Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Archive for 3 dicembre 2010

A margine corteo studentesco a Roma

Posted by fidest press agency su venerdì, 3 dicembre 2010

Roma Questa mattina un corteo di giovani partito da piazza Venezia è giunto fino in piazza Navona di fronte al Senato. La manifestazione, promossa dai coordinamenti degli studenti dell’Eur, del quarto municipio, di Roma nord e di Frascati, ha visto la partecipazione di migliaia di ragazzi che hanno deciso di lottare insieme di là degli schieramenti politici, marciando dietro lo striscione “studenti uniti contro tagli e privatizzazioni”. “Il Blocco Studentesco è una delle forze che hanno dato vita a questa iniziativa, ma non è assolutamente corretto sostenere che si è trattato di una manifestazione del Blocco Studentesco, come scritto erroneamente da alcuni organi stampa
-precisa Guelfo Bartalucci, responsabile romano del movimento-. I vari coordinamenti studenteschi nati nell’ultima settimana in molte scuole di Roma comprendono al proprio interno ragazzi con opinioni differenti”. Anche Rolando Mancini, altro responsabile del movimento studentesco di CasaPound Italia, ha voluto mettere l’accento sulla trasversalità dell’iniziativa. “Oggi ragazzi di destra e di sinistra insieme hanno dimostrato che è possibile lottare contro i tagli previsti
all’istruzione pubblica e il raddoppio dei finanziamenti alle scuole private, oltre che contro la riforma universitaria, senza la necessità di scendere in piazza con scudi, caschi e intonando cori e slogan appartenenti ad una data parte politica – spiega Mancini-. La gioia e l’entusiasmo che ha contraddistinto questa manifestazione sarà il motore propulsivo delle mobilitazioni delle prossime settimane”.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Al via Più libri più liberi

Posted by fidest press agency su venerdì, 3 dicembre 2010

Roma dal 4 all’8 dicembre Palazzo dei Congressi Fiera nazionale della piccola e media editoria alla nona edizione. Saranno presenti 430 case editrici indipendenti con 16.000 titoli esposti, in programma oltre 300 eventi e 700 ospiti.
A inaugurare l’edizione 2010 domani alle ore 11 è atteso al Palazzo dei Congressi dell’Eur il Presidente della Camera Gianfranco Fini, alla presenza di Umberto Croppi (Assessore alle Politiche Culturali del Comune di Roma), Cecilia D’Elia (Assessore alle Politiche Culturali della Provincia di Roma), Fabiana Santini (Assessore alla Cultura, Arte e Sport della Regione Lazio), Marco Polillo (Presidente AIE), Enrico Iacometti (Presidente Piccoli Editori AIE).
Il primo giorno della Fiera tantissimi gli appuntamenti con ospiti di primo piano a partire da André Schiffrin, il “guru” dell’editoria indipendente, l’uomo che ha puntato il dito contro il rapporto fra Il denaro e le parole, una delle voci più importanti sul tema della libertà e della pluralità d’informazione, protagonista di un’inedita intervista condotta da Marino Sinibaldi (ore 12.30). A Più libri più liberi il vincitore del Premio Strega 2006, Sandro Veronesi, che parlerà del suo ultimo romanzo XY (ore 17) offrendone nuove appassionanti chiavi di lettura. Alle 18 l’omaggio a Elvira Sellerio, leggendaria figura dell’editoria italiana scomparsa la scorsa estate, nel ricordo di Andrea Camilleri e Adriano Sofri (ore 18). Si parlerà di scienza con James Hansen, tra i primi teorici del riscaldamento globale e attivista verde di fama mondiale, che nell’incontro Tempeste: il clima che lasciamo in eredità ai nostri nipoti (ore 19.30) disegnerà la mappa delle future catastrofi naturali a cui andrà incontro il pianeta se non cambieranno le politiche di salvaguardia dell’ambiente. Il filosofo Vito Mancuso in compagnia di Lucio Dalla presenterà l’audiolibro de La vita autentica (ore 15), mentre Faso, bassista di Elio e le Storie Tese, leggerà alcune delle poesie e aforismi decisamente sui generis tratti dal volume Il visone ha una faccia enorme (ore 18).
Tra gli altri appuntamenti della prima giornata anche la presentazione Il gusto del cinema Almanacco 2010-2011 (ore 15) a cura di Laura Delli Colli con Francesco Pannofino e Antonello Fassari e il libro fotografico per il ventesimo anniversario di Muccassassina presentato, tra gli altri, da Vladimir Luxuria (ore 20).
Ampio spazio in Fiera agli approfondimenti dedicati alla comunicazione e all’espressione culturale attraverso le nuove tecnologie: ogni giorno al DigITAL Cafè, dalle 17, un appuntamento per dialogare con i protagonisti dell’innovazione digitale, ospite d’eccezione della prima giornata Derrick de Kerckhove che parlerà di intelligenza artificiale.
Oltre che un evento dedicato al pubblico, Più libri più liberi è un vero e proprio laboratorio per gli editori, un luogo dove confrontarsi, crescere, sperimentare nuove strategie a partire dagli scenari che emergono dai dati dell’indagine Istat 2010 che saranno presentati in anteprima il 4 dicembre nell’ambito del convegno La lettura e la sua ombra, (digITAL Café, alle 15). Le cifre dell’indagine Istat costituiranno poi anche il punto di partenza per la tavola rotonda Promuovere oggi il lettore di domani, sempre al digITAL Café alle 16, a cui interverranno Gian Arturo Ferrari (Centro per il libro e la lettura), Claudio Leombroni (Associazione Italiana Biblioteche) e Marco Polillo (Associazione Italiana Editori), moderati da Giovanni Peresson.
Oltre 400 mq dedicati ai piccoli visitatori, quasi 50 appuntamenti tra presentazioni, laboratori didattici e spettacoli, centinaia di libri nella bibliolibreria ragazzi: a Più libri più liberi un ampio programma dedicato esclusivamente ai più giovani.
Più libri più liberi è organizzato dall’Associazione Italiana Editori (AIE) con il sostegno di: Ministero per i Beni e le Attività Culturali – Direzione Generale per i beni librari, gli istituti culturali e il diritto d’autore con il Centro per il libro e la lettura, Comune di Roma – Assessorato Politiche culturali, Provincia di Roma – Assessorato Politiche culturali, Regione Lazio – Assessorato alla Cultura ed Assessorato alle Attività produttive  e Camera di Commercio di Roma, con il patrocinio del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e in collaborazione con l’Istituzione Biblioteche di Roma, l’ICE – Istituto Nazionale per il Commercio Estero, l’azienda per i trasporti capitolina Atac, Radio 3 Fahrenheit, IBS – Internet Bookshop e in partnership con l’ALI – Associazione Librai Italiani e l’IILA – Istituto Italo-Latino Americano.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Giovani: corteo a Roma

Posted by fidest press agency su venerdì, 3 dicembre 2010

Tremila studenti si stanno muovendo da piazza Venezia in direzione del Senato, a Roma, per protestare contro la riforma Gelmini. ”Abbiamo promosso questa mobilitazione insieme ai rappresentanti di gran parte delle scuole romane – spiega il responsabile capitolino del Blocco studentesco Rolando Mancini – per protestare contro una riforma, come quella Gelmini, che non possiamo condividere nel momento in cui prevede tagli alla scuola pubblica per 6 miliardi di euro in 3 anni e nello stesso tempo prevede di portare i fondi destinati alla scuola privata da 145 a 230 milioni di euro”. ”Quella di questa mattina – aggiunge Mancini – è  un’iniziativa trasversale. Qui in piazza non ci sono solo gli studenti delle undici scuole, dal Farnesina al Bernini, che, come Blocco studentesco, abbiamo contribuito ad occupare nell’ultima settimana. In corteo con noi ci sono ragazzi che frequentano istituti di tutti i quartieri della Capitale: Eur, Roma Nord, Roma est. Ci sono studenti che sono arrivati qui dalle scuole dei Castelli, per far sentire la loro voce. Ci stiamo dirigendo al Senato, siamo tanti e là ci dovranno ascoltare’.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mostra “Energie”

Posted by fidest press agency su venerdì, 3 dicembre 2010

Roma 4 dicembre 2010 dalle 18.00 alle 22.00 mostra “Energie” a Palazzo Margutta. La mostra si protrarrà  fino al 12 dicembre 2010: dal martedì alla domenica dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 20.00 (chiuso lunedì mattina).
Con la pittura di Echeoni e Solange un’esposizione tutta da vedere che mette a confronto due artisti diversi accomunati dall’esser nati sotto il segno dell’arte considerata nelle sue varie sfaccettature – il Maestro Elvino Echeoni e il sensitivo Solange – i quali, pur mantenendo un proprio linguaggio creativo, riescono ad esprimersi con forza ed energia.
Elvino Echeoni – pittore, scultore, incisore, restauratore, scenografo ma anche designer, musicista, compositore e autore di testi – conosciuto e amato dal grande pubblico e dalla critica per l’utilizzo di tonalità intense, sia con i tramonti sognanti che con i momenti musicali, riesce a dar vita a un’esplosione di colori in cui l’elemento cromatico, intenso e travolgente, sembra vibrare al punto da creare un’energia vitale.
Solange, per la prima volta nella storica via dell’arte, presenta al grande pubblico lavori incentrati sugli amati segni zodiacali e, con mano sicura e originale, riesce a interpretare quell’energia astrale che ha sempre accompagnato questo personaggio, conosciuto nel mondo dello spettacolo per le sue innumerevoli performance da sensitivo. E non è affatto un caso se a tenerlo a battesimo in questa nuova avventura artistica nella Capitale è il Maestro Elvino Echeoni, uno tra più rappresentativi pittori della storica via Margutta, che si è detto “pronto a scommettere che Solange sarà una clamorosa rivelazione per tutti gli appassionati dell’arte”.  (www.ilmondodellarte.com) (quadri)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Bergonzoni incontra gli studenti

Posted by fidest press agency su venerdì, 3 dicembre 2010

Cagliari 7 dicembre alle ore 17 nell’aula magna Motzo della facoltà di Lettere e filosofia, Alessandro Bergonzoni incontra gli studenti. L’ingresso è gratuito e fa parte del ciclo di Lezioni di teatro organizzate dal Teatro Stabile della Sardegna in collaborazione con la facoltà di Lettere e filosofia dell’Università di Cagliari.
“Urge” il nuovo spettacolo di e con Alessandro Bergonzoni. Un allestimento che già dal titolo vuole chiaramente segnalarci un’allerta, una necessità artistica senza sosta e senza indugi. Ma cosa “Urge” a Bergonzoni, che arriva a questo nuovo testo dopo il pluripremiato “Nel”? Sicuramente segnalarci delle differenze che se trascurate possono realmente cambiare il senso delle cose, come quella tra sogno e bisogno. Ma anche dimostrare che la comicità è fatta di materiali non solo legati all’evidente o al rappresentato. E soprattutto mettere sotto i nostri occhi il suo “voto di vastità” un vero e proprio canone artistico che lo obbliga a non distogliere mai gli occhi dal tutto. Un tutto composto dall’enormità e dall’invisibile, onirico, sciamanico e trascendentale. E in questo tutto è essenziale quindi anche lo spazio scenico, firmato sempre da Bergonzoni, che firma anche la regia in collaborazione con Riccardo Rodolfi. “Urge” quindi verificare dalla platea questa ulteriore e necessaria scrittura comica di quello che senza dubbio è uno dei più originali artisti contemporanei. (Bergonzoni)

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Curare le malattie neurologiche

Posted by fidest press agency su venerdì, 3 dicembre 2010

Roma 3 dicembre 2010, alle 16.00, in via degli Aldobrandeschi 190, nell’ambito del Master in Scienza e Fede dello stesso ateneo seminario del Gruppo di Neurobioetica dell’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum: “Curare le malattie neurologiche rispettando la vita: per un uso etico delle cellule staminali”,
Condizioni degenerative gravi del sistema nervoso, quali la malattia di Alzheimer e la Corea di Hun-tington, potranno essere curate utilizzando le cellule staminali. Si parla di medicina rigenerativa: cellule invecchiate o morte sono rimpiazzate da cellule tipiche degli organismi giovani.
Le cellule staminali hanno diversa provenienza, pur avendo le stesse caratteristiche di pluripotenza. Esistono cellule staminali di origine fetale, da clonazione, da tessuti, da cordone ombelicale e, infine, quelle ottenute per riprogrammazione delle cellule adulte. L’uso di una linea cellulare piuttosto che un’altra non è indifferente. Infatti quelle di origine fetale impongono la distruzione dell’embrio¬ne umano.
Il terzo seminario interdisciplinare del Gruppo di Neurobioetica, sulla sperimentazione, produzione e impiego di cellule staminali nelle malattie del sistema nervoso, si propone di riaffermare la necessità urgente di difendere e tutelare la vita in fase iniziale, attraverso un confronto aperto tra le scienze sperimentali e la riflessione filosofico – etico – giuridica fondata su valori cristiani.  Il seminario, inoltre, costituisce un’opportunità per ricercare forme di “integrazione” dei saperi e delle loro applicazioni, alla luce di una visione olistica della persona umana, evidenziando i rischi che un’interpretazione riduttiva dell’embrione (considerato un “ammasso di cellule”) porta con sé. Dopo il saluto del Rettore, Padre Pedro Barrajón Pedro LC, interverranno: Maria Addolorata Mangione, Medico e Dottore di Ricerca in Bioetica, Gruppo di Neurobioetica dell’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum, Giovanni Gaviraghi, Amministratore Delegato di Siena Biotech, S.p.A., Martin M. Bednar, Direttore Esecutivo e Direttore Generale del Settore Clinico, Progetti Medicina Neuro-Riabilitativa/ Rigenerativa e Alzheimer, Pfizer, Padre Gonzalo Miranda LC, Professore Ordinario, Facoltà di Bioetica, Ateneo Pontificio Regina Apostolorumm e Alberto García, Direttore Cattedra UNESCO di Bioetica e Diritti Umani. (regina apostolorum)

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Misure d’urgenza per Pompei

Posted by fidest press agency su venerdì, 3 dicembre 2010

Il Ministro per i Beni e le Attività Culturali, Sandro Bondi, ha incontrato oggi al Collegio Romano il Presidente della Regione Campania, Stefano Caldoro, e il Presidente della Provincia di Napoli, Luigi Cesaro. Erano presenti all’incontro il Capo di Gabinetto, Salvatore Nastasi, il Segretario Generale del MiBAC, Roberto Cecchi, il Direttore Generale per le Antichità, Luigi Malnati, e il Direttore Generale per la Valorizzazione del Patrimonio Culturale, Mario Resca. Nel corso della riunione è stata unanimemente condivisa la necessità di affrontare immediatamente le criticità connesse al sito archeologico di Pompei, adottando quanto prima, anche con provvedimenti d’urgenza, misure per il recupero del patrimonio archeologico, che il Ministro presenterà in uno dei prossimi Consigli dei Ministri. In particolare, verrà ricostituita la soprintendenza autonoma di Pompei ed il soprintendente dovrà essere dotato di poteri più incisivi per la tutela del sito. Inoltre, saranno individuati gli strumenti necessari per l’adozione di un piano straordinario di manutenzione con l’aumento del personale tecnico addetto e con l’invio immediato di una task force composta da archeologi, architetti e operai specializzati per realizzare tutti gli interventi necessari. Inoltre, il Ministro ed i rappresentanti della Regione Campania e della Provincia di Napoli hanno concordato una linea comune per il miglior utilizzo dei fondi europei sulle aree archeologiche interessate e l’esigenza di destinazione dei fondi FAS anche per l’area di Pompei. Infine, è stato deciso di proseguire gli studi per la costituzione di un’eventuale Fondazione, strumento essenziale per l’apporto di capitali privati.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Governo si andrà al voto: dichiarazione Rotondi

Posted by fidest press agency su venerdì, 3 dicembre 2010

“La mia previsione? Si andrà alle elezioni perché fortunatamente noi non siamo come la sinistra. Se cadiamo, si va al voto”. Lo ha detto il ministro per l’attuazione al Programma Gianfranco Rotondi intervenuto a “24 Mattino” su Radio 24. Rotondi ha fatto un paragone con la caduta di Prodi del 2006: “In una situazione analoga il presidente della Camera Bertinotti fece cadere Prodi. Se la sinistra allora andava al voto, i cittadini magari dicevano ‘Bertinotti si è stancato, noi no’. Anche perché il primo governo Prodi aveva ottenuto risultati, siamo entrati nell’euro, non eravamo in una fase in cui la sinistra perdeva le elezioni. Ma hanno fatto l’errore già a quel tempo e da allora non ‘toccano più palla’. Noi questo errore non lo faremo. Se cadiamo, si va al voto”.  Rotondi ha aggiunto: “Quando alcuni parlamentari eletti sotto il simbolo ‘Berlusconi presidente’ a metà legislatura dicono Berlusconi a casa, la conseguenza più probabile è che Berlusconi vada a casa ma quella ancora più probabile è che si vada alle elezioni”. Per il ministro il responsabile della crisi è Fini e lo ha indicato rispondendo a una domanda sulle accuse di ‘compravendita’ di parlamentari in vista del 14 dicembre: “I parlamentari sono tutti uguali e i voti mai come in questo caso si contano, non si pesano – ha detto il ministro -. La celebrità non è un valore e visto che a gettare il Paese nella tragedia è stata una celebrità politica, Fini, viva i parlamentari semplici. La scelta di Fini ha come conseguenza la crisi politica che, intrecciandosi con quella economica e internazionale, dà la misura di come la classe politica a volte si chiuda occhi e orecchie”.
Infine le polemiche sul suicidio di Mario Monicelli e il dibattito che ne è scaturito in Parlamento. Rotondi, senza criticarlo, commenta così le parole di Napolitano che ha parlato di ‘scelta di Monicelli da rispettare’: “Il presidente Napolitano, a cui voglio notoriamente molto bene, ha fatto l’intervento più forte della sua presidenza. Non mi permetto di giudicarlo, ma è sicuramente il più forte della sua presidenza” ha detto a Radio 24 che ha aggiunto: “Bisognava stare tutti zitti. Io ho solo contestato la rottura del silenzio. Invece del silenzio si è usata la morte di Monicelli per elogiare il suicidio. Il suicidio è un reato, tant’è che c’è il reato di istigazione al suicidio, dunque nessuno ha il diritto di togliersi la vita”. (da marialuisa.chioda ilsole24ore.com)

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

L’agonia del Governo Berlusconi IV

Posted by fidest press agency su venerdì, 3 dicembre 2010

Segnaliamo il nuovo articolo (che riproduciamo in sintesi) di Padre Bartolomeo Sorge dal titolo  “Il cedimento strutturale della politica italiana” e che è possibile leggere integralmente collegandosi al blog di “Area Solidale Democratica”. Questa agonia: “si trascinava già da molti mesi, nelle ultime settimane ha subito una rapida accelerazione. Dopo l’intervento del 7 novembre 2010 di Gianfranco Fini a Bastia Umbra (PG) e dopo le dimissioni dei finiani membri del Governo (15 novembre), la crisi è giunta a un punto di non ritorno, tanto da poter dire che essa è virtualmente aperta: il Governo ormai ha l’encefalogramma piatto. Un’ulteriore conferma che si tratti di «cedimento strutturale» e non di una crisi politica congiunturale viene dal fatto che maggioranza e opposizione si stanno sfaldando contemporaneamente e in forma pressoché simmetrica. Da un lato, il Popolo delle libertà (pdl) ha cessato di esistere il 29 luglio 2010, quando il cofondatore Gianfranco Fini è stato espulso dal partito e se ne è andato portandosi dietro il gruppo di «Futuro e libertà per l’Italia» (fli). Cosicché del vecchio pdl oggi resta in piedi solo Forza Italia (fi), allargata ad alcuni ex colonnelli di Alleanza Nazionale (an) e seguaci, rimasti legati a doppio filo a Berlusconi. Tuttavia, la stessa Forza Italia è più fragile che mai, insidiata al Nord dall’espansionismo della Lega di Bossi e nel Meridione dalla formazione di Raffaele Lombardo, e da «Forza Sud», fondata da Gianfranco Miccichè, anch’egli uscito dal pdl. A sua volta, il Partito democratico (pd), ulteriormente provato dalla sconfitta del candidato del partito alle primarie a Milano, sembra avviato a un analogo destino: i primi a uscirne sono stati i parlamentari «teodem», seguiti dal cofondatore Francesco Rutelli con il suo gruppo di «Alleanza per l’Italia» (api). Parimenti, il «Movimento democratico» di Walter Veltroni e dei 75 parlamentari e il movimento fiorentino dei «rottamatori» di Matteo Renzi e Giuseppe Civati fanno presagire aria di divisione.
La palese carenza di senso delle istituzioni democratiche e dello Stato di cui ha dato prova, ma soprattutto i suoi comportamenti libertini, hanno tolto al leader non solo dignità e credibilità morale (con grave pregiudizio del buon nome dell’Italia), ma hanno bloccato il dibattito, per mesi e mesi e in forma ossessiva, solo sul gossip.
È assurdo che un Presidente del Consiglio passi le giornate ad attaccare la magistratura e le istituzioni democratiche di garanzia (la Corte Costituzionale e il Presidente della Repubblica); che quotidianamente se la prenda con la stampa e i giornalisti; che si mostri intollerante verso qualsiasi manifestazione di dissenso o di critica. Questa grave mancanza di senso democratico ha finito con oscurare anche quanto di buono, nonostante tutto, il Governo è riuscito a fare.
Ora è doveroso interrogarsi per tempo sulle prospettive che si aprono con la caduta ormai imminente del Governo. Tuttavia è possibile individuare già alcuni problemi di fondo con i quali, comunque vadano le cose e qualunque cosa accada, sarà inevitabile confrontarsi: 1) il primo è il problema della riforma elettorale, non più prorogabile; 2) in secondo luogo, bisognerà affrontare la questione delle alleanze e dei nuovi equilibri, tenendo presenti i soggetti politici che stanno emergendo; 3) infine, il mutato quadro politico porrà certamente interrogativi nuovi anche alla presenza dei cattolici.
Com’è possibile — aggiungiamo noi — consentire che il timone della politica italiana sia nelle mani di un partito, la cui cultura e i cui interessi sono esclusivamente regionali e privi d’ogni sensibilità nazionale, come mostra il disprezzo aperto che la Lega Nord ostenta per Roma e per il Sud, per il Tricolore e per il 150° anniversario dell’unità d’Italia? «Per troppo tempo — insiste Fini — si è sottovalutato quel pericolo strisciante che è il motore della Lega Nord: alla Lega non interessa nulla di quello che accade dal fiume Po in giù».
Ovviamente la presenza della nuova destra di Fini è destinata a modificare gli equilibri politici del Paese. Anche per questo, il dibattito sulla possibilità di un «terzo polo» assume un valore e un interesse particolari, in previsione della fine del IV Governo Berlusconi. In realtà, si può dire che in Italia, in certo senso, il «terzo polo» c’è già. L’unica cosa certa è che l’eventualità di una terza forza politica è virtualmente contenuta in quel 40% (indicato da tutti i sondaggi), formato da elettori delusi dalla politica o incerti o restii a recarsi alle urne, che non hanno più fiducia né nel centro-sinistra, né nel centro-destra.
Infatti, sia al Nord sia al Sud del Paese, stanno fermentando esperienze politiche nuove che vanno in questa direzione. Al Nord, per fare un esempio, l’Unione per il Trentino (upt) di Lorenzo Dellai ha fatto rinascere l’interesse per la politica in molti cittadini e ora punta a federarsi con partiti e movimenti di area popolare, con reti civiche locali, senza escludere di partecipare a un progetto federativo nazionale con altre forze omogenee: la «terza forza» appunto. Al Sud, sono in atto tentativi analoghi. Il caso che più ha fatto parlare di sé, ancora da capire e da verificare, è certamente il quarto governo regionale di Raffaele Lombardo in Sicilia, nato dall’accordo tra Movimento per le Autonomie (mpa), pd, fli, api e udc.
Infine, è in atto in Italia un fenomeno che non va sottovalutato: il moltiplicarsi di nuove esperienze di cittadinanza attiva e responsabile; si tratta di soggetti culturali-politici che nascono spontaneamente sul territorio, senza escludere potenzialmente una loro dimensione nazionale. E i cattolici? L’emergere di nuove forme di cittadinanza attiva, responsabile e solidale, interpella in modo speciale i cristiani. I cattolici, infatti, sono particolarmente sensibili ai valori della solidarietà e della comunione a motivo dell’eredità storica di cui sono portatori, alimentata dal Vangelo. Sono i valori di cui il Paese oggi ha maggiormente bisogno per superare l’attuale «cedimento strutturale» della politica.
Infatti, la fine della dc e la conseguente diaspora politica non significano affatto la fine degli ideali e dei valori nei quali i cattolici democratici hanno creduto e credono, per i quali hanno combattuto e oggi sono chiamati a combattere. Il nostro Paese, più di ieri, ne ha bisogno. I cattolici non possono uscire dalla scena politica, né tanto meno la loro presenza può divenire insignificante. Il problema è quello di trovare forme nuove di presenza, più rispondenti alle sfide e ai bisogni della società post-ideologica, pluralistica e secolarizzata, in fedeltà alle acquisizioni del Concilio Vaticano II e dell’insegnamento sociale della Chiesa. Alla necessità di una nuova forma di presenza faceva cenno il documento forse più profetico mai emesso dal Consiglio Permanente della CEI, che a distanza di molti anni mantiene tutta la sua forza: «C’è innanzitutto da assicurare presenza. L’assenteismo, il rifugio nel privato, la delega in bianco non sono leciti a nessuno, ma per i cristiani sono peccato di omissione.Auspichiamo, perciò, che l’agonia del IV Governo Berlusconi e la prospettiva della sua fine imminente stimolino i cattolici a impegnarsi attivamente e responsabilmente in aree di solidarietà democratica a livello locale (e nazionale), nel nome dei valori comuni della Costituzione e della dottrina sociale della Chiesa. (Bartolomeo Sorge)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Democrazia in Chiesa

Posted by fidest press agency su venerdì, 3 dicembre 2010

Qualcosa si muove, anche in termini di visibilità, nel mondo cattolico, sempre meno convinto della validità delle scelte “politiche” dell’attuale pontefice. La scelta politica venne dichiarata all’indomani della vittoria di Berlusconi, quando Ratzinger esultò: “Finalmente si comincia a respirare”.  Ma ciò che oggi risulta interessante per il mondo cattolico, è la richiesta  del movimento “Noi siamo Chiesa”  di poter intervenire in maniera determinante sulla scelta dell’arcivescovo di Milano, stante la prossima collocazione in pensione del cardinale Tettamanzi. Prendo spunto da questa iniziativa per dilatare l’esigenza di intervento del mondo cattolico e nella scelta delle linee guida spirituali che salga dal popolo attraverso i parroci, per generare una linea politica che non può diventare una scelta di campo e una partecipazione alle lotte per il potere in nome e per conto delle esigenze materiale dello Stato Città del Vaticano. Il popolo deve poter intervenire sia nella scelta del Vescovo che nella composizione del concistoro dei cardinali, che oggi è meno che medievale.
Oggi il pontefice, motu proprio, nomina i cardinali che parteciperanno al conclave, scegliendo rigorosamente fra quelli che hanno dimostrato di condividere e seguire le indicazioni pontificie. La Chiesa è Assemblea dei credenti, guidati nella preghiera e nella meditazione dal parroco, aduso alla confessione, a contatto con il peccato, suggeritore del pentimento, primo gradino della scalata del credente verso Dio, in una visione verticale della fede, che diventa anche orizzontale quando affronta i temi della libertà, della solidarietà… dell’Umanesimo. “quod omnes tangit ab omnibus tractari et approbari debet” (“ciò che interessa tutti da tutti deve essere discusso ed approvato”),  così recita  un antico principio canonistico contenuto nel Decretum Gratiani, oggi non più tenuto in alcun conto, al solo scopo di potere influire sulle scelte politiche del popolo dei credenti, gabellando i suggerimenti interessati di un singolo vertice vaticano come se si trattasse, addirittura, della volontà di Dio. Il popolo dei credenti deve poter scegliere il suo vescovo e anche sollevarlo dalla carica; saranno i vescovi, poi, a nominare  i cardinali che formeranno il concistoro, a garanzia di una elezione pontificia, che abbia a cuore l’interesse spirituale della Chiesa e non gli interessi terreni dello Stato Città del Vaticano. (Rosario Amico Roxas – in sintesi)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Secretazione di opere pubbliche

Posted by fidest press agency su venerdì, 3 dicembre 2010

Il Sottosegretario alle infrastrutture ed ai trasporti Sen. Mario Mantovani con delega alla casa e all’edilizia statale condivide la preoccupazione della Corte dei conti in ordine all’eccessivo ricorso alla secretazione di opere pubbliche ed esprime l’intendimento di proporre al Ministro Altero Matteoli l’adozione di una Direttiva tale da limitare il più possibile l’uso di tale procedura, ora di pertinenza dei soli funzionari pubblici. L’adozione di tale atto di indirizzo renderebbe più trasparenti gli appalti ed assicurerebbe la partecipazione di più imprese alle gare, e non già solo di quelle munite di apposite abilitazioni, ottenendo, in tal modo, anche un maggior risparmio in termini economici.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Reti amiche: tra palazzo Vidoni e Icbpi

Posted by fidest press agency su venerdì, 3 dicembre 2010

Il Capo Dipartimento per la digitalizzazione della PA e l’Innovazione tecnologica Renzo Turatto e il Direttore Generale dell’Istituto Centrale delle Banche Popolari Italiane Giuseppe Capponcelli hanno firmato oggi a Palazzo Vidoni un Protocollo d’intesa per l’erogazione ai cittadini e alle imprese di diversi servizi delle Pubbliche Amministrazioni attraverso “Reti Amiche”. L’Istituto Centrale delle Banche Popolari Italiane (ICBPI) è la società a capo di un gruppo bancario che fornisce servizi e infrastrutture per la competitività e la crescita di banche, istituzioni finanziarie e assicurative, imprese e Pubblica Amministrazione. Attraverso le proprie controllate e  partecipate opera principalmente su quattro asset: sistemi di pagamento, monetica (carte di pagamento, ATM, POS)  securities services e servizi di outsourcing informatico e consulenza specializzati. ICBPI, nell’ambito del programma Reti Amiche, fornirà la rete accessibile su tutto il territorio e gli strumenti funzionali e di facile utilizzo per consentire al cittadino e alle imprese di usufruire dei servizi della PA.L’accordo, pienamente coerente con il ruolo che ICBPI  ricopre nel fornire efficienza e innovazione a clienti che sostengono lo sviluppo delle realtà locali del Paese, prevede lo sviluppo dell’erogazione di servizi pubblici verso i dipendenti, i cittadini e le imprese clienti attraverso i canali propri e delle banche socie e/o clienti  di ICBPI.
Il progetto “Reti Amiche”, creato e promosso dal Ministro per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione Renato Brunetta, agevola il rapporto tra il cittadino e la PA. Reti Amiche offre  ai clienti dei servizi pubblici i vantaggi offerti dalle nuove tecnologie dell’informazione e presenta la comodità di utilizzare reti già esistenti, vicine a casa, amichevoli, senza costi aggiuntivi. Il risultato è una migliore qualità del servizio  con minori costi, un servizio efficiente utilizzabile dai cittadini che hanno minor dimestichezza con Internet o che hanno minore mobilità fisica, l’apertura delle reti pubbliche alla collaborazione non solo tra di loro ma anche con le reti private. La firma del protocollo di oggi rafforza ancora di più i 60.000 sportelli Reti Amiche già attivi sul territorio nazionale grazie agli accordi già siglati nei mesi scorsi, tra gli altri, con Poste, Tabaccai e Unicredit.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Innovazione nella pa: intesa Lombardia-Brunetta

Posted by fidest press agency su venerdì, 3 dicembre 2010

Il Ministro per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione Renato Brunetta e il Presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni hanno firmato a Palazzo Vidoni un Protocollo d’intesa per la realizzazione di un programma di interventi innovativi finalizzati a incrementare l’accessibilità dei sistemi di e-government. Il documento appena sottoscritto si inserisce nel Piano e-Gov 2012 del Ministro Brunetta ed è in linea con la programmazione regionale in tema di sviluppo della società dell’informazione. Il Protocollo rafforza l’impegno assunto dalla Regione Lombardia di agevolare il rapporto tra Pubblica Amministrazione, cittadini e imprese migliorando l’offerta dei servizi regionali nel settore della sanità: non solo attraverso l’invio telematico dei certificati di malattia da parte dei medici per i lavoratori sia del settore pubblico che privato ma anche con l’introduzione della ricetta digitale e la diffusione del Fascicolo Sanitario (FSE). Verrà inoltre sostenuto lo Sportello Unico per le Imprese  con l’attuazione della cooperazione applicativa con le Amministrazioni Centrali, attraverso l’uniformità dei codici ISTAT, ATECO e CUP nei diversi ambiti di competenza Ministeriale, con l’obiettivo di consentire sia la prenotazione online delle prestazioni sanitarie sia l’ottimizzazione dei costi e dei tempi di attesa, semplificando e standardizzando le procedure di autorizzazione per le attività d’impresa. Sulla base di quanto stabilito nel Protocollo, la Regione Lombardia adotterà inoltre ogni strumento idoneo per prevenire il rischio di corruzione e di illeciti a danno della Pubblica Amministrazione: tra questi si segnalano i “Patti di Integrità” in materia di evidenza pubblica e l’adesione al “Decimo Principio del Global Compact” promosso dalle Nazioni Unite.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Eagles Airlines, inaugurato volo Venezia – Roma

Posted by fidest press agency su venerdì, 3 dicembre 2010

Eagles Airlines nuova compagnia aerea del NordEst ha lanciato ieri, il collegamento tra Venezia e Roma Fiumicino. Il volo sarà operato ogni giorno tra il capoluogo veneto e la Capitale dal lunedi al sabato con partenza da Venezia alle ore 7.00 e ritorno da Roma alle 19.00, mentre la domenica verrà effettuato da Venezia alle 18.10 e da Roma alle 20.20. Un viaggio adatto per i business men,  con un pacchetto di offerte speciali, privilegi e servizi dedicati ai clienti più fidelizzati. La compagnia veneta, con sede a Marghera, lancia le nuove rotte italiane e continentali e studia da network capace non solo non di offrire servizi e confort ma soprattutto efficienza, qualità e puntualità. Se l’effetto low cost ha consentito a tutti di muoversi e di conoscere nuovi posti non si può negare che ha tolto un po’ di quel fascino al volo aereo fatto di piccole attenzioni per il viaggiatore. Quello che ha pensato Eagles Airlines è un ritorno al passato dove il passeggero torna ad essere al centro delle attenzioni della compagnia aerea e non solo un “cliente”.
Il nuovo collegamento sarà operato con comodi Fokker 100 da 100 posti, caratterizzati da un’elegante livrea verde oro. A bordo i passeggeri troveranno un personale di cabina attento e disponibile  a soddisfare ogni esigenza. Conciliare prezzi accessibili con attenzione al cliente è uno degli obiettivi che la compagnia intende perseguire per offrire all’utente non solo un semplice viaggio aereo.  Attualmente Eagles Airlines dispone di una sessantina di dipendenti tra assistenti di volo e piloti, ed entro il 2011 è previsto anche l’ampliamento della flotta che continuerà nel 2012 fino ad un numero di 12 aerei entro 4 anni.  I passeggeri possono effettuare prenotazioni ed acquistare i biglietti direttamente sul sito http://www.eaglesairlines.com o tramite le agenzie di viaggio accreditate. La compagnia, attiva già nel settore dei voli charter, ha inoltre predisposto nel proprio sito un’area riservata alle agenzie di viaggio ed ai tour operators, dove vengono fornite tutte le informazioni ed i contatti per favorire il servizio agli operatori.

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Governo umilia forze ordine”

Posted by fidest press agency su venerdì, 3 dicembre 2010

“Ancora una volta la maggioranza, sotto il pesante giogo di Tremonti mani di forbice, ha fatto marcia indietro sugli impegni assunti riguardo alle funzioni svolte dalle forze dell’ordine che sono in forte affanno. Non si può dare una cosa con la mano destra e poi toglierla con la sinistra” lo ha dichiarato in Aula, l’on. Giovanni Paladini, capogruppo di IDV in Commissione Lavoro, commentando il ritiro dell’articolo aggiuntivo 10.55 del dl sicurezza. “E’ inaccettabile che le forze dell’ordine, che ogni giorno rischiano la vita per tutelare i cittadini e svolgere le loro funzioni per garantire la sicurezza in questo Paese, siano state di nuovo umiliate da questo Governo, dopo i gravi tagli apportati dal Governo al comparto sicurezza e difesa in Finanziaria. Al sottosegretario Mantovano chiediamo non generiche rassicurazioni ma un impegno finanziario concreto a sostegno delle funzioni svolte dalle forze dell’ordine” conclude Paladini.

Posted in Spazio aperto/open space, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma: piano centro storico

Posted by fidest press agency su venerdì, 3 dicembre 2010

“Ormai il piano di Natale per il centro storico è divenuto una bella consuetudine, con la ZTL prolungata tutti i giorni ed estesa al sabato e alla domenica, un’offerta aggiuntiva di trasporto pubblico, convenzioni con i parcheggi di scambio. E’ una scelta nella direzione della pedonalizzazione definitiva del centro storico, quello che i cittadini vorrebbero tutti i giorni per muoversi e respirare meglio e che anche molti esercenti hanno capito al di là di miopi richieste di alcuni ai quali l’amministrazione capitolina non deve dare spago -afferma Lorenzo Parlati, presidente di Legambiente Lazio-. Già oltre dieci anni fa, uno studio sul commercio e la qualità urbana realizzato dal Cresme per Confcommercio e Legambiente in quattro grandi città italiane compresa Roma, aveva rivelato infatti che il 55% dei negozianti intervistati affermava di aver tratto ‘notevoli benefici economici’ grazie a misure di limitazione del traffico. Del resto, chi vorrebbe andare a fare lo shopping in strade ridotte a camere a gas dallo smog e costipate di auto incolonnate? Per far godere la meraviglia del nostro centro storico l’unica soluzione davvero utile è quella di eliminare le automobili, prolungando da 4 al 24 dicembre come di consueto l’orario della ZTL fino alle 20 tutti i giorni feriali e prevedere la chiusura almeno dalle 14 alle 18 nei festivi, mantenendo la ZTL notturna, incrementando il servizio per autobus, treni, metropolitane e taxi, prevedendo le convenzioni con parcheggi i scambio, con la massima severità contro lo scarico merci e la sosta selvaggia. Sotto Natale le centinaia di migliaia di romani che invaderanno le strade del centro a piedi, per passeggiare e per fare le compere, si aspettano questo dall’amministrazione capitolina, una bella sperimentazione che si ripete da anni e che sarebbe proprio ora di estendere a tutto l’anno, nella direzione della pedonalizzazione del centro storico che il Sindaco Alemanno ha scelto tra gli obiettivi prioritari dell’Amministrazione.”

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Aspettando Godot”

Posted by fidest press agency su venerdì, 3 dicembre 2010

Roma 4 dicembre ore 21.00 Teatro Tor Bella Monaca -via Bruno Cirino, angolo Duilio Cambellotti va in scena la straordinaria commedia tragicomica sull’incomunicabilità densa di immagini poetiche, “Aspettando Godot”, di Samuel Beckett per la regia di Edoardo Torricella. Nella versione di Torricella il testo scritto da Beckett, abitato dai suoi candidi personaggi, sempre speranzosi e in continua attesa di cambiamenti, viene reinterpretato interamente da personaggi femminili. Personaggi senza tempo dalle diverse individualità in parte riscattate, ma estremamente bisognose di una identità autentica, e piene di speranza alla ricerca della femminilità senza confini. Personaggi che essendo proiettati nel futuro aspettano che questo arrivi, perché essere contemporanei significa già vivere ed agire per il futuro. E la Storia, implacabile, seleziona solo chi possiede lungimiranza. Una commedia che usa con sarcasmo la comunicazione e l’intelligenza critica per differenziarsi dalla mediocrità, dal servilismo e dalle banalità, creando così una vera svolta significativa nel Teatro moderno e contemporaneo. Far vivere l’assurdità senza tempo per essere autonomi e liberi: questa la sensazionale scoperta di Beckett portata in scena in una edizione rivisitata e pensata in chiave interamente femminile.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Decreto sicurezza: ritirato emendamento

Posted by fidest press agency su venerdì, 3 dicembre 2010

“Si tratta dell’ennesimo vergognoso tradimento alle Forze dell’Ordine da parte della maggioranza di Governo!”. E’ il duro commento di Franco Maccari – Segretario Generale del COISP – il Sindacato Indipendente di Polizia, alla notizia del mancato finanziamento della specificità delle Forze di Polizia nel decreto sicurezza approvato alla Camera. “Denunciamo la gravità del comportamento del Governo, che ha fatto ritirare, all’ultimo momento, l’emendamento predisposto e già approvato dalla Commissione e condiviso anche da tutti i gruppi. E’ demoralizzante anche il sostanziale silenzio delle opposizioni, con i soli parlamentari di Fli che hanno protestato veementemente contro il ritiro dell’emendamento”, continua Maccari. “Il Governo – prosegue il leader del COISP – ha perso forse l’ultima buona occasione di riabilitarsi agli occhi delle Forze di Polizia, né siamo disposti ad accettare le falsità diramate dal Viminale, che parla di ‘attenzione particolare al settore della Sicurezza in sede di manovra economica’. Incredibili poi le dichiarazioni di quello che dovrebbe essere il nostro Ministro: “…Molto soddisfatto per voto Camera su decreto…”! “Sono molto soddisfatto se riusciremo a integrarlo con altri due capitoli, sulle Forze di Polizia e sui prefetti, sarà perfetto…”! Peccato che intanto hanno cassato proprio le uniche righe che servivano per non umiliare gli Appartenenti alle Forze di Polizia e Militari! Inoltre continuano a parlare di tre miliardi di euro per la Polizia, ma la realtà rimane quella di una gravissima carenza di uomini, mezzi e risorse da impegnare per la Sicurezza dei cittadini e per la dignità delle condizioni di lavoro delle Forze dell’Ordine”.  E’ veramente incredibile che su una norma di legge sulla quale si lavorava da mesi, promessa dal ministro Maroni anche nell’ultimo incontro con il COISP e gli altri Sindacati di Polizia e che serviva solo per “riparare” alle norme capestro messe in atto contro le Forze di Polizia nell’ultima manovra finanziaria, sia stata bellamente ritirata dallo stesso Governo, dopo che ne hanno strombazzato la presentazione, dopo che hanno trovato la convergenza delle opposizioni e dopo che gli Operatori tutti ne avevano avuto notizia!  Si dimostrano killer professionisti e spietati! Prima promettono, poi illudono, poi ri-uccidono anche la speranza!  Ma chi si fiderà  più di questi personaggi che di giorno fanno una cosa e la sera la disfano?

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Intervista a Enzo Raisi di Futuro e Libertà

Posted by fidest press agency su venerdì, 3 dicembre 2010

Dopo due ore di riunione nello studio del presidente della Camera Gianfranco Fini, leader di Futuro e Liberta’ , Pierferdinando Casini (Udc) e Francesco Rutelli (Api), insieme a Raffaele Lombardo (Mpa) e Italo Tanoni (Libdem), hanno deciso per una mozione di sfiducia comune al governo. Una notizia che il Clandestinoweb ha commentato con l’onorevole Enzo Raisi di Futuro e Libertà. Oggi è stata ufficializzata una mozione comune di sfiducia da parte del terzo polo. Come vive Fli questa situazione? Oggi abbiamo dimostrato una totale compattezza che può derivare solo da un gruppo molto unito, nonostante ci sia ancora chi cerca di minare la nostra unità. Un errore che qualcuno ha già fatto in passato e che ora è stato ripetuto. Il premier Berlusconi ha giudicato ‘irresponsabile’ il vostro atteggiamento… E’ incredibile che proprio lui adoperi questo termine. E’ Berlusconi l’unico irresponsabile che continua a a non dare risposte riguardo alle sue dimissioni e a fare populismo, continuando a fare il giro del mondo con Putin e Gheddafi invece di pensare ad occuparsi delle esigenze del Paese. Berlusconi doveva capire che era il momento di dimettersi e creare un nuovo governo, per poi decidere se governare con una maggioranza responsabile o se andare allo scontro finale. Ma se accadra’ quest’ultima cosa, non ne uscira’ di certo vincitore. Tutti hanno capito che la maggioranza non ci sara’. E comunque, se si andra’ al voto, si prospetta una campagna elettorale all’ultimo sangue. Oggi Italia dei valori ha detto di condividere la vostra scelta odierna. Potreste quindi trovarvi a ‘guerreggiare’ gianco a fianco con l’Idv… Quando io mi butto per salvare qualcuno non guardo chi si butta con me. In questo momento io sto cercando di salvare il mio Paese, che amo profondamente. Cio’ che mi motiva ancora e’ riuscire a restare in Parlamento per fare cio’ per cui i cittadini mi hanno eletto. Il bene del Paese e’ il faro che continua a indicarmi la strada. Soprattutto in un momento come questo, in cui l’Italia, dopo l’Irlanda e la Grecia, èe’il paese piu’ in difficoltà d’Europa. E proprio perche’ amo il mio Paese sono disposto a fare tutto cio’ di cui c’e’ bisogno per salvarlo.

Posted in Fidest - interviste/by Fidest, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Su wikileaks niente documenti sul vaticano

Posted by fidest press agency su venerdì, 3 dicembre 2010

Lo scrittore Ennio Montesi si rivolge a Julian Assange sui documenti segreti dei Nunzi Apostolici e dello IOR: «Chiedo a Julian Assange perché il suo gruppo WikiLeaks non abbia pubblicato i documenti riguardanti lo Stato Vaticano.» la domanda ad Assange arriva in una nota dallo scrittore Ennio Montesi il quale recentemente ha chiesto asilo politico al governo della Svezia. «Dove sono i documenti segreti relativi ai carteggi tra i Nunzi Apostolici, cioè tra le ambasciate del Vaticano, presenti nei vari paesi, i rapporti con le diplomazie ed i governi di tutto il mondo? Dove sono i documenti riservatissimi della banca offshore IOR, Istituto Opere Religiose, la più grande banca offshore appartenente allo Stato del Vaticano? Attendiamo la prossima pubblicazione di WikiLeaks per sapere”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »