Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 344

Archive for 8 dicembre 2010

Scilipoti lascia l’Idv e appoggia Berlusconi?

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 dicembre 2010

“Non è questa la risposta chiara e inequivocabile che avevamo chiesto e che ci attendevamo dall’on. Domenico Scilipoti. Non capiamo soprattutto cosa lo debba far decidere tra oggi e domani per votare la sfiducia, visto che si è rifiutato di incontrare i vertici del suo partito. Evidentemente dipende da altro o da altri ed è questo che preoccupa ed inquieta” così Antonio Borghesi, vicepresidente del gruppo di Italia dei Valori alla Camera, replica alle dichiarazioni del collega Scilipoti. “Ricordiamo all’on. Scilipoti che quanto ha fatto nel corso della sua attività parlamentare è né più né meno che il suo dovere di deputato e la ragione per la quale Italia dei valori lo ha fatto eleggere in Parlamento” aggiunge Borghesi. “Non sono sicuramente le strampalate quanto inverosimili giustificazioni dell’on. Scilipoti per votare la fiducia a Berlusconi e tradire così il mandato conferitogli dagli elettori di IDV, che lo potranno far uscire a testa alta da questa vicenda” conclude il vicepresidente dei deputati dipietristi. Conferenza stampa Scilipoti vedere qui

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Più libri più liberi chiude i battenti

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 dicembre 2010

A chiudere il programma professionale di Più libri più liberi un ospite d’eccezione: Stefano Mauri, ai vertici dell’editoria italiana da oltre vent’anni, traccia le caratteristiche dell’Editore del 2020.  “Prima di parlare dell’editoria del futuro bisognerebbe chiarire bene com’è l’editoria oggi, e su questo ci sono molte differenti scuole di pensiero” esordisce l’editore. Alla visione polemica del mercato editoriale italiano espressa da Andrè Schiffrin all’inaugurazione di Più libri più liberi, Mauri oppone un quadro completamente diverso: “la mia opinione è che in questi ultimi 20 anni sia aumentato il pluralismo, e ne è un buon esempio questa Fiera. Andrè Schiffrin – sottolinea l’editore – contrappone i grandi ai piccoli in maniera ideologica e invece il ricco e variegato panorama editoriale italiano dimostra che la virtuosa compresenza e concorrenza fra i piccoli ne garantisce l’esistenza e la sopravvivenza”.  Per quanto riguarda l’editoria del futuro Stefano Mauri indica quattro aspetti imprescindibili da cui partire: “il diritto d’autore, la libertà di stampa, il mercato e, appunto, il pluralismo. Le nuove tecnologie avranno in questo senso un ruolo fondamentale”.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il caso Renzi: ma è proprio un caso?

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 dicembre 2010

Molte e molto dure le critiche in casa Pd al sindaco di Firenze, ‘reo’ di aver preso parte ad un pranzo con Silvio Berlusconi nella di lui dimora privata. Lui, dal canto suo, non ha mancato di sottolineare le sue ragioni in difesa del suo gesto. Ha raccontato che hanno pranzato assieme ed erano solo loro due, lui ed il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, non c’erano né Emilio Fede né Lele Mora. Dice di essere andato ad Arcore per perorare la causa di Firenze e sostenere la legge speciale per la città. A chi lo ha attaccato duramente ha ribadito che non c’erano altri scopi segreti. Solo in un paese malato, ha detto il sindaco di Firenze, si può pensare che ci sia qualcosa sotto. Premesso che ho sempre guardato a Renzi e ai rottamatori con grande simpatia, perchè in questo paese di inamovibili rappresentano la volontà di dare una scossa per liberare gli alberi dai frutti troppo maturi, questa volta non condivido del tutto il suo gesto. Io faccio il sindaco di Firenze, ha detto Renzi, lui il presidente del Consiglio. Appunto. E’ proprio qui che avverto una nota stonata. Un sindaco quando incontra un presidente del Consiglio non lo fa nella sua residenza privata, ad Arcore, ma a palazzo Chigi, nella sede istituzionale del Governo. E soprattutto, non lo fa pochi giorni prima il voto di sfiducia, quando tutte le opposizioni stanno sostenendo uno sforzo titanico per chiudere definitivamente l’epoca del berlusconismo che ha fatto danni inenarrabili a questo povero Paese. Non ho dubbi che il sindaco di Firenze, Matteo Renzi, che ha provocato più di qualche mal di pancia al segretario del Pd Pierluigi Bersani e a tutta la nomenclatura del Partito democratico, abbia avuto motivi nobili e finalità altamente istituzionali ma scegliere di andare ad Arcore, in questo momento, significa scendere sul piano di quel berlusconismo che ha il suo motore e credo nella confusione dei ruoli, delle istituzioni che confonde pubblico e privato. Sicuramente, come scrive oggi Massimo Gramellini su la Stampa, Renzi appartiene all’attualità e gli altri al museo del Novecento ma, non sarà politicamente sexy dirlo, lo stile come rispetto delle regole e della distinzione dei ruoli è una condizione imprescindibile in politica, è la regola aurea e se l’attualità del centrosinistra passa attraverso il modello Berlusconi, allora vorrebbe dire che abbiamo trovatomagari un nuovo leader ma non siamo riusciti ad uscire dalle secche del leaderismo e personalismo in politica. Per questo, pur ribadendo la mia stima ai rottamatori, stavolta la scelta di Matteo Renzi di andare ad incontrare il presidente del Consiglio nella sua residenza privata e non nella più opportuna sede di palazzo Chigi è un segnale bruttissimo. E’ una questione non secondaria di stile e se questo è quello dei rottamatori, spiace dirlo ma viene voglia di dire “niente di nuovo sotto il sole”. Cambiano le generazioni ma lo stile resta lo stesso, anzi peggiora. Perché, almeno fino ad oggi, mai nessun alto esponente del Partito democratico avevano varcato i cancelli della residenza privata del presidente del Consiglio. (Massimo Donadi)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Berlusconi e l’asso nella manica

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 dicembre 2010

Il giorno 14 dicembre è diventato una data fatidica se non proprio per gli italiani di certo per il mondo politico e, in primo luogo, per i parlamentari che sono gli attori principali di una votazione che segnerà la “risurrezione” di Berlusconi o il suo tracollo. Si fanno, com’è naturale che lo sia, molte congetture e si indicano, da una parte e dall’altra degli schieramenti, i possibili scenari futuri con i se e i ma di una votazione che tutti dicono di poter volgere a proprio favore. Un po’ tutti gli addetti ai lavori vorrebbero avere, a questo punto, la sfera di cristallo per prevedere il finale all’ultimo voto anche se talune mosse già ora dovrebbero essere indicative per una certa soluzione del quiz.
Incominciamo con i fatti: Berlusconi non si dimette anzitempo e aspetta il dibattito parlamentare. Per un uomo abituato a lottare tale opzione denota la possibilità che abbia un asso nella manica. La domanda è ora: come se lo giocherà. Due sono le risposte che vanno per la maggiore: sa di avere la maggioranza, se non altro per le defezioni di alcuni parlamentari che appartengono all’opposto schieramento. Sarebbero i “traditori” dell’altra faccia della medaglia. L’altra opportunità è, senza dubbio, più fantasiosa ma capace di creare un certo scompiglio. Quello di proporre un nuovo nome alla guida dell’esecutivo tra i giovani del suo entourage, o anche di parte avversa ma possibilisti nei suoi confronti e c’è già chi fa qualche nome come il sindaco di Firenze Mateo Renzi, se non altro per spiazzare i “cinquantenni” e preferire i quarantenni o giù di lì. Potrebbe essere il consiglio di Putin dopo che egli ha fatto la stessa cosa scegliendo il suo delfino e trasformandolo in “apprendista stregone”. D’altra parte Matteo Renzi avvalora questa ipotesi dopo che ha accettato l’invito di Berlusconi a cena qualche giorno fa. E di Renzi si può dire di più se pensiamo che ha sposato la tesi del filosofo Cacciari, ideologo del Pd, che da tempo sostiene che, dopo la caduta del muro di Berlino, il ragionare politico dovrebbe prescindere dall’idea d’avere ancora una destra, un centro o una sinistra. Un altro nome è quello del sindaco di Torino. Ma le carte di Berlusconi restano buone, anche se si andrà al voto subito, diciamo entro aprile del prossimo anno, in specie se si va con l’attuale legge elettorale. L’unico dubbio che lo attraversa è il timore che il Presidente della Repubblica possa impedire lo scioglimento delle Camere. E allora? Solo un po’ di pazienza, prego. Il tempo si sa riesce a sanare tutte le ferite. La Cassandra del XXI secolo ancora non è nata. (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Più libri più liberi: temi intercultura e integrazione

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 dicembre 2010

Roma Eur. Più libri più liberi. Mai come quest’anno i temi fra i popoli hanno trovato nella Fiera della piccola e media editoria un luogo di incontro e di confronto e un palcoscenico per far conoscere le criticità da risolvere e le conquiste ottenute. Tanti gli incontri che in questi giorni hanno parlato di tolleranza e diversità e tantissimi i saggi, i romanzi, i titoli per ragazzi negli stand (molto apprezzati dal pubblico) che propongono storie di integrazione ma soprattutto modelli di dialogo, di comprensione e di reciproco rispetto. Dalle persone che ci sono più vicine, come le colf e le badanti – che un’indagine della Provincia di Roma ha svelato essere “fortissimi lettori” a differenza, spesso, dei loro datori di lavoro – fino ai grandi temi dei diritti umani che riguardano anche le discriminazioni sessuali, religiose ed etniche nella società e sul posto di lavoro, a Più libri più liberi si è parlato tanto dei valori che avrà la società del futuro. “Siamo qui perché è un’occasione splendida per sensibilizzare tutti sui diritti umani, che non sono più solo dichiarazioni d’indirizzo ma, dalla ratifica del trattato di Lisbona del 2009, vere e proprie leggi europee a cui sono subordinati tutti i paesi della UE” spiega Alarico Mariani Marini vicepresidente della Scuola superiore dell’avvocatura di Roma. “Purtroppo – ha aggiunto il giurista – questi diritti sono meno condivisi di quel che si potrebbe pensare e siamo qui a Più libri più liberi perché è la cassa di risonanza ideale per far conoscere a tutti su quali principi si baserà la società del domani”.
A Più libri più liberi per presentare il romanzo La pazzia di Dio di Luigi De Pascalis, l’on.Giovanna Melandri non può che aderire ai valori che hanno ispirato le leggi europee sui diritti umani auspicando, tra le altre, una norma che favorisca “il riconoscimento, la tolleranza e la reciprocità dell’identità religiosa perché – ha aggiunto la parlamentare – la multireligiosità in Italia è una realtà che fa ancora fatica ad essere accettata e tutelata”.
Anne Wiazemsky, scrittrice e attrice francese (protagonista di alcune tra le più struggenti pellicole di Jean-Luc Godard) sarà in Fiera per presentare il suo libro La ragazza di Berlino (ore 17), accompagnata da Muriel Barbery, autrice del best seller L’eleganza del riccio.  Tra gli altri appuntamenti dell’ultima giornata: Moni Ovadia (ore 14) presenterà Perché Stalin creò Israele, Monica Guerritore leggerà alcuni brani del romanzo di Emilia Costantini Oltre lo specchio (ore 16), e la musica d’autore con Te la ricordi Lella di Edoardo De Angelis presentato da Amedeo Minghi, Lando Fiorini, Edoardo Vianello (ore 18) e con Brigante se more di Eugenio Bennato (ore 18). Il ciclo di appuntamenti sulle future tendenze editoriali l’8 dicembre culminerà con l’intervento di Stefano Mauri su L’editore nel 2020 (ore 15) mentre il Sindaco di Roma Gianni Alemanno (ore 17) parlerà di politica e social network. Infine, ultimo appuntamento della rassegna cinematografica Editori in bianco e nero con L’editoria nell’archivio storico Luce (ore 19).

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Piazza Venezia: s’illumina l’albero di Natale

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 dicembre 2010

Roma. Oggi, alle ore 17, il grande albero di Natale decorato, uno dei simboli della capitale durante le festività natalizie verrà acceso dal sindaco Gianni Alemanno e dall’assessore all’Ambiente Fabio De Lillo. L’abete rosso (Abies Picea Excelsa), senza radici, alto 23 metri e decorato con circa 15.000 lampade a led a basso consumo, è arrivato direttamente della Val di Fiemme, donato dai vivai garantiti dalla certificazione FSC (Forest Stewardship Council). L’albero sarà illuminato tutti i giorni, dopo il tramonto, fino al 6 gennaio 2011.  Alla cerimonia parteciperà il Coro Polifonico Multietnico di Roma, composto da 25 bambini, che si esibirà in canti di Natale. Gli operatori del Servizio Giardini di Roma Capitale hanno già allestito un albero di Natale in piazza del Campidoglio (alto 15 metri) e sulla terrazza del Pincio, dove è stato posizionato un abete di 22 metri. Alberi di Natale di dimensioni più piccole verranno collocati in tutti i Municipi della città.  Gli abeti utilizzati nelle piazze della città saranno poi portati nei centri di compostaggio Ama dove verranno trasformati in concime di qualità per i giardini della capitale.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Conferenza stampa Scilipoti

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 dicembre 2010

Roma 9 dicembre 2010 dalle ore 13.00 alle ore 14.00., l’On. Domenico Scilipoti terrà una conferenza stampa presso la sala di Montecitorio, in via della Missione 4. L’incontro avrà come oggetto: comunicazioni relative alla sua attività parlamentare, passata e odierna . E’ gradita la partecipazione di stampa, tv e radio, italiane ed estere.  Saranno presenti, oltre all’On. Domenico Scilipoti, l’On Massimo Calearo Ciman e l’On. Bruno Cesario

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Altenberg Trio in concerto

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 dicembre 2010

Siena 10 dicembre (ore 21)  Teatro dei Rozzi nuovo appuntamento con la stagione concertistica invernale dell’Accademia Musicale Chigiana  l’Altenberg Trio in concerto per l’88ª edizione della Micat in Vertice.. L’ensemble, composto da Claus-Christian Schuster (pianoforte), Amiram Ganz (violino) e Alexander Gebert (violoncello), proporrà al pubblico un programma che si aprirà con il Trio in re magg. op. 70 n. 1 di Beethoven, a cui seguirà il Trio (1985/92) di Schnittke. Il concerto si chiuderà poi con il Trio n. 1 in re min. op. 63 di Schumann. Sin dal suo debutto “ufficiale”, avvenuto nel gennaio 1994 durante la Mozart Woche di Salisburgo, il Trio Altenberg è uno dei pochi trii realmente a tempo pieno nel mondo della musica da camera. Con oltre mille concerti in Europa, nelle Americhe e in Asia, si è guadagnato la reputazione di un ensemble di spicco in questa categoria. Il suo repertorio comprende, oltre a un largo numero di lavori provenienti da aree strettamente correlate (quartetti e quintetti per piano, duetti, concerti per trio, musica vocale da camera), non meno di trecento trii per piano, tra cui molti brani che il Trio Altenberg ha commissionato ed eseguito in prima assoluta. Nello stesso anno della sua formazione, l’ensemble è divenuto trio in residenza al Musikverein di Vienna per la Gesellschaft der Musikfreunde, eseguendo ogni anno per questa società un ciclo di cinque-sei concerti nella prestigiosa Brahms Saal. Inoltre, in qualità di trio in residenza al Conservatorio di Vienna, l’ensemble tiene un corso di alto perfezionamento in musica da camera articolato in una serie di seminari.
I biglietti per assistere al concerto (interi 25, 21 o 18 euro, ridotti 8 euro per studenti, giovani sotto i 26 anni e over 65) potranno essere acquistati fino a due giorni prima dell’appuntamento direttamente on line sul sito internet dell’Accademia, http://www.chigiana.it (altenberg)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Arriva l’influenza stagionale

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 dicembre 2010

Partendo da Mantova e Parma, con la rilevazione nel caso di Mantova della presenza del virus ex pandemico A H1N1,ora classificato come virus stagionale. Il nostro consulente scientifico,il dottor Rosario Porzio, ci rassicura.’ Gli scienziati sono tranquilli’ ,sottolinea Porzio,’ nessuna paura, perche’ la stagione influenzale si prevede non aggressiva,anche se virologi e medici ricordano  l’importanza della vaccinazione per le categorie a rischio:cardiopatici,diabetici ,anziani e bambini’.
Si attendono  dai 2 ai 5 milioni complessivi di casi, ma molto dipenderà dalle temperature’. ‘Attualmente ci si vaccina molto poco ma per vaccinarsi si ha  tempo fino alla fine di dicembre’.
Porzio consiglia a tutti di mangiare frequentemente frutta e verdura,evitare posti chiusi e affollati e cercare di stare lontano da gas di scarico e fumo passivo. ‘Per chi e’ vittima dei fast-food consiglio integratori di vitamina C da assumere un paio di volte al giorno durante tutta la stagione invernale’,chiude Rosario Porzio. (flu influenza)

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Teatro: Nella tana del lupo

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 dicembre 2010

Roma 10 dicembre ore 10.30  11 e 12 dicembre ore 17.00  Teatro Tor Bella Monaca  testo e regia César Brie  liberamente tratto da “Il lupo mannaro” di Boris Vian con Isadora Angelini, Mia Fabbri, Luca Serrani  produzione Teatro Patalò  Lo spettacolo continua le repliche da martedì 14 a giovedì 16 al Teatro Tor Bella Monaca.   In una scena stretta e lunga circondata dal pubblico, tre attori muovono burattini e pupazzi, cantano pezzi musicali dal vivo, danno loro stessi corpo ai tanti personaggi del racconto, coinvolgendo in molti punti gli stessi bambini. Denis è  un lupo vegetariano, che adora mangiare foglie di radicchio e semi di girasole, è appassionato di calcio e colleziona i rottami provenienti dagli incidenti sulla statale che passa proprio sotto la sua tana. Nelle notti di luna piena spia i visitatori del bosco, tra cui le coppiette in cerca di un po’ di tranquillità. E proprio lì incontrerà la bella Angelica che ha appuntamento con il Mago d’Oriente, un tipo spietato che prenderà  a morsi il povero Denis.
Così, in una notte di luna piena, il lupo si trasforma in uomo, e un uomo, di notte, non può fare altro che visitare la  città. Ristoranti, ubriaconi, donne, scazzottate, incidenti, fughe dalla polizia e altre delizie della civilizzazione, trasformeranno il nostro pacifico lupo nel re della notte. Il suo rocambolesco incontro con la bella Angelica si trasformerà in una storia d’amore e un viaggio di nozze con  John Lennon come autista cantando insieme il sogno di un mondo in cui gli uomini vivranno finalmente in pace. (nella tana del lupo)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il Neutral-ism a Roma

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 dicembre 2010

Roma Galleria RossoCinabro Via Raffaele Cadorna 28 In visione fino all’11 dicembre 2010 Per la prima volta a Roma, la Galleria RossoCinabro espone le opere  del Movimento Neutralista. Con ‘Orologi molecolari’ il  giovane artista Daniele Perilli, figlio d’arte, propone al pubblico romano uno scenario emozionante, oscuro e misterioso, come lo sono l’anima e la natura. Disgregazioni e inaspettate metamorfosi evocano lo spazio assoluto della pittura.  Idee ed emozioni diventano il centro gravitazionale di quest’arte necessaria all’occhio e allo spirito.  Daniele è   cresciuto in un ambiente artistico internazionale,  membro del direttivo del Centro Studi sul Multiculturalismo,  partecipa insieme al padre alla stesura del Manifesto sul Neutral-ism.  Il Movimento intende ripartire per creare una nuova dimensione estetica e umanistica, che sia in grado di ridefinire la percezione del mondo e le regole della sua rappresentazione. Catalogo a cura di Jenny Dogliani (perilli)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Fincantieri: impegno del Governo

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 dicembre 2010

“Con l’accoglimento dell’ordine del giorno su Fincantieri, il governo ha preso un impegno di fronte al Parlamento e al Paese che speriamo rispetti”. Lo dichiarano il senatore Raffaele Ranucci (PD) e la senatrice Roberta Pinotti (PD) a proposito dell’accoglimento da parte dell’esecutivo, nel corso della discussione sulla legge di stabilità oggi a Palazzo Madama, dell’odg 136 relativo alla situazione di crisi che investe Fincantieri e di cui i due parlamentari democratici sono primo e secondo firmatari.  “La situazione occupazionale in varie città che ospitano impianti Fincantieri a rischio chiusura – spiegano i senatori PD – è assolutamente grave e preoccupante. Servono atti concreti per scongiurare la crisi di questa azienda. Occorre che il governo garantisca le risorse essenziali per la ricapitalizzazione, senza la quale il rischio di chiusura diventa concreto. Vigileremo, insieme agli altri colleghi firmatari sul mantenimento dell’impegno preso dal governo con l’accoglimento dell’odg”.  Oltre a Ranucci e Pinotti, l’odg 136 è stato firmato dai senatori PD Marco Filippi, Franca Donaggio, Maurizio Fistarol, Marina Magistrelli, Fabrizio Morri, Antonino Papania, Silvio Sircana, Luigi Vimercati, Anna Maria Carloni e Vidmer Mercatali.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Rivalutazioni rendite catastali

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 dicembre 2010

Buone notizie per tutti i contribuenti italiani. Sono stati dichiarati inammissibili dalla Commissione Tributaria Regionale della Campania gli atti di appello presentati dall’Agenzia del Territorio di Napoli avverso le sentenze dei giudici di prime cure con le quali avevano annullato le revisioni delle rendite catastali effettuate nei confronti di circa 11mila cittadini napoletani.  Lo anticipa in una nota la Direzione Regionale della Campania dell’ Associazione Contribuenti Italiani che ha ottenuto dalla Giustizia tributaria partenopea la storica la sentenza n. 289/00 – che sarà pubblicata in esclusiva sul magazine Contribuenti.it – con la quale i giudici tributari hanno dichiarato inammissibile l’atto d’appello dell’Agenzia del Territorio perché “sottoscritto dal responsabile Settore Gestione Banca Da ti anziché dal Direttore dell’Ufficio”. L’Associazione Contribuenti Italiani segnala inoltre che le revisioni delle rendite catastali attuate dall’Agenzia del Territorio sono viziate nella procedura in quanto la richiesta di revisione delle rendite catastali non è stata avviata attraverso un atto amministrativo legittimo. “La procedura attuata dall’Agenzia del Territorio per la revisione delle rendite degli immobili è errata – commenta Vittorio Carlomagno, presidente dell’Associazione Contribuenti Italiani – E’ questo è un vizio insanabile”  Tutti i contribuenti che vogliono tutelare i propri diritti possono richiedere gratuitamente il magazine “Contribuenti.it” nelle principali edicole o ritiralo presso Lo Sportello del Contribuente presente delle principali città italiane. (Associazione Contribuenti Italiani)

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Fallimento Sapro spa

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 dicembre 2010

Il fallimento di Sapro è un evento negativo per tutto il territorio forlivese. E’ grave per le ripercussioni che avrà sul tessuto imprenditoriale locale, per le imprese che hanno acquistato terreni e per quelle che avevano rapporti di lavoro con Sapro, non ultimi i suoi dipendenti. E’ un terremoto per l’economia locale che va affrontato senza demagogia, per il quale a rimetterci sarà tutta la comunità a partire dalle giovani generazioni.  Le responsabilità che hanno portato fino a questo punto verranno chiarite nelle sedi opportune e non c’è alcuna difficoltà a riconoscere che sono stati commessi degli errori nella gestione della società, a cominciare da quello di uscire dalla mission aziendale impegnandosi sul residenziale anziché esclusivamente sul produttivo. Non c’è alcun timore nel riconoscerlo, anche perché non c’è alcuna correlazione diretta tra l’attuale classe dirigente del territorio e la gestione della società. Errori che hanno radici nel passato e che gli amministratori che governano questo territorio sta affrontando con senso di responsabilità e senza la demagogia che una destra bugiarda e scandalistica sta utilizzando per tentare di screditare il lavoro che le amministrazioni subentrate appena un anno e mezzo fa stanno svolgendo per dare le risposte che più servono al territorio, in un momento di grandissima crisi economica, sociale e occupazionale.  E’ da irresponsabili paragonare cose che tra loro non hanno alcuna connessione. Gli errori commessi su Sapro sono ben diversi dalla situazione della sanità forlivese, che è tutt’altro che in fallimento e per la quale tutte le istituzioni del territorio stanno lavorando per valorizzare al massimo le eccellenze e andare verso un’integrazione dei servizi che sia la più efficace ed efficiente possibile.Basta guardare i numeri per rendersene conto. Sono oltre 1.700.000 i mq di superficie territoriale che perderanno valore economico e che rischiano di diventare facile preda della speculazione, frenando per anni lo sviluppo economico della città. Una ventina sono invece le imprese che hanno acquisito terreni per un valore che si attesta sui 9 milioni di euro che potrebbero essere ora oggetto di revocatoria. Un gruppo di queste potrebbe vedersi bloccato l’iter del collaudo delle opere. Inoltre ci sono imprese e professionisti che rischiano di non riscuotere i crediti maturati dalla società, per le prestazioni d’opera e la fornitura di beni e servizi, per un valore di oltre 5,5 milioni di euro. Potrebbero essere liquidate con percentuali che non si discostano molto dal 10%. (Marco Di Maio)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Rincaro prezzo carburanti

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 dicembre 2010

Con l’approssimarsi delle feste natalizie arriva immancabile rincaro dei prezzi dei carburanti e Adiconsum in proposito afferma “Restano non attuati, tutti gli impegni assunti dal Governo in questo settore, sia per contrastare la speculazione che per agevolare una maggiore concorrenza”.
Il consiglio dell’Associazione per la tutela dell’Ambiente e del Consumatore in questi casi, è quello di far riferimento ad un sito internet Prezzibenzina.it, realizzato proprio in collaborazione con Adiconsum stessa, che monitora di prezzi dei carburanti, ed ha come obbiettivo quello di fornire al consumatore i prezzi aggiornati di ogni distributore, al fine di individuare il più conveniente nella zona in cui ci si trova. Il sistema è davvero molto semplice da utilizzare, attraverso lo stesso è possibile risparmiare fino a 3-4 euro ogni pieno, ed è consultabile anche attraverso i cellulari I-Phone e Nokia.Gli impegni assunti dal Governo al tavolo del Ministero dello Sviluppo Economico restano ancora sulla carta, li ricordiamo in sintesi:
•    Il diritto ad utilizzare per tutte le 24h i self-service completamente automatizzati anche nel pagamento, affinché possano consentire sconti fino a 10 centesimi (vi è una opposizione dei gestori)
•    Eliminare lacci e lacciuoli da parte delle regioni per un più ampio sviluppo da parte della grande distribuzione organizzata che rappresenta negli altri Paesi europei una reale concorrenza alle compagnie petrolifere.
•    Blocco per almeno una settimana di eventuali aumenti dei carburanti rispetto agli aumenti del brand.
•    Trasparenza sugli sconti effettuati dai gestori (-4,-5 centesimi ma rispetto ad un prezzo di riferimento che resta sconosciuto al consumatore)
•    Indagini da parte della Guardia di Finanza o Antitrust rispetto a presunti fenomeni speculativi.
Adiconsum, ancora una volta quindi, sollecita il nuovo Ministro Romani, a varare i provvedimenti che possano consentire più concorrenza e meno speculazioni, soprattutto a ridosso di un periodo in cui i consumatori si trovano già a dover affrontare molte spese di fine anno.

Posted in Diritti/Human rights, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Valorizzare la tratta Avellino-Rocchetta

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 dicembre 2010

“Presentata interrogazione ai Ministri delle infrastrutture e trasporti e del turismo per chiedere interventi di valorizzazione della tratta ferroviaria Avellino-Rocchetta, a propria firma e dell’On. Arturo Iannaccone” lo dichiara l’On. Americo Porfidia di Noi Sud “La tratta ferroviaria Avellino-Rocchetta Sant’Antonio – spiega Porfidia – ha una storia profonda, con radici nell’Italia preunitaria. E’ stata inaugurata nel 1895 e lungo i suoi 120 km di lunghezza  attraversa l’intera provincia di Avellino fino a giungere in Puglia. E’ di fatto l’unica cerniera tra Campania, Basilicata e Puglia e se meglio sfruttata potrebbe collegare il Mar Tirreno all’Adriatico. Purtroppo ancora oggi, a 150 anni dall’Unità d’Italia, il Meridione soffre di una situazione di assoluta arretratezza infrastrutturale, che certo non aiuta anzi ostacola le comunicazioni, il commercio locale, la vita economica dei territori, che spesso vivono in un profondo stato di isolamento, tra le prime ragioni della fuga di migliaia di giovani. Il terremoto del novembre 1980 ha inflitto all’Avellino-Rocchetta una ferita che non si è mai completamente rimarginata e ad oggi la linea è quasi in disuso. Il suo potenziamento – spiega  Porfidia – comporterebbe anche un decongestionamento del traffico su gomma, contenendo in tal modo anche la minaccia dell’inquinamento. La tratta ha anche una ricchezza sul versante turistico, infatti la linea attraversa luoghi e territori di straordinaria bellezza, costeggiando Comuni di grande interesse storico e culturale. L’associazione locale InLoco_Motivi, tramite convenzioni con Trenitalia propone da anni e con successo dei viaggi turistici per la scoperta dei luoghi visitati dall’antica ferrovia. Noi Sud crede fortemente nella ripresa del Meridione ed ha rivolo la sua interrogazione per sapere dai Ministri se non ritengano opportuno assumere iniziative per valorizzare la linea Avellino-Rocchetta  in vista di un rilancio complessivo del settore delle infrastrutture ferroviarie del meridione; se non ritengano necessario promuovere l’Avellino-Rocchetta, autentico «museo del viaggio e dei sapori irpini», all’interno di un calendario turistico di eventi, concordato con la Regione, i Comuni, gli Enti e le Associazioni interessate e proporre altresì lo sviluppo di una rete di collaborazioni di agenzie ed enti del Turismo, al fine di promuovere «giornate ecologiche» nel territorio dell’Irpinia tale da favorire ravvicinamento al binomio natura-cultura del territorio.”

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Una defezione nell’Italia dei valori?

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 dicembre 2010

“Da più parti in questi ultimi giorni mi sono arrivate indiscrezioni circa il rischio che l’onorevole Scilipoti possa votare il prossimo 14 dicembre in difformità dal gruppo di Italia dei Valori. Dopo che, nella giornata di oggi, lo stesso si è rifiutato di avere un chiarimento con il presidente Di Pietro l’ho contattato telefonicamente per chiedergli, come sto facendo ormai da più giorni,  un incontro nel quale poter chiarire se da parte sua ci siano problemi con il partito” lo dichiara in una nota Massimo Donadi, presidente dei deputati di IDV. “Data la sua indisponibilità a fissare un incontro, ho fatto presente all’onorevole Scilipoti che qualunque parlamentare non dovesse partecipare alla votazione sulla sfiducia, non solo, e ovviamente, sarà fuori dal partito, ma ci obbligherà altresì a difendere con ogni mezzo il buon nome e l’onorabilità di Idv” spiega Donadi.  “Faremo sapere con chiarezza agli italiani che c’è qualcuno che, dopo essersi fatto eleggere per contrastare la sempre più pericolosa deriva del berlusconismo, come il peggiore Giuda, tradisce il partito, i suoi elettori, e si vende, politicamente, per trenta denari” aggiunge il presidente dei deputati di IDV. “Spero ancora di sbagliarmi e che con Scilipoti ci sia stato solo un malinteso. Qualora, tuttavia, già nelle prossime ore, non dovessero intervenire da parte sua prese di posizioni chiare ed univoche e comportamenti conseguenti, avvieremo il primo passo, ovvero il deferimento al collegio di garanzia del partito” conclude Donadi.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Pedaggio raccordi autostradali

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 dicembre 2010

Roma “Bocciando l’Ordine del giorno presentato dai senatori del Pd, Pdl e Lega hanno di fatto deciso di avallare il pedaggiamento dei raccordi autostradali e delle autostrade, di tassare tutti i cittadini che quotidianamente li percorrono per motivi di lavoro, di studio e familiari e di non destinare le entrate derivanti dal pedaggiamento per investirle in opere e interventi di manutenzione straordinaria. Anche i senatori romani del Pdl, nonostante le tante dichiarazioni di buone intenzioni, alla prova dei fatti si sono tirati indietro”. Lo dichiara il senatore del Pd Raffaele Ranucci, vicepresidente della Commissione lavori pubblici e primo firmatario dell’Ordine del Giorno alla Legge di stabilità bocciato con 136 voti contrari, 129 a favore, tra cui anche quelli di Fli, e otto astenuti.  “Se l’ordine del giorno fosse stato approvato – continua Ranucci – il governo avrebbe dovuto provvedere a modificare il decreto legge per quel che riguarda l’applicazione del pedaggio sulle autostrade e sui raccordi autostradali in gestione diretta dell’Anas, al fine di intervenire a favore dei pendolari, escludendo determinati tratti di autostrade e raccordi autostradali interessati da traffico prevalentemente urbano e dei pendolari, prevedendo forme di esenzione, anche diversificate per tali utenti. Con l’approvazione di questo Odg – spiega ancora Ranucci – l’esecutivo avrebbe anche dovuto individuare provvedimenti legislativi affinché le entrate derivanti dal pedaggiamento fossero utilizzate dall’Anas per interventi di manutenzione straordinaria, direttamente sugli stessi territori interessati dai nuovi pedaggiamenti”. Conclude Ranucci: “Tutto questo non sara’ possibile per responsabilita’ del voto contrario dei senatori romani della maggioranza tra cui, voglio ricordarlo, c’è anche il vicesindaco di Roma, Mauro Cutrufo”.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Aiuti d’emergenza per i Tamil

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 dicembre 2010

Sri Lanka. L’Associazione per i Popoli Minacciati (APM) ha lanciato un appello all’Unione europea per aumentare gli aiuti di emergenza per i Tamil nel nord dello Sri Lanka. Le piogge torrenziali e le inondazioni da metà novembre 2010 hanno provocato danni enormi e più di 70.000 persone appartenenti alla minoranza Tamil, rientrate nei propri villaggi dopo la guerra civile, sono ormai senza casa.  La maggior parte dei 325.000 Tamil che sono tornati a partire dal novembre 2009 nel loro zone d’insediamento nel nord dello Sri Lanka, dopo la fine della guerra civile nel maggio 2009 erano stati rinchiusi dalle autorità per mesi in uno stato di detenzione in campi di internamento. Le condizioni di questi campi di internamento erano disumane come hanno potuto riferire i testimoni oculari. Nei campi mancavano medici, medicine, acqua potabile, cibo e servizi igienici adeguati. Solo dopo le proteste internazionali, nel novembre 2009 le autorità hanno aperto i campi di internamento e consentito ai detenuti di ritornare ai loro insediamenti di origine. Le agenzie umanitarie lamentano che a causa della mancanza di sostegno finanziario, i programmi di aiuto internazionali già pianificati e più urgenti che mai, non saranno realizzati. Solamente il 50% circa dei fondi necessari per gli interventi di assistenza sono stati garantiti dalla comunità internazionale nel corso del 2010.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Nessun addio al Partito Democratico”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 dicembre 2010

Lo dichiara l’Europarlamentare del Pd, Guido Milana, sulle voci che lo vorrebbero, insieme ad altri noti esponenti del partito, orientato verso Api o Fli.  “Da un paio di giorni – dichiara Milana – si rincorrono agenzie di stampa che segnalano una mia fuoriuscita dal Partito Democratico. Una notizia che, nella maniera più assoluta, non  corrisponde al vero e rischia di essere strumentalizzata, creando confusione e spostando l’attenzione sul gossip piuttosto che su considerazioni di carattere politico”. “Ho condiviso – precisa l’Europarlamentare – con Riccardo Milana e molti delegati la posizione critica sul congresso di Roma. Nello stesso tempo, però, ho partecipato attivamente al congresso provinciale, dove è emerso un dibattito unitario, franco, sereno ed inclusivo. Ritengo che il malessere manifestatosi a Roma non possa essere generalizzato, né sottovalutato. Al contrario va affrontato e risolto nella sua dimensione politica”.  “Personalmente – ribadisce con forza Guido Milana – sono lontano da visioni terzo-poliste come risposta alla situazione politica del paese. E’ per questo che, insieme alle decine di sindaci e amministratori locali, che in questi anni hanno condiviso con me l’esperienza politica del PD, restiamo fortemente ancorati all’appartenenza al partito stesso. Mi auguro, altresì, che nelle prossime ore il gruppo dirigente nazionale sappia affrontare la questione di Roma nella sua particolare dimensione”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »