Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 275

Archive for 5 dicembre 2010

Pensieri di Papa Pio XII

Posted by fidest press agency su domenica, 5 dicembre 2010

Roma 9 dicembre ore 18 via Giulia 142 Sala Mostre & Convegni Gangemi Editore Presentazione del volume Pensiero giuridico, economico e sociale del Pontefice Pio XII di Alberto De Marco interverranno Mons.Giancarlo Centioni Decano dei cappellani militari Prof. Tito Lucrezio Rizzo, Consigliere Capo Servizio, Responsabile della Sicurezza della Presidenza della Repubblica; Arch. Laura Villani , Direttore della rivista bilingue “Lifestyle” Avv.Daniele Costi, Presidente dell’Unisped e della Pave the Way Foundation Dr.Salvatore Carluccio, Dirigente della Federconsumatori del Lazio e Presidente dell’Associazione Mondoconsumatori Avv. Ugo Pansolli, Consigliere Eurispes e Presidente dell’Associazione Aditus intermezzo musicale della violinista Elena Pezzella dell’orchestra giovanile del Santa Cecilia Sarà presente l’autore per informazioni e contatti:  Protagonista del libro è Papa Pio XII il cui operato risulta essere chiave nel far decifrare alcuni passaggi emblematici di un secolo che ha visto momenti di abissale crisi dell’umanità. In questi momenti di tenebre il Papa più di ogni altro rappresentante del potere politico doveva adoperarsi per riuscire a far superare indenni la cecità della violenza della guerra e del genocidio. La storia sembra essersi impigliata nella definizione di questo Papa Pacelli tanto amato e tanto odiato, tanto criticato e poco conosciuto da farne un caso denso di inesplorati significati e messaggi ancora da decodificare in modo compiuto e definitivo. Questo libro vuole dare un contributo nel fare luce su un personaggio così importante, controverso e moderno sulla base di interessanti documenti spesso inediti ed esclusivi

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Convegno: Medicina del Futuro

Posted by fidest press agency su domenica, 5 dicembre 2010

Roma 14 dicembre alle ore 16.00 si terrà il  Convegno:  Medicina del Futuro, Terapie  Integrative e Terapie   Alternative presso  la  “Sala  Conferenze”  della  Camera  dei  Deputati  in  Via del Pozzetto,  158.  Interverranno:  il Prof. Vincenzo Marigliano, Direttore Dipartimento Scienze dell’Invecchiamento dell’Università di Roma “La Sapienza”  e  Primario  del  Policlinico  Umberto  I – Roma; il  Dr. Emanuele Ugo D’Abramo, Specialista  in Igiene Generale e Preventiva  FisioKinesi  Terapia, ha brevettato la  Bioterapia  Infusionale D’Abramo (BIDA);  Il Prof. Giuseppe Genovesi Specialista  in Endocrinologia, Specialista  in  Psichiatria,  Specialista  in Immunologia  al Dipartimento di Fisiopatologia Medica del Policlinico Umberto  I – Roma;   Il Prof. Giorgio Nardone, fondatore insieme a Paul  Watzlawick del  “Centro di Terapia Strategica” di Arezzo, Psicologo, Psicoterapeuta. E’ Direttore del “Centro di  Terapia Strategica”, della Scuola di Specializzazione di psicoterapia breve strategica di Arezzo e Firenze e della  Collana “Saggi di Terapia Breve” per Ponte alle Grazie Editore;   l’On.   Carlo Ciccioli, Vice Presidente della XII Commissione   Affari  Sociali – Sanità; firmatario di una proposta recente di legge sulle problematiche del disagio mentale al vaglio della Commissione che si propone di superare i limiti della legge Basaglia;      Enrico Morabito, regista, sceneggiatore ed attore.  Al termine del Convegno,  seguirà la Premiazione della XIII Edizione del Concorso Internazionale Antonio de Curtis, Totò.  Presenterà   l’attore  Angelo  Blasetti  con  la  partecipazione dell’attore  e   regista  Arnaldo Ninchi. E’ stato invitato il Prof. Dario Chiriacò. omeopata.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I colori e le emozioni di Luciano Tigani

Posted by fidest press agency su domenica, 5 dicembre 2010

Sanremo (via Solaro 134) Sale d’Arte del Nyala Suite Hotel mostra del polistenese Luciano Tigani.  Il vernissage si é svolto alla presenza dell’artista. Dopo il saluto di benvenuto dell’ing. Igor Varnero (Nyala), ha preso la parola Giorgia Cassini, critico d’arte, ideatrice e curatrice dell’esposizione che ha il suggestivo titolo “luoghi del cuore”.  La dottoressa Cassini ha sottolineato l’alta padronanza della tecnica pittorica di Tigani, nonché la particolarità della tematica iconografica tenacemente ancorata ai tratti distintivi dei grandi maestri del passato. E ha aggiunto: “Il colore di Tigani crea lo spazio per accostamenti e contrapposizioni di zone diverse, si articola ritmicamente secondo norme compositive dettate proprio dall’armonia esistente fra i vari toni e le diverse tinte. L’armonia che nasce dai suoi colori è serena ed equilibrata, così come la composizione fresca e festosa appare pervasa da un’intima e rigorosa misura”.  L’elegante ed attento allestimento della mostra permette di compiere un inedito viaggio attraverso una trentina di opere ad olio che rievocano quei paesaggi e quelle vedute che tanto hanno colpito l’artista e che sono, insieme, tempo e colore, realtà e sentimento: da “Polistena vecchia” a “Chianalea all’imbrunire”, da “Isola Capo Rizzuto” a “Gatanedu”; da “Fiumara con riflessi” a “Scorcio ligure”.  Al vernissage era presente anche il consigliere regionale Alessio Saso.  La mostra, è visitabile sino al 16 gennaio 2011, tutti i giorni dalle ore 10 alle 19. Ingresso libero.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Più libri più liberi

Posted by fidest press agency su domenica, 5 dicembre 2010

Roma, fino all’8 dicembre Eur palazzo congressi.  Un milione in più di italiani si è avvicinato alla lettura nel 2010. Con queste nuove persone che sono entrate nel “mercato del libro” ci si avvicina a quasi la metà della popolazione italiana che si dichiara lettrice (anche se di “almeno un libro”): oggi legge il 46,8% degli italiani con più di sei anni, quasi due punti percentuali in più rispetto allo scorso anno (erano il 45,1%). E’ quanto emerge dall’indagine Istat 2010 presentata oggi a Roma nella giornata di apertura della Fiera della piccola e media editoria Più libri più liberi. Nel 2010 sono oltre 26,4milioni gli italiani con più di 6 anni che hanno dichiarato di leggere nel tempo libero (+1,7 punti percentuali sul 2009). Rispetto al 1995 si registra un aumento di 7,7 punti percentuali: qualcosa come oltre 5milioni di italiani (5.500.000 per la precisione) che in questo arco di tempo hanno cominciato a leggere e il trend si conferma in questi ultimi anni in crescita.
E qual è l’identikit del lettore di questo 2010? E’ giovane (legge il 65,4% nella fascia 11-14 anni – ci sono 42 punti percentuali in + rispetto agli anziani over 75), è per lo più donna (53,1% rispetto al 40,1% degli uomini – in tutte le fasce di età le lettrici superano sempre i lettori), risiede al Nord (per il 54% rispetto al 35,2% del Mezzogiorno), ha alti titoli di studio (laureati oltre l’80%), ricopre alti incarichi (è dirigente, imprenditore, libero professionista, quadro per oltre il 62%) o è studente (65,2%).
Qual è il rapporto tra gli italiani e il libro? E’ ancora debole e occasionale – Degli oltre 26,4 milioni di italiani che leggono, i lettori forti (che leggono più di 12 libri l’anno) sono solo 4 milioni, il 15,1% dei lettori e il 7,1% della popolazione con più di 6 anni. Sono i lettori deboli la maggioranza (oltre 11,7milioni), e sono quelli che hanno letto al massimo 3 libri in un anno (in media 1 libro ogni 4 mesi!). E questo resta il limite strutturale della crescita: nuovi lettori, ma lettori soprattutto deboli.
Restano ancora ampie differenze territoriali – Guida la classifica il Trentino Alto Adige con il 57,9% della popolazione che legge almeno un libro all’anno. Agli ultimi posti invece la Basilicata (31,4%), la Sicilia (32,8%) e la Campania (33.3%). Anche nel lungo periodo (se si considera il trend dal 1995) rimane inalterato il differenziale tra Nord e Sud.
Il commento – “Mi sembrano dati incoraggianti dal momento che evidenziano una crescita costante dei lettori nel lungo periodo – ha spiegato il presidente dell’Associazione Italiana Editori (AIE), Marco Polillo -. Se però andiamo a esaminare il numero di libri che gli italiani leggono effettivamente scopriamo un’altra realtà: i lettori forti in Italia sono solo il 15%. Credo quindi che ci sia ancora molto da lavorare perchè l’Italia si metta al passo con gli altri paesi europei, dove realmente libro e lettura sono considerati elementi di grande forza e importanza”.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Marzia Roversi

Posted by fidest press agency su domenica, 5 dicembre 2010

Carbonara di Po (MN) dall’8 dicembre 2010 al 6 gennaio 2011 Villa Bisighini Marzia Roversi Sarà presente l’artista  La mostra è realizzata in collaborazione con il Comune di Carbonara di Po, la Prologo carbonarese e la Galleria Arianna Sartori di Mantova.  “Marzia Roversi è una pittrice quarantenne. Quando dico quarantenne, e ricordo l’età di questa autrice di immagini figurative, la colloco in una nicchia di artisti “ancora giovani”. Fa parte ormai della tradizione della critica d’arte contemporanea, che gli artisti oltre i quaranta anni siano di diversa categoria: di mercato e di livello espositivo. Marzia (un bellissimo nome battagliero), invece, la consideriamo giovane e come tutti i giovani inquieti, da una parte è artista di tradizione, dall’altra tende a non soffermarsi eccessivamente sull’importanza dei contenuti, che per noi critici militanti sono molto importanti. È, più che altro, un’artista che si diverte ad eseguire ciò che più a lei interessa e la colpisce; non dico che ama qualsiasi situazione, ma d’altra parte ogni opera è una situazione a sé stante, l’inizio d’un ciclo che forse a lei non interessa neppure sviluppare. Alla pittrice non interessa avere sempre, costantemente, una sigla riconoscitiva; le interessa, al contrario, soffermarsi su un vaso contenitore di fiori, comporre dei fondi informali e giocare sul bianco luce, lavorare sull’armoniosità delle forme, oppure presentare le Piramidi, con un soldato di nazionalità incerta; è inquietante, comunque, il passo dell’oca. La stessa artista esegue opera su fondo rosso informale, con un interno di, forse, un’osteria deserta, con il bianco come unico elemento luminoso. (lux in fabula)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Premio “Comunicazione per l’Orientamento”

Posted by fidest press agency su domenica, 5 dicembre 2010

Un riconoscimento importante per le Università che hanno basato sulla chiarezza, sulla semplicità e sulla trasparenza verso lo studente, il loro approccio alla comunicazione per l’orientamento. “Comunicazione per l’Orientamento 2010”, questo il premio consegnato all’Università IULM, per la categoria Università private, e all’Università degli Studi di Milano, per la categoria Università pubbliche, da parte del team di Universita.it, il portale che da sempre accompagna e aiuta lo studente nel suo percorso formativo.
Il premio, ricevuto dalle due istituzioni milanesi, è stato assegnato al Job&Orienta di Verona, la grande mostra convegno che si occupa di scuola, formazione, orientamento e lavoro. Lo scopo è stato quello di celebrare l’attività svolta dai dipartimenti di Orientamento e Comunicazione delle Università italiane durante la sessione orientamento 2010, e sottolineare i meriti di coloro che, sulla base dell’analisi condotta dallo staff di Universita.it, hanno raggiunto l’eccellenza. Un premio, come si può leggere anche dalle dichiarazioni delle due Università coinvolte, che denota l’intenzione di alcuni Atenei di aiutare lo studente a sentirsi protagonista e a vivere a pieno la propria esperienza. Una filosofia che va di pari passo con lo spirito di Universita.it, un portale fatto su misura per lo studente, che ha come obiettivo primario quello di agevolare lo studente a risolvere le tante problematiche e consentire di accedere a tutte le informazioni necessarie per il proprio viaggio educativo. Un sito che racchiude in sé tutto il mondo universitario e che proprio a Verona ha presentato la nuova interfaccia grafica del sito, rinnovata e modellata in base soprattutto alle necessità e alle richieste degli studenti. http://www.universita.it (foto premiazione)

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Autovie venete: Ghiaccio in arrivo

Posted by fidest press agency su domenica, 5 dicembre 2010

Quasi cento metri cubi di cloruro di sodio (una soluzione di acqua e sale al 15%), sparsi su tutta la rete autostradale gestita da Autovie Venete. Il trattamento, effettuato nella notte fra sabato 4 e domenica 5 dicembre per prevenire la formazione di ghiaccio. Allertate dalle previsioni metereologiche, le squadre formate dagli ausiliari della Concessionaria, dagli operai della manutenzione e dal responsabile operativo del servizio, hanno coadiuvato l’attività delle ditte esterne incaricate del servizio. L’intervento, pianificato già da due giorni grazie ai dati forniti dalle centraline meteo distribuite lungo tutta l’autostrada, prevede infatti, oltre al caricamento delle cisterne, la scorta ai mezzi spargisale che percorrono la rete. Sempre più sofisticate e precise, le stazioni metereologiche sono distribuite in posizione strategica e forniscono indicazioni attendibili già 48 ore prima che l’evento meterologico si manifesti. Posizionate a Mestre, sul Ponte sul Piave tra san Donà e Roncade, all’altezza del Ponte sul Tagliamento fra Latisana e Portogruaro, sul Ponte sull’Isonzo fra Villesse e Redipuglia, a Lisert (Ts), a Sistiana (Ts), a Udine, a Villotta (Ud), e in corrispondenza del Ponte sul Livenza, sono in grado di effettuare una vasta gamma di rilevazioni.  Registrano la consistenza della nebbia e la  visibilità da 0 a 500 metri; la temperatura dell’ aria e  del suolo, il punto di congelamento,la formazione di condensa sul terreno (un elemento di forte pericolosità perché fa scivolare le vetture), il vento (direzione e velocità) e la formazione di ghiaccio. I dati rilevati consentono di individuare tempestivamente le eventuali situazioni di crisi e di mettere quindi in atto, in presenza di formazioni ghiacciate o precipitazioni nevose, gli interventi più adatti a rendere sicura la viabilità. Il trattamento preventivo, in mancanza di precipitazioni piovose, mantiene a lungo la sua efficacia, mentre se piove, viene ripetuto. Già pianificata anche l’operatività della Concessionaria in caso di neve. Le “lame” (quella parte del mezzo deputata a spalare la neve) sono state posizionate in apposite aree di stoccaggio, distribuite ogni due caselli, per rendere più veloce l’intervento dei mezzi che, privi di questa parte, raggiungono rapidamente la postazione, agganciano la lama e partono per la pulizia delle carreggiate.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Showcolate: è iniziata la dolce maratona

Posted by fidest press agency su domenica, 5 dicembre 2010

Napoli Mostra d’Oltremare PAD. 1, fino a mercoledì 8 dicembre dalle ore 10.00 alle 22.00. L’ingresso da Piazzale Tecchio è aperto al pubblico previo pagamento del biglietto di 5 euro. Ingresso gratuito per bambini fino a 10 anni. 4 dicembre – E’ iniziata la cinque giorni di Showcolate, la dolce maratona che fino all’8 dicembre farà di Napoli la meta di tutti i golosi.
Showcolate non è solo un’occasione di business per gli albergatori, ristoratori e negozianti del capoluogo campano, che durante il ponte dell’Immacolata potranno beneficiare dell’arrivo di numerosi visitatori in città, ma è anche una grande opportunità per gli operatori del settore dolciario per promuovere i loro prodotti nel periodo prenatalizio. I maestri artigiani, provenienti dalle varie regioni d’Italia, presenteranno in fiera il meglio delle loro produzioni tipiche, che di sicuro i visitatori di Showcolate non mancheranno di apprezzare.  Oltre agli assaggi presso gli stand, chi visiterà la fiera potrà assistere alle performance dei cioccolatieri e pasticcieri. Il ricco programma di Showcolate prevede ogni giorno eventi diversi, che nel corso della kermesse faranno scoprire tutti i segreti del cioccolato. Il tema di oggi è stata la decorazione del panettone, che ha dato interessanti spunti su come personalizzare il più famoso dei dolci natalizi. I Chocogiochi hanno, invece, intrattenuto i tanti bambini presenti che si sono divertiti con il disegno e la pittura facciale. (stand)

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Le confessioni di Frattini

Posted by fidest press agency su domenica, 5 dicembre 2010

Frattini ha spiegato come abbiano dato una mano alla politica estera di Roma: l’amicizia personale con Putin ha aiutato ad avvicinare la Russia alla Nato e quella con Gheddafi a fare della Libia un partner affidabile nel Mediterraneo. Ma assieme alle precisazioni di Frattini arrivano i nuovi file di Wikileaks sulle relazioni Roma-Mosca, una connessione economica talmente forte che ha un prezzo, quello di “glissare” sulla democrazia: «Sebbene il governo italiano abbia compreso le manchevolezze del governo russo (leggi: rispetto dei valori e delle libertà democratiche) non può permettersi di essere troppo duro nelle sue critiche» si legge nel nuovo documento che spiega come «il rappresentante dell’Eni viene spesso chiamato il secondo ambasciatore d’Italia in Russia». E mentre Frattini precisa che «l’amicizia personale tra Berlusconi, Putin e Medvedev ha un impatto che va al di là dei rapporti Gazprom-Eni», i nuovi cablogrammi riportano la relazione del responsabile dell’ambasciata Usa a Mosca che dà conto delle «lunghe visite di Putin e famiglia a Berlusconi nella sua residenza di famiglia in Sardegna, a spese del premier». (Da Il Messaggero del  5 dicembre e segnalato da Rosario Amico Roxas)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Collettiva Natale 2010

Posted by fidest press agency su domenica, 5 dicembre 2010

Sassari via Principessa Maria, 29 Galleria Arte Spazio –  Orario Mostra : 09,30 – 13,00 16,30 – 20,00 Aperto anche giorni festivi  Ingresso libero. La Prestigiosa Mostra Natalizia organizzata con grande cura dalla Direzione della Galleria Arte Spazio di Sassari, anche questo anno riserva delle perle assolute agli amanti della pittura sarda.  Proprio questo anno, forse, viene allestita una collettiva che diversifica al meglio, i vari periodi e le fasi della storia della pittura sarda.. Il dipinto che apre la mostra, ricostruendola cronologicamente, è un olio su masonite datato 1894 del portotorrese Mario Paglietti, ritrattista e pittore figurativo di grande spessore del fine ottocento sardo. Il ”Riposo” di Filippo Figari, datato 1909, è il secondo dipinto che ci apre le porte del Novecento e ci lega immediatamente alla ”Figura in Costume” del 1920 di Giuseppe Biasi, alla ”Roccia del Supramonte” anch’ essa 1920 di Ballero e alla ” Figura in costume” del 1926 di Melkiorre Melis. Proprio il 1926, siglato in numeri romani, segna l’anno di un meraviglioso olio “Vaso di Tulipani” di un giovanissimo Stanis Dessy. Lo stesso pittore di Arzana illumina la mostra con un ritratto della figlia Laura, un acquerello di qualità museale, che ci porta nei primi anni quaranta  Gli anni ’50 sono sapientemente rappresentati da due oli su masonite di Costantino Spada, da una grande natura morta informale di Mauro Manca e da una “Festa a Saccargia” di Giuseppe Altana.Il periodo pittorico che va dalla metà degli anni ’60 alla prima metà degli anni ’70 trova una commistione di passato e presente : i “Pescatori” di Ausonio Tanda e le “ Raccoglitrici di olive” di Libero Meledina vengono accostati ai colori delle “Bagnanti” di Masu, ad un delicatissimo “Vaso di Fiori” eseguito a pastello da Elio Pulli nel 1969, e ad una “Fanciulla” olio su masonite di Liliana Cano datato anche questo 1969. Gli anni ’80 si aprono con delle “Gitane” del periodo francese di Liliana Cano e con un “Volto” di Ernesto Treccani; dello medesimo anno è una figura del periodo schematico di Giuseppe Bellino ed un bellissimo volto di donna sarda di Giovanni Cau da Castelsardo. Numerose saranno anche le firme del panorama contemporaneo, sia affermate che emergenti : Giuseppe Giorgi e Romano Buratti, firme note anche all’estero, Gianni Serra e le sue scene del costume sardo, Aline Spada e Rodio con il loro figurativo moderno, e poi ancora Andrea Bellino e Arru, Pazzola, Becca, Pittalis e altri ancora. Circa 70 le opere esposte, in una grande mostra che resterà aperta al pubblico fino al 20 gennaio 2011. Fino al 30 dicembre e’ esposta anche una selezione di icone russe.  Opening : Domenica 5 Dicembre 2010 dalle ore 17 (con conferenza sul Significato dell’icona russa) Immagine: Giuseppe Biasi, Figure, Olio su tela cm 60×80, Anni ’40

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Dal segno alla materia

Posted by fidest press agency su domenica, 5 dicembre 2010

Roma Inaugurazione giovedì 16 dicembre 2010, ore 18.00 (fino al 13 gennaio 2011) Via Margutta 83/B Galleria d’Arte Il Saggiatore A cura di Andrea Romoli Barberini  l’esposizione documenta con oltre quaranta opere, tra pitture sculture e fotografie, le ricerche recenti condotte da Igina Colabucci Balla, Carla Gugi e Zeno Tentella. “[…] Dal segno alla materia è un territorio ideale che separa e unisce due capisaldi dell’arte. Le sperimentazioni condotte in questo luogo ipotetico da Carla Gugi, Igina Colabucci Balla e Zeno Tentella, attraverso pittura scultura e fotografia, ripropongono in questa mostra, una riflessione e un confronto sulle specificità, le prossimità e i possibili sconfinamenti tra le discipline e i linguaggi che caratterizzano e sostanziano le diverse linee di ricerca presentate […]”.   (dal testo in catalogo di Andrea Romoli Barberini)
Igina Colabucci Balla – pittrice e scultrice, è nata a Roma. La sua attività prende avvio a partire dal 1974 e dura tuttora con mostre allestite in Italia e all’estero. Predominante è la sua tendenza a plasmare, a modellare la materia, sia questa la materia pittorica nelle sue varie tecniche, sia la terracotta, sia i metalli come il bronzo, l’argento, l’alluminio. Risiede ed opera a Roma.
Carla Gugi – romana, figlia d’arte, manifesta giovanissima predisposizione per il disegno e la pittura. Studia a Roma e frequenta la Scuola Libera del Nudo presso l’Accademia di Belle Arti; con l’Istituto di Psicologia dell’Università di Milano e col Centro Didattico Nazionale tiene in tutta Italia corsi di formazione per docenti. Risiede ed opera a Roma
Zeno Tentella – Nato  nelle  Marche, laureato in Filosofia presso l’Università di Bologna,  Zeno  Tentella  ha  studiato comunicazione e fotografia presso la Syracuse University (New York), dove ha conseguito il “Master of Science”. La sua attività di fotografo si sviluppa in ambiti diversi: dal ritratto al paesaggio  (visto   in   una   prospettiva   metafisica);   dal simbolo all’astrazione.  Vive e lavora a Roma.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Immigrazione in Usa: fra sogno e realtà

Posted by fidest press agency su domenica, 5 dicembre 2010

La mia studentessa era turbata perché i figli degli immigranti illegali qualificano per le tasse universitarie dei residenti che sono notevolmente basse. Lei, invece, una studentessa straniera dell’Europa occidentale, doveva pagare le tasse dei non residenti che sono molto più alte. Nella sua mente, gli studenti illegali negli Stati Uniti vengono trattati meglio di quelli legali e ricevono più benefici.  Al primo sguardo ciò sembra giusto, ma quando si considera la situazione un po’, scavando sotto la superficie, la verità è abbastanza differente. La California ed alcuni Stati permettono ai figli degli immigranti illegali di frequentare l’università pagando le tasse universitarie dei residenti.  Ora anche il governo federale sta provando ad aiutare i figli degli immigrati non documentati e fornire a tutti loro questa stessa opportunità. Il Dream Act (Atto di Sogno), introdotto nel Congresso  originalmente nel 2001, darebbe il diritto ai giovani “illegali” con  cinque anni o più  di residenza negli Usa prima della promulgazione della legge, di regolarizzare il loro status immigratorio. Potrebbero dunque ottenere la residenza legale ed eventualmente la cittadinanza americana se in possesso di laurea da un istituto universitario biennale oppure arruolandosi nelle forze armate americane.  Prima di concludere che questo disegno di legge sia un’altra proposta dei liberal, bisogna sapere che l’autore era il senatore conservatore Orrin Hatch (Repubblicano-Utah). Inoltre la proposta includeva il supporto di una cinquantina di legislatori repubblicani. I tragici eventi dell’undici settembre hanno rallentato il progresso ma adesso sembra che la Camera ed il Senato lo considerino seriamente. Gli avversari sono naturalmente presenti anche adesso. Le preoccupazioni tipiche includono il concetto della ricompensa degli atti illegali e l’incoraggiamento ad altri di venire illegalmente negli Stati Uniti.  Gli avversari del “Dream Act” sarebbero d’accordo con la mia studentessa: il crimine paga. In realtà, sono i giovani illegali e specialmente i loro genitori che pagano. I benefici educativi dei figli degli clandestini sono pagati completamente. I loro genitori lavorano e pagano le tasse come tutti gli altri residenti di uno Stato. Dovrebbero dunque qualificare per gli stessi benefici degli altri residenti. Gli operai non documentati, infatti, non ricevono tutti i benefici che meriterebbero a causa del loro status immigratorio. Uno dei benefici che gli operai non documentati non riceveranno mai è la previdenza sociale. Durante i quindici anni passati, hanno contribuito più di venti miliardi di dollari al Social Security ma non qualificano per le pensioni. Dato che molti dei dodici milioni di clandestini lavorano con numeri di Social Security falsi che le aziende accettano perché sembrano legali, i contributi a questi numeri non saranno mai richiesti. Dove vanno questi contributi? Arricchiscono le casse del governo e poi saranno spesi a beneficio dei cittadini. Ma qualunque cosa si pensi degli operai non documentati, i loro figli non hanno commesso  alcun reato. Non dovrebbero dunque essere puniti per le azioni dei loro genitori. Alcuni di questi figli sono nati negli Stati Uniti e sono cittadini americani per legge. Altri sono stati portati nel Paese dai loro genitori ad un’età molto giovane e conoscono poco o niente del Paese d’origine. In pratica, sono anche loro americani dato che hanno frequentato le scuole elementari e secondarie in America alle quali hanno diritto per legge federale.
Alcuni di questi “illegali” servono nelle forze armate americane e muoiono per “il loro” Paese. Il Pentagono sostiene che non ci siano clandestini arruolati nelle forze armate americane. Chiunque presenti documenti falsi sarà rifiutato. Tuttavia, la prima vittima degli Stati Uniti nella guerra in Iraq era Jose Gutierrez, un orfano guatemalteco cresciuto a Los Angeles. Era entrato illegalmente negli Stati Uniti e si era arruolato nei Marines con documenti falsi. Difficile rifiutare qualcuno che è morto servendo il suo “Paese”.  Il Dream Act avrebbe un impatto sui due milioni circa di giovani senza documenti. L’approvazione non sarà facile. Troppa gente è legata alla semplice ma molto potente nozione di legale contro illegale e non può vedere oltre per cogliere appieno la complessità della situazione che influisce questi esseri umani.  I senatori Michael Bennet (democratico-Colorado) e Barbara Boxer (democratica-California) hanno dichiarato che la loro rielezione è dovuta  in parte notevole al voto dei latinos. L’approvazione del Dream Act includerebbe benefici pratici di  natura politica ma anche quelli umani che ovviamente sono più importanti. (Domenico Maceri)

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Carta Canta…

Posted by fidest press agency su domenica, 5 dicembre 2010

Mentana (Rm) Inaugurazione sabato 18 dicembre 2010 ore 18.00 (fino al 9 gennaio 2011)   Via G. Matteotti 3 Galleria Di Vin Arte  A cura di Andrea Romoli Barberini  Opere su carta di:  Angelo Aligia, Vittorio Amadio, Gastone Biggi, Angelo Colagrossi, Ettore Consolazione, Silvio Craia, Piero Mascetti, Achille Pace,  Eduardo Palumbo, Enrico Pulsoni, Lino Tardia
La mostra di chiusura della programmazione 2010, con cui la galleria apre il 2011, è curata da Andrea Romoli Barberini, e propone circa 20 opere, di diverse tecniche e formati, accomunate dall’uso della carta, realizzate da artisti di diversa generazione e orientamento di ricerca (A. Aligia, V. Amadio, G. Biggi, A. Colagrossi, E. Consolazione, S. Craia, P. Mascetti, A. Pace, E. Palumbo, E. Pulsoni, L. Tardia). Intesa non soltanto nella più comune accezione di supporto, la carta è protagonista assoluta con una varietà di pezzi unici sorprendentemente ampia nelle soluzioni proposte, che chiama in causa pittura, collage e scultura nell’interpretazione di una rosa di artisti d’eccezione. (E consolazione)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Dark, and night and day

Posted by fidest press agency su domenica, 5 dicembre 2010

New York 1105 44th Road, 3rd Floor, Long Island City. NY Jeffrey Leder Gallery presents an exhibition of works by Donna Levinstone. Levinstone’s works of art concern themselves more with a spirit of place than an actual place – they are not descriptive of a specific location or place as much as they strive to create an essence of light and atmosphere. Her current work is centered around the relationships between tranquility and volatility, the ethereal and the earthly, light and dark, and night and day. Through the reflected light in her atmospheric drawings, Levinstone invites the viewer to explore the duality of what is permanent in our world and what is ever changing in it. An active member of the community, Levinstone has made giving back a large part of her life. She donates both her time and her artwork to many charities and causes throughout the city, including conducting art therapy workshops for cancer patients. Her collectors include the Library of Congress, the Museum of the City of New York, CBS, General Electric, the US Department of State, AT&T, PriceWaterhouseCoopers, Citigroup, Time Inc, the Southern Alleghenies Museum of Art, Nabisco Brands Inc, Columbia House, The Disney Company, The Bristol Meyers Company, Pfizer, The New-York Historical Society and Touche Ross.

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Farmaci fascia C

Posted by fidest press agency su domenica, 5 dicembre 2010

CONASFA Federazione Nazionale delle Associazioni dei Farmacisti Non Titolari esprime soddisfazione nell’apprendere che l’emendamento 1.184 all’AS 2464, per permettere la vendita dei farmaci di fascia C al di fuori delle Farmacie, sia stato respinto. Il Farmaco, infatti, non è un bene di consumo qualsiasi. Il Farmaco di fascia C, che richiede la
prescrizione del medico, deve essere tenuto al di fuori delle logiche di mercato, proprie degli esercizi commerciali, e restare legato alle necessità di salute dei cittadini. Proprio a queste necessità ha sempre cercato di dare risposta il Farmacista in Farmacia. Non vanno inoltre dimenticati i possibili risvolti occupazionali che provvedimenti di questo tipo rischierebbero di avere sui 40.000 Farmacisti dipendenti di Farmacia

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Bodytite contro la liposuzione per benessere fisico

Posted by fidest press agency su domenica, 5 dicembre 2010

A chi chiede una soluzione radicalmente innovativa Advanced Medical Aesthetic Solutions dà la risposta giusta. Si chiama BodyTite™, vero punto di svolta nelle procedure mediche di rimodellamento del corpo, ideato per ridurre le adiposità più ostinate mentre, simultaneamente, ridisegna la silhouette e compatta la pelle. BodyTite™ è un’apparecchiatura realmente efficace, capace di sfidare la liposuzione classica, da vent’anni regina nei trattamenti di rimodellamento.
Approvato dalle rigide normative CE e ISO – e in fase di approvazione negli USA dalla Food & Drug Administration – BodyTite™ si basa sulla RFAL, una nuova tecnologia brevettata e prodotta da Invasix (Israele), che sta ad indicare una liposuzione radiofrequenza assistita (Radio Frequency Assisted Liposuction).  Una rivoluzione, insomma, nell’ambito della chirurgia estetica: BodyTite™ permette di applicare la radiofrequenza bipolare direttamente dall’interno, sul grasso, attraverso una cannula per aspirazione montata su un manipolo dotato di una sonda esterna applicata al tessuto cutaneo. Tale manipolo consente di generare un campo elettromagnetico omogeneo con una distribuzione del calore uniforme, diretto in maniera specifica fra la punta della cannula (elettrodo interno) e la sonda esterna (elettrodo esterno); questa distribuzione uniforme e direzionata del calore si traduce in un trattamento ottimale e specifico dei tessuti mirati, senza il coinvolgimento dei tessuti sottostanti, oltre che in una maggiore copertura rispetto a quella normalmente trattata con i laser per liposuzione. L’energia erogata consente contemporaneamente lo “scioglimento” del grasso (che viene contestualmente aspirato) e la retrazione cutanea, visibile sin da subito e che raggiunge il risultato ottimale dopo 3/6 mesi.
Un altro punto di forza di BodyTite™ è la particolare tecnologia che consente un intervento in tutta sicurezza, grazie al software di cui è dotato che controlla on line tutti i parametri necessari: energia erogata, temperatura, impedenza, informando l’operatore delle linee operative con un segnale acustico modulato ed interrompendo l’emissione di energia nel caso di errata procedura.
La radiofrequenza permette, inoltre, un intervento “esangue”, per la contestuale, come è ben riconosciuto dai medici, coagulazione dei vasi sanguigni e delle terminazioni nervose superficiali, riducendo ecchimosi post operatorie, dolore, ed effetti collaterali. Il post operatorio risulta essere quindi assolutamente non doloroso, tanto che le pazienti possono riprendere le loro abituali attività dopo sole 48 ore dal trattamento.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

P.A.: Ritardi nei pagamenti

Posted by fidest press agency su domenica, 5 dicembre 2010

Varare rapidamente un disegno di legge che definisca le modalità con le quali le pubbliche amministrazioni possano saldare alle imprese creditrici lo stock di debito accumulato nei loro confronti (tra i 60 ed i 70 miliardi di Euro) e stabilisca un recepimento in tempi brevi della Direttiva UE del 20 ottobre sui ritardi di pagamento.  A chiederlo, nel corso di un Convegno dedicato al tema dei ritardi di pagamento e della qualità degli appalti, è il Tavolo di confronto tra il Taiis (dove si coordinano alcune associazioni settoriali rappresentative di imprese di servizi aderenti ad Agci, Confapi, Confcommercio, Confcooperative, Confindustria, Legacoop, per un totale di oltre 18.000 imprese, 50 miliardi di valore della produzione, circa 900.000 lavoratori) e le organizzazioni sindacali di categoria di Cgil, Cisl e Uil (FEMCA/CISL, FILCAMS/CGIL, FILTEA/CGIL, FIT/CISL, FP/CGIL, FPS/CISL, UIL/FPL, UILTRASPORTI, UILTUCS/UIL, UILTA/UIL).

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il fumo abbruttisce

Posted by fidest press agency su domenica, 5 dicembre 2010

I ricercatori dell’Istituto Dermatologico San Gallicano hanno confermato, con un nuovo studio,  dati già evidenziati in precedenza che indicano che il fumo è correlato all’insorgenza, nelle donne, di una particolare forma di acne difficile da curare e da loro stessi definita Acne Comedogena Post Adolescenziale (CPAA).  La distribuzione estesa a tutto il volto di queste lesioni è tale da avere un impatto psicologico significativo sulle donne.  I dermatologi hanno esaminato un campione di 226 donne acneiche di età compresa tra i 25 e i 50 anni e la CPAA  è stata riscontrata nell’85% delle pazienti esaminate, che infatti presentano una maggioranza di lesioni non infiammatorie, con numerosi comedoni, distribuite uniformemente su tutto il volto. Inoltre, poiché ben il 71,4% di queste fuma abitualmente è evidente il rapporto stretto tra fumo e  CPAA. I dati ottenuti dalla ricerca pubblicata sul numero di novembre del Journal of American Academy of Dermatology confermano lo studio preliminare condotto sempre al San Gallicano su un campione più ampio, che includeva ben mille donne.
Già in uno studio, pubblicato nel 2007 sul British Journal of Dermatology, i ricercatori del San Gallicano avevano osservato mille donne nella fascia di età  25-50 anni e definirono per la prima volta la CPAA, che risultava essere non solo la forma di acne più diffusa nel campione ma era presente  con una prevalenza decisamente maggiore tra le fumatrici, che costituivano comunque la maggioranza delle donne acneiche.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Va creato un nuovo paniere di valute

Posted by fidest press agency su domenica, 5 dicembre 2010

Il Seul Action Plan contiene un impegno dei paesi del G20 ad «astenersi da svalutazioni competitive sulle monete» che sembra essere un minimo accordo razionale contro le guerre valutarie. In realtà è lontano anni luce dalla necessaria e improcrastinabile riforma del sistema monetario internazionale.  Per dirla con la Angela Merkel «una politica che scommette di mantenere bassi i tassi di cambio e di favorire l’export in modo artificiale, alla fine danneggia tutti». In questo modo si creano inevitabili tensioni e distorsioni che indebolirebbero la ripresa economica globale.  Effettivamente si vive oggi senza un ordine monetario. Lo si sa dal 1971, l’anno in cui il presidente americano Richard Nixon decise di sganciare il valore del dollaro da quello dell’oro e di abbandonare il riferimento alle riserve auree per passare ad un sistema di cambi flessibili. La progressiva regressione dell’economia americana e il suo indebitamento, l’emergere dell’Unione europea e delle nuove potenze economiche dei paesi del Bric hanno successivamente reso sempre più insostenibile il ruolo del dollaro come unico strumento del commercio internazionale.
Tuttavia ancora oggi l’egemonia del biglietto verde c’è ed è sostenuta dal fatto che l’85% delle transazioni mondiali dei cambi ed il 62% delle riserve delle banche centrali sono in dollari. Il flusso di dollari che si registra quotidianamente sui mercati internazionali è di circa 4.000 miliardi. È amaro dover constatare il verificarsi dell’ammonimento dell’allora segretario del Tesoro di Nixon, John Connolly, che affermava: «Il dollaro è la nostra moneta ma è il vostro problema».  Prima si pensava che le riserve monetarie servissero per affrontare situazioni di emergenza valutaria nazionale e per pagare i disavanzi commerciali, oggi invece esse sono diventate quasi delle bolle di liquidità e strumenti di possibili pressioni sulle politiche monetarie dei paesi debitori da parte dei paesi creditori. I paesi emergenti hanno infatti circa 7.000 miliardi di dollari nelle loro riserve, 2.500 miliardi dei quali in possesso della sola Cina.  Mentre la Fed stampa dollari per pagare i debiti, dovremmo riflettere sul fatto che gli Usa aumentino nel contempo le loro riserve auree. Hanno 8.133 tonnellate di oro nelle loro riserve monetarie, mentre la Germania ne ha 3.412 , la Francia e l’Italia circa 2.450 ciascuna e la Cina 1.050 tonnellate. Il messaggio è chiaro. Non può essere frainteso: voi vi tenete i dollari, il cui valore sarà tutto da scoprire, noi l’oro, il cui prezzo è passato dai 34 dollari l’oncia del fatidico 1971 agli attuali 1.400 l’oncia! È un evidente atto di difesa contro il rischio di possibili grandi rivolgimenti.  Ciò pone con urgenza la necessità di riformulare l’intero sistema monetario internazionale. L’era del dollaro sta volgendo alla fine. Da tempo, non solo noi, sosteniamo la necessità di creare un paniere di valute. Al dollaro sarebbe opportuno affiancare altre monete come l’euro, lo yen giapponese, lo yuan cinese e nuove monete di riferimento di blocchi regionali emergenti per un nuovo e più regolato sistema dei cambi, dei pagamenti internazionali e delle riserve. Un sistema che deve combinare mercato e regole da parte degli stati che vi aderiscono.  Recentemente anche il presidente della Banca Mondiale, Robert Zoellick, lo ha proposto sulle pagine del Wall Street Journal.  In questo campo l’Europa, che è stata troppo ai margini delle discussioni anche nell’ultimo summit di Seul, potrebbe avere un ruolo molto importante e trainante. Prima di arrivare alla moneta unica, nel 1979 si istituì il Sistema Monetario Europeo (Sme) che potrebbe essere considerato per il nuovo sistema monetario mondiale multi polare. Lo Sme nasceva dopo il crollo del sistema di Bretton Woods e mirava a rafforzare l’unione dei paesi europei e a contenere le fluttuazioni tra le monete dell’allora Comunità Europea all’interno di una fascia di oscillazione del 2,25%. Fu creata anche un’unità di conto sintetica, l’Ecu, basata su un paniere di monete Cee in relazione alla loro forza economica e all’oro. È stato un sistema che ha funzionato abbastanza bene fino al 1992 quando cominciò a sfidare l’egemonia solitaria del dollaro e fu distrutto dalla speculazione più incontrollata.  Oggi un sistema monetario multi laterale basato su un paniere di monete e sull’oro non è più  soltanto un’opzione desiderabile. È un’ineludibile necessità  per evitare la crescente volatilità monetaria e finanziaria e per scongiurare atti di protezionismo aggressivo e il rischio di vere e proprie guerre monetarie.  (Mario Lettieri Sottosegretario dell’economia nel governo Prodi e Paolo Raimondi Economista)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Cambiamenti climatici

Posted by fidest press agency su domenica, 5 dicembre 2010

Cancun, Le Reti della società civile presenti a Cancun per la Conferenza Onu delle Parti sul cambiamento climatico (COP16) denunciano il tentativo da parte di un piccolo gruppo di Paesi industrializzati (tra cui il Canada, la Russia ed il Giappone) di affossare definitivamente il Protocollo di Kyoto in favore di un accordo meno vincolante.  Il Governo messicano starebbe preparando una bozza da presentare una bozza di Accordo che possa dare nuova linfa all’Accordo di Copenhagen trasformandolo nell’Accordo di Cancun. Un passaggio molto rischioso per il percorso multilaterale della Conferenza, con una nuova forzatura da parte di quei pochi Paesi che rifiutano un accordo realmente vincolante preferendo uno schema volontario e difficilmente verificabile. Notizie confermate dalla conferenza stampa dei Paesi dell’ALBA (Bolivia, Venezuela, Nicaragua, Ecuador) che proprio ieri avevano denunciato pressioni da parte di alcuni Paesi per bloccare i negoziati sul secondo periodo di impegni del Protocollo di Kyoto che dovrebbe partire nel 2012. “Siamo in un momento molto delicato del negoziato” ha dichiarato Alberto Zoratti dell’organizzazione equosolidale italiana Fair, presente come osservatrice a Cancun, “perché le manovre in corso ricordano i momenti più bui della Conferenza di Copenhagen, quando pochi Paesi si arrogarono il diritto di decidere per tutti”. La prospettiva che abbiamo davanti, continua Zoratti “è molto preoccupante e ci parla di incapacità di contrastare un clima che cambia velocemente, con impatti pesanti sulle economie del Sud del mondo, dove molte piccole comunità umane stanno vivendo situazioni al limite del tollerabile, come ci viene continuamente riferito dai partner dei nostri progetti equosolidali di Bangladesh, India ed America Latina”. Tutto questo avviene mentre sui media internazionali rimbalzano le ultime rivelazioni di Wikileaks che svelano le grandi manovre dei Paesi industrializzati, Stati Uniti in testa, per affossare la lotta al cambiamento climatico in accordo con gli interessi delle grandi imprese. Una sorta di omicidio premeditato che ha visto i primi passi la scorsa Conferenza delle Parti in Danimarca con l’imposizione del famigerato “Accordo di Copenhagen”.  “Notizie che se confermate” conclude Zoratti, “sarebbero di una gravità assoluta e getterebbero ulteriore discredito su una classe politica globale interessata a salvare le banche ma evidentemente distratta sul cambiamento climatico, una delle più grandi sfide del nostro tempo. Ci auguriamo un immediato cambiamento di rotta, le proiezioni dell’Unep parlano del rischio di un aumento di 5°C alla fine del secolo, di un mare che sta crescendo di 3.3 mm all’anno di media e di una temperatura già cresciuta di 0.76°C negli ultimi cento anni. La posta in gioco è troppo alta per essere sacrificata a tatticismi di bassa lega”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »