Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Archive for 17 dicembre 2010

La Russa: un rispetto a senso unico

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 dicembre 2010

Dopo due anni di contestazioni in cui il Co.I.S.P. ha manifestato con incessante impegno il disagio delle Forze di Polizia, dopo aver esposto le sagome del poliziotto pugnalato alle spalle, simbolo della protesta del Co.I.S.P., davanti ai Palazzi della Politica e alle case private dei singoli ministri di questo governo e dopo aver riscosso dalla  Politica solo indifferenza e promesse puntualmente disattese, oggi a due giorni dai gravi incidenti occorsi nella città di Roma durante la manifestazione degli studenti, i rappresentanti di questo governo chiedono rispetto delle forze dell’ordine . E’durante la trasmissione anno zero diretta e condotta da Michele Santoro che l’On La Russa, indignato dall’intervento di uno dei rappresentanti degli studenti alza la voce e grida “ Vergogna”  e lamenta la mancanza del contraddittorio di un uomo in divisa  che possa parlare, proprio lui che mesi fa aggredì verbalmente il nostro Segretario Generale Aggiunto Domenico Pianese reo di denunciare pubblicamente la “Vergogna” di questo governo che ha effuso solo false speranze in tutti gli operatori della sicurezza. Quale è  il rispetto che si chiede oggi? Un valore figlio di una propaganda politica o un impegno serio che il governo deciderà di assumere di fronte alle reali e preoccupanti condizioni in cui tutti i giorni uomini e donne delle Forze dell’Ordine sono costretti ad operare? Di rispetto ne conosciamo solo uno ed è quello con cui ogni singolo poliziotto da sempre presta il proprio servizio per difendere e tutelare l’ordine sociale, le istituzioni che ha giurato di servire, le stesse che diconoscono la specificità del suo operato e che con ignoranza e senza disponibilità al dialogo attuano dannosi provvedimenti .Dopo due anni di richieste di attenzione e di dichiarazioni allarmanti da parte di chi come il Co.I.S.P. rivolge la propria attività sindacale al miglioramento delle condizioni operative per la sicurezza del Paese e degli Uomini che lo servono,dai dibattiti tra le parti sociali e i politici si delinea un paradosso senza precedenti…la società si esprime con violenza verso le forze dell’ordine perché in esse identifica le istituzioni di cui non si fida più, le Istituzioni che noi poliziotti tuteliamo, ci disconoscono e come finisce?

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Riflettori su milan-roma e sampdoria-genoa

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 dicembre 2010

Diciassettesima giornata del campionato di serie A. Ecco le quote Better. S’inizia con due anticipi del sabato: alle ore 18 il Cesena (a 2,65) ospita il Cagliari (a 2,75) e alle 20:45 il big match della giornata, il capolista Milan (a 2,45), che parte con i favori del pronostico, ospita la Roma (a 4,25). Per il pranzo del calcio della domenica c’è l’anticipo delle 12:30, all’Olimpico di Roma la Lazio (a 1,95) avrà di fronte la sempre temibile Udinese (a 3,85). Alle 15 altre partite. Uno dei derby del sud: il Bari (a 3,35) affronta il Palermo (a 2,20). Catania (a 1,90) e Napoli (a 1,35), in casa, sono favoriti in lavagna Better, rispettivamente contro il Brescia (a 4,25) e il Lecce (a 10,00). Derby dell’Emilia Romagna al Tardini, il Parma (a 1,80) contro il Bologna (a 4,75). La Juventus (a 2,00), dopo il successo in extremis sulla Lazio, se la vedrà a Verona contro il Chievo (a 3,75). Il posticipo serale si gioca al Marassi ed è il derby della Lanterna, Sampdoria (a 2,45) – Genoa (a 2,90), blucerchiati leggermente favoriti.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Coisp: La Russa di dimetta per manifesta incapacità

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 dicembre 2010

“Senza se e senza ma, si può e si deve stare solo dalla parte delle Forze dell’Ordine”. Queste sono state le parole pronunciate da Pierferdinando Casini durante la puntata di Anno Zero. Una puntata in cui in tanti hanno dato il peggio di sé, dal conduttore al Ministro La Russa.  “Il conduttore ha dato il peggio di sé – dice Franco Maccari, Segretario Generale del Coisp, il Sindacato Indipendente di Polizia – perché ha vergognosamente strumentalizzato una tensione che pure c’è, tra gli studenti, tra i precari, e, si stupirà il signor Santoro, anche tra i Poliziotti che con forza ma civilmente (troppo civilmente forse per meritare l’attenzione delle sue telecamere e del suo miglior inviato) hanno manifestato in ogni modo e in ogni dove. Il peggio di sé lo ha dato il Ministro La Russa che ha raccontato l’ennesima barzelletta dicendo che lui vorrebbe dare più soldi ai Poliziotti ma non può. E allora Ministro si dimetta per manifesta incapacità di difendere lo Stato, perché le Forze dell’Ordine sono i Servitori dello Stato!” “Ringraziamo l’Onorevole Casini per la sua moderazione – conclude Franco Maccari – però ora che il confine politico è segnato chiediamo che politica non sia la duplicazione di se stessa, con il proliferare di sigle e movimenti, ma che diventi, e diciamo diventi e non torni ad essere perché fin ora non lo è stato, la possibilità di stare vicino alla gente affinché ciò che è avvenuto a Roma non sia l’anticamera di una guerra civile che scoppierà se il popolo non troverà ascolto rispetto alle istanze di vivibilità”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nato: Counter piracy mission

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 dicembre 2010

London – Yesterday, Commodore Michiel Hijmans, Commander of NATO’s counter piracy mission, Operation Ocean Shield, met with his CMF counterpart Commodore Abdul Aleem.  The two commanders met on board HNLMS De Ruyter (Royal  Netherlands Navy) in the Gulf of Aden to discuss matters of mutual concern, including cooperation in the deployment of ships and aircraft in the Gulf of Aden and Somali Basin.  SNMG2 commanded by Commodore Hijmans has recently taken over from SNMG1 and is now in the area with ships from Denmark, The Netherlands, Turkey and the U.S. The commodore and his staff were very pleased to meet some of their CMF counterparts.  “Piracy is a common problem that directly effects the world economy, to counter it international cooperation is essential. In maritime cooperation personal relations have proven one of the keys to success. The visit of commodore Abdul Aleem SI(M) was therefore very useful and appreciated. It strengthens our relationship and allows us to counter piracy to the maximum of our abilities as naval forces” stated Commodore Hijmans.  Speaking after the three hour meeting, Commodore Aleem said: “Today was a chance to renew the mutually beneficial and productive relationship between Combined Maritime Forces and NATO. Our area of operation is simply huge, so by coordinating the activities of our warships and aircraft, we can ensure they are deployed in the most effective way. The pirates are resourceful and capable of adapting their behaviour. Therefore it is essential that counter-piracy operations share their intelligence and develop their strategies in order to remain one step ahead”.  The Pakistan Navy has been in command of CTF 151 since the end of  November, when Commodore Aleem relieved Rear Admiral Sinan Ertugrul of the Turkish Navy. In recent months the multi-national force has included ships from Australia, Republic of Korea, Pakistan, Thailand, Turkey, UK and U.S. In addition to Pakistan, the command team includes staff from Canada, Netherlands and U.S.
Standing NATO Maritime Group 1 is permanently assigned to NATO. It is a multi-national Naval Group that provides the NATO Alliance with the ability to quickly respond to crisis situations anywhere in the world. A capable, stand-alone task group and one of four standing maritime elements that form a flexible core around which NATO can build a larger force to meet a wide range of missions that will include non-combatant evacuations, consequence management, counter terrorism, crisis response, embargo operations, etc.   CMF’s counter-piracy mission is known as Combined Task Force 151 (CTF151) and its mission is to deter, disrupt and suppress piracy, protecting maritime vessels of any nationality and securing freedom of navigation in the Gulf of Aden and Somali Basin. In conjunction with NATO and EU Naval Force Somalia (EUNAVFOR), CTF-151 conducts patrols in the Internationally Recommended Transit Corridor (IRTC) and supports Best Management Practice (BMP) methods for piracy avoidance that are promoted to the shipping industry.  CTF 151 is one of three task forces operated by Combined Maritime Forces (CMF), a 25-nation coalition based in Bahrain. Its main focus areas are defeating terrorism, preventing piracy, reducing illegal activities and promoting a safe maritime environment.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La politica del cambiamento

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 dicembre 2010

Editoriale. In questi ultimi mesi abbiamo assistito ad una incrinatura del monolitismo berlusconiano con lo strappo di Fini e, a fine corsa, il rinnovo della fiducia al leader del Pdl e la costruzione di un terzo polo che dichiara d’avere dalla sua il consenso di 100 parlamentari. Ciò che ci è apparso chiaro è che questa coalizione che raccoglie il Fli, l’Udc di Casini, L’alleanza per l’Italia di Francesco Rutelli, di Lombardo con il Partito per il Sud ed altre frange socialiste, repubblicane, ecc., sta, in pratica, anche se afferma diversamente, rafforzando il centro destra. In pratica tutti insieme trovano scomodo la grande ammucchiata nel Pdl ma preferiscono distinguersi senza unirsi. Così Berlusconi incassa un ulteriore consenso anche se è costretto a moderare la sua leadership dovendo trattare non solo con i leghisti ma anche con quello che ora si definisce il “Polo della Nazione”. Ha ragione, a questo punto, Di Pietro allorchè afferma che è necessaria una risposta altrettanto convincente da parte del Centro sinistra se non si vuole restare a rimorchio delle iniziative di centro-destra. Ma a questo punto ci scontriamo con il solito “male oscuro” di un’area che non riesce a trovare una intesa comune e tende a perdersi dietro un mare di chiacchiere e di condizionamenti e veti incrociati. Ma a peggiorare il quadro complessivo della politica vi è l’interferenza delle gerarchie cattoliche che fanno una scelta di campo nell’area del Pdl come se si trattasse di una riedizione della Democrazia Cristiana. Un aspetto dirompente che avrà inevitabili ricadute anche tra i cattolici che in politica la pensano diversamente e più in generale sull’elettorato (non dimentichiamo il referendum sul divorzio). Ma vi è qualcosa di più grave da sottolineare. In questi ultimi anni la tendenza che va per la maggiore è data da una costante demonizzazione delle istituzioni, dei partiti, degli uomini politici e ora c’è anche il pericolo che lo si faccia con il cattolicesimo dopo le altre professioni religiose. D’altra parte c’è già chi ora incomincia a fare dei distinguo tra i cardinali Bertone e Bagnasco e chi come padre Sorge si pone nel dibattito politico con la sua “Area solidale democratica”. Ma sia chiara una cosa. La Chiesa invoca una guida politica che sappia mantenere il dialogo, che assicuri la governabilità e affronti i temi sociali e sostenga i bisogni dei più deboli. Non può certo sperarlo in Berlusconi, ma semmai con Casini. Nello stesso tempo c’è da obiettare che se considerano l’attuale alleanza Casini-Fini come un connubio tra il diavolo e l’acquasanta non possono usare un giudizio analogo tra i cattolici e gli ex-comunisti del Pd. La Chiesa, a nostro avviso, non può permettersi di scendere in campo come nel 1948 perché, se non altro i tempi sono mutati e anche le ideologie sono cadute con il muro di Berlino. Il fine è di costruire uno stato democratico con un laicismo “illuminato” dove la diversità si può conciliare con la ragione e il buon senso. Non si può, al tempo stesso, pretendere questo nuovo corso da parte di chi semina zizzania ma ne nasconde la mano. E se usciamo dalla perifrasi la persona che è meno adatta a questo corso virtuoso è proprio l’attuale presidente del consiglio. Per lui è vitale una dialettica spinta alla provocazione. Per lui le alleanze non sono di principio ma strumentali. E allora la Chiesa di Roma se vuole conservare il suo primato spirituale e non scadere nella banalità o giocare a rimpiattino con le parole, deve saper fare le sue scelte nell’invocare la stabilità ma solo per chi sa garantirla e non da parte di chi ragiona con la logica dei trenta denari. (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Posted in Editoriali/Editorials | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Natale ad Anticoli

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 dicembre 2010

Anticoli Corrado (Roma)18 dicembre dalle ore 16.30 Esposizione: 18 dicembre 2010 – 9 gennaio 2011 Piazza Santa Vittoria, 2  (Orario: sabato e domenica 10.00-13.00   15.00-19.00 dal martedì  al venerdì 10.00-13.00  lunedì  chiuso) Presentazioni in catalogo di: Sua Eccellenza Domenico Sigalini, Vescovo di Palestrina e di Sua Eccellenza Mauro Parmeggiani, Vescovo di Tivoli Testi in catalogo di: Paolo Bertoletti, Carlo Fabrizio Carli, Marco Occhigrossi, Francesco Bannò. La mostra ha offerto l’occasione per catalogare, fotografare e inventariare oggetti destinati dall’incuria del tempo alla progressiva distruzione. I pezzi più antichi risalgono alla seconda metà del settecento e rappresentano quanto scampato – ben poco, in verità – alle razzie napoleoniche dei primi anni del XIX secolo. La collezione fu poi  ricostituita negli anni trenta dell’ottocento.
Gli arredi sacri comprendono, tra l’altro, piviali, dalmatiche e pianete e, come i reliquari, sono databili dalla seconda metà del settecento ai primi anni del ventesimo secolo. Crea una festosa atmosfera natalizia attorno all’evento una serie di dipinti di gusto naive della pittrice Cinzia Tomassini: luminose opere dai colori netti e brillanti che ben si integrano con l’immagine da presepe vivente offerta in questa stagione dal delizioso borgo di Anticoli Corrado, la piccola Atene della campagna romana, prediletta, sin dall’inizio dell’800, da artisti e intellettuali di ogni parte del mondo. (natale naif)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Fòcara”: il fuoco più grande del Mediterraneo

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 dicembre 2010

A Novoli per il 16 gennaio. Nel piccolo comune nel cuore del Salento, sono già iniziate ad arrivare le prime fascine di tralci di vite secchi, sapientemente assemblate con tecniche antichissime, tramandate gelosamente di padre in figlio. E saranno proprio queste a costruire il falò di 25 metri di altezza e 20 metri di diametro, che verrà acceso a conclusione di un lungo percorso costellato di eventi. La “Fòcara” è un antichissimo rito nato per la Festa di Sant’Antonio Abate, patrono della città, che ancora oggi racconta dell’identità popolare di questa terra.  Promosso oggi da Regione Puglia, Provincia di Lecce e Comune di Novoli in collaborazione con numerosi partner pubblico-privati, l’evento è carico di simboli legati alla cultura popolare e contadina del territorio.  Il fuoco sacro e rigenerante della terra ogni anno, da secoli, viene acceso la sera della vigilia della festa con una gragnuola di fuochi pirotecnici. Così il “fuoco buono di Puglia, messaggero di pace nel mondo” diventa universale simbolo di pace e di solidarietà. Attorno al fuoco, sono tanti gli eventi che rendono questo appuntamento unico e davvero imperdibile. Dalla riscoperta di un tratto meno noto e celebrato della medievale via Francigena a cui verrà dedicato un convegno, alla vetrina di prodotti tipici e enogastronomici di questa terra, dal concorso fotografico “La Fòcara, paesaggi di fuoco e spirito mediterranei” alla collaborazione con l’associazione “Forlife onlus” per la realizzazione di progetti umanitari per l’Africa “Fòcara for Africa”, fino ai concerti e agli spettacoli intorno al fuoco che quest’anno vedono ospiti d’onore Elio e le Storie Tese, l’inverno del Salento si scalda in questo particolarissimo weekend di gennaio a  Novoli. (Fòcara)

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Eridania illumina la notte di Cortina

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 dicembre 2010

Cortina 18 dicembre, ore 18.00, presso la terrazza dell’hotel Alaska di Cortina, Eridania, marchio icona della dolcificazione in Italia, illuminerà la notte di Cortina con uno spettacolo denso di emozioni con la “fiaccolata volante” denominata “Luce ai Desideri con Essenza di Natura”. In un’atmosfera suggestiva e romantica  gli “ski lovers” potranno accendere le affascinanti mongolfiere di carta che librandosi in aria illumineranno con oltre 200 luci di tutti i colori il cielo delle Dolomiti. Un appuntamento irripetibile per coloro che assisteranno all’evento e un desiderio da esprimersi per ciascuna delle lanterne che prenderanno il volo dando vita ad un’inedita magia. Per ricevere la piccola mongolfiera di carta sarà sufficiente recarsi presso lo Chalet Essenza di Natura by Eridania, in Piazza Venezia, dove tutti i giorni dalle 16.00 alle 17.00 i visitatori potranno degustare in anteprima “Lo Strudel dei Desideri” realizzato dalla Pasticceria Lovat con “Essenza di Natura”, il nuovo “zucchero” con il 50% di calorie, 100% naturale. L’innovativo prodotto a base di Eritritolo in formulazione ES50, nato dalla Ricerca Eridania, rappresenta un valido contributo in risposta alle raccomandazioni dell’Organizzazione Mondiale della Sanità che consiglia di ridurre di almeno il 50% gli zuccheri nella dieta quotidiana. (luce e desideri)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Berlusconi scrapes through a parliamentary confidence vote

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 dicembre 2010

December 14th had several faces in Italy. Silvio Berlusconi, the prime minister, kept his conservative government alive by narrowly winning votes of condence in both houses of parliament. There was an ugly riot in Rome and student protests in several other cities. How far these events were linked will doubtless be the subject of heated debates in Italy over Christmas dinner tables. But one thing is clear: December 14th was not a great day for Italy’s parliamentary democracy. The showdown in the legislature brought to a head a crisis that had been brewing since July, when followers of Mr Berlusconi’s former ally and deputy, Gian- franco Fini (the speaker of the lower-house Chamber of Deputies), renounced the gov- ernment whip to form a parliamentary group of their own, under the name Future and Freedom for Italy (FLI). In this week’s
vote in the Senate, where the FLI ab- stained, Mr Berlusconi won a comfortable 27-seat majority. But in the chamber, he squeaked through by a mere three votes. The condence votes were held against abackground of opposition claims that Italy’s billionaire prime minister had secured his margin by buying support, either with promises of high oce or with cash. In the upper house, four senators switched their votes at the last minute. In the chamber, no fewer than ten deputies shifted allegiance. Crucially, they included three of Mr Fini’s ready who would probably have tried to cause mayhem whatever the outcome. Indeed, they rst clashed with the police almost an hour before the announcement ofthe result of the lower-house vote. There were student protests in several other cities, but none occasioned violence on the scale of that in Rome. An isolated bout of hooliganism? Or a warning of the trouble in store in a country that faces stagnation, with an economy that has barely grown for a decade and in which politics remains blocked? Mr Berlusconi said that the vote showed that there was no alternative to the existing governing majority, made up of his People of Freedom (PdL) movement and Umberto Bossi’s Northern League. He was partly right, and would have been even had the vote gone the other way. Mr Fini had vowed not to betray his own right- wing voters by forming a new majority with the opposition (even though he was content to vote with Mr Berlusconi’s adversaries to try to bring down his government not the least of the inconsistencies
in a man who wants to remain speaker of the chamber while heading its most contentious faction). But Mr Berlusconi was wrong to imply that he himself now leads anything but a minority government. The 314 votes he secured in the lower house fell two short of the absolute majority needed to guarantee the passage of legislation.That should point to a fresh election next year. But none of the main political leaders, except Mr Bossi, wants one. Mr Berlusconi’s poll ratings are lower than at any time since he returned to oce in 2008. Mr Fini has yet to turn the FLI into a formal party, let alone build it into a force that could put up a decent showing at a general election. And Italy’s biggest opposition group, the centre-left Democratic rebels. When the third unexpectedly voted for the government, putting Mr Berlusconi’s victory beyond doubt, there was uproar. Ushers had to step in to prevent deputies from coming to blows. The defectors no doubt included some who were acting on grounds of principle. Mr Berlusconi had argued in the debate before the votes that it would be folly to unseat his government at a time when Italy and its huge public debt were coming under increasing scrutiny in nervous European bond markets. But his supporters barely troubled to deny the widespread allegations of vote-buying. A representative of a small regional party that had once be- longed to the ruling majority likened the atmosphere in the chamber before the votes to that of a cattle market. Such claims only added to the frustration of the government’s opponents. This may have fuelled some of the violence in Rome, where aming barricades were thrown up, shop and bank windows were smashed, cars were torched and police were beaten by groups of protesters. More than 100 people were injured, including around 50 police. The rioting followed a peaceful march by a coalition of the disgruntled, including students protesting at reforms and cuts in higher education, earthquake victims, trade unionists, diehard communists and knots of hooded gures with masks at the Silvio Berlusconi survives Clinging on For daily analysis and debate on Europe, visit Party, is wary of losing further ground to two more radical movements: the vigor- ously anti-Berlusconi Italy of Principles party and an alliance led by the governor of Puglia, Nichi Vendola, that includes greens, minority-rights campaigners and a bunch of ex-Marxists. Mr Berlusconi initially reacted to his narrow victory by declaring that he would try to broaden his majority. He had in mind the Union of the Centre (UDC), a party of conservative Christian Democrats that was in his previous government between 2001 and 2006. But the UDC’s leader, Pier Ferdinando Casini, promptly turned down the idea. His no may yet turn out to be a not unless. But the UDCwould not be an ideal coalition partner: it caused Mr Berlusconi endless trouble last time round. The alternative, though, could be worse. The prime minister talked of wooing individual deputies, and predicted that some of Mr Fini’s fellow-rebels would soon desert him. But politicians who it between parties scarcely oer a basis on which to run a stable government. Mr Berlusconi would doubtless soon nd himself lurching between crises as he patched to- gether majorities day by day and measure by measure. His best hope would then be to keep going until there are some signs of a recovery both in the economy and in his own ratings. Mr Fini is the most obvious loser this week, unable either to oust Mr Berlusconi or to keep control of his own followers. But the prime minister has also been gravely weakened. Unless he can strike an improbable deal with the UDC, an election next year still looks likely (the economist)

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | 1 Comment »

Alla scoperta di Arturo Annecchino

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 dicembre 2010

Dopo il fortunato debutto alla colonna sonora de La bellezza del somaro di Sergio Castellitto (la colonna sonora è pubblicata da Universal e disponibile sia nei negozi di dischi che su Itunes), al lavoro alle musiche di Romeo e Giulietta con Scamarcio per la regia di Valerio Binasco prossimamente all’Eliseo (14 febbraio- 13 marzo), Arturo Annecchino esce con un nuovo cd, Mid piano 3 (prodotto da Storie di Note ed Helikonia, distribuito da Egea, marzo 2011): un lavoro che completa e segna il momento di transito di un tragitto musicale che partendo dall’esperienza magica e lunare di Midnight Piano (2007) e di Midnight Piano 2 (2009), approda ad un linguaggio che sa combinare con sapienza solarità e introspezione. La formula rimane quella dello straniamento dallo spazio e dal tempo che conduce con sapienza e dolcezza l’ascoltatore nei dedali delle sue più segrete e profonde emozioni. Questo linguaggio classico contemporaneo, l’abilità nel regalare suggestioni, ha costruito negli anni la fortuna di Annecchino presso il mondo del teatro ed ora del cinema. Fra i prossimi appuntamenti va senz’altro ricordata il Faust Fantasia, suite per piano e voce dal Faust di Goethe, voce recitante il grande regista tedesco Peter Stein, al pianoforte Arturo Annecchino stesso. Lo spettacolo sarà a Teheran il 12, 13 e 14 febbraio e il 26 aprile.
Arturo Annecchino, compositore romano nato a Caracas, infatti, è fra i più prolifici ed apprezzati autori di musica per teatro e danza; ha collaborato con autorevoli registi e artisti della scena nazionale ed internazionale. Da diversi anni partner artistico di un genio della regia come Peter Stein, Annecchino ha composto le musiche non solo per gli spettacoli del maestro tedesco, ma anche , fra gli altri, per , Alfredo Arias, Susan Sontag, Massimo Castri, Deborah Warner,Valerio Binasco, Luigi Squarzina, Janush Kika, Giuseppe Patroni Griffi,Jean Claude Berutti, Renè de Ceccatty, Attilio Corsini,  Lindsay Kemp, Sosta Palmizi, Glauco Mauri, Giorgio Ferrara, Paolo Magelli, Walter Pagliaro, Luca Zingaretti, Massimo Chiesa e molti ancora. (annecchino)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Berlusconi: tasse tra parole e fatti

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 dicembre 2010

“Non metteremo le mani in tasca agli italiani”, “ridurremo le aliquote al 23 e 33%”. Queste le promesse dell’attuale presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, in materia di fisco che sono state prontamente smentite dall’Ocse, l’Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico che raggruppa 33 Paesi industrializzati. Siamo il terzo Paese per le tasse, 43,5%, dopo la Danimarca e la Svezia. Ovviamente, non possiamo paragonare le strutture e i servizi dei due Paesi nordici con quelli dell’Italia, cosi’ il contribuente deve sobbarcarsi i costi aggiuntivi dovuti all’inefficacia e inefficienza dei servizi pubblici. Per esempio se non funzionano i trasporti pubblici il cittadino dovra’ sobbarcarsi l’onere di utilizzare quello privato. In questo senso la “tassazione” del disservizio si aggiunge al 43,5% della fiscalita’. Al presidente del Consiglio Berlusconi potremmo cantare la famosa canzone di Mina: parole, parole, parole. (Primo Mastrantoni, segretario Aduc)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Aumento pressione fiscale

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 dicembre 2010

“I dati forniti oggi dall’Ocse sono il risultato della politica economica fallimentare del governo Berlusconi”. Lo dice in una nota Antonio Borghesi, vice capogruppo dell’Italia dei Valori alla Camera. “Lo stesso governo – aggiunge Borghesi – che sosteneva che avrebbe diminuito le tasse ai cittadini è stato capace di far aumentare la pressione fiscale. Per la nuova campagna elettorale Berlusconi e Tremonti dovranno inventare qualche altra balla, perché a questa non crederà più nessuno”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

ll vetro made in Italy

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 dicembre 2010

Come già succede con la moda, il cibo e il design, l’Italian Style conquista gli stranieri anche nel settore delle realizzazioni in vetro per interni. Lo dimostrano le nuove aperture di Vetreria Re, azienda del milanese specializzata in soluzioni che abbinano esperienza artigianale a sofisticate tecniche industriali, che ha aperto due nuove sedi nelle capitali più glamour d’Europa: Parigi e Londra. «Le nostre creazioni piacciono molto anche all’estero – afferma Dario Re, titolare della omonima vetreria -. Siamo partiti dal quadrilatero della moda a Milano per arrivare alle piazze più ambite d’Europa». Il primo passo, la scorsa primavera, è stato l’apertura di uno show room a Lugano, nella vicina Svizzera, per poi spingersi più lontano.
Vetreria Re. Nata nel 1989, l’azienda con sede a Nerviano è leader nell’arte vetraria ed è entrata a pieno titolo tra le aziende operanti nel “settore del lusso”, in grado di seguire tutte le fasi di lavorazione. Ha collaborato con aziende e professionisti di primo piano operanti nel settore del mobile, della meccanica e della progettazione che le hanno consentito di proporsi al mercato con soluzioni “chiavi in mano”, occupandosi direttamente di tutti gli aspetti che riguardano sia il prodotto per interni sia per esterni. Tra i clienti: Emporio Armani, Martini, Hugo Boss, Mariella Rosati, Tod’s, Hermès e Dolce&Gabbana.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Parlamento Europeo: approvato bilancio

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 dicembre 2010

Il Parlamento europeo ha adottato mercoledì il bilancio UE per il prossimo anno. Il bilancio approvato contiene la maggior parte delle priorità richieste dai deputati, nel rispetto dei limiti proposti dal Consiglio. Durante i negoziati, i deputati hanno anche raggiunto un accordo con Consiglio e Commissione su una serie di questioni politiche relative al bilancio.  Il bilancio 2011, cosi come approvato dai deputati, include più finanziamenti per tutte le priorità presentate dal Parlamento, compresi i programmi per la gioventù, l’innovazione, il processo di pace in Medio Oriente e la Palestina. Ecco alcuni esempi (le cifre si riferiscono agli impegni in pagamento):
Competitività per la crescita e l’occupazione: i deputati ottengono più risorse per il programma per l’apprendimento permanente (+ €18 milioni), il programma quadro per la competitività e l’innovazione (+ €10 milioni) e il programma Energia intelligente — Europa (+ €10 milioni).
Coesione per la crescita e l’occupazione: i deputati hanno aggiunto una nuova sezione, per €2,5 milioni, per l’assistenza per la regione del Mar Baltico.
Conservazione e gestione delle risorse naturali: + €6,7 milioni per il programma ambientale Life+ e un aumento di €2 milioni in sostegno della gestione delle risorse ittiche.
Libertà, sicurezza e giustizia: +€2,35 milioni per il programma Daphne per la lotta alla la violenza contro le donne e i bambini e un aumento di €1 milione per la prevenzione del terrorismo.
Cittadinanza: +€4 milioni per sostenere i Giochi olimpici speciali di Atene e +€3 milioni per il programma Gioventù in azione.
L’UE come attore globale: aumento di €100 milioni in aiuti per la Palestina, il processo di pace e l’UNRWA.
Rispetto alle cifre totali, i deputati hanno approvato i livelli proposti dalla Commissione nel progetto di bilancio del 26 novembre: € 141.8 miliardi in stanziamenti d’impegno e €126.5 miliardi in pagamenti. Il Parlamento ha da sempre dato maggior importanza ai livelli di stanziamenti d’impegno, poiché determinano le spese. Inoltre, vi è un accordo fra il Consiglio, la Commissione e il Parlamento che prevede, nel caso siano necessari fondi aggiuntivi per rispettare gli obblighi giuridici dell’UE, un bilancio emendato durante il 2001, azione resa necessaria in quanto l’Unione non può, per trattato, andare in deficit.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Proteggere i consumatori

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 dicembre 2010

Con la Direttiva sulle pratiche commerciali sleali del 2005 che non garantisce il giusto quadro giuridico per combattere la pubblicità ingannevole e quella aggressiva, una serie di nuove e più persuasive forme di pubblicità si sta sviluppando attraverso Internet, spiega la risoluzione non legislativa preparata da Philippe Juvin (PPE, FR). Il Parlamento esprime preoccupazione per la “banalizzazione della pubblicità comportamentale e lo sviluppo di pratiche pubblicitarie invadenti”, come la lettura del contenuto delle e-mail, l’utilizzo dei network sociali e della geolocalizzazione nonché la ripetizione del bersagliamento pubblicitario, poiché rappresentano una violazione della vita privata dei consumatori. I deputati chiedono pertanto alla Commissione di introdurre l’obbligo di inserire in modo chiaramente leggibile la dicitura “pubblicità comportamentale” nelle pubblicità on-line di questo tipo.
Per i deputati, la pubblicità comportamentale rappresenta “una grave minaccia per la protezione della vita privata” poiché è basata sulla tracciatura degli individui (cookie, costituzione di profili) e non è stata oggetto di un consenso esplicito del consumatore.
Il Parlamento vuole una pubblicità capace di promuovere “sani modelli di comportamento”, che possono avere “un’influenza positiva sulla percezione di tematiche quali ruoli di genere, immagine del corpo umano e normalità”. Pertanto, invita tutte le agenzie pubblicitarie e i professionisti dei media a “riconsiderare lo sviluppo di modelli (uomini o donne) estremamente magri, al fine di evitare la divulgazione di messaggi pericolosi sull’aspetto fisico, sulle imperfezioni del corpo, sull’età e sul peso, tenendo conto dell’influenza e dell’impatto della pubblicità sui bambini e sui giovani”.

Posted in Diritti/Human rights, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I’m where i live

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 dicembre 2010

Entra nel vivo la seconda fase del concorso di idee indetto da I’m where i live per una “Sala di progettazione e incontri per architetti, creativi e artisti”. Il 15 ottobre scorso si era chiusa la prima fase, quella dedicata al raccoglimento di tutti i materiali e delle proposte. Il concorso, finalizzato all’acquisizione di idee progettuali per la realizzazione di una sala di progettazione e incontri per architetti, creativi e artisti, che ha ricevuto un’ottima risposta da parte del territorio, non solo pugliese, passa alla fase più delicata, quella in cui la giuria dovrà vagliare i lavori ricevuti. In concorso si inserisce nel programma degli enti promotori, Una giuria d’eccezione che dovrà misurarsi con le proposte, tenendo conto di quelli che sono i presupposti contenuti nel bando, ovvero sia la promozione dell’utilizzo di materie prime locali e materiali naturali, energie e fonti rinnovabili unite alla crezione di un modello in bio-architettura che permetta lo sfruttamento dell’energia solare e/o eolica; il tutto tenendo conto della salvaguardia del nostro patrimonio paesaggistico, per un inserimento eco-visivo nel tessuto e nel contesto urbano, senza dimenticare la connotazione didatttica del progetto. Ecco quindi i componenti della giuria che vaglieranno ognuno dei singoli progetti pervenuti, Mariella Piscopo (giornalista per riviste di architettura, Condè Nast), Alice Fiorilli, fotografa (Il Sole 24 Ore, 24, Elle Decor France), “Echomaterico” (architetti e urbanisti presenti a Lecce e Barcellona), AD Design, (architett, Lecce/Milano), e infine i fotografi Flavio&Frank (Lecce). Il ruolo di mediatore per questa giuria di eccellenza è affidato a Bruno Conte, scrittore e giornalista televisivo.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Caso Campanale: Giustizia batte Governo

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 dicembre 2010

Intervento della senatrice Donatella Poretti, parlamentare Radicale. “Sul caso del giovane detenuto di 28 anni, Luca Campanale, suicidatosi la notte del 12 agosto scorso, su cui ho presentato un’interrogazione parlamentare, che – ahimè – ancora attende risposta, apprendo dalle pagine del Corriere della Sera di ieri circa il rinvio a giudizio emesso dal gip Fabrizio D’Arcangelo di due dottoresse, una psicologa e una psichiatra in servizio al carcere di San Vittore, per la pesante ipotesi di reato di “abbandono di persona incapace a provvedere a sé stessa a causa dei gravi disturbi psichici da cui era affetta”. A nulla, infatti erano valse le preoccupazioni, gli appelli, le istanze di trasferimento, mossi nel tempo dai genitori del ragazzo e dal legale di famiglia. Perché Luca era, dall’età di diciassette anni, quando scampò a un incidente stradale, in una condizione di patologia psicologica accertata da tutte le perizie prodotte anche in sede processuale, tale da portarlo a due precedenti tentativi di suicidio, a due trattamenti sanitari obbligatori, alla dipendenza da alcol e cocaina con numerosi ricoveri in comunità terapeutiche. La storia di Luca, condannato per due rapine, ci è stata raccontata, con amarezza, dal padre del ragazzo in un messaggio inviato sul mio sito Internet, al quale ho risposto con ciò che da parlamentare potevo fare. Ora mi auguro che il Ministro della Giustizia da me interpellato possa quanto prima rispondere all’interrogazione presentata il 13 settembre scorso dalla sottoscritta, visto che la giustizia – tanto vituperata certamente a ragione per la sua lentezza – riesce in questo caso a battere in velocità il Governo, procedendo verso l’accertamento delle responsabilità”.

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Master in credit risk management

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 dicembre 2010

Experian, di riferimento nel mondo nei servizi e nei sistemi di supporto alle decisioni per i rischi di credito, continua la collaborazione con l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, sostenendo anche la seconda edizione del Master in Credit Risk Management, che prenderà il via a fine anno. La collaborazione prevede interventi e testimonianze di esperti Experian secondo i programmi stabiliti dal corpo docente, e l’accesso agli strumenti più evoluti di analisi e supporto alle decisioni. Il programma del Master prevede una prima fase di formazione tecnico-giuridica sulla gestione del rischio di credito, a cui seguirà un periodo di inserimento lavorativo presso le aziende partner. Inserimento lavorativo che, già nella prima edizione del Master, ha permesso ai partecipanti di mettersi alla prova nelle realtà più importanti del settore, come Experian e, per i più meritevoli, di entrare a farne parte a pieno titolo.
Experian (Experian Plc) è leader mondiale nei servizi informativi per la prevenzione dei rischi di credito e di frode, il marketing  e la protezione dei dati di aziende e consumatori. E’ quotata alla Borsa di Londra (EXPN), ove concorre all’indice FTSE-100, espresso dai 100 titoli azionari più importanti.  Ha sede a Dublino (Irlanda) e le principali direzioni operative sono  a Costa Mesa (California, USA) , Nottingham (GB) e San Paolo (Brasile). Conta circa 15.000 addetti in 40 paesi per una clientela estesa a più di 65 paesi, con un fatturato annuo che supera i 3,9 miliardi di dollari. In Italia, opera dal 1995; ha sede a Roma, e filiali a Milano e Pontedera (PI).

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Roma: Alloggi Erp

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 dicembre 2010

Romeo Gestioni, nell’ambito delle attività svolte come affidataria dei servizi di gestione del patrimonio immobiliare di Roma Capitale, nei giorni scorsi ha inviato una comunicazione necessaria per garantire la tutela dei  crediti vantati dall’Amministrazione capitolina dove si invitava tutti gli utilizzatori di immobili di edilizia residenziale pubblica al pagamento di somme dovute.  L’assessorato al Patrimonio e Politiche abitative comunica che successivamente a tale lettera la Giunta di Roma Capitale, con delibera  88/2010, per le fasce più deboli  ha approvato l’abbattimento del 30% degli oneri accessori dovuti unitamente ad una dilazione di pagamento, fino ad un massimo di 120 mesi, a seconda delle fasce reddituali di appartenenza. Pertanto, il termine di 20 giorni fissato nella predetta comunicazione deve intendersi superato. Romeo Gestioni, nel corso delle prossime settimane,  provvederà  all’invio di ulteriori comunicazioni all’utenza, nelle quali saranno indicate, oltre alla specifica delle somme dovute, le modalità di pagamento agevolato e di abbattimento delle somme per coloro che possiedono i requisiti previsti dalla legge e dalla  stessa delibera 88/2010. Le attività di regolarizzazione saranno svolte secondo un calendario di convocazioni che consentirà di procedere alla definizione di tutte le posizioni contabili interessate.

Posted in Cronaca/News, Diritti/Human rights, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La storia infinita dei traditori

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 dicembre 2010

Lettera al direttore. Il Cavaliere e alcuni suoi fedelissimi, potrebbero ben essere definiti traditori degli italiani, se avessero fatto i propri interessi, anziché ben governare il Paese. In tal caso Fini e suoi fedelissimi sarebbero i traditori dei traditori degli italiani, e quindi i finiani che hanno votato la fiducia al Cavaliere, sarebbero i traditori dei traditori dei traditori degli italiani. E se per caso uno di quei finiani che hanno votato la fiducia…Sarà meglio non parlare di tradimenti? (Elisa Merlo)

Posted in Lettere al direttore/Letters to the publisher | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »