Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 316

Fiducia: Gli scrupoli dell’ultima ora

Posted by fidest press agency su lunedì, 13 dicembre 2010

Editoriale. La circostanza più sorprendente di queste ore è data dai tanti scrupoli che si fanno taluni parlamentari che pur militando da anni in formazioni politiche avverse all’attuale maggioranza, o ne hanno ravvisata la pericolosità per una conduzione fallimentare della vita pubblica, sentono ora il bisogno di mettere da parte il giudizio critico in nome di un supposto interesse nazionale. Perché non sono stati coerenti sino in fondo e non hanno rassegnato le dimissioni da parlamentare? Lo dovevano per coerenza ed onestà intellettuale. Per tutti, ovviamente, vi può essere un ripensamento ma non si può, per questo, coinvolgere gli elettori che votandolo a suo tempo hanno con lui sentito forte il richiamo del dissenso da lui espresso per una certa causa e per certe leadership. Diverso ci appare il giudizio dei parlamentari che hanno creato una nuova formazione denominata Fli e che è guidata da Gianfranco Fini. Costoro non negano la loro appartenenza all’area di centro-destra ma dicono, semplicemente, che chi li guida non è più il garante di una linea politica da loro sottoscritta. In effetti il Pdl è il partito che ha inteso aggregare due movimenti: Forza Italia di Berlusconi e Destra Nazionale di Fini. I due sono poi diventati i cofondatori del nascente Pdl. Si disse allora con pari dignità e ruolo politico. A questo punto se uno dei due afferma che l’altro ha tradito le attese è giusto e corretto che rompa il patto di unità e riprenda il cammino autonomamente. Lo deve per rispettare il mandato ricevuto che non esclude la vigilanza e la coerenza ai valori per i quali hanno professato il loro impegno parlamentare. Se il tam tam mediatico vuole confondere le idee cercando di alzare la voce e creare confusioni tutto questo dovrebbe forse lasciare interdetto l’uomo della strada ma non chi per anni ha militato in un partito, ha una preparazione specifica e conosce la politica dal di dentro. E allora non meravigliamoci se taluni parlamentari per il loro volta gabbana sono stati messi alla berlina o difesi ad oltranza. Per loro, per quanto si voglia difenderli, resta un giudizio severo perché le scelte fatte all’ultima ora non sono credibili. Questo è quanto ed è giusto che sia detto. (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: