Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Archive for 30 dicembre 2010

Autovie venete: ripristinati messaggi sui pannelli

Posted by fidest press agency su giovedì, 30 dicembre 2010

Ripristinati, da questa mattina (giovedì 30 dicembre), sui pannelli a messaggio variabile della rete autostradale di Autovie Venete,  i messaggi con l’indicazione del numero di telefono a cui inviare un sms per donare due euro agli alluvionati del Veneto. “Grazie al Presidente Ciucci che ha interpretato gli sforzi che il presidente del Veneto Luca Zaia sta facendo, in tutte le direzioni, per superare un momento di difficolta’ a causa dell’alluvione” è il commento di Riccardo Riccardi, assessore ai trasporti del Friuli Venezia Giulia e vice commissario per la Terza corsia che aggiunge:  “Di questi problemi, in regione, abbiamo una certa esperienza, per questo abbiamo ritenuto doveroso sostenere una soluzione che e’ arrivata” “Di fronte alla possibilita’ di garantire un sostegno a chi ha bisogno – prosegue Riccardi –  l’interpretazione delle norme e’ un atto di responsabilita’.  Quando le regole, seppur rigide, si applicano con intelligenza per tutelare l’interesse generale non si sbaglia mai. Anche in questo caso, il lavoro di squadra ha generato un supporto fondamentale per garantire un’azione di solidarieta’ in piu’ nei confronti degli alluvionati e ha fatto prevalere l’interesse generale”

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Fiat: i diritti dei lavoratori vanno in pensione

Posted by fidest press agency su giovedì, 30 dicembre 2010

Editoriale. L’accordo siglato giorni fa tra la dirigenza della Fiat e i sindacati ad eccezione della Fiom della Cgil la dice lunga sullo stato di salute del sindacalismo e sulla politica italiana. Ma è anche un discorso che potremmo affrontare nel cercare di capire il prezzo che i lavoratori italiani e la società tutta pagano per una produzione che è in declino ma, nonostante ciò, tende a trascinare nella sua avventura quanto è stato conquistato con anni di lotte sindacali per riuscire ad avere una classe lavoratrice meno suddita delle pretese padronali che affondavano le radici negli anni bui a cavallo tra il XIX e il XX secolo. In questo frangente ci pare illuminante quanto è stato scritto da un’associazione dei consumatori, l’Aduc, per la quale “La fabbrica automobilistica era sicuramente emblema del sistema produttivo del secolo scorso, industria innovativa che spingeva la ricerca in altri ambiti. Ma oggi è così? No, la centralità è in altri settori, ed ha al centro Internet, e tutto ciò che ne deriva. Si pensi solo alle società a maggior capitalizzazione in borsa: una volta dominavano i costruttori di automobili, oggi in quella statunitense Google, Apple e Microsoft la fanno da padroni.” Dovremmo, quindi, supporre che stiamo pagando un prezzo altissimo per un qualcosa che è superata da logiche tecnologiche più avanzate e più capaci di rappresentare il futuro. Ma va anche detto che noi paghiamo questo prezzo per l’incapacità della politica di proporsi innovativa. E’ come dire che “L’improduttività non dipende dai ‘fannulloni’, ma dalla politica che ha più interesse a piazzare lavoratori (per catturare consensi), piuttosto che erogare servizi di qualità ai cittadini: giustizia, istruzione, sicurezza, ecc.. Una propensione ideologica, non solo in malafede. Tale pratica continua anche in regime di blocco delle assunzioni nel pubblico: basta creare società municipalizzate che sfuggono a questo blocco (vedi il recente caso che ha coinvolto diverse società del Comune di Roma)”. Il cambiamento non si fa di certo pontificando sul sesso degli angeli ma costruendo mattone dopo mattone una società che sappia guardare avanti in concreto e non sulle parole: come dire verba volant…  D’altra parte come ben ci ricorda Domenico Murrone dell’Aduc oggi i sindacati che hanno siglato un improvvido accordo sono “La Cisl che ha la sua roccaforte di iscritti (oltre che tra i pensionati) tra i dipendenti pubblici, e in quest’ambito è sicuramente più conservatrice e meno propensa all’innovazione. Per quanto riguarda la Uil, basti ricordare come ha contribuito a devastare la società statale Tirrenia, compagnia navale dove Uiltrasporti è dominante e detta legge, in barba a tutti i soldi buttati a mare dai contribuenti”. Ora i lavoratori della Fiat sono alle corde e giustamente, osserva l’on.le Fassino, non resta altro che firmare l’accordo perché sono stati abbandonati al loro destino non da oggi ma da una politica che da anni è senza idee e costrutto e preferisce navigare a vista. (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Posted in Editoriali/Editorials | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Un saluto a Carlo Bonometti

Posted by fidest press agency su giovedì, 30 dicembre 2010

Bergamo. Oltre 300 operatori – fra medici, infermieri, tecnici e amministrativi – degli Ospedali Riuniti hanno voluto salutare personalmente Carlo Bonometti, al suo penultimo giorno di mandato come direttore generale dell’Ospedale di Bergamo, dove era arrivato nel 1995 con l’incarico di direttore amministrativo.  In un’affollatissima Sala Consiliare, è stato l’attuale direttore amministrativo, Gianpietro Benigni, a nome di tutti gli operatori degli Ospedali Riuniti, a consegnare a Carlo Bonometti una pergamena che vuole essere un ringraziamento e insieme un ricordo dei 15 anni trascorsi a Bergamo, rivolgendosi al “nostro” direttore generale con queste parole: “E’ stato un grande lavoratore, leale e appassionato, attento ai risultati, defilato sulla propria immagine, corretto valutatore dei propri collaboratori, ma anche un giudice severo verso se stesso e verso gli altri. Torni qualche volta in questa città, che le deve molto e che è stata la sua seconda casa per tutti questi anni. Si fermi a guardare il nuovo ospedale, per il quale ha lavorato con amore, lealtà ed entusiasmo, per dare a Bergamo una struttura di assoluta eccellenza”.
Parole accolte da un lunghissimo e caloroso applauso durato diversi minuti e commentate così da Carlo Bonometti: “Ho fatto solo il mio dovere, mettendoci sempre un po’ di passione. Ho sempre creduto che chi fa sanità negli ospedali non è il direttore generale. Il suo compito è quello di mettere tutti gli altri nelle condizioni migliori per lavorare al massimo e per crescere. In questi anni insieme abbiamo fatto un importante percorso e le numerose testimonianze di affetto che ho ricevuto in questi giorni sono state il regalo più bello che potevate farmi. Grazie a tutti. Vi chiedo solo un’ultima cosa: non disperdete lo straordinario patrimonio di eccellenze e di professionalità che questo ospedale custodisce, perchè sarebbe un delitto imperdonabile nei confronti di tutti i bergamaschi e di tutti i cittadini.”

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Modigliani a Catania conquista i siciliani

Posted by fidest press agency su giovedì, 30 dicembre 2010

Catania, Castello Ursino, 30 Da Capodanno al 9 gennaio 4 fasce orarie per le visite guidate La mostra “Modigliani, ritratti dell’anima”, organizzata dal Comune di Catania su iniziativa dell’Assessore alla cultura e ai grandi eventi Marella Ferrera, dagli Archivi Modigliani di Roma e Parigi e dalla Galleria Side A di Giovanni Gibiino (coordinatore dei collezionisti siciliani) e in programma al Castello Ursino fino all’11 febbraio.
Sabato 1° gennaio (orario 15.30-20.30) e domenica 2 (orario 9.30-20.30) ci si aspetta una nuova ondata di pubblico. Che in questi giorni ha chiesto sempre più notizie, informazioni e approfondimenti sul percorso alle guide Federagit. Tanto che fino a domenica 9 gennaio (quando si concluderanno le vacanze natalizie) sono state programmate quattro fasce orarie giornaliere per le visite guidate: 10.45, 12, 16 e 17.30, costano euro 1.50 a persona e non occorre prenotarsi, basta registrarsi al proprio arrivo al Castello. Domani, 31 dicembre, visite guidate solo al mattino. I biglietti della mostra, infine, possono essere acquistati in anticipo in tutta Italia nelle agenzie collegate al circuito Box Office.
Tra i capolavori in mostra a Catania, oltre all’inedito “Ritratto di Agatae” mai esposto sinora, figura una nutrita collezione di disegni, la più ricca fra le mostre attualmente in corso (a Padova, Praga e Rovereto) dedicate a Modigliani: 25 disegni selezionati dal Modigliani Institut cui si aggiungono i 7 in possesso dei collezionisti siciliani coordinati da Giovanni Gibiino e mai esposti in Sicilia. Ma i pezzi più preziosi, e giustamente messi in risalto nell’allestimento curato dal Teatro Stabile, sono i ritratti, i tre magnifici oli collocati nella sala più bella e ampia del Castello Ursino, dove l’allestimento interno sembra dialogare con i reperti archeologici del cortile all’aperto. Proprio i ritratti, come ha detto il critico Vittorio Sgarbi in occasione dell’inaugurazione, sono i soggetti privilegiati nell’arte di Modigliani che “riesce a trasmettere come la pittura sia un confronto con se stessi, con la propria anima: Modigliani dà al personaggio una parte di sé, e una parte di lui tiene in sé”.  In mostra a Catania sono tre dipinti di grandissimo valore, come testimoniano le recenti aggiudicazioni nelle aste internazionali: la “Donna con gli occhi blu”, proveniente da una collezione privata in Svizzera e divenuta immagine-guida dell’evento, la “Simone Thirioux”, proprietà di un collezionista statunitense (la Thirioux fu una delle amanti di Modigliani da cui ebbe un figlio da lui mai riconosciuto), e infine il “Ritratto di uomo con baffi”, proveniente dalla Collezione Albertazzi di Torino.   In mostra anche le opere degli amici di Modigliani, che nel quartiere di Montmartre, un secolo fa, visse a contatto con artisti e intellettuali del tempo come Cocteau e Apollinaire. Una quarantina quelle degli amici più intimi come Picasso, Toulouse-Lautrec e Jacob, e dei contemporanei Orloff, Chéret, Viegels, Foujita e della Akhmàtova.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Roma: stop circolazione veicoli inquinanti

Posted by fidest press agency su giovedì, 30 dicembre 2010

Roma 31 dicembre dalle 7.30 alle 20.30 non potranno circolare all’interno della fascia verde cittadina tutti i veicoli più inquinanti. Il divieto riguarda: autoveicoli (compresi mezzi commerciali) a benzina e diesel “euro 0”;  motoveicoli e ciclomotori a due tempi “euro 0”;  autoveicoli (compresi mezzi commerciali) diesel “euro 1” e “euro 2”; minicar diesel e benzina “euro 0”; minicar diesel “euro 1”.  Come previsto dal piano di intervento operativo comunale per contenere i livelli delle polveri sottili è stata decisa la limitazione della circolazione sulla base dei dati forniti questa mattina da Arpa Lazio che hanno evidenziato livelli di pm10 superiori ai limiti imposti (50 microgrammi per metrocubo) nelle stazioni, Bufalotta, Cinecittà, Cipro, Fermi, Francia, Preneste, Tiburtina, Villa Ada. Il provvedimento è stato deciso anche sulla base delle previsioni meteorologiche che risultano favorevoli al ristagno degli inquinanti nei bassi strati dell’atmosfera.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I partiti e le ideologie

Posted by fidest press agency su giovedì, 30 dicembre 2010

Editoriale. Ogni partito sogna una sua ideologia. Lo considera il collante necessario per aggregare correnti di pensiero considerate in “libera uscita” ma abbordabili con un progetto finalizzato a dei problemi esistenziali di una certa natura e affinabili attraverso una qualificata visione politica. Ma, a volte, i partiti sono diventati anche una sorta di longa manus delle grandi consorterie economiche, industriali, finanziarie et similia. E l’ideologia, in questi casi, è stata asservita al solo scopo di combinare l’interesse di pochi assoldando i molti dietro la bandiera dei “sogni e delle illusioni”. Sono diventati il miraggio che ha tentato di combinare l’essere e l’avere in un unico ideale riformista. Se da queste considerazioni ci caliamo nella fattispecie pratica e guardiamo gli eventi italiani di questi giorni, cercando di analizzare il supporto ideologico che i partiti in varia misura si sentono o vorrebbero sentirsi portatori di una certa ideologia, ci rendiamo conto delle forti suggestioni per le quali siamo vittime e carnefici. Ma va fatta ancora una premessa. La quasi totalità dei partiti italiani, non volendo entrare nel merito degli altri che albergano altrove, si muove entro in sistema che è definito capitalista. Cosa vuol dire? Che esso rispetta le logiche del capitale e del profitto e dalle quali la forza lavoro è subordinata. Intendiamo dire che la diversità indicata nei programmi dei singoli partiti è dentro questo sistema, non ne prospetta un altro. In questa misura tutti i partiti tendono a delle variabili formali ma prive di una proposta alternativa all’attuale andazzo. In pratica ci troviamo davanti ad una opposizione che se diventa maggioranza ben poche variabili potrà proporre se non quella di attenuare il rigore di una logica capitalistica sempre e comunque orientata verso il profitto e lo sfruttamento delle classi più deboli. In questi casi l’ideologia, che può fare la differenza, è nella ricerca di un compromesso tra le varie proposte estreme tra chi tende a rafforzare il potere del 10% della popolazione a scapito della restante parte. Da qui nasce la crisi di una democrazia che sbriciola sotto i nostri occhi la ragione di una ideologia che tutto vuole cambiare per nulla cambiare. Ma se vogliamo salvare non tanto e non solo le parole per quelle che sono nei loro valori contenutistici e culturali allora dobbiamo riscattare l’ideologia dal servaggio imposto dai poteri forti e riconoscere nella forza di chi ha i numeri la sua potenzialità a dispetto delle ideologie aberranti che appartengono alla logica delle promesse e delle illusioni. Chiediamo solo che chi ha occhi per vedere li apra bene e chi ha orecchi per sentire ne faccia tesoro perché se l’essere umano è umiliato pur rappresentando il 90% della popolazione mondiale qualcosa che non funziona ci deve pur essere. E’ tempo di ravvedersene ed esserne conseguenti. (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Posted in Editoriali/Editorials | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Venezia al capodanno LoVE 2011

Posted by fidest press agency su giovedì, 30 dicembre 2010

Conto alla rovescia per il Capodanno LoVE 2011 organizzato dalla Venezia Marketing & Eventi, in Piazza San Marco a Venezia e Piazza Ferretto a Mestre. La collaudata formula di musica e spettacolo si rinnoverà quest’anno a partire dalle 22:30 del 31 Dicembre 2010 nei due cuori pulsanti della città. A San Marco, l’animazione di Mauro Marino, Principe Maurice e musica di Radio Italia prenderà il via dalla Cassarmonica, padiglione musicale impreziosito da luminarie e sfere di vetro soffiato di Murano. Il palcoscenico di Piazza Ferretto vedrà protagonisti Sergio Labruna e la musica di Radio Italia, dj-set e la musica live dei Pitura Stail. Per le migliaia di ospiti attesi nelle piazze, in omaggio dei piccoli cuori rossi “scaldamano”. Un oggetto cult da azionare con un piccolo click per renderli caldi. Gadget ecosostenibili per la notte magica di San Silvestro. Dalle 23, come tradizione per LoVE 2011, pronte 20000 bottigliette di Bellini Cannella per il brindisi più importante del mondo.
Nel dettaglio il programma: alle ore 22:30 con Mauro Marino, il Principe delle notti veneziane Maurice Agosti accompagnato da Chiarastella Seravalle, insieme alla musica di Radio Italia. Dalle 23:00 il brindisi con Bellini presso il Campanile di San Marco. Alle 24:00 countdown di benvenuto al 2011. Alle ore 00:15 in Bacino di San Marco si potrà assistere allo spettacolo pirotecnico di Parente Fireworks che aprirà con i colori della bandiera italiana, in omaggio al centocinquantesimo anniversario dell’Unità d’Italia che ricorre nel 2011. La manifestazione continuerà fino alle ore 01:30 con danze romantiche nel dj-set di Paolo Negri di Radio Italia.
Mestre. Nel dettaglio il programma: alle 22:30 parte la serata con Sergio Labruna, Chiara Paoluzzi e il Dj Roberto Tarozzo di Radio Italia. Dalle ore 23:00 brindisi con Bellini presso il porticato sul lato destro della Piazza. Alle ore 24:00 countdown di benvenuto al 2011 con speciali effetti illuminanti e, a seguire, eccezionalmente fino alle ore 03:00, i Pitura Stail in concerto con special guest Marco “Furio” Forieri. Per il Capodanno, servizi speciali verranno organizzati da Trenitalia, Alilaguna ed ACTV: per gli orari e per tutte le informazioni e gli aggiornamenti relativi alla manifestazione, si può consultare il sito web ufficiale http://www.capodannovenezia.it. (venezia capodanno)

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Messaggero: primo numero 2011

Posted by fidest press agency su giovedì, 30 dicembre 2010

Primo numero del nuovo anno del «Messaggero di sant’Antonio» che propone ai lettori un Inserto Speciale di 32 pagine, realizzato in collaborazione con la redazione della rivista «JESUS», sul 25° anniversario dell’incontro interreligioso di Assisi avvenuto il 27 ottobre del 1986, con contributi, tra gli altri, del vaticanista Luigi Accattoli, del cardinale Roger Etchegaray, di padre Pietro Messa docente all’Antonianum di Roma, dello storico Andrea Riccardi, del teologo Brunetto Salvarani. Da questo primo numero del 2011 inizia la collaborazione del cardinale Angelo Scola Patriarca di Venezia, con una rubrica fissa in cui egli parlerà di vita buona, riallacciandosi all’omonimo libro intervista di Aldo Cazzullo (Edizioni Messaggero Padova). E ancora: «Riuscirà l’Italia a superare l’impasse economico, politico e sociale che ha caratterizzato il 2010?» Rispondono i direttori di alcune testate giornalistiche: Ferruccio de Bortoli (Corriere della Sera); Ezio Mauro (Repubblica); Marco Tarquinio (Avvenire); Giovanni Maria Vian (Osservatore Romano). E infine segnaliamo un’intervista, a cura del direttore padre Ugo Sartorio, a Enzo Bianchi priore della Comunita’ di Bose, su alcuni temi curiosi come Bibbia e cibo; amicizia e quiete; terra e amore. Grazie per l’attenzione,  buona lettura e un augurio di FELICE NUOVO ANNO! (dalla redazione de “Il Messaggero”)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I presepi di Cerzeto

Posted by fidest press agency su giovedì, 30 dicembre 2010

A Cerzeto (Cosenza) caratteristico centro del cosentino di origine albanese, si è  svolto un concorso sui presepi e alcune iniziative di grandi suggestioni sempre legate alle tradizioni natalizie: un falò, la degustazione di prodotti tipici e musica e poesie dei canti popolari arbëreshë eseguiti con la zampogna.  La giuria composta da Simona Feraudo, restauratrice; Flavia Santoro; Lia Turano, responsabile AMI.BE.C. (Associazione Culturale Amici Beni Culturali) Calabria e dallo scrivente, ha valutato i “lavori” secondo il seguente criterio: qualità dell’opera, originalità del progetto e attinenza con la tematica.  Nel corso di una cerimonia sobria e familiare è stato consegnato da Lia Turano il primo premio a Cinzia Giordano, che ha vinto con merito questo particolarissimo e atteso concorso. Tutti hanno ricevuto un attestato di partecipazione consegnato da Laura Lo Gullo. Annamaria Lico, esperta delle tradizioni legate alla terra di Calabria e protagonista di eventi culturali di altissimo livello, così spiega le motivazioni e il significato di simili iniziative <<La tradizione presepiale in Calabria ha origini antiche; il presepe infatti ha costituito il nucleo di riferimento delle festività natalizie per ogni famiglia della società agropastorale che fin dal tardo autunno cominciava a costruire le ambientazioni e le figurine da inserire nella scenografia. Si trattava, in genere, di scene popolari ispirate alla vita di tutti i giorni o di particolari usi ricorrenti nei mesi invernali come l’uccisione del maiale. I paesaggi erano quelli dell’ambiente naturale calabrese con le sue montagne, i suoi dirupi, le greggi e gli animali da cortile. Fortunatamente la tradizione permane ancora a testimonianza del grande fascino esercitato dal presepe che in qualche modo è un’eterna autorappresentazione>>.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

RomainDanza

Posted by fidest press agency su giovedì, 30 dicembre 2010

Roma 14, sabato 15 e domenica 16 gennaio 2011  Auditorium del Massimo Via M. Massimo 1 00144 Eur  la prima fiera della danza, una manifestazione unica nel suo genere, mai organizzata prima nella capitale, nata dall’intuizione, il desiderio e la passione di Paolo Mongelli e Alessandro Rende per la promozione e la diffusione di ogni stile di danza.
E’ Carla Fracci la madrina di “ROMAinDANZA” una manifestazione culturale ed artistica che raccoglie in tre giorni ogni genere di danza, dal classico al moderno, dal contemporaneo all’hip-hop, passando anche per le danze etniche come il flamenco, il tango, il ballo latino-americano e la danza africana. A disposizione del pubblico cinque sale di danza,  un’area expo, una sala conferenze, una platea di oltre 1000 posti, un palcoscenico di 130  mq e tanti altri spazi dedicati al mondo della ballo.
“ROMAinDANZA” è un evento di grande prestigio, impreziosito dalla partecipazione di grandi personalità artistiche che ne animano il programma: maestri, danzatori, critici di danza, musicologi, storici dell’arte, giornalisti esperti nel settore, provenienti da ogni parte del mondo.  Parteciperà  all’evento anche la straordinaria Madrina dalla manifestazione, Carla Fracci. In programma anche il “PREMIO ROMAinDANZA”, che sarà assegnato da una commissione di esperti  presieduta da Alberto Testa.
Gli spettacoli in programma, sono il Gran Galà d’apertura, I premiati d’Italia, spettacolo in cui le giovani stelle della danza, i vincitori dei più importanti concorsi di danza internazionali si riuniranno in ensemble, uno spettacolo del  Balletto di Milano e uno del Balletto di Torino, uno delle Scuole e Teatri d’Opera, uno della Atzewi Dance Company e il Vitasnella Dance show della Compagnia ufficiale di Acqua Minerale Vitasnella, 16 ballerini professionisti che fondono gli stili classico, jazz, contemporaneo ed hip hop con uno show  travolgente a promozione dell’evento-casting nazionale denominato “Vitasnella Dance Award.
“ROMAinDANZA” è pensato e rivolto a ballerini, coreografi, insegnanti, appassionati, visitatori con particolare riferimento alla fascia di età compresa tra i 12 ed i 30 anni.
La manifestazione prevede una grande affluenza di pubblico, circa 10.000 presenze nelle tre giornate. Si accede con una open card giornaliera con cui si può fruire di tutti gli incontri e i corsi disponibili o si potrà scegliere un ingresso “spettatore” per partecipare agli spettacoli, agli incontri e ai seminari teorici. (carla fracci)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

6° MeditangoFestival: Vieni, Ascolta, Danza

Posted by fidest press agency su giovedì, 30 dicembre 2010

Roma 31 Dicembre Milonga della Stazione Via Casalina 96  Inizio cena alle 20.30 Dalle 22.30 al mattino Gran Veglione di Capodanno con concerto, all’1.30, dei Narcotango – Prima e dopo il concerto, serata di milonga con la musica di Ivajla da Sofia. Una fantastica festa di Capodanno inserita all’interno del loro tour mondiale avrà dunque per protagonisti una delle band più importanti della nuova generazione del Tango, nominati per il Latin Grammy 2010 con il loro nuovo album Limanueva. A detta del loro direttore musicale, Carlos Libedinsky, i Narcotango sono “un profondo abbraccio tra il Tango e l’atmosfera musicale elettronica dei nostri tempi”. Avvicinatosi al Tango nel 2000, Libedinsky si è posto il problema di coniugare il Tango che ascoltava nelle milonghe con i dirompenti suoni Trip Hop di gruppi come i Massive Attack, i Portishead, i Morcheeba e Bjork, dando vita, nel 2003, al cd Narcotango, il cui genere musicale è stato definito Tango Elettronico. Da allora, il Tango Elettronico ha avuto ampia diffusione dapprima in Europa e poi nella stessa Buenos Aires, anche grazie all’avvicinamento ai suoni proposti dai Narcotango di gruppi quali i Gotan Project, i Bajofondo Tango Club, i Tanghetto, gli Otros Aires e gli Electrocutango.
Il MeditangoFestival, dopo aver proposto negli anni passati i concerti degli Otros Aires, degli Electrocutango e dei Tango Crash, si presenta ancora una volta promotore di innovazione e tradizione insieme, proponendo per il sesto anno consecutivo un ricchissimo cartellone di eventi.
La sera del 31, dunque, i Narcotango si esibiranno in un concerto sicuramente innovativo ed emozionante, all’insegna della tradizione ma anche del futuro, sotto i migliori auspici di un anno che sia ricco di tradizione e di novità. Costi: CENA a buffet + Brindisi + CONCERTO + Gran Milonga  €60 Gran Milonga con CONCERTO dei NARCOTANGO + Brindisi  €35 (se lo acquisti online €35+2).

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

The Economist: This week

Posted by fidest press agency su giovedì, 30 dicembre 2010

Questa settimana segnalo nella sezione Leaders:
–  L’editoriale sul pericolo di una guerra in Medio Oriente: Please, not again – Without boldness from Barack Obama there is a real risk of war in the Middle East
–   L’ analisi  sull’economia  americana:  Prooceed with caution – America’s economy looks set for a good year. But Investors should beware the treacherous path beyond 2011
Mentre nella sezione Europe:
–  L’ editoriale su Putin e il processo Khodorkovsky: Doing things the putin way – The system, constructed by Vladimir Putin, that put Milkhail Khodorkovsky in prison keeps him there
–  L’editoriale su Guido Westerwelle, leader dell’FDP in Germania:  Feeling unwelle – The leader of a junior coalition partner comes under pressure to quit
–  La rubrica Charlemagne: Baltic bet – Why fiscally prudent Estonia wants to join the troubled euro
Could 2011 see a war in the Middle East? Most people think of Iran. Less noticed is the frantic arms race between Israel and Hizbullah, Iran’s ally in Lebanon, which now has as many as 50,000 rockets. The peace process is in disarray. We argue that Barack Obama should change tack. He should abandon the failed strategy of leaving it to the Israelis and Palestinians to come up with an agreement – and lay out an American plan. That is not just the best way to bring a proper peace; it could also avert a more serious conflict. Methane on Mars A new twist in the search for life
India’s folly in Kashmir Its current complacency could cost it dear  Beware: retiring baby boomers ahead They could change American politics; they will certainly make its budget harder to fix
Love at first byte The business of online datingChina’s e-commerce king Jack Ma and the Middle Kingdom’s middle-class consumers  (Beatrice Mozzi) (The Economist)

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Haiti: Caritas un anno di aiuti

Posted by fidest press agency su giovedì, 30 dicembre 2010

Dopo il sisma che il 12 gennaio 2010 ha colpito Haiti, provocando circa 230.000 vittime, oltre 300.000 feriti e un milione e mezzo di senza tetto, l’impegno della Caritas continua. In particolare Caritas Italiana è presente ad Haiti con tre operatori per il coordinamento degli aiuti e a sostegno della Caritas locale, attiva con centinaia di operatori e volontari in tutte e dieci le diocesi del Paese.
Sono 51 i progetti finora avviati, per circa 9,3 milioni di euro, di cui 3,2 milioni destinati all’emergenza, 3 milioni alla ricostruzione e la restante somma in ambito socio-economico, sanitario e formativo.  Un impegno che Caritas Italiana, a quasi un anno dal sisma, ha rendicontato in modo articolato in un Rapporto realizzato per l’occasione. Il rapporto, le schede dei singoli progetti, ulteriori dettagli, foto e video su: http://www.caritasitaliana.it/home_page/nel _mondo/00001688_Emergenza_terremoto_Haiti.html

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Benzina: cittadini scippati

Posted by fidest press agency su giovedì, 30 dicembre 2010

Il Ministro dell’Economia, Giulio Tremonti, per finanziare il bonus fiscale a favore dei benzinai che avevano minacciato lo sciopero durante il periodo natalizio, ha utilizzato 9 milioni di euro provenienti dalle multe Antitrust e 3 milioni dalle sanzioni dell’Autorità per l’energia elettrica ed il gas che erano destinati a iniziative di informazione e assistenza per i consumatori. E senza apportare nessun vantaggio ai consumatori in termini di ribasso del costo dei carburanti, malgrado le promesse mai mantenute di tagli alle accise e all’Iva, annunciate da questo e dai precedenti Governi. L’unico vantaggio è per i petrolieri e per i distributori. Lo denunciano le associazioni riunite nella sigla CASPER – Comitato contro le speculazioni e per il risparmio (Adoc, Codacons, Movimento Difesa dei Cittadino e Unione Nazionale Consumatori), che chiamano il ministro Tremonti a rispondere anche del fatto di aver modificato il testo del DL Milleproroghe dopo l’approvazione del Consiglio dei ministri. “Non è la prima volta – affermano le associazioni – che Tremonti scippa risorse destinate ai consumatori per rattoppare i buchi prodotti dalla sua politica di presunto rigore per i cittadini e di reali favori per le lobbies del commercio e dell’industria. Anche questa volta, per evitare uno sciopero corporativo dei benzinai e mentre la benzina arriva a 1,50 euro al litro, il ministro Tremonti in collusione col titolare dello Sviluppo economico, il ministro Paolo Romani, che è anche il presidente del Consiglio nazionale consumatori e utenti(!), sottrae milioni di euro ai cittadini per aumentare i compensi di chi già specula sulla benzina”. “Chiediamo al sottosegretario Letta anche di esibire il testo del DL Milleproroghe sottoposto alla firma del Presidente della Repubblica, perché abbiamo il fondato sospetto che sia stato modificato successivamente alla firma stessa, per inserire il bonus per i benzinai; questo configurerebbe una gravissima violazione costituzionale”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Toscana: selezione oli extravergini

Posted by fidest press agency su giovedì, 30 dicembre 2010

Spoleto dal 21 al 26 marzo 2011 una selezione per individuare i migliori oli regionali per il premio nazionale Ercole Olivario 2011. Unioncamere Toscana, in collaborazione con il Laboratorio Chimico Merceologico della Camera di Commercio di Firenze, organizza per la prima volta una selezione regionale di oli extra vergini di qualità con il duplice scopo di: realizzare un catalogo promozionale delle migliori produzioni toscane (Selezione degli oli extra vergini di oliva della Toscana).
L’obiettivo dell’intervento è la valorizzazione delle eccellenze olearie regionali e l’organizzazione unificata delle due selezioni si propone di realizzare l’ottimizzazione delle risorse e dell’impegno per gli enti organizzatori e una semplificazione operativa per le imprese interessate, le quali potranno aderire ad entrambe le iniziative o a una soltanto di esse.
Il catalogo promozionale dei produttori selezionati sarà distribuito da Toscana Promozione, Unioncamere Toscana e dalle Camere di Commercio regionali nelle occasioni di promozione dei prodotti tipici della regione in Italia e all’estero.  La selezione è completamente gratuita per tutte le imprese toscane.  La scadenza delle domande è il 24 gennaio 2011 e le informazioni relative all’iniziativa sono disponibili sui siti internet http://www.ercoleolivario.org, http://www.unioncamere.it e http://www.fi.camcom.it.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

S. Gallicano: cellule staminali e rigenerazione tessuti

Posted by fidest press agency su giovedì, 30 dicembre 2010

Lo studio pubblicato nell’ultimo numero di Cell Trasplantation osserva i meccanismi utili alla rigenerazione dei tessuti, dopo aver isolato cellule staminali adulte prelevate dal tessuto adiposo di pazienti che hanno avuto un autotrapianto di lipoaspirato. Gli autori, dr.ssa Valentina Folgiero del Laboratorio di Oncogenesi Molecolare dell’Istituto Regina Elena, ricercatrice nel gruppo diretto dalla dr.ssa Rita Falcioni, in collaborazione con la dr.ssa Stefania Bucher, responsabile di Chirurgia Plastica e Ricostruttiva dell’Istituto San Gallicano, confermano che le cellule staminali adulte purificate prelevate dal tessuto adiposo mantengono le loro caratteristiche di staminalità per un lungo periodo di coltura in vitro, per cui possono essere applicate per una terapia cellulare finalizzata all’incremento dell’efficienza del trapianto autologo di tessuto adiposo in tutti i casi di chirurgia conservativa o di ricostruzione tessutale dopo traumi, mastectomie, ulcere, radioterapia e interventi chirurgici di varia natura.
Le tecniche utilizzate nella medicina rigenerativa dei tessuti richiedono la possibilità di estrarre cellule staminali adulte in quantità elevate. Infatti le cellule staminali adulte contribuiscono in modo significativo alla rivascolarizzazione del tessuto, alla rigenerazione ed alla funzione dell’organo.  Negli USA almeno 400.000 persone l’anno sono trattate con autotrapianto di tessuto adiposo. In chirurgia plastica la tecnica è considerata semplice e sicura e l’uso di cellule staminali derivate da tessuto adiposo potrebbe accelerare i risultati estetici e aumentare la qualità di vita dei pazienti. “L’obiettivo del nostro studio – spiega la dott.ssa Rita Falcioni – è stato comprendere come incrementare la rigenerazione del tessuto tolto dopo intervento chirurgico al fine di rigenerare l’epitelio sovrastante.” Le cellule staminali adulte derivate da tessuto adiposo sono state isolate e purificate da  grasso aspirato di 15 pazienti trattati tramite autotrapianto di tessuto adiposo dopo mastectocomia o quadrantectomia. Le cellule staminali derivate da questi tessuti sono state caratterizzate per l’espressione dei markers di staminalità (CD) e per la loro capacità di differenziare in tessuto adiposo in coltura in vitro a breve e lungo termine. “Abbiamo dimostrato – prosegue la Falcioni – che le cellule staminali adulte ottenute dal tessuto adiposo esprimono alti livelli di markers di staminalità e che questi si mantengono agli stessi livelli di espressione per almeno 3 mesi. Abbiamo quindi analizzato la loro capacità di differenziare a breve e lungo termine di coltura in vitro e abbiamo osservato  che le cellule staminali adipose adulte sono in grado di differenziare in adipociti anche dopo 3 mesi di coltura in vitro confermando l’ ipotesi che queste cellule mantengono tutte le caratteristiche di staminalità anche in coltura a lungo termine.
Oltre i tre mesi di coltura in vitro, si è osservato che le cellule staminali adipose non sono più proliferanti e non vanno in senescenza indicando che sono in attesa di differenziare qualora venissero spinte a farlo con lo stimolo adeguato.     “Grazie ai finanziamenti di AIRC e del New Idea Award (bando di assegnazione fondi del Ministero della Salute proprio dell’IRE) proseguiremo su tale strada”, assicurano i Direttori Scientifici Prof.ssa Paola Muti (IRE) e Prof. Aldo Di Carlo (ISG).

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sgombero rom a Sesto Fiorentino

Posted by fidest press agency su giovedì, 30 dicembre 2010

E’ in corso l’abbattimento di alcune baracche in un campo Rom all’altezza di via Ponte a Quaracchi 72, nel comune di Sesto Fiorentino, al confine con la città di Firenze. “Marcello Zuinisi di Opera Nomadi Toscana, sul posto, ci ha confermato l’abbattimento di due baracche e la presenza di agenti in borghese della Polizia di stato” denunciano Roberto Malini, Matteo Pegoraro e Dario Picciau, co-presidenti dell’organizzazione umanitaria EveryOne. “I Rom romeni che abitano il campo e che si ritroveranno sulla strada sono cento, e il gruppo comprende donne, bambini – tutti frequentanti la scuola -, malati, anziani e anche diversi disabili” spiegano gli attivisti. “Secondo quanto ci riferiscono alcuni giornalisti, inoltre, sembrerebbe che Questura e Prefettura stiano negando lo sgombero. Considerate le rigide temperature di questi giorni, nonché la grave condizione igienico-sanitaria in cui i 100 Rom versano, se non verrà loro offerto un riparo adeguato già stanotte si troveranno sulla strada al freddo, senza alcuna assistenza e di fatto a rischio di vita”.  Il Gruppo EveryOne, che sta coordinando l’emergenza umanitaria assieme a Opera Nomadi Toscana, che ha lanciato l’allarme, ha richiesto un intervento urgente alla Croce Rossa Italiana. “Abbiamo provveduto a mettere in contatto il Gruppo EveryOne con i rappresentanti della Croce Rossa Toscana” afferma Marco Squicciarini, responsabile nazionale per le attività di accoglienza, assistenza e organizzazione umanitaria alle popolazioni Rom e ai soggetti senza fissa dimora, “per tamponare, con un piano urgente di assistenza, i bisogni primari di donne, bambini, malati, anziani e disabili, ovvero i soggetti più vulnerabili dei Rom di via Ponte a Quaracchi”.  Una rete di ONG impegnate nella tutela del popolo Rom nell’Unione europea sta inoltre valutando un’azione giudiziaria nei confronti del Comune di Sesto Fiorentino. Il Gruppo EveryOne, assieme a Opera Nomadi e al Coordinamento Nazionale Antidiscriminazioni, ha trasmesso una lettera urgente agli uffici di Ginevra dell’Alto Commissario ONU per i Diritti Umani e a membri del Parlamento europeo a Bruxelles, nonché a diversi deputati e senatori italiani per chiedere il deposito di interrogazioni parlamentari urgenti sulla vicenda. “Ci appelliamo infine al presidente della Regione Toscana Enrico Rossi,” concludono Malini, Pegoraro e Picciau, “affinché, vista la reticenza dei comuni di Firenze e Sesto Fiorentino, predisponga misure urgenti per l’accoglienza e l’assistenza a queste persone, impedendo il perpetrarsi di abusi e violazioni dei loro diritti fondamentali”.

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma: gara per i treni linea B1

Posted by fidest press agency su giovedì, 30 dicembre 2010

Metro of Rome, Line B, station Garbatella.

Image via Wikipedia

La Giunta capitolina, su indirizzo dell’assessore alle Politiche della Mobilità, Sergio Marchi, ha approvato oggi l’indizione della procedura di gara per  l’acquisto dei 15 nuovi convogli che andranno a coprire il servizio sulla  nuova Linea B1 della Metropolitana di Roma. L’importo complessivo dell’acquisto, pari a 150 milioni di Euro, è già coperto dall’assestamento di  bilancio 2010.«L’acquisto dei nuovi treni – spiega Marchi – andrà a migliorare la qualità del servizio della Linea B, che potrà così contare complessivamente su 23 treni di nuova generazione».«Si tratta – conclude Marchi – di una buona notizia per la cittadinanza, che conferma la ferma volontà di questa amministrazione di procedere a un profondo rinnovamento e potenziamento del Trasporto Pubblico Locale».

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Famiglie: previsioni spese 2011

Posted by fidest press agency su giovedì, 30 dicembre 2010

Gli ultimi dati Istat evidenziano che le retribuzioni si sono mosse in linea con l’inflazione (+1,7%), mentre l’aumento delle pensioni è leggermente superiore all’1%. Aumenti insufficienti a bilanciare gli aumenti ben più consistenti che si preannunciano sia  per il carrello della spesa che per le principali tariffe.
•    Carrello della spesa Molti fornitori hanno richiesto alla distribuzione aumenti dei propri listini attorno al +4/+5%. Aumenti all’ingrosso che rischiano di essere trasferiti al carrello della spesa (nonostante il calo dei consumi!) con aggravi che possono oscillare dai 200 ai 300 euro.
•    Bollette luce e gas Si riduce per la luce e aumenta per il gas. Può sembrare una contraddizione, ma questa è la realtà. Le ragioni si chiamano concorrenza. Nel settore dell’elettricità da dicembre 2009 a dicembre 2010 il costo della bolletta elettrica si è ridotto del 6,5%, al contrario di quanto è avvenuto per il gas dove nello stesso periodo la bolletta è aumentata dell’11%.  Considerato che la famiglia spende mediamente dai 200 a 350 euro per l’elettricità e dagli 800 ai 1500 euro per il riscaldamento, è da prevedere un aggravio di spesa che può oscillare dagli 80 ai 150 euro.
•    Carburanti L’aumento nei 12 mesi per la benzina e per il gasolio è stato di 16 cent/litro. Poiché ogni veicolo consuma mediamente 1000 litri l’anno e in ogni famiglia ci sono 1-2 veicoli ciò implica una previsione di maggiore spesa di circa 150-250 euro/anno.
•    Assicurazioni Aumenti consistenti sull’Rc auto sono in corso già da alcuni mesi. La situazione è differenziata in relazione al territorio, al veicolo, all’età del conducente, ecc.. In media gli aumenti sono attorno a +10/+15% che rapportato ad un premio medio di circa 550 euro per 1-2 veicoli per famiglia implica una previsione di maggior spesa dai 50 ai 150 euro. Per i giovani il costo medio è invece di oltre il doppio.
•    Acqua e rifiuti Molte sono le segnalazioni di aumenti consistenti sia della tariffa dell’acqua che di quella dei rifiuti con aumenti anche del 20-30% giustificati dal fatto che la tariffa era ferma da alcuni anni o dai nuovi costi della differenziata. Poiché la spesa media per l’acqua è di 200 euro/anno con oscillazioni che vanno dai 100 ai 300 euro a seconda delle città e analoga situazione è quella dei rifiuti urbani, gli aumenti prevedibili possono oscillare da zero dove non ci sono variazioni ai 50 euro.
•    Autostrade e autovie Previsti aumenti anche per Autostrade. Anche in questo caso gli aumenti sono molto differenziati: dal 2 al 20%. Ricordiamo inoltre che l’Anas ha preannunciato aumenti per le c.d. autovie di raccordo fra le autostrade e le circonvallazioni. Ipotizzando una spesa media dai 100 ai 300 euro annui a famiglia, l’aumento può essere quindi dai 2 euro ai 10 euro.
•    Ferrovie Anche per il trasporto ferroviario in particolare per i pendolari sono stati preannunciati aumenti dell’ordine del 20-25%. Aumenti che dovranno essere concordati con le Regioni e quindi anche in questo caso la realtà sarà molto differenziata. Prevedendo anche in questo caso una spesa dai 50 ai 150 euro, la maggior spesa prevedibile per il 2011 potrà essere dai 10 ai 30 euro.
•    Multe Mentre gli indici a favore di chi lavora sono stati aboliti, non così è per lo Stato. Tutte le multe del Codice della Strada aumenteranno del 3,5%.
•    Canone Rai L’aumento sarà di 1,5 euro, passando così dagli attuali 109 a 110,5 euro.
Una maggiore spesa per le famiglie può oscillare dai 500 ai 1000 euro, aumenti che, per il segretario Generale di Adiconsum Paolo Landi, avranno un’incidenza molto differenziata sulle famiglie: più pesanti per i pensionati dove il recupero si limita ad aumenti delle pensioni poco più dell’1% e per i monoreddito. In mancanza di provvedimenti le differenze sociali tenderanno ad aumentare come pure il livello di povertà.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Omosessualità e separazioni

Posted by fidest press agency su giovedì, 30 dicembre 2010

L’Associazione Avvocati Matrimonialisti Italiani si dichiara soddisfatta del provvedimento del Tribunale di Nicosia (Enna) laddove il giudice di una procedura di separazione giudiziale ha ribadito il principio, per la verità già consolidato, secondo cui l’omosessualità non è sinonimo di inadeguatezza genitoriale o ragione per non applicare la regola dell’affidamento condiviso dei figli. “Il dato più importante – dice il presidente nazionale Ami avv. Gian Ettore Gassani – è che sia stato proprio un Tribunale del sud ad imporre una battaglia contro l’omofobia: soprattutto in certe aree del nostro Paese e specie nei piccoli centri di provincia, l’omosessualità è vista ancora, infatti, come una malattia da curare. Con rammarico notiamo, racchiusi nella letteratura giudiziaria italiana, molti provvedimenti giurisdizionali che, almeno fino alla fine degli anni ’90, hanno dimostrato una sorta di discriminazione nei confronti dei padri e delle madri omosessuali. Ancora oggi in molti Tribunali, tuttavia, vengono disposte perizie psicologiche per verificare le capacità genitoriali di madri e padri omosessuali, quasi che la lotta al pregiudizio sia subordinata al punto di vista del consulente del giudice e alle garanzie morali che quest’ultimo sente il bisogno di ricevere prima dell’emissione di un provvedimento. Anche parte dell’avvocatura del diritto familiare e minorile continua a sostenere strategie difensive sulla base di principi incostituzionali che tendono a discriminare l’omosessualità”. “Il Centro Studi AMI calcola che il 7% di separazioni giudiziali origini da tradimenti a sfondo omosessuale da parte del padre/marito, il 4/% da parte della madre/moglie: il fenomeno dell’omosessualità dei genitori pertanto è molto più radicato di quanto si possa anche lontanamente immaginare e tantissime coppie tendono a nascondere queste vicende optando per la separazione consensuale”. Gassani conclude: “Molti padri e molte madri omosessuali assolvono al meglio al loro ruolo genitoriale, ancor più di quanto facciano i genitori eterosessuali”.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »