Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Le Pmi e le politiche ambientali crotonesi

Posted by fidest press agency su sabato, 20 novembre 2010

Casartigiani, CNA, Confartigianato, Confcommercio e Confesercenti, le cinque associazioni datoriali che costituiscono R.Ete Imprese Italia Crotone, in un lungo incontro hanno deciso una serie di importanti attività per le prossime settimane  oltre a continuare nella  ricognizione analitica di tutti i danni subiti dalle imprese di Crotone e della sua provincia.  Sulla ventilata questione della discarica di amianto che qualcuno vuole  costruire a Scandale, R.ETE Impresa Italia Crotone esprime il suo disappunto e le proprie preoccupazioni per questa ventilata e sciagurata ipotesi che di fatto snaturerebbe la destinazione urbanistica di un territorio vocato a ben altre attività. Paradossale è l’idea di sviluppo che si cerca di concretizzare nella provincia di Crotone: nel mentre viene realizzata una centrale turbogas coogenerativa  e, nelle sue vicinanze, con il sano intento di sfruttare il calore da essa prodotta, si decide di avviare un progetto (tramite l’accordo di programma di Scandale- Crotone) che prevede la realizzazione di un distretto agro-alimentare ove molti imprenditori locali (e non) abbiano la possibilità di fare impresa e creare delle  prospere realtà aziendali dell’agroalimentare al servizio del territorio, nel contempo altri cercano di realizzare discariche e quant’altro.  R.Ete Imprese Italia Crotone vuole invitare da queste colonne il Sindaco di Scandale e le altre autorità competenti  ad attivare tutte quelle iniziative e determinazioni atte a scongiurare questa malaugurata evenienza che di fatto allontanerebbe tutte quelle aziende che in questa provincia hanno pensato all’agro alimentare,  al turismo ed a tutte quelle attività collaterali che sicuramente non hanno nulla da spartire con l’amianto e/o con altri tipi e categorie di rifiuti. Questa provincia, proprio in virtù di quello che ha già dato al Sistema Paese per la risoluzione del problema “rifiuti”,  ha il sacrosanto diritto di essere esclusa da qualsiasi altra autorizzazione   e da questo vero e proprio stillicidio. Se il caso, R:Ete Imprese Italia Crotone,  si attiverà in tutte le sedi opportune per scongiurare ogni eventuale progetto di questo genere.  Il coordinatore, Salvatore Lucà, ha inoltre dichiarato che nei prossimi giorni inviterà ad un incontro i Dirigenti del mondo associativo agricolo,  con cui si vuole concordare una serie di iniziative atte a creare un vero distretto virtuoso dell’agro alimentare e del turismo e gli Organismi della Camera di Commercio di Crotone con cui ragionare su altre attività sinergiche. Nella prima decade di dicembre, inoltre  in un’apposita conferenza stampa, verrà  presentato un primo consuntivo dell’attività fin qui svolta e nel contempo sara prennunciato l’organizzazione di un’importante incontro con tutti gli operatori economici e con le istituzioni per portare all’attenzione dell’opinione pubblica tutta una serie di problematiche e di politiche che dovranno contribuire a risollevare le sorti di un tessuto economico che è in un vero e proprio stato di grande sofferenza. Lucà ha sottolineato che, per tantissime ragioni che prossimamente approfondiremo ulteriormente, le PMI devono  essere, per forza di cose,  ai primi punti di ogni agenda operativa, dai politici alle istituzioni, dagli imprenditori alle rappresentanze finanziarie.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: