile ad ogni forma di cultura che non sia quella pragmatica “del massimo utile … e subito, poi si vedrà…”, sta nel fatto che il secondo è condizionato da due spinte:
• la volontà di egemonizzare la società, senza essere contaminato da nessun altro gruppo
• l’angoscia,  che arriva alla paranoia, di essere sconfitto dall’ altro gruppo.
Ogni gruppo ha bisogno della sua cultura, come elemento di coesione e di rafforzamento, perché, nel momento delle scelte, la comunità culturale viene esaltata fino alla sacralizzazione, quando ciò manca accade…. quello che sta accadendo nel partito nato nel predellino e agonizzante davanti all’uscita di servizio dalla quale avrebbe voluto sgattaiolare per entrare nelle pagine della Storia. Per entrare in tali pagine bisogna attraversare l’arco di trionfo, non serve sdraiarsi in un lettone, pure se dono del possente Putin.(Rosario Amico Roxas)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | 2 Comments »

Vito Miroballi: Lo splendore segreto della terra

Posted by fidest press agency su mercoledì, 10 novembre 2010

Roma  dal 19 novembre al 6 dicembre 2010 Museo Crocetti,Via Cassia 492 a cura di Lorenzo Canova. Il Museo Crocetti ospita una mostra personale di Vito Miroballi (Ripacandida- PZ- 1958, vive a Roma) dove è presentato un ciclo recentissimo di pastelli, come scrive Lorenzo Canova in catalogo “Miroballi ha scoperto nuovi paesaggi dove il colore ha una esistenza più intensa e dove anche il nero brilla di un soffio segreto: è pertanto ancora la luce a dominare lo scenario dell’opera, una luce variata nelle sue infinite possibilità di riflessi, dove il cielo si mescola alla terra per generare uno splendore fatto di polveri lievi e frementi di bagliori. I fogli dell’artista si collocano allora nel confine incerto tra l’immobilità e il movimento, tra la fissità e il trascorrere dell’attimo che sta per svaporare nel suo chiarore e che il pastello riesce a imprigionare nel suo manto leggero e assoluto. Miroballi ha dunque raggiunto una sintesi più decisa, una nuova sublimazione dove i particolari sono aboliti e dove ogni elemento descrittivo è eliminato per dare spazio a una ricerca “totale” sulla luce che non sia disturbata da elementi incongrui.  Questi paesaggi plausibili e irreali raccontano così di viaggi enigmatici tra mari e colline, di acque desolate mosse solo dai riflessi degli astri e delle nuvole, di pianure disabitate dove il vento trascina la terra e la accende di lampi fulgenti, dove il divenire si anima di un respiro sfavillante, dove il mondo ritrova uno splendore segreto nella scintillante presenza di una luce che dà ancora vita alla dialettica perenne tra il mistero e la chiarezza delle cose”.  Vito Miroballi nasce a Ripacandida, Potenza, nel 1958 e vive e risiede a Roma.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Birmania: conflitto nelle regioni orientali

Posted by fidest press agency su mercoledì, 10 novembre 2010

In seguito allo scoppio di intensi combattimenti tra i movimenti di liberazione delle minoranze etniche ed esercito nella Birmania orientale, l’Associazione per i Popoli Minacciati (APM) ha chiesto al segretario generale dell’ONU Ban Ki-moon di inviare con urgenza l’incaricato speciale per il Myanmar Tomas Quintamare nel paese asiatico e di avviare una mediazione tra le parti in causa affinché possa essere evitata una escalation del conflitto. Il rischio ora è che i combattimenti si estendano anche alle altre regioni abitate da minoranze etniche. I combattimenti di ieri tra i ribelli Karen ed esercito birmano sono costati la vita ad almeno 30 persone. Circa 10.000 Karen sono fuggiti nella vicina Thailandia. In Birmania si rischia una pericolosa escalation di violenza e l’inizio di un ulteriore esodo di profughi. La Birmania orientale è ormai sull’orlo di una vera e propria guerra. La settimana scorsa cinque movimenti di liberazione dei gruppi etnici dei Karen, dei Mon, dei Chin, dei Karenni e dei Kachin si sono alleati in un esercito federale il cui fine è far cadere la giunta militare che governa la Birmania. Dopo 16 anni di liti interne tra i ribelli Karen, dopo i combattimenti di ieri per la prima volta l’Unione Nazionale dei Karen (KNU – Karen National Union) ha offerto sostegno militare all’Esercito democratico buddista dei Karen (DKBA). La 5. brigata del DKBA composta da circa 1.000 uomini combatte da lunedì mattina nella zona di frontiera tra Birmania e Thailandia contro l’esercito birmano. I problemi del paese asiatico non potranno però essere risolti con lo scioglimento forzato dei molti movimenti di liberazione. Le popolazioni minoritarie della Birmania chiedono maggiore autonomia, come era stata promessa loro nel 1948. Nel frattempo l’opinione pubblica internazionale sembra essere talmente concentrata sul destino dell’attivista e oppositrice al regime Aung San Suu Kyi, premio Nobel per la Pace e agli arresti domiciliari, da non vedere la grave ed esplosiva situazione delle minoranze etniche del paese. Ogni terzo abitante della Birmania appartiene però a una delle minoranze etniche presenti nel paese asiatico e senza pace e giustizia difficilmente si potrà arrivare a una pace duratura.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Concorsi per l’Unione europea

Posted by fidest press agency su mercoledì, 10 novembre 2010

Roma SIOI Piazza S. Marco, 51 Ufficio Relazioni Esterne la SIOI organizza il 25 e 26 Novembre una nuova Edizione, del Corso di preparazione ai concorsi  nelle istituzioni dell¹unione europea.
Il Corso sarà tenuto in lingua inglese da un esperto delle procedure di reclutamento delle Istituzioni Europee e si articolerà in due giornate di formazione dedicate all’analisi dei regolamenti del concorso e delle procedure per la presentazione dell’application form e del cv  ed allo svolgimento di esercitazioni pratiche sulle tecniche di superamento delle nuove prove concorsuali preselettive dell¹EPSO e sull’intervista strutturata. Al termine del corso sarà rilasciato un attestato di partecipazione. Per ogni ulteriore informazione, si prega di visitare il sito web: http://www.sioi.org o di contattare l’Ufficio Formazione della SIOI al numero 06/69207851/38

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Patente e over ‘75

Posted by fidest press agency su mercoledì, 10 novembre 2010

La  50&Più chiede l’immediata sospensione delle nuove procedure per il rinnovo della patente degli over 75 fino a quando non si realizzino queste tre condizioni: 1) procedure semplificate; 2) moltiplicazione delle sedi necessarie per le richieste di rinnovo; 3) canali dedicati esclusivamente alle visite mediche da effettuare. L’associazione 50&Più denuncia le gravi difficoltà che si trovano ad affrontare gli ultrasettantacinquenni per il rinnovo della patente secondo le modifiche del Codice della Strada apportate in luglio. Ne chiede pertanto l’immediata sospensione.  Con l’intento di rendere più selettiva e seria la verifica dei requisiti di guida, di fatto è stato creato un meccanismo che è un vero delirio burocratico e che, specie nei grandi centri abitati come Roma, rende quasi impossibile il rinnovo della patente oltre i 75 anni.  Sono scarse le sedi delle “commissioni speciali” per presentare la domanda. Enorme è la mole della documentazione richiesta. Complicatissima, con oltre 17 prove, la visita medica da superare che è a proprie spese e con liste di attesa lunghissime.  “Mentre registriamo una costante crescita dell’aspettativa di vita e il prolungarsi del periodo di vita attiva – sostiene il Segretario Generale di 50&Più, Gabriele Sampaolo in una lettera rivolta al Ministro Matteoli – la nuova normativa è fortemente discriminatoria verso gli ultrasettantacinquenni e di fatto inibisce un diritto. Ne chiediamo, quindi, la sospensione fino a quando non si realizzino queste tre condizioni: 1) non vengano semplificate le procedure; 2) non siano moltiplicate le sedi necessarie per le richieste di rinnovo; 3) non ci siano canali dedicati esclusivamente alle visite mediche da effettuare”.

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Biosimilari e risparmio

Posted by fidest press agency su mercoledì, 10 novembre 2010

“E’ giusto sottolineare come il massiccio arrivo di medicinali biologici innovativi, possa mettere a repentaglio la compatibilità economica dell’assistenza farmaceutica, ma non si può minimizzare il ruolo che un più razionale ricorso ai biosimilari e ai generici può avere nel liberare risorse da destinarsi alla dispensazione dei medicinali più recenti”. Questa la risposta del Presidente di AssoGenerici, Giorgio Foresti, allo scenario prospettato nella prima giornata del Congresso dell’AIOM, dove Andrea Messori, responsabile del Laboratorio di farmaco-economia della SIFO, ha fatto notare che i 50 nuovi farmaci biotech che saranno introdotti nel 2011 potrebbero far crescere di un miliardo di euro la spesa farmaceutica ospedaliera. “Il fatto che possano esserci resistenze a prescrivere i farmaci biosimilari non può essere considerato una realtà immodificabile, ma il segno di un ritardo culturale” ha proseguito Foresti. “I biosimilari possono e devono avere anche una funzione di riduzione della spesa, quanto al timore che i biosimilari ancora in fase di sviluppo, prevalentemente anticorpi monoclonali, possano creare maggiori difficoltà è una preoccupazione infondata: se supereranno il vaglio della sperimentazione oggi richiesta per la registrazione non potranno che essere all’altezza dei farmaci originali”. Quello che AssoGenerici ritiene imprescindibile è che i risparmi ottenuti con biosimilari e generici vengano reinvestiti nel capitolo farmaceutico, e non impiegati per colmare il deficit di altre voci di spesa, sulle quali non si interviene mai. “A nostro avviso serve una legge che impedisca di utilizzare le economie realizzate nell’assistenza farmaceutica per finanziare altri capitoli di spesa” conclude Giorgio Foresti. AssoGenerici ribadisce la sua disponibilità a trovare, all’interno del comparto, una posizione comune su questo aspetto fondamentale per la sopravvivenza della sanità italiana.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Festival della Danza

Posted by fidest press agency su mercoledì, 10 novembre 2010

Napoli 13 novembre 2010, ore 20.30 Teatro di San Carlo  (repliche: 14, ore 18.30 – 16, ore 20.30 – 17, ore 20.30)  Continua il Festival della danza curato da Alessandra Panzavolta- danzatrice, coreografa, regista e nuovo Direttore del Ballo del Teatro di San Carlo- al terzo appuntamento dopo la Scuola di Ballo del Teatro di San Carlo diretta da Anna Razzi  e “Giselle” di Mats Ek, balletto rappresentato anche a Salerno e Catanzaro in una recente tournée di grande successo. La “Serata Contemporanea”, unisce due grandi nomi della coreografia internazionale: Nacho Duato e Luc Bouy.  Spagnolo, classe 1957, danzatore di enorme talento, coreografo geniale, per vent’anni Direttore della Compañía Nacional de Danza, nominato di recente Direttore del Teatro Mikhailovsky di San Pietroburgo, Nacho Duato per la  prima volta affida ad un Ente lirico la messa in scena di una sua coreografia: “Without words”, creata nel 1998 per l’American Ballet Theater, su musica di Franz Schubert, ripresa per il Teatro di San Carlo da Tony Fabre, scene e costumi di Nacho Duato, disegno luci di Brad Fields. “E’ una delle creazioni più famose di Nacho Duato- spiega Alessandra Panzavolta.- scelta ad hoc per la compagnia napoletana, giunta oggi ad un livello tecnico ed artistico richiesto da questo capolavoro.”  Atmosfera completamente diversa per “Il mio angelo”, l’altro titolo in programma nella Serata Contemporanea, su musiche di Philip Glass, Alban Berg e Kodo, coreografia, scene e costumi di Luc Bouy, danzatore e coreografo belga di grande spessore, celebre primo interprete del ruolo di Albrecht nella “Giselle” di Mats Ek, videoproiezioni di Alessandro Papa, assistente alla coreografia Gaetano Petrosino. Entrambi i balletti saranno interpretati dal Corpo di Ballo del Teatro di San Carlo, con l’étoile Giovanna Spalice, il Primo Ballerino Ospite Alessandro Macario e i Primi Ballerini: Alessandra Veronetti, Roberta de Intinis, Corona Paone, Elisabetta Magliulo, Luigi Ferrone.  Prossimo ed ultimo appuntamento del Festival della Danza,  domenica 21 novembre alle ore 20.30 (repliche martedì 23 e mercoledì 24 alle ore 20.30), con  Il Balletto Nazionale di Cuba, diretto dalla “tigre” Alicia Alonso, monumento della danza mondiale che chiuderà in bellezza  un intero mese dedicato alla danza al Teatro di San Carlo. Non era mai successo prima!  (Elisabetta Testa)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il ritorno della sifilide

Posted by fidest press agency su mercoledì, 10 novembre 2010

E’ la più classica delle malattie a trasmissione sessuale, per secoli considerata una condanna definitiva. Stiamo parlando della sifilide, patologia quasi scomparsa fino all’inizio del nuovo millennio, ma che oggi sta pericolosamente ricomparendo sia in Europa che negli Stati Uniti. Secondo le stime più recenti, in Italia si è passati nell’ultimo decennio da 150-200 casi all’anno a oltre 1.500. A Bergamo nei primi dieci mesi del 2010 i casi trattati all’Ambulatorio per le malattie sessualmente trasmissibili degli Ospedali Riuniti sono stati già 90, tra cui 15 donne in gravidanza, dieci giovani con meno di 25 anni e tre con meno di venti. Per questo l’Ospedale di Bergamo si è fatto promotore di un convegno aperto a tutti, in programma sabato 13 novembre alla Casa del Giovane di Via Gavazzeni, sotto la direzione scientifica di Anna Di Landro, dermatologa referente dell’Ambulatorio Malattie Trasmesse Sessualmente (MTS) della Dermatologia degli Ospedali Riuniti.
La sifilide colpisce senza distinzioni d’età o di nazionalità, anche se risulta più frequente nei soggetti sieropositivi e nelle giovani donne straniere, che scoprono di averla contratta soprattutto in occasione dei controlli eseguiti durante la gravidanza, quando può diventare molto pericolosa sia per la mamma che per il piccolo. La Spirocheta pallida, agente eziologico della sifilide, viene infatti trasmessa al feto in ogni fase della gestazione. Il mancato trattamento della malattia durante la gravidanza può portare ad aborti, a morte neonatale, a gravi handicap con danni neurologici o deformità ossee. Per questo all’incontro è stata invitata anche Antonietta D’Antuono, dell’Ospedale S. Orsola di Bologna, tra i maggiori esperti italiani di sifilide in gravidanza. La sua presenza si aggiungerà a quella di altri esperti, come Marco Cusini, responsabile dell’ambulatorio MTS di Milano, una delle città dove si registrano più casi di sifilide in Italia, Piero Fontana, oculista dei Riuniti, e Marco Poloni, primario della Neurologia di Bergamo, che spiegheranno le possibili complicanze della malattia trascurata.  “Le armi per combattere la malattia restano sempre le stesse – conclude Anna Di Landro -: l’educazione dei giovani a comportamenti responsabili e alla consapevolezza del rischio e l’attenzione da parte dei medici per una diagnosi precoce. Basta un semplice prelievo di sangue per identificare con precisione la malattia, che può essere eseguito in forma gratuita e anonima recandosi agli ambulatori MTS, senza bisogno di prendere appuntamento né di presentare prescrizioni mediche”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Federalismo differenziato al Veneto

Posted by fidest press agency su mercoledì, 10 novembre 2010

Nel quadro delle riforme del Paese, il cosiddetto federalismo “differenziato” o “assimmetrico” rappresenta una grande opportunità per il Veneto. Il federalismo “differenziato”, sancito dall’articolo 116 della Costituzione, consentirebbe alle Regioni di gestire ulteriori competenze senza intaccare la solidarietà verso altre Regioni e avvierebbe un percorso per ridurre la distanza fra l’attuale ventaglio dei poteri delle Regioni ordinarie e quelle a statuto autonomo.  Lo studio di Unioncamere del Veneto stima il peso finanziario delle 14 materie legislative richieste dalla Regione Veneto allo Stato e l’ammontare delle risorse aggiuntive che lo Stato dovrebbe assicurare al bilancio della Regione. Secondo le elaborazioni, basate sui dati della spesa statale regionalizzata per il 2008 della Ragioneria dello Stato, lo spostamento di competenze, e di conseguenza risorse, dal centro alla periferia è stimato in poco più di 3,2 miliardi di euro, correlati soprattutto a spese di natura corrente (circa 2,8 miliardi) e in misura minore a uscite in conto capitale (476 milioni di euro). Tra le voci di spesa corrente, la parte maggioritaria è attribuibile ai costi per il personale (2,2 miliardi di euro) derivanti in particolare dal passaggio dell’istruzione dalla sfera statale a quella regionale. I consumi intermedi, ossia l’acquisto di beni e servizi necessari al funzionamento della macchina amministrativa, costituiscono una parte minoritaria della spesa da decentrare, valutata in 93 milioni di euro.  Con l’attuazione del federalismo “differenziato”, il Veneto passerebbe dalla 20esima alla 12esima posizione con 2.974 euro procapite rimanendo comunque lontano dai livelli di spesa delle Regioni a statuto speciale del nord. Il divario appare difficilmente colmabile anche a fronte delle diseconomie di scala che operano nei territori montani e demograficamente contenuti, nonché da una capacità di spesa frutto di mezzo secolo di autonomia consolidata.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Led. Possibili effetti dannosi per la salute

Posted by fidest press agency su mercoledì, 10 novembre 2010

I sistemi di illuminazione a diodi luminosi (Led) possono avere effetti negativi sulla salute. L’Afssa (l’agenzia francese per gli alimenti, l’ambiente e la sicurezza) ha effettuato uno studio (1), unico nel suo genere, sui possibili rischi derivanti dall’uso di particolari lampade Led a forte intensita’ e con una notevole componente blu della luce. Questi sistemi di illuminazione si stanno rapidamente diffondendo a causa del basso consumo di energia e delle alte prestazioni che presentano pero’ alcuni problemi, che possiamo sintetizzare nell’effetto negativo sulla retina  della componente blu della luce, che puo’ provocare danni soprattutto ai bambini  e il rischio abbagliamento a causa della forte intensita’ (1000 volte superiore a quella tradizionale) e direzionalita’ della luce stessa. L’Agenzia ha sconsigliato l’utilizzo di fonti di luce “blu” in luoghi frequentati dai bambini e  ritiene che queste particolari lampade debbano essere usate solo professionalmente e in condizioni che permettano la sicurezza dei lavoratori.  Abbiamo sollecitato i ministeri della Salute e del Lavoro affinche’ si predispongano le misure  di tutela suggerite dall’Afssa. (Primo Mastrantoni, segretario Aduc)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ticket per persone disabili nel Lazio

Posted by fidest press agency su mercoledì, 10 novembre 2010

Dal primo luglio richieste di pagamento per il 30% della tariffa prevista stanno pervenendo direttamente nelle case di persone affette da gravi disabilità che hanno ricevuto cure e sono state ricoverate nelle strutture ospedaliere del Lazio. Il famigerato ticket, più volte smentito dalla presidente Renata Polverini, è invece a tutti gli effetti entrato in vigore, a quanto sembra proprio per volere governativo, nonostante dalla Pisana precisano che tali misure siano state varate dalla giunta precedente. “Non l’ho deciso io”, spiega la Polverini. Ma le opposizioni sottolineano che si tratta dell’ennesimo provvedimento a scapito dei cittadini contribuenti. “La prima a sorprendersi negativamente per questo stato di cose dovrebbe essere proprio la Polverini, la cui responsabilità maggiore è quella di occultare il problema,  mentre i consiglieri di maggioranza dovrebbero essere i primi a esplodere di fronte a un’imposta che mortifica violentemente le esigenze dei portatori di handicap”, sostiene Oscar Tortosa, segretario regionale vicario dell’IdV Lazio, intervenuto per commentare la notizia. Il dirigente dipietrista parla anche del ruolo che nella vicenda stanno avendo o dovrebbero avere gli esponenti dei partiti di minoranza presenti nella giunta regionale: “Ringraziamo la nostra consigliera Giulia Rodano per la ferma posizione assunta in merito a questa situazione. Mi auguro – aggiunge – che anche gli altri rappresentanti delle opposizioni trovino il coraggio di contestare questa tassa iniqua, il cui senso si fatica molto a comprendere”. In conclusione, Tortosa auspica che “vengano apportate soluzioni idonee” e indica la via proponendo di “tornare a forme assistenziali capaci di offrire cure gratuite a chi già soffre per gravi problemi personali”.

Posted in Spazio aperto/open space, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »