Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 335

La Biblioteca del Casale di Ponte di Nona

Posted by fidest press agency su lunedì, 29 novembre 2010

Roma il 19 novembre ha chiuso i servizi al pubblico, perché non ha più disponibilità economiche neanche per le utenze, e se la notizia in sé non ha proprio l’aria di costituire un unicum nel momento storico che vive il paese, ad esaminarla con attenzione rappresenta invece proprio uno di quei casi per i quali vale seriamente la pena richiamare l’attenzione di tutti, dalla politica ai semplici cittadini. Questa Biblioteca si trova nel quartiere di Ponte di Nona, nel quadrante Est di Roma, a 6 km all’esterno del GRA, nel territorio dell’VIII Municipio. La Biblioteca è l’unica in un quartiere di circa 2 km quadrati, 18.000 abitanti e quasi 5000 unità abitative (dati novembre 2010), caratterizzato dal punto di vista urbanistico della  presenza del più grande centro commerciale d’Europa (Roma Est), che ospita negozi, cinema, ristoranti etc, ed attorno al quale sono state costruite, a partire dal 2000, esclusivamente abitazioni. L’assenza di quasi tutte le infrastrutture ed i servizi pubblici, pure previsti nel Piano Regolatore per questa “centralità metropolitana” (stazione ferroviaria, attività ospedaliere, servizi pubblici, sede del municipio, servizi, mercato rionale etc) ha portato più volte il quartiere agli onori della cronaca (puntata di Report del 13 maggio 2008 ) proprio per la sua configurazione di “non luogo”, privo di servizi, attrezzature e spazi pubblici di relazione.
La Biblioteca, che ad oggi detiene un patrimonio di circa 7200 volumi provenienti anche da donazioni di singoli cittadini, possiede tutti i requisiti tecnico scientifici di una biblioteca “a regola d’arte”. Il catalogo è informatizzato e fa capo al Polo Bibliotecario dell’università La Sapienza, è censita sul sito dell’Istituto Centrale per il Catalogo Unico delle biblioteche (www.iccu.it) nell’area dedicata all’Anagrafe delle biblioteche italiane (www.anagrafe.iccu.sbn.it) ed ha ricevuto valutazioni positive anche da alcuni illustri addetti ai lavori (Relazioni dei tecnici del Sistema Biblioteche di Roma etc).  Nel catalogo è presente anche materiale audiovisivo, riviste etc.
La Biblioteca, che offre spazi per la lettura e l’ospitalità per circa 150 mq, si trova all’interno di un parco recintato di 9000 mq, con un giardino mantenuto dal personale stesso della Biblioteca, nel quale sono stati sistemati giochi per bambini, panchine etc, Insomma è un posto dove si può andare non solo per leggere e studiare, ma anche per chiacchierare in mezzo al verde e far giocare i piccoli anche al sicuro dai pericoli rappresentati da una viabilità non propriamente a misura d’uomo; proprio a ridosso del centro commerciale è stato aperto nel 2007 un casello autostradale  sulla A-24 Roma l’Aquila.
Nel corso di questi quattro anni di vita, la Biblioteca si è inoltre occupata con molta energia nell’attività di promozione della cultura e delle attività ludiche, divenendo realmente, per gli abitanti della zona, un’alternativa praticabile ai pomeriggi al centro commerciale. Molto intensa l’attività in estate, grazie all’utilizzo del giardino per rappresentazioni teatrali, cinema all’aperto, presentazioni di libri, dibattiti etc
In ultimo la Biblioteca è gestita dall’Associazione Papillon – Rebibbia che raccoglie la tenacia e l’esperienza maturata nel settore di alcuni ex detenuti, che, partiti nel 1996 da un tentativo di riorganizzazione delle diverse biblioteche dei reparti della casa circondariale di Rebibbia, hanno nel tempo trasformato in un vero e proprio servizio rivolto ai cittadini la loro radicata convinzione, che la cultura possa costituire una reale alternativa per i detenuti, sia per combattere dentro il carcere la regressione psico/fisica dovuta alle difficilissime condizioni di prigionia (e la cronaca recente ci dice molto in tal senso), sia per poter progettare un futuro sgombro dalla tentazione della reiterazione di più “facili” pratiche illegali e criminose. La sopravvivenza fisica su un territorio “extra carcerario” di questa esperienza, unica in Italia, rappresenta inoltre per l’Associazione la possibilità di continuare a svolgere quel ruolo di ponte tra l’interno e l’esterno, tra il carcere e la società, che costituisce anche un’importante contributo di consapevolezza ed arricchimento democratico per tutti i cittadini.
In ultimo, sostenere la sopravvivenza della Biblioteca del Casale di Ponte di Nona è un’importante occasione per tutti noi, per richiamare le istituzioni alla necessità e all’opportunità di applicare in modo conforme ed evoluto quanto la legislazione italiana ed europea ha progressivamente acquisito a partire da metà degli anni 70 in materia (Riforma dell’Ordinamento penitenziario 1975, legge Gozzini 1986, Regolamento penitenziario 2000 e Raccomandazione del Consiglio d’Europa 2006), e cioè che il carcere diventi realmente non il luogo dove si finisce, ma quello da dove si può ricominciare.  E allora perché impedirle di funzionare? Possibile che nelle pieghe di un bilancio non si riesce a trovare una sommo, alquanto modesta, per un’opera sociale e culturale di cui tutti, per altro, ne riconoscono il valore? Da queste colonne lanciamo l’appello perché la famiglia Romana non spenga questa flebile fiamma nella voglia di fare e costruire una società più sapientemente votata alla conoscenza e alla cultura. (bblio, polverini)

Una Risposta a “La Biblioteca del Casale di Ponte di Nona”

  1. […] E così accade che da venerdì 19 novembre sia stata chiusa definitivamente la  Biblioteca del Casale Ponte di Nona (Roma), creata e gestita dal giugno del 2006 da un’associazione culturale di detenuti ed ex detenuti nel versante est del Municipio VIII. (https://fidest.wordpress.com/2010/11/29/la-biblioteca-del-casale-di-ponte-di-nona/). […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: