Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Archive for 16 novembre 2010

La moralizzazione della classe politica

Posted by fidest press agency su martedì, 16 novembre 2010

Il passare del tempo nel terzo millennio è scandito sempre più da continue involuzioni, che contraddistinguono la società ed in particolare la sua cellula primaria: la famiglia. Nella cosiddetta globalizzazione, i variegati valori: morali, economici, politici e culturali, sono minati nella loro essenza, evidenziando come la cartina al tornasole, le gravi anomalie, dai contorni a volte addirittura grotteschi, assurdi, imbrigliati da un’intensa rete di angosce. Le prime pagine dei giornali, nonché le immagini televisive offrono una visione cruenta del nostro tessuto sociale. La televisione anche istituzionale, come la Rai, esautora i programmi culturali mentre i Manager sono sempre più impegnati a dissolvere i suddetti o nella migliore delle ipotesi a relegarli sul canale non visibile al grande pubblico, come avviene per “Rai Storia”, magistralmente diretto da Giovanni Minoli, oppure a dirottarli sulle fasce di ascolto con minore audience, un esempio emblematico, quelle notturne. Ciò si verifica, diversamente dal passato, che suggellava nella Rai, quale pietra miliare, la cultura con una produzione foriera, di programmi, inchieste, sceneggiati di grande spessore, determinanti nella battaglia tout – court contro l’analfabetizzazione e l’ineguaglianza sociale, mentre oggi propina al grande pubblico, reality e fiction in una dimensione avulsa dai sentimenti che trovano la naturale “ibernazione”. In questa panoramica le notizie drammatiche, come il delitto Scazzi, imperversano quotidianamente, contribuendo ad alimentare in una parte dell’opinione pubblica, subdole curiosità ed un interesse a volte morboso, forse per distogliere l’attenzione dalla criticità dei problemi di vitale rilevanza per la collettività: lavoro, economia, salute, ambiente, tutela dei diritti primari, da un lungo lasso di tempo disattesi. Pertanto non trovano adeguata informazione la protesta degli immigrati che declamano un loro legittimo diritto che da giorni bivaccano su una torre al centro di Brescia e minacciano di lanciarsi nel vuoto per la protratta indifferenza delle istituzioni o altri focolai di contestazioni estreme analoghe, come dei cassintegrati a Nocera Umbra in provincia di Perugia. Si adoperano altri parametri per i personaggi della malavita, che hanno acquisito un ruolo determinante nell’economia emergente, con infiltrazioni nella classe politica del nostro “Bel Paese” e con ramificazioni in quella internazionale, nonché per i terroristi e per gli autori di efferati delitti, che diventano nella “forma mentis” di un pubblico crescente, uomini da imitare e di tutto rispetto. Tutto ciò che promana oppure riflette la loro immagine: interviste, articoli, etc …, meritano “naturalmente” attenzione ed adeguata risonanza anche al termine della loro esistenza terrena. I giovani rappresentano le vittime eccellenti, dei falsi idoli e degli insulsi modelli, grazie alle trasmissioni, come “Il Grande Fratello”, “La Fattoria”, etc… con le quali il successo sembra facile da perseguire ed arridere a coloro che sono privi di scrupoli, mentre la bellezza fisica a volte pseudo-bellezza per la presenza di soggetti ai limiti dell’anoressia, il valore predominante. Nelle trasmissioni sono invitati i personaggi con spessore culturale ridotto e “plusvalenze” di animosità, oppure impreziositi da percing. Il risultato consequenziale e catastrofico è dimostrato dalle drammatiche statistiche che annoverano l’aumentato uso di sostanze stupefacenti e degli alcolici ed il dilagare della delinquenza nelle fasce di età giovanile sempre più  sopraffatte dal dilagare del “martellante” consumismo. In un confronto con il Ministro della Gioventù, Giovanna Meloni, che ospite in una recente competizione elettorale, conveniva sulle diverse affermazioni da me suindicate non possiamo riscontrare nel “modus operandi” del suo Ministero come negli altri, una politica coerente con questi assunti, ma piuttosto il perseverare di un operato pregnante di demagogia. Un atteggiamento diametralmente opposto è adoperato per coloro, che nel corso degli anni hanno contribuito a tenere “viva” e ad alimentare quotidianamente ed interrottamente la cultura fino all’ultimo respiro. In questo marasma la morte recente di un grande attore del passato, come Aldo Giuffrè, costretto ad allontanarsi prematuramente dai teatri e dai set televisivi per contrastare una grave malattia (è riuscito soltanto a donarci in extremis una sua pubblicazione) e dello scrittore eccellente Giulio Cattaneo, funzionario Rai nato a Firenze nel 1925, impegnato per anni nei programmi culturali è morto il 2 settembre scorso. Ha lavorato per 40 anni alla RAI ed ha pubblicato libri di narrativa, saggistica e critica letteraria, trascorrendo la vita ad occuparsi di programmi culturali. I suoi saggi hanno assunto un ruolo fondamentale nella storia della letteratura italiana. Raccontò e ci aiutò ad amare quella del 1900. Amico di Giorgio Bassani e di Carlo Emilio Gadda ha ricevuto nel corso della vita numerosi e prestigiosi riconoscimenti, tra i quali: il Premio Viareggio e il Premio Campiello. La ricerca della qualità era una prerogativa dei suoi programmi. Pertanto una scelta obbligata anche della trasmissione l’Approdo, che andava in onda nelle ore notturne sul secondo canale. Quello che curava e proveniva da Giulio Cattaneo era sempre il risultato di un lavoro intellettuale mentre i programmi attuali che oggi imperversano hanno nuovi moduli nei quali a prevalere è la tecnologia e l’effetto scenico, tutt’altro che la cultura. Queste aberranti situazioni hanno le radici nella responsabilità della classe politica, che per la crescente indifferenza ed inosservanza della legalità, contribuiscono a disaffezionare i cittadini, protagonisti del partito “del non voto”. Per avere una società diversa è necessaria una moralizzazione della classe politica ed una maggiore attenzione dell’opinione pubblica non più condizionata dalla scelta delle ideologie, bensì dalle valenze operative e morali degli artefici della politica. (Alberto De Marco)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“100 anni di colore a Roma”

Posted by fidest press agency su martedì, 16 novembre 2010

Roma, 18 novembre ore 12.00 Dal 18 al 25 novembre Via dello Statuto, 47  La Bottega Bordi festeggia i suoi 100 anni con una mostra: “I mestieri di Roma”.  un’esposizione che vede come protagonisti amanti dell’arte e pittori professionisti legati insieme dalla passione per la salvaguardia degli antichi mestieri della città eterna. La mostra, promossa dall’Associazione Negozi Storici assieme a Monti Tv con il patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, l’Assessorato alle Politiche Culturali e della Comunicazione di Roma Capitale e l’Associazione Commercianti Fercoverin della Confcommercio, ha come scopo quello di sensibilizzare le istituzioni per la salvaguardia dei negozi storici che stanno lentamente scomparendo.
Sono stati invitati all’evento il Sindaco Gianni Alemanno, il Presidente della Commissione Cultura di Roma Capitale, Federico Mollicone, che per l’occasione consegneranno una targa al merito alla famiglia Bordi. Durante la manifestazione il giovane chef Francesco Taus presenterà le sue creazioni ispirate al “mondo dell’arte”.
Nel 1967 l’attività ha ottenuto la medaglia d’oro per la fedeltà al lavoro e per il progresso economico dalla Camera di Commercio, dal 2003 la Bottega è stata dichiarata bene culturale della città di Roma, è iscritta all’Associazione Negozi Storici ed è dal 2007 negozio Art Authority.
“Colorai questa è la definizione che più amiamo – afferma Claudio Bordi – rendendo l’idea di quello che doveva svolgere il nostro bisnonno Augusto Bordi, quando nel 1910 iniziò questa attività nel cuore di Roma, nel Rione Esquilino”. L’esperienza e l’impegno di quattro generazioni di maestri colorai sono ancora oggi messi al servizio di coloro che desiderano esprimere la propria creatività attraverso: il colore, il disegno, in una parola, l’arte.
La bottega Bordi con i suoi 100 anni conferma la sua vocazione di luogo, dove si matura la voglia di essere artisti.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La Natività di Filippo Lippi a Milano

Posted by fidest press agency su martedì, 16 novembre 2010

Milano fino al 30/1/2010 Corso di Porta Ticinese, 95 Museo Diocesano Ottava edizione di Un capolavoro per Milano È la Natività con San Giorgio e San Vincenzo Ferrer di Filippo Lippi (Firenze, 1406 – Spoleto, 1469) l’opera scelta per la ottava edizione dell’iniziativa culturale “Un Capolavoro per Milano”, promossa dal Museo Diocesano di Milano e da Anima Sgr. Il Museo Diocesano di Milano ospiterà il dipinto (158×168 cm), proveniente dal Museo Civico di Prato, attualmente chiuso per restauri, dal 16 novembre 2010 al 30 gennaio 2011.  Si tratta di una delle opere piu’ interessanti della bottega di Filippo Lippi a Prato, realizzata presumibilmente attorno al 1456. Oltre alle figure sullo sfondo (angeli, pastori e musici), la tavola rappresenta la Sacra Famiglia con San Giorgio e San Vincenzo Ferrer. Inizialmente, Lippi aveva pensato di limitare l’opera al gruppo centrale, conferendo alla pittura una forma ogivale ma, in seguito, aggiunse alla composizione le figure dei due santi, probabilmente a seguito di una nuova richiesta dai committenti.  Accompagna la mostra un catalogo Silvana Editoriale, a cura di Paolo Biscottini. http://www.adartem.it (natività)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Hugo Wilson: ProjectB Ad Pondus Omnium

Posted by fidest press agency su martedì, 16 novembre 2010

Milano fino  al 21/1/2010 Via Borgonuovo 3, ProjectB Ad Pondus Omnium – Per considerare il peso di tutte le cose ProjectB presenta la prima personale in Italia del giovane artista britannico Hugo Wilson. La sua ricerca artistica si muove attorno a temi scientifici che non possono prescindere da domande etico-filosofiche e religiose, come l’evoluzione biologica, le manipolazioni genetiche e il rapporto di forza innescato con l’uomo. Le sue opere svelano quindi un’indagine sull’autonomia dei sistemi auto-organizzati esistenti in natura – sia biologici che umani – nonche’ sulla rilevanza, utilità e validità degli stessi. Fulcro della mostra e’ Self Feeder, la manipolazione di un cuore di pecora sottoposto ad un processo di fusione e corrosione: esagerandone la caratteristica di sistema chiuso di ogni apparato circolatorio, crea un effetto paralizzante. Immagine: Dodus Dei, Oil paint on prepared panel, 95cm x 117cm, 2010. (hugo Wilson)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Barbara Nahmad: All’ultimo respiro

Posted by fidest press agency su martedì, 16 novembre 2010

Milano fino al 16/2/2010 Via Santa Marta 15 (entrata da Via San Maurilio) Ermanno Tedeschi Gallery Ermanno Tedeschi Gallery continua la stagione espositiva con una mostra personale dell’artista Barbara Nahmad, nelle sedi di Milano e Torino. Negli ultimi anni la ricerca artistica di Barbara Nahmad si e’ impostata sui ritratti storici. In questa mostra l’artista indaga una sorta di anatomia del sentimento che si esprime nel bacio, attraverso il cinema, la storia dell’arte, la fotografia e la cronaca.  Le immagini piu’ conturbanti, sono ispirate alla storia dell’arte: dal Bronzino a Klimt, dal bacio celebre di Hayez a quello sensuale tra Ercole ed Onfale di Boucher nel settecento. Nella pittura di Nahmad ,il confronto, o lo scontro con i grandi artisti del passato, e’ arduo, intenso e al tempo stesso folgorante.  Vale la pena guardare questi quadri e riflettere anche su noi stessi, sui nostri baci dati e ricevuti e su quelli negati o che ci sono mancati. L’arte deve provocare, deve toccare i sentimenti, deve far riflettere, sognare…e con le sue opere Barbara ci e’ riuscita molto bene.”
Barbara Nahmad, nata nel 1967 a Milano, dove vive e lavora, vanta numerose mostre collettive e personali in Italia e all’estero. Hanno scritto di lei, fra gli altri, Vittorio Sgarbi, Arturo Schwarz e Edward Lucie-Smith. (all’ultimo respiro)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Johan Grimonprez: Double Take

Posted by fidest press agency su martedì, 16 novembre 2010

Milano fino al 31/1/2011Via G. Modena 15, Ierimonti Gallery La Ierimonti Gallery ospita  la seconda mostra personale del video artista belga Johan Grimonprez.  Reduce da una serie di premi e riconoscimenti internazionali, verrà proiettato il film “Double Take”, un saggio che analizza come la nostra visione della realta’ e come la situazione socio-politica siano influenzate dai mass media.
Lo strumento narrativo usato dall’artista e’ la figura del “doppio”, che nel film viene codificato nel personaggio di Alfred Hitchcock e dei suoi sosia e dalle cronache degli eventi della Guerra Fredda, epoca in cui Hitchcock si trasferi’ negli Stati Uniti, utilizzando sia il punto di vista americano che quello russo.  Il film, scritto dal pluripremiato scrittore britannico Tom McCarthy e’ caratterizzato da ritmi imprevedibili, dall’alternarsi di filmati di repertorio e riprese effettuate dall’artista.  Grimonprez mescola realtà e finzione in un modo del tutto innovativo, presenta la storia contemporanea come un contesto multi-prospettico, facilmente manipolabile e lo fa con la sua consueta leggerezza ed un’irresistibile ironia. (double take)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Carlo Fei: Black Light

Posted by fidest press agency su martedì, 16 novembre 2010

Firenze fino al 15/1/2010 via Cavour, 3, Palazzo Medici Riccardi  appella dei Magi; camera del Presidente della Repubblica; Museo dei Marmi nel giardino della Limonaia  I velluti, gli affreschi e le pareti dorate di Palazzo Medici Riccardi ospiteranno nuovi elementi, presenze contemporanee inserite negli antichi spazi dello storico edificio fiorentino.  Le installazioni in mostra a Palazzo Medici fanno parte dello stesso progetto fotografico della Val di Luce: tre immagini e un video che partono dal paesaggio come un “pre-testo” per svolgere un lavoro di indagine sulla luce attraverso la fotografia.  Gli spazi espositivi del palazzo sono stati scelti da Carlo Fei per il loro valore storico e simbolico, quasi ad attraversarlo in tutta la sua storia temporale e spaziale come se fosse un continuum, per la coincidenza delle sensazioni luminose sprigionate da queste sale con il lavoro fotografico dell’artista. Nella Cappella dei Magi i visitatori troveranno un’immagine che richiama metaforicamente l’annunciazione grazie a un fascio di luce che penetra nella fotografia in bianco e nero quasi come un riflesso della colorata decorazione dipinta da Benozzo Gozzoli e il quadro della Natività. Lungo il percorso museale del palazzo si giunge alla camera adibita ad ospitare il Presidente della Repubblica, un luogo che nella storia ha visto solcare il proprio pavimento da personaggi molto diversi, tra cui Adolf Hitler. Qui sarà collocata l’immagine (grande 150×202 cm) di una radura boscosa. Continuando il percorso e scendendo le scale da un lato del giardino della Limonaia si entra nel suggestivo Museo dei marmi dove l’artista ha collocato, oltre alla terza immagine fotografica, un’installazione sonora e un video. (Black Light)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Maestri a Brera

Posted by fidest press agency su martedì, 16 novembre 2010

Milano fino al 27/11/2010 Via Hajech, 27 Spazio Laboratorio Hajech Silvio Consadori / Francesco De Rocchi – Cristoforo De AmicisScrive Francesca Pensa nel testo:  “Silvio Consadori, Francesco De Rocchi e Cristoforo De Amicis hanno percorso lo stesso tempo storico del secondo novecento, interpretandolo dalla visuale dell’arte, che per tutti e tre e’ stata prevalentemente quella dei confini culturali di Milano. Gli esiti dei loro itinerari espressivi non sono, se non parzialmente, la cifra che li unisce in questa rassegna allo Spazio Hajech, che vuole invece ricordarli come maestri nel liceo, dove, negli anni sessanta, hanno insegnato a chi a sua volta e’ diventato ed e’ tuttora docente in questa scuola.  Le biografie dei tre artisti indicano date di nascita vicine tra loro e tutte riferibili al primo decennio del novecento; gli studi accademici, per Consadori a Roma e per De Amicis e De Rocchi a Brera, completarono una formazione che divenne la base del cruciale periodo degli anni trenta e dei primi quaranta, quando ognuno dei tre pittori presento’ al pubblico opere nate da una raggiunta e ormai largamente originale maturità espressiva”.
Silvio Consadori  Nato a Brescia nel 1909, vince nel 1928 la borsa di studio Brozzoni, che gli permette di condurre un soggiorno a Parigi, e successivamente il Premio Milyus e il Premio Canonica.
Cristoforo De Amicis  Nato ad Alessandria nel 1902, vince nel 1924 il Premio Hayez dell’Accademia di Brera. Partecipa alla Biennale di Venezia e alla Quadriennale di Roma. La sua arte e’ protagonista di numerose esposizioni personali e nel 1979 il Comune di Alessandria gli dedica un’importante antologica. L’artista e’ mancato nel 1987 a Milano.
Francesco De Rocchi  Nato a Saronno nel 1902, nel 1936 vince il Premio Umberto. E’ presente in numerose edizioni della Biennale di Venezia, dove nel 1938 ottiene una sala personale, e della Quadriennale di Roma. Moltissime le rassegne dedicate alla sua arte, tra le quali si ricordano la mostra alla Fondazione Stelline di Milano nel 1998 e la recente esposizione a Palazzo Reale di Milano nel 2010 sul Chiarismo Lombardo a lui dedicata. L’artista e’ morto a Milano nel 1978.  (Immagine: Silvio Consadori)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Teatro: Le scarpe

Posted by fidest press agency su martedì, 16 novembre 2010

Roma dal 19 al 28 novembre  Teatro Arvalia – Via Quirino Majorana 139  Le scarpe  di Michele Santeramo  (Orario Spettacoli: ore 21 – Domenica ore 17 Biglietti: Intero € 12 – Ridotto € 10 + tessera associativa € 2) Una produzione Teatro Minimo – Fondazione Pontedera Teatro  in coproduzione con  Teatri Abitati, una rete del contemporaneo – Festival Castel dei Mondi/Comune di Andria  Regia Michele Sinisi  Con Vittorio Continelli, Michele Sinisi, Alice Bachi, Paola Fresa, Sergio Raimondi  Scene, luci e costumi Michelangelo Campanale  Il testo mette in scena le relazioni vissute “al ribasso” tra le persone, ponendo al centro il bisogno di mantenere vivi i rapporti, a qualunque costo, per una debolezza dell’animo che non consente di correre il rischio di perderli, anche a costo di mentire, anzi, mentendo. Non si parla di casi al limite della patologia ma di una tendenza a considerare se stessi solo in relazione agli altri, commettendo l’errore grave e a volte irreparabile della perdita del senso di sé. La reazione a questa consapevolezza è il prodigarsi affinché i rapporti perdurino, anche a costo di sminuirli nell’essenza, anche a costo della sopportazione, purché rimangano vivi a testimonianza dell’esistenza di sé. La stortura che questo tipo di atteggiamento provoca è nella morbosità di certi rapporti, nell’attaccamento assoluto all’altro. http://www.teatroarvalia.it
LE SCARPE, previsto per stasera al Teatro Arvalia di Roma è stato annullato a causa del furto delle scene e del mezzo di trasporto avvenuto questa notte. La compagnia si impegna a risolvere l’inconveniente tecnico per debuttare domani 20 novembre con scene provvisorie. Lo spettacolo sarà poi in scena fino al 28 novembre, sempre al Teatro Arvalia.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mostra Ceramiche e Tessuti

Posted by fidest press agency su martedì, 16 novembre 2010

Prato apre sabato 20 novembre (fino al 28 febbraio 2011) al Museo del Tessuto di Prato la mostra Ceramiche e Tessuti. Dialogo tra arti toscane del Rinascimento, frutto della collaborazione scientifica fra il Museo del Tessuto e il Museo della Ceramica di Montelupo Fiorentino. L’esposizione propone un dialogo tra due delle maggiori eccellenze dell’arte toscana del Rinascimento – quella del tessile e della ceramica – che dal XIV secolo hanno rappresentato il motore economico di molte città del territorio, permettendo un diffuso apprezzamento dell’alto livello manifatturiero e creativo ed il gusto che distingue l’arte italiana dal Medioevo al Rinascimento. Così, esempi significativi di ceramiche prodotte dalle botteghe di Montelupo dal XIV al XVI secolo (piatti, boccali, scodelle) dialogano con i tessuti operati di seta realizzati nei principali centri manifatturieri italiani ed europei, mostrando similitudini espressive nei decori e relazioni sul piano della destinazione d’uso (arredi e suppellettili da mensa, da corredo o per occasioni particolari). Il progetto connette due realtà, quella di Prato e quella di Montelupo, che ancora oggi sono attive nei rispettivi settori di produzione e sono sedi di istituzioni preposte alla conservazione e alla valorizzazione del patrimonio antico e della sua tradizione manifatturiera. Così come il Museo del Tessuto rappresenta per il distretto tessile di Prato la memoria produttiva locale ed l’interlocutore culturale di riferimento con collezioni che documentano la produzione tessile dall’era paleocristiana fino ai giorni nostri  a Montelupo,  il Museo della Ceramica, rappresenta un’istituzione unica dove sono esposti oltre 1000 documenti ceramici, gran parte dei quali frutto di un lungo lavoro di scavo e restauro nelle discariche prodotte dalle antiche fornaci del luogo.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Giorgio Stracquadanio a Radio 24

Posted by fidest press agency su martedì, 16 novembre 2010

“Con Berlusconi è tutto chiarito e ha concluso la telefonata dicendomi ti abbraccio” E’ quanto dichiara il deputato del Pdl, Giorgio Stracquadanio a Radio 24 commentando la nota di Berlusconi uscita in seguito alla pubblicazione della sua intervista sul Corriere della Sera e prosegue “C’e stato un eccesso di sensibilità di amici che sono comprensibilmente in una situazione di fibrillazione e hanno chiamato il Premier per protestare”. Poi alla domanda di Cruciani se i Finiani sono dei traditori il deputato del Pdl risponde:  “Hanno rotto il patto con gli elettori e oggi stiamo discutendo di un partito che non ha un voto. Qualsiasi governo senza Berlusconi è un colpo di stato, è un golpe perché è un rovesciamento della volontà popolare che non passa attraverso la volontà popolare. Qualsiasi governo se non passa dalle urne non è legittimato dal popolo. Il patto con gli elettori era Berlusconi come premier. E la gente questo ha votato”.E conclude ai microfoni della zanzara di Radio 24: ” Io non ho giurato sulla Costituzione e da parlamentare non sono tenuto a giurare. A me interessa la legittimazione politica delle decisioni che è più importante della Costituzione”

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Dal Salone BtoBe le sfide di de Filippo

Posted by fidest press agency su martedì, 16 novembre 2010

Intervistato in vista di BtoBe 2010 – il Salone delle imprese in programma a Potenza sabato 20 e domenica 21 novembre – il Presidente della Regione Basilicata Vito De Filippo esprime ottimismo rispetto alla sfida dei giovani e del lavoro. Nonostante i recenti dati forniti da Bankitalia parlino di un tasso di occupazione regionale in calo del 3%, De Filippo invita a riflettere sulle “opportunità legate alla formazione che, in una regione come la Basilicata  caratterizzata da un elevato numero di laureati, sono veramente notevoli”.  Sul tema del federalismo, il Presidente dichiara che “la Basilicata, da molti definita come esempio di regione virtuosa, può raccogliere la sfida a testa alta”.  De Filippo sarà presente alla III edizione del Salone BtoBe, dedicato quest’anno al tema “Sfide d’impresa”.

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Maggioranza si…maggioranza no!

Posted by fidest press agency su martedì, 16 novembre 2010

Maggioranza si…maggioranza no!  Questo è il dilemma che cruccia sia l’ex maggioranza che  l’opposizione. Il ragionamento che convince gli afficionados del cavaliere è quello di conservare la maggioranza, dove ancora resiste, e richiamare il popolo elettore per l’altra parte del Parlamento, evidentemente con questa medesima legge elettorale, della serie………. ti piace vincere facile…! Dice il cavaliere: “Avevo la maggioranza, l’ho perduta per strada, ma la mantengo al Senato,  quindi basta, verificare, con elezioni anticipate, se realmente è venuta a mancare la maggioranza alla Camera dei deputati, interpellando il corpo elettorale, con votazioni limitate a quella parte del Parlamento, facendo salva e dando per già espressa, la volontà popolare al Senato.”. Ragionamento correttissimo, tanto corretto da diventare speculare, perché l’opposizione dovrebbe dire  (ma non lo fa !!!) : “Avevi la maggioranza, ora sei in minoranza alla camera dei deputati, conservando una parvenza di maggioranza al Senato. Verifichiamo se la minoranza che ha stravolto il governo è voluta anche dal popolo elettore, chiamando alle urne solo per il Senato, facendo salva e dando per già espressa, la volontà popolare alla Camera.” Risulta evidente ad ognuno che nella migliore delle ipotesi si sancirebbe l’ingovernabilità come metodo, perché chiunque dovesse vincere si ritroverebbe dimezzato tra Camera e Senato, l’una favorevole e l’altra contraria. Ma forse è proprio quello che vuole il presidente del consiglio. (Rosario Amico Roxas)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

A John Nicholls Premio Education in Neuroscience

Posted by fidest press agency su martedì, 16 novembre 2010

Trieste, A John Nicholls, neuroscienziato nato a Londra 80 anni fa e dal 1998 alla Sissa di Trieste, va l’edizione 2010 del Premio Education in Neuroscience della Society for Neuroscience (SfN). Il premio, per aver contribuito in oltre cinquant’anni di carriera allo studio del cervello e alla formazione di giovani neuroscienziati in tutto il mondo, gli è stato conferito a San Diego, in California, in occasione dell’incontro annuale della Society for Neuroscience, organizzazione che riunisce più di 40.000 scienziati che studiano il cervello e il sistema nervoso. Oliver W. Sacks, il famoso neurologo e scrittore, è stato il primo vincitore, nel 1991, del Premio Education in Neuroscience.  John Nicholls è animato da un’energia instancabile al servizio della scienza. Professore di neuroscienze cognitive e neurobiologia alla Sissa, autore del libro From neuron to brain tradotto in diverse lingue del mondo, con passione affianca l’attività didattica alla ricerca scientifica. Si è laureato in medicina nella capitale inglese, ha poi conseguito il dottorato in biofisica con Sir Bernard Katz, premio Nobel per la fisiologia nel 1970, ha lavorato a Oxford, Harvard, Yale, Stanford, Basilea ed è membro della Royal Society. La sua principale attività di ricerca riguarda la rigenerazione del sistema nervoso centrale: indaga perché le fibre nervose non si rigenerano dopo lesione del midollo spinale. E di continuo viaggia per insegnare neuroscienze. Con l’International Brain Research Organization realizza, infatti, corsi di neuroscienze dalle Filippine all’Uganda, dal Vietnam al Messico. L’entusiasmo di Nicholls è evidente quando racconta alcuni dei suoi viaggi. Solo due settimane fa è stato in Etiopia e a fine novembre è di nuovo pronto a partire, sempre come volontario, per il Cile. Intanto, tra un viaggio e l’altro, lavora alla quinta edizione del suo libro From neuron to brain. (Nicholls)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La strana notte di Alice

Posted by fidest press agency su martedì, 16 novembre 2010

Roma dal 23 novembre al 12 dicembre 2010 Teatro de’ Servi – Via del Mortaro, 22 (Via del Tritone)  La strana notte di Alice di Alessandro Betti Con Ussi Alzati, Andrea Appi, Martino Duane  Musiche Paolo Censi – Scenografie Andrea Dell’Orto. Costumi Giusy Nicoletti – Assistente scene e costumi Giuliana Kossuth  Disegno luci Stefano Valentini  Responsabili tecnici Rossano Siragusano, Paolo Censi Aiuto regia Lilla Vancheri  Regia di Roberto Marafante
Alice (Ussi Alzati) è una donna apparentemente pragmatica e positiva che vive la sua vita sempre di corsa tra appuntamenti di lavoro e non solo, continuamente alla ricerca di un equilibrio emotivo. Una sera rompe accidentalmente la chiave del suo appartamento dentro la serratura. Questo è solo l’inizio di una nottata piena di avvenimenti paradossali e straordinari, come l’incontro con Tobia, un nuovo vicino di casa, un insegnante sensibile e premuroso che l’accompagnerà attraverso questo viaggio verso la soluzione del problema. http://www.teatroservi.it  Prezzi dei biglietti: Platea Intero € 20 – Ridotto € 16 / Galleria Intero €17 – Ridotto € 14

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Tumori dei bambini

Posted by fidest press agency su martedì, 16 novembre 2010

I pediatri oncologi italiani siglano il nuovo protocollo internazionale della leucemia linfoblastica acuta dell’età pediatrica. “Italia, Germania, Austria, Svizzera, Repubblica Ceca, Israele, Australia, Nuova Zelanda si alleano per la guarigione dei bambini leucemici con un identico protocollo di terapia – spiega il prof. Fulvio Porta, presidente dell’Associazione Italiana di Ematologia e Oncologia Pediatrica (AIEOP) -. Verranno in tal modo applicate le più recenti acquisizioni derivate dalla ricerca condotta sia in Italia sia nella comunità scientifica internazionale”. Questa neoplasia rappresenta il 30% di tutti i tumori dei bambini e l’80% delle leucemie. Il picco di incidenza si registra nei bambini di 4 anni e nelle bambine di 2 anni; quasi i due terzi dei casi riguardano piccoli tra i 2 e 6 anni. “Per la difficoltà e complessità della valutazione diagnostica e prognostica, la scelta di protocolli di trattamento uniformi è particolarmente importante. Anche se la malattia è in aumento – conclude il prof. Porta-, oggi  oltre l’80% dei piccoli raggiunge la guarigione. Il nuovo programma di cura internazionale, che tratterà 1.000 nuovi casi all’anno (350 in Italia) offre nuove speranze ai bambini leucemici di essere curati con la miglior terapia attualmente disponibile”. In particolare a tutti i bambini colpiti da leucemia linfoblastica acuta trattati nei centri italiani dell’AIEOP verrà offerta una diagnosi centralizzata e lo studio della cosiddetta malattia residua minima (valutazione di una cellula leucemica su 10.000 globuli bianchi).

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Staminali cerebrali e malattie neurodegenerative

Posted by fidest press agency su martedì, 16 novembre 2010

L’Ospedale di S. Giovanni Rotondo voluto da Padre Pio e inaugurato nel 1956, realtà di eccellenza nell’assistenza sanitaria del Paese, pubblica oggi il suo primo Bilancio di Missione.
La Casa è costruita su un’area di circa 100.000 mq e sono a disposizione dei pazienti circa 4.300 prestazioni diagnostiche e terapeutiche che si possono eseguire in pochissimi altri centri di eccellenza altamente specializzati. La struttura dispone anche di numerose banche biologiche, in particolare la banca cordonale. Il bilancio di esercizio del 2009 evidenzia, nell’ottica di una rendicontazione trasparente e chiara, come l’attività di assistenza volontaria alle tante situazioni delicate che si presentano all’Ospedale abbia richiesto negli anni uno sforzo organizzativo ed economico che è andato ben oltre la normale gestione ed ha comportato costi ben superiori rispetto alle risorse garantite dallo Stato, che sono stati coperti dalle tante donazioni dei devoti del Padre. Il progetto del nuovo Ospedale, presentato durante la conferenza, farà da ponte fra un passato denso di importanti significati, un presente composito e articolato e una prospettiva di forte sviluppo delle funzioni scientifiche, sanitarie e didattiche.
Per la prima volta dal 1991, anno del riconoscimento di Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico (IRCCS) per la tematica delle malattie genetiche ed eredo-familiari, Casa Sollievo della Sofferenza presenta la sua relazione dell’attività scientifica; il report si riferisce al biennio 2008-2009, ma idealmente rappresenta una sorta di fotografia dei venti anni appena trascorsi.  Una sfida aperta: la ricerca sulle cellule staminali cerebrali per la cura delle malattie neurodegenerative come Sla, Sclerosi Multipla, Alzheimer, Parkinson
Per le malattie neurodegenerative attualmente non esistono terapie risolutive. La ricerca sviluppata fino ad oggi dal professor Angelo Vescovi ha mostrato che il trapianto di cellule staminali cerebrali rappresenta una delle terapie potenzialmente efficaci contro queste malattie. Casa Sollievo della Sofferenza porta avanti questa ricerca in collaborazione con l’Associazione Neurothon, che nel 2006 ha creato la la “Bio-Banca Cell Factory” di Terni, dove vengono raccolte, coltivate ed espanse cellule staminali isolate dal Sistema Nervoso Centrale. A fine luglio 2010 la Banca ha ottenuto dall’AIFA, l’Agenzia Italiana del Farmaco, la certificazione di GMP, Good Manufacturing Practices, riconoscimento necessario per avviare la produzione di cellule staminali neurali idonee e sicure per la successiva sperimentazione sull’uomo. Prossimo step sarà l’ottenimento dall’Istituto Superiore di Sanità dell’autorizzazione all’attuazione di un protocollo di sperimentazione clinica di Fase I per il trapianto di staminali cerebrali umane su pazienti colpiti da Sclerosi Laterale Amiotrofica (SLA).

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mutui su prima casa

Posted by fidest press agency su martedì, 16 novembre 2010

Sono settanta i deputati, di tutti i gruppi parlamentari, che hanno firmato la proposta di legge per aumentare le detrazioni fiscali sui mutui prima casa, con l’applicazione di un’aliquota del 23 per cento rispetto a quella attuale del 19 e fino a “tetti” di 6000 euro. La proposta, a prima firma Franco Ceccuzzi, deputato del Partito democratico, vede come fruitori gli oltre 3 milioni di contribuenti che sono impegnati nel pagamento di un mutuo prima casa. La proposta di legge si è resa necessaria anche perché il governo, da due anni, continua a disattendere anche una risoluzione approvata all’unanimità in Commissione Finanze nel novembre 2008. Nell’ultimo bollettino economico di Banca d’Italia – afferma Ceccuzzi – ci sono dati che purtroppo confermano che la crisi economica sta ancora colpendo le famiglie italiane. Nel primo semestre 2010 il reddito disponibile reale ha subito un calo di un punto, mentre l’indebitamento è aumentato di mezzo punto. Con questa misura si interviene a favore di chi sta sostenendo un investimento a lungo termine con una parte consistente del proprio reddito mensile. L’intervento può essere modulato in base alla disponibilità di finanza pubblica e può portare la detrazione, dai 720 euro attuali, fino ad un massimo di 1380 euro annui. Si tratta di un beneficio molto importante anche per le giovani coppie e per favorire l’accesso all’abitazione di proprietà delle giovani generazioni. La proposta di legge ha infatti trovato il sostegno del Forum Nazionale dei Giovani, che si è tenuto a Cosenza, lo scorso fine settimana”. “Le misure di Tremonti – aggiunge Ceccuzzi – hanno aggravato la situazione, perché hanno comportato costi ingenti e inutili per le banche, le quali, a loro volta, non mancheranno di farle pagare ai loro clienti. La rinegoziazione del maggio 2008 il limite del 4 per cento, fissato nel gennaio 2009, con il limite del 4 per cento, si sono risolti con l’invio di milioni di lettere ai mutuatari, senza che agli stessi sia arrivato alcun beneficio. Per pagare i mutui – conclude il parlamentare Pd – le famiglie hanno bisogno di liquidità. Per questo motivo chiediamo, con la proposta di legge, di innalzare ulteriormente l’importo su cui calcolare la detrazione a 6mila euro e di elevare l’aliquota al 23 per cento”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Integrazione Teva-Ratiopharm

Posted by fidest press agency su martedì, 16 novembre 2010

“Siamo estremamente soddisfatti del risultato raggiunto. In una fase così strategica per il nostro sviluppo, abbiamo lavorato per accelerare il più possibile il processo e ora, a poco più di 2 mesi e mezzo dall’acquisizione di ratiopharm, possiamo dire di essere già operativi con la nuova realtà”. E’ il commento di Giorgio Foresti, AD di Teva Italia, nell’annunciare ufficialmente il completamento del processo di integrazione che ha interessato le filiali di Teva e ratiopharm nel nostro Paese. Teva Italia conta oggi circa 300 dipendenti, una nuova organizzazione aziendale, una forza vendite e un listino prodotti completamente integrati. “Un secondo aspetto di cui siamo orgogliosi – continua l’Amministratore Delegato – è il fatto di essere riusciti a gestire una situazione così delicata senza creare esuberi, mediante la cessione a Pharmentis diun ramo d’azienda, che include circa 80 dipendenti e un listino di farmaci OTC, integratori e prodotti a marchio, con un importante fatturato. In futuro, contiamo di trasferire a Pharmentis ulteriori prodotti che, per varie ragioni, non fossero gestibili nell’ambito delle strategie di Teva Italia”. L’operazione è stata possibile grazie alla volontà della multinazionale israeliana, resasi disponibile a trovare una soluzione in grado di consentire a tutti i dipendenti italiani di mantenere il posto di lavoro. Ciò ha sicuramente comportato un aggravio di costi ma ha garantito stabilità a livello occupazionale. “In un momento difficile per il settore farmaceutico – spiega Foresti –ci siamo impegnati per salvaguardare l’occupazione, cercando insieme alla nostra Casa Madre una strada alternativa ai tagli di personale, nel rispetto delle professionalità acquisite da ciascun dipendente”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Enel e Endesa per la sostenibilità d’impresa

Posted by fidest press agency su martedì, 16 novembre 2010

Il Segretario Generale dell’Onu, Ban Ki-Moon, ha incontrato l’Amministratore Delegato di Enel, Fulvio Conti, nell’ambito del G20 in corso a Seul. Nel colloquio, durato circa 45 minuti, Conti ha annunciato al segretario generale l’adesione del Gruppo Enel e della controllata Endesa al programma Lead di Global Compact. Lead raggrupperà e migliori cento aziende mondiali nella responsabilità d’impresa selezionate con l’obiettivo di elaborare il modello globale delle Nazioni Unite per la sostenibilità delle attività di impresa. Enel ed Endesa partecipano già da anni al Global Compact, il forum promosso dalle Nazioni Unite che riunisce governi, imprese, agenzie internazionali e organizzazioni della società civile per per affrontare gli aspetti critici della globalizzazione. Le imprese partecipanti si impegnano a sostenere dieci principi universali nell’ambito dei diritti umani, del lavoro, della tutela dell’ambiente e della lotta alla corruzione. Nel corso dell’incontro Ban Ki-Moon e Conti hanno anche fatto il punto sulle iniziative dell’Onu in tema di cambiamenti climatici, in vista del meeting di Cancun di dicembre. Conti ha illustrato l’impegno di Enel nella riduzione della Co2 con le iniziative di innovazione tecnologica: progetti pilota per la cattura e sequestro dell’anidride carbonica, generazione a idrogeno, sviluppo dell’auto elettrica e delle smart grids) ed ha auspicato un impegno globale di tutti gli Stati sulla riduzione della CO2 e un approccio che riguardi tutti i settori industriali, in modo da evitare azioni squilibrate che incidano sulla competitività. In particolare, Conti ha auspicato non ci siano decisioni unilaterali, ad esempio dell’Unione Europea, sui meccanismi flessibili come i Cdm (clean development mechanism), supervisionati dall’Onu, che in questi anni hanno consentito investimenti importanti per migliorare l’efficienza di impianti industriali e la riduzione delle emissioni di gas clima alteranti in Paesi come India, Cina, Africa e Brasile. Ban Ki-Moon ha detto di apprezzare la decisioni de Enel di sostenere attivamente i programmi delle Nazioni Unite e l’impegno pluriennale per affermare un approccio sostenibile allo sviluppo. Ban Ki-Moon ha chiesto a Conti di partecipare ai prossimi meeting dell’Onu nei quali i rappresentanti delle maggiori aziende globali si confronteranno su progetti di sostenibilità e csr.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »