Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Archive for 4 gennaio 2011

Piazza Navona: Caso Battisti

Posted by fidest press agency su martedì, 4 gennaio 2011

Roma oggi alle ore 16 Piazza Navona” Il Movimento res comunica: “Come avevamo gioito per il via libera strappato diversi mesi fa per l’estradizione del pluriomicida Cesare Battisti, così oggi dopo la decisione dell’ex-presidente Lula ci stringiamo al grido di dolore dei familiari delle vittime e grideremo il nostro sdegno davanti all’ambasciata brasiliana, aderendo al sit-in indetto da Riva Destra. “Il fatto che un pluriomicida sfugga alla condanna di ergastolo che lo aspetta in Italia crea un precedente gravissimo e molto pericoloso, che potrebbe influire sui destini di tanti latitanti che hanno trovato in altri paesi, troppo facilmente, protezione e asilo” “Non deve essere infatti dimenticato – prosegue il RES – che in Brasile c’è anche Achille Lollo che durante gli anni di piombo faceva parte di Potere Operaio e condannato per il rogo di Primavalle dove, nel 1975, morirono i fratelli Mattei”. “Ci aspettiamo ora un segnale forte da parte delle istituzioni nazionali e comunitarie, affinchè si recuperi almeno una volta quel senso del giusto, che puntualmente viene tradito o aggirato. Altrimenti – fa sapere il Movimento RES – siamo pronti a far uscire nelle prossime settimane un dossier accompagnato da azioni dimostrative volte a boicottare i prodotti brasiliani”.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Gambardella Presidente Executive Board di Etno

Posted by fidest press agency su martedì, 4 gennaio 2011

“Come mantenere la sostenibilità dell’attuale modello economico di Internet a fronte della crescita del traffico, determinata in primo luogo dalle applicazioni video, e come affrontare i massicci investimenti sulla rete necessari per raggiungere gli obiettivi dell’Agenda Digitale Europea sono le due grandi tematiche politiche e regolamentari che saranno al centro dell’attività di ETNO per il 2011”, ha dichiarato Luigi Gambardella, che assume la carica di Chairman dell’ Executive Board di ETNO a partire dall’1 gennaio 2011. Gambardella succede ad Antonio Robalo de Almeida di Portugal Telecom. “Se non verranno apportati cambiamenti all’attuale modello, vi è il rischio reale che la crescita del traffico possa avere un impatto sull’intera catena del valore, a danno di tutti gli attori del mercato di Internet e della crescita e dell’innovazione dell’Unione Europea. Se non otterremo un migliore allineamento tra il volume del traffico ed i ricavi, è probabile che il livello degli investimenti sulla rete necessari nei prossimi 5 anni per affrontare la crescita del traffico prevista divenga insufficiente, sia per le reti fisse che per quelle mobili ”, ha dichiarato Luigi Gambardella.
Attualmente Vice-President per le Relazioni con le Istituzioni Europee e le Organizzazioni Internazionali di Telecom Italia, Gambardella è entrato a far parte del Gruppo nel 1999, con l’incarico delle relazioni con l’Autorità Garante per le Comunicazioni. Dal 1996 al 1999 Luigi Gambardella ha diretto gli Affari Istituzionali di Olivetti. Gambardella è anche presidente di EUBrasil, l’Associazione per lo sviluppo nelle relazioni tra il Brasile e l`Europa.     È inoltre membro dell’Advisory and Support Group di BUSINESSEUROPE; membro del Board dello European American Business Council; membro del Board della European Internet Foundation; membro del BIAC – Business and Industry Advisory Committee- presso l’OCSE; membro del Competitiveness Working Group della European Round Table of Industrialists; Presidente di Puntoit, l’associazione italiana per lo sviluppo dell`economia digitale e membro del Comitato Europa di CONFINDUSTRIA. Luigi Gambardella si è laureato in Economia all’Università Bocconi di Milano.
ETNO è formata da 41 aziende provenienti da 35 Paesi europei, che rappresentano una parte significativa del settore ICT in Europa. Esse vantano un fatturato complessivo annuale superiore ai 250 miliardi di euro ed impiegano più di un milione di persone in tutta Europa. I membri di ETNO sono i maggiori investitori nella banda larga e sono profondamente impegnati per il suo continuo sviluppo in Europa.

Posted in Recensioni/Reviews, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Regard alla guida dell’Ugei

Posted by fidest press agency su martedì, 4 gennaio 2011

«Rivolgo le miei più sentite congratulazioni a Daniele Massimo Regard per il prestigioso incarico che da oggi lo vede alla guida del Consiglio Direttivo dell’Unione giovani ebrei d’Italia.
In un momento come questo in cui episodi di cristianofobia, antisemitismo e islamofobia occupano le cronache delle pagine mondiali, è importante far ripartite il dialogo interreligioso proprio dai giovani, che sono il nostro futuro. La comunità ebraica rappresenta per l’Italia e per Roma una ricchezza da preservare e trasmettere alle nuove generazioni e siamo orgogliosi che da oggi i giovani ebrei italiani saranno rappresentati da un romano». Lo dichiara il sindaco di Roma, Gianni Alemanno.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“40 Ladroni Records”

Posted by fidest press agency su martedì, 4 gennaio 2011

Louis Luigi Montanino, in arte G-LU, presenta la “40 Ladroni Records”, la prima etichetta discografica completamente dedicata al mondo dell’hip-hop e dell’r’n’b…  G-LU, nipote di COOLIO, nasce il 10 luglio del 1974 e come artista comincia ad affermarsi nel mondo dell’hip hop, del soul e dell’r’n’b. Dopo diverse esperienze nel mondo della musica con il suo gruppo, GOOD GUYZ, comincia ad accompagnare in tournée grandi artisti internazionali come SNOOP DOGG, BUSTARHYMES e gli OUTLAWZ. Ha collaborato a grandi produzioni artistiche con COOLIO (Returno of Da Gangsta, G-Walk) entrando in classifica in tutto il mondo.  Dopo molti anni di intensa attività all’estero G-Lu si trasferisce a Roma dove inizia a collaborare, con noti rapper dell’hinterland romano e ne rimane affascinato.  Crea così la sua label, la 40 LADRONI RECORDS, etichetta specializzata in hip-hop ed r’n’b con sede in Italia e Germania, della quale G-Lu oltre che fondatore è anche compositore ed editore  Moltissimi i progetti in cantiere ma, per iniziare, la prima produzione della 40 Ladroni Records, è proprio il progetto  40 Ladroni con il brano “Vita mia” dove il personalissimo canto di G-Lu si fonde abilmente con la grinta e la forza dei rapper Er Gitano, Saga e Mr.Cioni personaggi di spicco dell’underground romano e non.  La forza dei 40 Ladroni sta nel non essere semplicemente un gruppo ma un vero e proprio progetto dove, nei vari album che seguiranno quello di esordio, altri rapper si uniranno o si alterneranno a quelli presenti nel primo album dando così la possibilità ad artisti emergenti di potersi confrontare con personaggi già noti. Successivamente al  singolo “Vita mia”, uscirà a marzo in distribuzione nazionale l’album di esordio che sicuramente consacrerà i 40 Ladroni come una delle più importanti realtà dell’hip-hop italiano perché la loro musica, i loro testi e la loro interpretazione sono una vera fotografia di quel mondo sommerso delle metropoli, di durissime storie di periferia e di scomode realtà di cui pochi hanno il coraggio e la voglia di raccontare e i personaggi straordinari che G-Lu ha voluto con sé come ER GITANO, SAGA, Mr. Cioni ed altri danno credibilità al progetto perché la strada è stata veramente la loro maestra di vita.  “Vita mia” con musiche di G-Lu sarà disponibile dal 15 gennaio in tutti gli stores on line.(jmg)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Lavori per il nuovo ospedale dei Castelli

Posted by fidest press agency su martedì, 4 gennaio 2011

Sono ripresi i lavori per la costruzione del Nuovo Ospedale dei Castelli. È stato infatti riaperto il cantiere per la realizzazione di questa opera strategica per la sanità dei Castelli Romani e per l’area litoranea a sud di Roma. La riapertura era infatti stata deliberata dal Collegio di Vigilanza (il cui presidente è il Sindaco di Ariccia, Emilio Cianfanelli) il 24-11-10 e con successiva seduta del medesimo collegio il 21-12-10 veniva ordinata al Rup nominato dalla Asl RmH, ing. Paolino Zappatore, l’immediata ripresa di tutte le attività necessarie alla realizzazione dell’Ospedale dei Castelli. E così  alla presenza del Presidente del Collegio di Vigilanza per la realizzazione del nuovo nosocomio, Emilio Cianfanelli, sono stati riaperti i cancelli del cantiere consegnato lo scorso anno alla ATI che si è  aggiudicata l’appalto concorso per la realizzazione dell’opera. Riprenderanno perciò tutte le attività propedeutiche quali le ricerche archeologiche e lo sminamento prima dello  scavo delle fondamenta che porteranno entro circa 3 anni alla realizzazione del Nuovo Ospedale dei Castelli Romani, così come previsto dall’Accordo di Programma siglato tra Regione Lazio, Asl RmH e Comune di Ariccia nel 2006. (il presidente)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’Urologia di Vasto sul “Journal of Endourology”

Posted by fidest press agency su martedì, 4 gennaio 2011

Chiusura d’anno col botto per l’ospedale “San Pio” di Vasto (Chieti) che ha di nuovo l’onore della copertina su un’importante rivista scientifica di urologia. Dopo la prima pagina su “European Urology” della scorsa estate, infatti, la foto di copertina del numero di dicembre del “Journal of Endourology” ritrae le mani del prof. Luigi Schips, direttore dell’unità operativa di Urologia dell’ospedale vastese, il quale esegue con la tecnica single port una nefrectomia parziale senza ischemia. Con questo tipo di intervento, in pratica, è possibile estrarre una parte di rene attraverso una singola incisione, senza ulteriori tagli e con un decorso operatorio molto più veloce. Si tratta di una metodica introdotta in Abruzzo proprio dal prof. Schips e per la quale il reparto di Urologia vastese è ormai riconosciuto come centro d’eccellenza di livello internazionale, e a testimoniarlo ci sono anche altri importantissimi riconoscimenti conseguiti nelle scorse settimane. Infatti il prof. Schips e la sua equipe nell’ambito del congresso nazionale della Società Italiana di Urologia, sono stati insigniti del premio della «Italian Endourological Association – M. D’Armiento» proprio per il lavoro sulle nefrectomie parziali single port senza ischemia. Inoltre l’Urologia del “San Pio” è stata invitata ad aderire a diversi gruppi di studio internazionali in cui i massimi esperti discutono i loro casi. Uno di questi gruppi di lavoro è guidato dall’Università di Cleveland, riconosciuto come il centro urologico più avanzato al mondo, che ha scelto di collaborare proprio con l’ospedale di Vasto. A fine ottobre, poi, sono emersi i primi dati di uno studio collaborativo su più di 3.000 tumori al rene coordinato dal dott. Luca Cindolo, anch’egli dell’équipe urologica vastese, che saranno presentati al prossimo congresso della European Urological Association.Per il 2011 l’Unità Operativa diretta dal prof. Schips ha in programma altre importanti attività, fra cui una serie di iniziative dedicate all’incontinenza femminile, una patologia di cui si parla poco, ma che colpisce un numero sempre crescente di pazienti. (copertina)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Possibili risparmi per le famiglie

Posted by fidest press agency su martedì, 4 gennaio 2011

Per il 2011 si prevede una maggiore spesa per le famiglie sia per il carrello della spesa sia per le tariffe.Nonostante ciò, alcune concrete possibilità di risparmio ci sono. Vediamone alcune:
Assicurazioni: le differenze di costo fra una compagnia e l’altra possono essere rilevanti, anche di 50-100 euro. È consigliabile, pertanto, prima di rinnovare la propria assicurazione chiedere un preventivo anche alle altre compagnie. Per un confronto lo strumento del Preventivatore Unico Rc auto dell’Isvap (www.isvap.it)  può essere d’aiuto.
Carburanti: fare il pieno durante l’orario di chiusura del distributore può essere più conveniente. Infatti i c.d. iperself arrivano a sconti anche di 7-8 centesimi. Considerato che nell’arco dell’anno si utilizzano circa 1000 litri a veicolo, il risparmio per una famiglia con due veicoli può arrivare a 100 euro l’anno.
Saldi: la spesa per l’abbigliamento incide per circa l’8% sul bilancio della famiglia. Fare gli acquisti quindi nel corso dei saldi (facendo attenzione ai falsi sconti e ai falsi saldi) può portare a un risparmio significativo.
Tariffe: con la tariffa bioraria è possibile risparmiare sulla bolletta elettrica. Occorre spostare l’utilizzo di alcuni elettrodomestici (ad es. boiler, lavastoviglie, lavatrice, ferro da stiro, ecc.) nelle ore serali e nelle giornate del sabato e della domenica. Per risparmiare invece sul riscaldamento è indispensabile fare attenzione alla temperatura e agli orari di accensione/spegnimento. Per risparmiare sulla tariffa dell’acqua privilegiare la doccia rispetto al bagno e dotare i rubinetti dei c.d. flussometri.
Viaggi: la prenotazione anticipata del viaggio consente significativi sconti sia sui treni che sugli aerei. Occorre tuttavia essere certi delle date di partenza e di ritorno, poiché in caso contrario si perde il biglietto. Il costo dei c.d. voli low cost può abbattere in modo rilevante la spesa. Anche in questo caso non bisogna modificare le prenotazioni e non eccedere nel peso previsto per i bagagli.
Banche: un possibile risparmio può venire dalla rinegoziazione del proprio conto corrente e dall’apertura di un conto online.
Alimentazione: sfruttare al meglio le promozioni dei vari supermercati. Nel caso dell’ortofrutta il ricorso ai mercati rionali o ai mercati generali può consentire risparmi di spesa.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Primo Sciopero Generale fai da te

Posted by fidest press agency su martedì, 4 gennaio 2011

Sciopero 28 gennaio 2011. Riceviamo e pubblichiamo: “Siamo un gruppo di lavoratori sia pubblici che privati, alcuni anche iscritti alla Cgil. Non riusciamo a capire come mai la Camusso tentenna ancora a indire lo sciopero generale. Le pene inflitte da questo governo al mondo del lavoro e della scuola si aggiungono alla vergognosa marchionnata che i metalmeccanici della Mirafiori dovranno subire: turni di lavoro di dieci ore; cancellazione della rappresentanza sindacale che non è proFiat; sette ore e mezze ininterrotte sulla catena di montaggio, rischio di decurtazione dallo stipendio dei primi due giorni di malattia… Da lavoratori, anche se non metalmeccanici, sentiamo l’esigenza di dover esprimere la nostra solidarietà concreta ai lavorati della Mirafiori e di Pomigliano d’Arco, alle azioni della Fiom e, nello stesso tempo, marcare il nostro totale dissenso dalle scelte scellerate che questo governo attua per il lavoro, la scuola, il fisco. Non vediamo altra soluzione che indire uno sciopero fai da te che diventerebbe “Sciopero Generale fai da te” se mille, diecimila.. centomila dipendenti facessero la stessa cosa che faremo noi. Il giorno 28 gennaio, visto che la Fiom ha indetto lo sciopero di categoria, noi sciopereremo con loro non andando a lavoro per recarci in ospedale a donare il sangue. Sì, andremo a donare il sangue in modo che il 28 gennaio:
– avremo il diritto previsto per legge di assentarci dal posto di lavoro;
– esprimeremo la mostra concreta solidarietà ai metalmeccanici e alla Fiom;
– daremo per scelta il nostro sangue alla collettività e non per costrizione a Marchionne e la Fiat;
– inventeremo il “Primo Sciopero Generale fai da te” che si sia mai fatto in Italia.
Chiediamo alla classe politica, alle associazioni, alle organizzazioni, ai movimenti, ai singoli cittadini di aderire e diffondere questa iniziativa al fine di riappropriarsi di un diritto al dissenso sempre più difficile da poter esprimere pubblicamente. Alla libera stampa chiediamo di farsi carico di amplificare o reprimere questa voglia di solidarietà, dando o no la possibilità ad altri lavoratori italiani di prendere visione di questa iniziativa e, quindi, di aderirvi o meno. Che il 28 gennaio 2011 sia una giornata di Lotta e di “Sangue”.

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Leave a Comment »

Tre concerti all’American academy

Posted by fidest press agency su martedì, 4 gennaio 2011

Roma dal 14 al 16 gennaio 2011Villa Aurelia American Academy. E’ lieta di presentare una serie di tre concerti di uno dei più celebri complessi tedeschi di musica da camera, lo Scharoun Ensemble Berlin. Formato da elementi dell’Orchestra Filarmonica di Berlino, lo Scharoun Ensemble Berlin si è specializzato in un repertorio che abbraccia opere di musica classica, romantica, del Novecento storico e contemporanea. Il 2011 segna il terzo anno di collaborazione tra questo complesso e l’American Academy in Rome: questa volta il programma comprenderà  le esecuzioni di lavori di Huck Hodge e Paul Rudy, borsisti in composizione musicale attualmente residenti all’Accademia, e di Keeril Makan, borsista nel 2009. L’Ensemble, insieme al soprano Rinnat Moriah, interpreterà  anche opere di Ludwig van Beethoven, John Dowland, Antonín Dvorák, Sofia Gubaidulina, Heinz Holliger, Luca Mosca e Stefan Wolpe.
In 2011 year the American Academy in Rome celebrates the 100th anniversary of the decision of the Trustees of the American Academy in Rome and the Managing Committee of American School of Classical Studies in Rome to unite so they could together more effectively advance the study, investigation and practice of the arts and humanities. One hundred years ago the Academy also received by bequest Villa Aurelia and began to establish a permanent home in Rome.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma: contributo soggiorno

Posted by fidest press agency su martedì, 4 gennaio 2011

«Dopo solo tre giorni di applicazione del contributo di soggiorno è quanto meno imprudente fare bilanci. Ma visto che qualcuno ci prova, quello che noi abbiamo riscontrato con le associazioni è stata una reazione tutto sommato positiva da parte dei turisti».  A parlare il vicesindaco di Roma, sen. Mauro Cutrufo, che ha aggiunto: «Qualcuno si è mostrato addirittura ancor più positivo nella speranza che si investano questi proventi per migliorare l’accoglienza, che è esattamente la nostra intenzione. Dai primi riscontri, reazioni completamente negative non ce ne sono state, al contrario sono emersi nuovi suggerimenti e paralleli con altre grandi città, rispetto a cui nel ragionamento del nostro ospite Roma esce vincente in quanto l’entità del nostro contributo è inferiore, ad esempio, a quello di New York o Barcellona».  «Sono state 3.800 le attività coinvolte – prosegue Cutrufo – ed è possibile che nei primi due giorni di applicazione, che sono coincisi con un week end, possa anche esserci stata qualche lentezza, ma posso affermare con sicurezza che si è trattato di eccezioni, al contrario delle dichiarazioni di qualcuno che vuol far sembrare l’opposto. Entro i primi mesi di applicazione tutto questo meccanismo sarà sicuramente oliato e a regime».(n.r. da un calcolo previsionale si pensa che entreranno nel corrente anno nelle casse comunali da questa “tassa” non meno di ottanta milioni di euro.)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’imprenditoria etnica

Posted by fidest press agency su martedì, 4 gennaio 2011

In Italia il numero di imprenditori stranieri è cresciuto dall’inizio della crisi (dal biennio cioè che va dal III trimestre 2008 al III trimestre 2010) del 9,2%, in controtendenza rispetto a quanto avviene per l’imprenditoria italiana, dove si assiste ad una contrazione del -1,2%. Questi alcuni dei risultati ottenuti da uno studio della Fondazione Leone Moressa che ha analizzato le dinamiche e la struttura dell’imprenditoria etnica in Italia facendo riferimento agli ultimi dati disponibili di Infocamere.
Prato, Pavia e Rieti sono le province che nel confronto tra trimestri hanno fatto segnare le crescite più evidenti in quanto a numero di imprenditori stranieri (rispettivamente +17,7%, +17,7% e +16,2%), mentre l’unica area in Italia ad aver mostrato tassi di variazione negativi è Nuoro (-2,3%). Prato e Trieste sono le province che mostrano la più alta densità straniera nel mondo dell’imprenditoria, con incidenze sul totale degli imprenditori, rispettivamente, del 15,3% e del 10,9%. A queste seguono a ruota le province di Teramo (10,2%) e Gorizia (10,0%). Ma sono Milano, Roma e Torino ad accogliere il maggior numero di imprenditori stranieri, sebbene nel capoluogo lombardo la loro variazione nell’ultimo biennio sia stata appena del 5,6% (contro il 13,5% registrato nella capitale e del 12,6% nel capoluogo piemontese).
L’imprenditoria etnica risulta essere maggiormente dedita alle attività commerciali e all’edilizia (con incidenze pari al 29,5% e al 22,2%), segue la manifattura (10,1%) e la ristorazione (8,6%). A livello territoriale sembrano esserci delle maggiori specializzazioni in alcuni settori piuttosto che in altri: nelle aree del Nord e in alcune del Centro, ad esempio, il primo settore in termini di numerosità imprenditoriale straniera è quello delle costruzioni, mentre nelle aree del Mezzogiorno prevale nettamente il settore commerciale. Per quanto riguarda il genere degli imprenditori, di quattro stranieri che operano in Italia, uno è donna: le attività maggiormente gestite e condotte dalle donne sono la ristorazione (con quasi la metà delle imprese straniere che parlano rosa), mentre nel commercio e nella manifattura esse rappresentano, rispettivamente, il 27,1% e il 29,5%.
Marocchini, Rumeni e Cinesi sono le tre nazionalità più rappresentate tra gli imprenditori stranieri, raccogliendo insieme a Svizzeri e Tedeschi quasi il 40% del totale degli imprenditori. A livello regionale non si evidenzia un’unica tendenza, ma emergono delle specificazioni etniche. I Marocchini ad esempio, sono più presenti in Calabria, Campania e Emilia Romagna, mentre i Cinesi in Toscana, Veneto e Marche. I senegalesi sono invece la nazionalità più presente in Sardegna, mentre in Lombardia prevalgono gli egiziani. In quanto a “concentrazione etnica” la Basilicata e la Calabria sono le regioni che ne mostrano di più, dal momento che per ciascuna di esse le prime 5 nazionalità più rappresentate censiscono da sole più del 60% degli imprenditori stranieri presenti in quelle regioni.
Oltre tre quarti degli imprenditori stranieri opera nel nostro territorio almeno dal 2000, di cui quasi il 9% da quest’ultimo anno, dimostrando come la presenza straniera nelle attività autonome sia un fenomeno ancora giovane. Anche in termini di età anagrafica gli imprenditori stranieri sono giovani, dal momento che il 64,7% ha tra i 30 e i 50 anni e che addirittura il 10,3% sta sotto ai 29. Infine, il 54,8% degli imprenditori gestisce un’impresa individuale essendone per il 54,6% il titolare.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Brasile: Caso Battisti e cooperazione militare

Posted by fidest press agency su martedì, 4 gennaio 2011

“Il prossimo lunedì 10 gennaio giungerà in aula alla Camera la discussione del Disegno di Legge 3882 “Ratifica ed esecuzione dell’Accordo tra il Governo della Repubblica italiana ed il Governo della Repubblica federativa del Brasile in materia di cooperazione nel settore della difesa” e, alla luce dei recenti sviluppi della vicenda Battisti, ritengo utile un rinvio della discussione del provvedimento”. Ha dichiarato l’on.Gianni Vernetti, deputato di Alleanza per l’Italia e già Sottosegretario agli Affari Esteri. “Credo che sia necessario un supplemento di riflessione prima di approvare un DdL su una materia così sensibile come la cooperazione nel settore della difesa – ha proseguito l’on.Vernetti- soprattutto dopo le imbarazzanti dichiarazioni di diversi membri del Governo brasiliano sulla vicenda Battisti” “Solo pochi giorni fa – ha proseguito l’on.Vernetti- un importante esponente del Governo brasiliano ha dichiarato che l’estradizione non veniva concessa perché sarebbe stata a rischio in Italia l’incolumità personale di Battisti” “Non credo che possiamo prendere lezioni dal Brasile in materia di stato di diritto e credo sia giusto interrogarsi se dobbiamo ancora considerare il Brasile un partner strategico dell’Italia dopo l’incomprensibile scelta di rifiuto all’estradizione di Battisti” “Per questi motivi chiedo al Governo- ha concluso l’on.Vernetti- di ritirare il provvedimento in materia di cooperazione nel settore della difesa  in attesa di un chiarimento complessivo con il Governo di Brasilia”

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ambiguo PSA nell’obesità

Posted by fidest press agency su martedì, 4 gennaio 2011

L’obesità potrebbe distorcere i risultati del test per il tumore della prostata. E’ quanto emerge da uno studio, pubblicato su Jama, che ha coinvolto oltre 14000 pazienti. I pazienti obesi, infatti, spiegano i ricercatori, hanno più sangue, sicché la concentrazione dell’antigene, marker della malattia oncologica, potrebbe risultare inferiore. Si spiegherebbe così, perché i soggetti obesi sembrano avere tumori particolarmente aggressivi, visto che inizialmente la malattia potrebbe essere trascurata. Un’ulteriore conferma, spiegano i ricercatori, della non assoluta affidabilità del test del PSA. Nei casi più estremi i soggetti più obesi arrivano ad avere una concentrazione di PSA fino al 21% inferiore rispetto agli uomini di peso normale.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La popolazione invecchia in Europa

Posted by fidest press agency su martedì, 4 gennaio 2011

Gli over 65 sono il 16,9% della popolazione, in Italia il 19,9%, nel Veneto il 19,4%. L’ULSS 16 di Padova vive una transizione demografica caratterizzata da un elevato indice di vecchiaia: si contano 157 persone con più di sessantacinque anni ogni 100 bambini tra gli 0 e i 14 anni.  Migliorare la formazione degli operatori che lavorano con gli anziani, creando modelli innovativi a valenza europea, condividere conoscenze ed esperienze al fine di raggiungere risultati validi su larga scala nel campo dell’educazione permanente degli anziani, implementarne la diffusione anche attraverso la produzione e distribuzione sul territorio veneto di materiale didattico: queste le finalità del Progetto Europeo EHLE (Empowering Health Learning in the Elderly – Educare l’anziano alla promozione della salute) – Programma di Educazione Continua (Life Long Learning) della Comunita’ Europea – Azione Grundtvig che vede in prima linea la Regione Veneto e l’ULSS 16 di Padova, project leader insieme a Francia (Uncass – Union nazionale des Centres Communaux d’action sociale di Parigi), Spagna (Universidad permamente de la Universidad de Alicante) e Olanda (Vu University Medical Center di Amsterdam). La Commissione Europea ha identificato come priorità del suo Programma Grundtvig la creazione di nuove opportunità di educazione rivolte ad adulti e anziani particolarmente vulnerabili, a rischio di marginalità sociale perché a bassa scolarizzazione o usciti precocemente dal mondo del lavoro: il Progetto EHLE valuterà come i messaggi su stili di vita sani vengono percepiti tra gli over 65, approfondendo come l’informazione su quattro ambiti tematici (cibo e alimentazione, uso di farmaci, attività fisica, abitudini di vita quali fumo, alcool ed altri fattori di rischio) viene veicolata attraverso i canali della pubblicità, dell’informazione al consumatore e del marketing.  Il target è composto da professionisti quali medici, farmacisti, infermieri, operatori e volontari che lavorano all’interno di  enti e organizzazioni per anziani. EHLE si prefigge dunque di sviluppare un omogeneo approccio nei quattro Paesi partners (Italia, Francia, Spagna, Olanda) per la costituzione finale di un pacchetto formativo che sarà messo a disposizione di quanti, a vario titolo, si rapportano con la terza età. “L’obiettivo del progetto – spiega il dr. Fortunato Rao, Direttore Generale dell’ULSS 16 – è quello di creare uno strumento formativo semplice e facilmente applicabile che risponda alle esigenze di una società dove la vita media è in costante aumento. Dunque si rende sempre più necessario aiutare le persone anziane a compiere scelte informate nel campo dell’alimentazione e delle abitudini di vita, garantire che i messaggi pubblicitari sul cibo e stili quotidiani non siano ingannevoli nei confronti dei consumatori più vulnerabili, sviluppare e divulgare messaggi chiari e semplici per contribuire a mantenersi in salute”.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Accadeva un anno fa in Italia

Posted by fidest press agency su martedì, 4 gennaio 2011

Roma. Era il 4 gennaio 2010 quando alle 15,30, davanti a Montecitorio, una coppia gay savonese, Manuel e Francesco, timidi ed imbarazzati annunciavano ad una piccola folla di sostenitori e giornalisti l’inizio di uno sciopero della fame, il primo in assoluto per i diritti delle persone omosessuali. Uno dei tanti tristi primati per l’Italia, una coppia gay costretta ad uno sciopero della fame che durerà ben 35 giorni, davanti all’assordante silenzio del governo italiano, per vedere riconosciuti i propri sacrosanti diritti, da anni riconosciuti nel resto dell’unione Europea. Molti potrebbero dire che non è servito a nulla, personalmente non siamo d’accordo. Manuel e Francesco non hanno fallito, neppure davanti all’inerzia delle associazioni , sono le associazioni, nel nostro paese di gran lunga maggiori che nel resto dell’UE, ad aver fallito negli ultimi 20 anni, o almeno non sono state capaci di adeguarsi alle altre o a trovare un dialogo tra loro. Sinceramente non so quando riusciremo a spuntare qualche diritto, posso solo prendere atto dei milioni di cittadini che hanno appoggiato questa lotta di diritti, la fama mia e di Manuel ne sono la dimostrazione. Posso prendere atto che c’è, anche se in minima parte, una classe politica che ci sostiene e che non è perennemente genuflessa al volere della chiesa, posso prendere atto, che gli omosessuali nel nostro paese non accettano di essere “tollerati”, perché sono parte integrante della società civile. Proprio un anno fa sul palco del D-DAY davanti a Montecitorio, l’amico Sergio Rovasio dell’associazione Radicale Certi Diritti diceva “Se in Italia avessimo 100 pazzi come Manuel e Francesco, non sarebbe difficile raggiungere il riconoscimento dei diritti, anche per i gay”.  Provocatoriamente rilancio questa sfida, a un anno di distanza,  davanti ad un governo, questa volta non appena insediato, davanti ad una pronuncia della consulta, che rimette al governo il dovere di legiferare in materia di unioni civili colmando questo enorme vuoto legislativo intollerabile in tempi oramai distanti dal medio evo, davanti ad un Parlamento Europeo che invita dal 2004 gli stati membri ad adeguarsi, davanti a tutti gli stati membri, tranne l’Italia, che da più di 10 anni hanno provveduto a civilizzarsi e non a tollerare.  Anche nel 2011 le iniziative a riguardo ci saranno, con la speranza che le associazioni italiane siano maggiori e più interessate ai diritti della comunità GLBT, sperando che lo sia anche il mondo politico italiano, che generalmente si interessa a noi solo prima della campagna elettorale, che sia più responsabile anche la comunità GLBT ovvero noi, che non dobbiamo imparare che delegare agli altri i propri diritti, senza scendere in campo, in una nazione come la nostra non è possibile. (Francesco Zanardi. Portavoce del movimento nazionale Gay Italiani)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Impotenza spia cardiaca

Posted by fidest press agency su martedì, 4 gennaio 2011

Diabete, disfunzione erettile e la malattia coronarica sono legati da un aspetto pericoloso: il danno vascolare prodotto dai livelli elevati di zucchero nel sangue. Lo stesso processo che impedisce l’afflusso ematico extra necessario per mantenere l’erezione può avere effetti anche peggiori a livello cardiaco: come spiegano gli autori della prima ricerca, la prima alterazione consisterebbe in una disfunzione endoteliale, che favorirebbe l’infiammazione delle pareti interne delle arterie e il deposito di colesterolo, con formazione dell’aterosclerosi; da qui il rischio di occlusione dei vasi cardiaci che può portare all’infarto. Uno studio su 2.300 uomini, di età compresa tra 42 e 66 anni, malati di diabete di tipo 2, ha rilevato che, al basale, oltre un quarto era affetto da disfunzione erettile ma con segni o con storia di malattia cardiovascolare o ictus. Nei quattro anni di osservazione 123 hanno avuto problemi cardiaci o morte per questa causa: per quelli che erano impotenti la probabilità è risultata molto più alta, pari a 19,7 su 1000 diabetici contro il 9,5 su 1000 dei soggetti senza impotenza. Dopo adeguati aggiustamenti la disfunzione erettile è rimasta un segnale di rischio precoce e indipendente, associato a un incremento del 58% della probabilità di cardiovasculopatia: solo una marcata proteinuria, indice di danno renale avanzato, era un segno più pericoloso.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’intellighenzia della società civile in Polonia

Posted by fidest press agency su martedì, 4 gennaio 2011

Roma 11 gennaio 2011, alle ore 18.30 Vicolo Doria, 2 (Piazza Venezia) presso la Biblioteca del Centro di Studi dell’Accademia Polacca delle Scienze, conferenza del Prof. Grzegorz J. Kaczynski dell’Università di Catania sul tema L’intellighenzia e la ricostruzione della società civile in Polonia. Relatore Grzegorz J. Kaczynski è professore di sociologia presso l’Università di Catania e visiting professor all’Università di Stettino; già professore all’Accademia Polacca delle Scienze di Varsavia. La sua formazione sociologica è legata alla tradizione della scuola di Znaniecki in Polonia, in seguito, approfondita con le esperienze di studio alla London School of Economics, all’École Pratique des Hautes Études (Sorbona) di Parigi e all’Università “La Sapienza” di Roma.
Nel 1989 la Polonia con il movimento Solidarnosc, mediante una rivoluzione pacifica, aprì la strada per abbattere il regime comunista e costruire una società moderna, ovvero democratica e di libero mercato di tipo capitalista. L’improvviso realizzarsi di un’utopia coltivata per decenni rese tutti ottimisti e uniti. Nessuno dubitava che il passaggio dal comunismo alla democrazia, che subito fu definita nel nuovo linguaggio accademico e politico come trasformazione, sarebbe durato tanti anni rivelando dei tratti finanche paradossali. Ancora oggi, dopo vent’anni, tempo di una generazione, la realtà sociale e politica in Polonia si presenta inquietante e per certi versi preoccupante. Nella relazione l’autore cerca di evidenziare solo alcuni fattori che, a suo parere, l’hanno condizionata o perfino determinata. L’ipotesi di fondo è l’affermazione secondo cui la società polacca in trasformazione è ancora profondamente postcomunista; essa è democratica e di libero mercato ma ancora distante dal modello della società civile per il fatto di allontanarsi dall’ethos dell’intellighenzia tradizionale, ceto fondante del processo storico di costruzione della società civile in Polonia.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Assenza per malattia

Posted by fidest press agency su martedì, 4 gennaio 2011

Il Conto Annuale 2009, pubblicato a fine dicembre dalla Ragioneria Generale dello Stato (RGS), conferma l’entità dell’impatto che le norme di contrasto all’assenteismo (L.133/2008 e successivi interventi) hanno prodotto sui comportamenti di assenza dei dipendenti pubblici. I dati del Conto Annuale, dunque, sono pienamente in linea con quelli del Monitoraggio sulle assenze per malattia che il Dipartimento della Funzione Pubblica realizza mensilmente da giugno 2008, confermandone la robustezza statistica e metodologica.  La rilevazione del Ministero indica un calo medio delle assenze per malattia di circa il 35% nei primi 30 mesi di operatività, dato in linea con il – 34% medio in due anni desumibile dal Conto Annuale 2009.  In particolare, il Ministero per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione effettua la rilevazione da giugno 2008 – da agosto 2008 in collaborazione con l’Istat –  sul complesso delle amministrazioni pubbliche (ad esclusione dei comparti Scuola, Università, Pubblica Sicurezza e Vigili del Fuoco). La rilevazione indica che le nuove regole hanno ridotto i giorni di assenza per malattia in misura significativa: -38% nel primo anno di applicazione (luglio 2008-giugno 2009), -30,2% nel secondo anno (luglio 2009-giugno 2010). Nei primi 30 mesi di operatività della norma il calo medio delle assenze per malattia è stato di circa il 35%.  La contrazione media delle assenze dei dipendenti pubblici nel 2008 e nel 2009 che è possibile calcolare sulla base del Conto Annuale 2009, è di circa il 34%.  Proiettandolo su un intero anno l’operatività della L.133/2008, nel 2008 la riduzione dei giorni di malattia è stata del 39,6% (-38% secondo le stime del monitoraggio). Nel 2009 il numero medio di giorni di assenza per malattia si è ridotto di oltre il 28% rispetto al 2007, anno nel quale la L. 133/2008 non operava ancora. La discesa delle assenze per malattia è quindi proseguita con la stessa intensità del 2008, come evidenziato nel testo di Sintesi del Conto Annuale disponibile sul sito del Ministero dell’Economia. Questi dati chiudono definitivamente ogni stucchevole polemica sull’attendibilità dei monitoraggi sin qui effettuati dal Ministero per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La politica monetaria

Posted by fidest press agency su martedì, 4 gennaio 2011

Per il bollettino della B.I. la politica monetaria è “accomodante”. Il termine vuole indicare un andamento opportunistico riguardo l’offerta di liquidità e le modalità di aggiudicazione. Per quanto riguarda l’analisi economica “i dati recenti egli ultimi risultati delle indagini congiunturali confermano in generale che permane una dinamica di fondo positiva della ripresa economica”. In termini reali significa che dobbiamo aspettarci per la seconda metà del corrente anno una crescita più convinta del Pil. Come ricaduta positiva ci troviamo al cospetto di una domanda di esportazioni, nell’area dell’euro, in crescita. Restano, tuttavia, delle incognite. Rimangono i timori sul riemergere delle tensioni nei mercati finanziari. Non dimentichiamo, infatti, i nuovi rincari del petrolio e di altre materie prime e le spinte protezionistiche congiunte ad “una possibile correzione disordinata degli squilibri internazionali”, L’inflazione, come si sa, misurata sullo Iapc sui dodici mesi è aumentata nell’area dell’euro dall’1,8% di settembre all’1,9% di ottobre, secondo la stima rapida dell’Eurostat. In proposito nei mesi prossimi non sono previsti aumenti significativi. In buona sostanza restiamo ancorati intorno al 2%. Qualcosa si muove anche nel settore bancario. Si avverte una espansione sui dodici mesi dei prestiti bancari al settore privato, ma si lamenta il fatto che i prestiti reagiscono con un certo ritardo all’attività economica nell’arco del ciclo, come è stato osservato anche in passato. Per quanto concerne la politica di bilancio “è evidente – fanno notare gli analisti della B.I. – che bisogna rafforzare la fiducia dei cittadini nella capacità dei governi di restituire sostenibilità alle finanze pubbliche e che occorre ridurre i premi a rischio nei tassi di interesse, favorendo quindi la crescita durevole nel medio periodo. A questo fine è essenziale che i paesi portino avanti piani di risanamento pluriennali credibili ed attuino integralmente le misure di riequilibrio previste. Nel bilanci per il 2011 devono precisare interventi di aggiustamento credibili dei conti, incentrati sul lato della spesa. Ogni evoluzione positiva delle finanze pubbliche, che possa verificarsi sulla scorta di fattori quale un contesto economico più favorevole delle attese, dovrebbe essere sfruttata per accelerare il processo di riequilibrio dei conti”. (Riccardo Alfonso)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Filosofia e letteratura in Karol Woityla

Posted by fidest press agency su martedì, 4 gennaio 2011

Antonio Delogu e Aldo Maria Morace (a cura di) con il saggio introduttivo inedito di Karol Wojtyla “L’umanesimo di San Giovanni della Croce” pp. 278 Prezzo € 20,00 ISBN 978-88-401-8092-2 (Urbania editrice). Il pensiero di Papa Wojtyla ci avverte che la cultura oggi dominante nel mondo occidentale ha reso problematica la comprensione dei fondamenti dell’agire moralmente responsabile, mentre le etiche che giustificano ogni forma di nichilismo e di nomadismo morale non sono in grado di fornire risposte adeguate e saldi punti di riferimento.  Il senso profondo della riflessione filosofico-morale woitiliana, che trova nella descrizione fenomenologica della esperienza morale il suo nucleo vitale, consiste nel proporsi come una filosofia educante, volta alla ricerca della verità e del senso dell’esistenza degli uomini. Il valore della persona, il suo autodeterminarsi nell’esperienza della libertà e della responsabilità, orientate da valori universali, costituiscono la profonda trama della riflessione woitiliana. Trama nella quale l’intreccio teoretico-argomentativo è sostenuto dalla esperienziale evidenza che la vita umana non è semplice realtà fenomenica: questa capacità di scoprire il volto di Dio nel cuore tormentato e a volte sfigurato dell’uomo di oggi esprime la nota più originale delle opere di Wojtyla. Il volume presenta numerosi contributi che evidenziano l’originalità della lettura fenomenologica di Wojtyla nelle sue opere di letteratura, nella sua visione antropologica, nella dottrina sociale.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »