Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 250

46° Settimana sociale dei cattolici

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 novembre 2010

“Bene ha fatto il commissario regionale del Pd Vannino Chiti a promuovere la riflessione sulle risultanze della settimana sociale dei cattolici italiani, perché mai come in questo momento il Partito Democratico ha la necessità di confermare sul terreno culturale e politico, la sua capacità di sintesi e dimostrare di saper veicolare, nelle singole realtà regionali e sul terreno politico e programmatico i valori condivisi delle esperienze che gli hanno dato vita”. Lo afferma in una nota Giorgio Pasetto, membro dell’Assemblea Nazionale del Pd che aggiunge: “Ma per la natura e per gli approfondimenti posti dai molti rappresentanti delle realtà Diocesane non può limitarsi a una se pur utile riflessione di carattere generale”.  Per Pasetto “le indicazioni emerse dalla Settimana Sociale incentrate sull’impegno a perseguire in ogni attività il bene comune, la rappresentanza politica, la riforma delle istituzioni e la giustizia sociale, interagiscono con il percorso in atto nel Pd regionale per dare risposta sugli stessi temi alla crescente separatezza fra le istituzioni e i cittadini e agli squilibri sociali e territoriali che la crisi economica ha acuito nelle Province del Lazio. Nel Lazio – continua – non mancano le sensibilità politiche in grado di recepire tale approccio a partire dalla questione istituzionale che si presenta più complessa che in altre regioni. L’attuazione di Roma Capitale, pone seri problemi sulla possibilità che la Regione continui a esercitare le sue funzioni legislative e sappia essere promotrice, con l’attuazione del federalismo, di una nuova legittimazione delle istituzioni locali per la capacità di ridurre le distanze che le separano dai cittadini e di colmare le disuguaglianze sia di carattere sociale e territoriale. Così come nella realizzazione di Roma Capitale e della Città Metropolitana, Il Pd dovrà farsi carico di una chiara posizione che nel trasferimento delle funzioni alla Capitale e nel processo di realizzazione della Città metropolitana, sostenga un parallelo trasferimento di competenze ai municipi romani, per una loro piena autonomia comunale;l a questione sociale, infine, chiama in causa l’impegno della Regione e degli enti locali a politiche che premino il merito, la competenza e la giustizia sociale”.
“La giustizia sociale trova nella perdita del lavoro e nella scarsa tutela della famiglia il primo banco di prova di una politica orientata all’uguaglianza e alla solidarietà. Nel Lazio vi è la più alta quota di lavoratori con contratti atipici ed è predominante la piccola e micro impresa dell’artigianato e nei servizi, notoriamente più resistenti alle avverse congiunture; malgrado ciò la disoccupazione ha raggiunto l’8,5% e contando anche quanti ora sono in cassa integrazione essa è realisticamente stimata all’11%”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: