Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 344

Modigliani a Catania conquista i siciliani

Posted by fidest press agency su giovedì, 30 dicembre 2010

Catania, Castello Ursino, 30 Da Capodanno al 9 gennaio 4 fasce orarie per le visite guidate La mostra “Modigliani, ritratti dell’anima”, organizzata dal Comune di Catania su iniziativa dell’Assessore alla cultura e ai grandi eventi Marella Ferrera, dagli Archivi Modigliani di Roma e Parigi e dalla Galleria Side A di Giovanni Gibiino (coordinatore dei collezionisti siciliani) e in programma al Castello Ursino fino all’11 febbraio.
Sabato 1° gennaio (orario 15.30-20.30) e domenica 2 (orario 9.30-20.30) ci si aspetta una nuova ondata di pubblico. Che in questi giorni ha chiesto sempre più notizie, informazioni e approfondimenti sul percorso alle guide Federagit. Tanto che fino a domenica 9 gennaio (quando si concluderanno le vacanze natalizie) sono state programmate quattro fasce orarie giornaliere per le visite guidate: 10.45, 12, 16 e 17.30, costano euro 1.50 a persona e non occorre prenotarsi, basta registrarsi al proprio arrivo al Castello. Domani, 31 dicembre, visite guidate solo al mattino. I biglietti della mostra, infine, possono essere acquistati in anticipo in tutta Italia nelle agenzie collegate al circuito Box Office.
Tra i capolavori in mostra a Catania, oltre all’inedito “Ritratto di Agatae” mai esposto sinora, figura una nutrita collezione di disegni, la più ricca fra le mostre attualmente in corso (a Padova, Praga e Rovereto) dedicate a Modigliani: 25 disegni selezionati dal Modigliani Institut cui si aggiungono i 7 in possesso dei collezionisti siciliani coordinati da Giovanni Gibiino e mai esposti in Sicilia. Ma i pezzi più preziosi, e giustamente messi in risalto nell’allestimento curato dal Teatro Stabile, sono i ritratti, i tre magnifici oli collocati nella sala più bella e ampia del Castello Ursino, dove l’allestimento interno sembra dialogare con i reperti archeologici del cortile all’aperto. Proprio i ritratti, come ha detto il critico Vittorio Sgarbi in occasione dell’inaugurazione, sono i soggetti privilegiati nell’arte di Modigliani che “riesce a trasmettere come la pittura sia un confronto con se stessi, con la propria anima: Modigliani dà al personaggio una parte di sé, e una parte di lui tiene in sé”.  In mostra a Catania sono tre dipinti di grandissimo valore, come testimoniano le recenti aggiudicazioni nelle aste internazionali: la “Donna con gli occhi blu”, proveniente da una collezione privata in Svizzera e divenuta immagine-guida dell’evento, la “Simone Thirioux”, proprietà di un collezionista statunitense (la Thirioux fu una delle amanti di Modigliani da cui ebbe un figlio da lui mai riconosciuto), e infine il “Ritratto di uomo con baffi”, proveniente dalla Collezione Albertazzi di Torino.   In mostra anche le opere degli amici di Modigliani, che nel quartiere di Montmartre, un secolo fa, visse a contatto con artisti e intellettuali del tempo come Cocteau e Apollinaire. Una quarantina quelle degli amici più intimi come Picasso, Toulouse-Lautrec e Jacob, e dei contemporanei Orloff, Chéret, Viegels, Foujita e della Akhmàtova.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: