Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 344

Archive for 6 gennaio 2011

La torta dello Stato

Posted by fidest press agency su giovedì, 6 gennaio 2011

Torta co' bischeri

Image via Wikipedia

Editoriale. Da anni ci ripetono che le entrate del bilancio statale sono modeste mentre le uscite continuano a crescere. E’ una sorta di goccia che instillata di continuo è capace di scavare una roccia: gutta cavat lapidem. Così nell’immaginario collettivo ci facciamo una ragione del’alta imposizione fiscale e del continuo ridursi dell’assistenza e della previdenza pubblica oltre alla contrazione di molti altri servizi che da pubblici si trasformano in privati, con le conseguenti maggiori spese per le famiglie. Ma siamo certi che la situazione è proprio questa? Se trasponiamo il ragionamento figurandoci una torta, di modeste dimensioni, che deve essere affettata in modo tale da distribuirla equamente a tantissime persone, tanto per cominciare, ci accorgiamo che è tagliata con un coltello poco affilato e ciò significa che una volta fatto il suo lavoro ci ritroviamo con tante briciole sul piatto. E’ il primo spreco. Il secondo deriva dal fatto che non è esatto tagliare le fette con lo stesso spessore. L’invitato può essere un adulto ma anche un bambino e, quindi, al primo spetterebbe di più e meno all’altro. Queste sono, ritornando al bilancio pubblico, le prime cose da evitare: gli sprechi e una ripartizione delle risorse in termini di priorità. Una priorità è la salute, una priorità è l’istruzione, una priorità è il lavoro, una priorità è la tutela delle categorie sociali meno abbienti. Poi dobbiamo passare ad un’altra considerazione. Chi ci dice che la torta debba essere così modesta? Sappiamo che l’area dell’evasione fiscale ha raggiunto cifre record e anche se è vero che azzerarla è impossibile, diciamo pure che contraendola al 50% ci troveremmo in cassa per lo meno 50 miliardi di euro. Un’altra attenzione dovremmo riservarla al lavoro in nero che riduce i contributi previdenziali e assistenziali che datori e lavoratori devono versare alle casse statali. Si calcola che non siano meno di 20 miliardi di euro annui. Dobbiamo poi aggiungere l’abolizione degli enti inutili (leggasi province e non solo) e ne ricaveremmo altri 4-5 miliardi di euro. E per finire in bellezza dovremmo saper valorizzare meglio le risorse umane, favorire una maggiore presenza dello Stato per il rispetto delle regole di convivenza civile. Ora se da tutto questo ne ricavassimo un 90 miliardi di euro in più, su base annua, di certo potremmo guardare con meno affanno al nostro futuro soprattutto per i nostri figli e nipoti e dare a… Cesare quel che è di Cesare e… agli italiani una giusta ragione per vivere con minori affanni. (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Omelia Epifania cardinale Romeo

Posted by fidest press agency su giovedì, 6 gennaio 2011

Palermo 6/1/2011. Omelia Epifania cardinale Romeo (In sintesi) L’odierna celebrazione della solennità dell’Epifania è il culmine e il compimento del Natale: dà come l’ultimo “tocco” allo scenario del presepe, come sanno bene i bambini che oggi aggiungono finalmente i Magi e li avvicinano alla Grotta di Betlemme… È il “Natale compiuto”: la salvezza di Cristo è offerta a tutti gli uomini, senza distinzione né preclusione alcuna e il Regno di Dio è annunziato davvero a tutti. Come ogni anno, proviamo a rendere concretamente più visibile questa universalità di popoli raggiunti dall’amore di Dio, cercando di far confluire, nel giorno dell’Epifania, qui in Cattedrale, le rappresentanze delle varie comunità etniche presenti nella nostra Chiesa diocesana: uomini e donne che provengono da altri Paesi e che colorano, per così dire, l’odierna celebrazione delle variopinte pennellate dei loro canti, dei loro costumi, delle danze e delle diverse lingue materne. Da Arcivescovo di Palermo, e da Cardinale di Santa Romana Chiesa, come stabilito per sovrana decisione del Santo Padre, sento di avere bisogno della vostra preghiera incessante e del vostro affetto sincero, per aiutarmi ad essere fedele ai miei impegni ministeriali. Il percorso dei Magi è affascinante. Sono guidati dalla stella, un misterioso segno celeste sul quale poco o nulla sappiamo. Sappiamo solo che essi la riconoscono come segno divino e la seguono. I Magi non conoscono le Scritture. Invece i capi dei sacerdoti e gli scribi del popolo, interpellati dal re Erode, le conoscono bene, tanto da riferire l’esatta profezia sulla nascita del Messia a Betlemme. Solo i Magi – apparentemente “distanti” – hanno la straordinaria capacità di riconoscere quanto il Signore gli pone innanzi per attrarli a sé: si lasciano interpellare, mettere in discussione dai segni e dai disegni di Dio. Oggi, a tal proposito, è doveroso che io faccia riferimento ad una realtà presente nel territorio della nostra Città e della nostra Arcidiocesi: la Missione di Speranza è Carità. Un po’ come i Magi che incontriamo oggi, il caro fratel Biagio Conte, vent’anni fa, si è lasciato scomodare da Dio, che gli parlava, non tanto attraverso la luce di una stella, ma per mezzo dell’oscurità dei più poveri, degli emarginati e degli esclusi. I Magi si fanno guidare da una stella e giungono finalmente a Betlemme. Entrati nella casa vedono il Bambino con Maria sua madre, e provano una gioia immensa perché trovano finalmente la meta del loro viaggio. Offrono i loro doni, portati da lontano, espressione della loro adorazione, ma offrono soprattutto il loro viaggio interiore, che sarà stato fatto di pericoli e di peripezie, non ultima il tentativo di inganno da parte del re Erode. Come loro offriamo anche noi il dono della nostra vita, spesso vissuta in mezzo alle tortuosità del quotidiano, ma sempre con riconoscenza e commozione. Siamo anche noi nella casa di questo Bambino, perché in questa celebrazione lo incontriamo presente come il Dio-con-noi, nella Parola e nell’Eucarestia. Con la stessa gioia dei Magi vogliamo ritornare alle nostre case, ai nostri ambienti di lavoro, a quelli del nostro servizio, alle nostre comunità, persino le nostre preoccupazioni, pieni dell’incontro sperimentato, e desiderosi di dare speranza. Questo è il mio augurio che ricambia affettuosamente quanto mi dimostra questa splendida assemblea che affido alla Vergine Maria, Madre che serba nel cuore gli eventi prodigiosi del Figlio e che custodisce con amore i passi della Chiesa.”

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Polverini al Golden Circus Festival

Posted by fidest press agency su giovedì, 6 gennaio 2011

Nello spettacolo della mattina organizzato e pensato giovedì 6 gennaio per la Regione Lazio, partner del Golden Circus Festival 2010/2011, è stata organizzata una grande festa sia per l’Epifania sia per ricordare il compleanno di Liana Orfei, padrona di casa da ventisette anni! Presente in prima fila Renata Polverini, Presidente della Giunta Regionale del Lazio, l’Assessore al Patrimonio e al Personale della Regione Lazio, On. Fabio Armeni, l’Assessore ai Lavori Pubblici, On.Luca Malcotti e Attilio Persichetti Presidente Cral Lazio. L’On. Renata Polverini ha ringraziato e salutato tutte le famiglie presenti: “Buona Befana a tutti i bambini, è la vostra giornata!Sono molto orgogliosa di essere Presidente della Regione anche per tutte le difficoltà incontrate all’inizio: per questo ci tengo a ringraziare in particolar modo tutti i miei collaboratori e augurare  loro un buon inizio anno. Oggi però è una giornata per i bambini, spero che vi piacciano i doni che abbiamo preparato per voi!”. Prima di tornare a vedere la seconda parte dello spettacolo, l’On. Polverini ha ringraziato Liana Orfei per l’ospitalità che da anni lega il Golden Circus Festival alla Regione Lazio.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I leoni in pasto ai cristiani

Posted by fidest press agency su giovedì, 6 gennaio 2011

(Da Il Messaggero del 6 gennaio 2011. Nota di commento) L’arcivescovo di Genova nell’omelia per l’Epifania: i cristiani perseguitati perché parlano di uguaglianza e libertà Il cristianesimo si dilatò nel mondo quando i primi cristiani erano perseguitati e finivano in pasto ai leoni; poi conosciamo la storia basso e alto medio evo, potere temporale, lotta per le investiture, sovranità di Stato, crociate, Inquisizione, roghi a go-gò, impiccagioni, affidamento al crudele “braccio secolare”, fino a giungere ai nostri giorni con l’esclusività elitaria  e selettiva delle “radici cristiane” riservate solo alla “razza privilegiata” occidentale, che non parla affatto di libertà o di uguaglianza; piuttosto parla della propria liberà, ma riferendosi al libero mercato, alla libera concorrenza e, indirettamente, alla legge del più forte e del meno dotato eticamente. Nessuna uguaglianza può essere proposta partendo dall’alto della convinzione di una superiorità culturale, per cui ogni ipotesi di uguaglianza diventa una concessione per meglio aggredire i popoli che ci cascano, credendoci, altrimenti c’è la forza convincete delle guerre preventive.  Sarebbe doveroso per noi cattolici parlare di uguaglianza e dentro collocare la libertà per tutti di poter essere se stessi, senza discriminazioni o tentativi di imporre  il proprio metro, con qualunque mezzo anche formulando l’ipotesi di dare i leoni in pasto ai novelli cattolici di comodo, che si appellano alla religione per dare una veste nobile ad un neo-colonialismo aggressivo e banditesco. Le turpi aggressioni ai cristiani non sono sollecitate dalla volontà di uno scontro di religione, si tratta piuttosto di un’aggressione contro tutto ciò che rappresenta l’Occidente  o ne è l’emanazione. Il  cristianesimo  attuale si è allontanato dall’insegnamento di Cristo, dall’esempio di S. Francesco, dalle rivendicazioni del Concilio Ecumenico Vaticano II°, per aderire e farsi mallevadore di un liberismo che mortifica l’uomo nel più intimo della sua dignità.  E’ l’Occidente che viene aggredito, così da poter giustificare una reazione scomposta e aggressiva, sollecitata dai novelli profeti di un cristianesimo fai-da-te, e come tale lontanissimo dall’insegnamento di Cristo. (Rosario Amico Roxas)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | 3 Comments »

Cagliari: mostre in chiusura

Posted by fidest press agency su giovedì, 6 gennaio 2011

Domenica 9 gennaio giornata di chiusura per tre mostre allestite nei Centri Comunali d’ Arte e Cultura Castello San Michele, Exmà e Ghetto di Cagliari.
Al Castello San Michele è visitabile la mostra L’arte di Giuseppe Muglia. In mostra quasi 80 opere dipinte ad olio, realizzate dal 1973 al 2009, che rappresentano un excursus antologico di tutte le sue esperienze figurative, da quelle giovanili a quelle della maturità.Il Castello San Michele è aperto tutti i giorni, escluso il lunedì, dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18.
Al Ghetto nella Sala dell’Arco, ancora pochi giorni per vedere Taccuino dal fronte: le incisioni di guerra di Anselmo Bucci. In mostra 53 incisioni a puntasecca che compongono la cartella Croquis du front italien in cui Anselmo Bucci ha raccontato la sua esperienza al fronte del primo conflitto mondiale in qualità di volontario ciclista al fianco dei futuristi Marinetti, Boccioni e Sant’Elia.
Nella sala della Terrazza dell’Exmà è invece visitabile, sempre sino a domenica 9 gennaio, Thinking Hopper, personale del fotografo Mario Garbati. In mostra 30 scatti realizzati dall’artista cagliaritano in Sardegna e in giro per l’Europa, in nord Africa e nell’ ex Jugoslavia, sempre in attesa di cogliere quell’attimo, o quel gesto di persone che le stacca da tutti e da tutto e le sospende nell’inquadratura e nel tempo.Il Ghetto e l’Exmà sono aperti tutti i giorni, escluso il lunedì, dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 20. L’ingresso a tutte le mostre è gratuito con Karalis Kard.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Il Regio di Parma celebra il genio di Liszt

Posted by fidest press agency su giovedì, 6 gennaio 2011

Parma 7 gennaio 2011, ore 20.30 Teatro Regio Andrea Battistoni, Anna Kravtchenko e l’Orchestra del Teatro Regio inaugurano venerdì 7 gennaio 2011, alle ore 20.30, la Stagione Concertistica 2011 del Teatro Regio di Parma con il primo degli appuntamenti del progetto Liszt Bicentenario, omaggio al grande musicista di cui ricorre il bicentenario della nascita, pianista impareggiabile, compositore sorprendente, lungimirante interprete delle opere altrui, geniale musicista cosmopolita, appassionato ambasciatore delle arti e della cultura, la più affascinante e poliedrica figura del romanticismo europeo.   Nel concerto che segna il debutto del ventitreenne maestro Andrea Battistoni nel suo nuovo incarico di primo direttore ospite del Teatro Regio di Parma, oltre a pagine di Franz Schubert, spiccano due capolavori del grande compositore: il Mephisto Waltz n.1, S.111 e il Concerto in la maggiore per pianoforte e orchestra n. 2, S.125, che impegnerà la giovane Anna Kravtchenko, talento affermato nel panorama internazionale.   Coinvolti nel Progetto Liszt Bicentenario nel corso della prossima Stagione Concertistica saranno i Solisti del Teatro Regio di Parma (29 gennaio) impegnati in un originale itinerario cameristico e il pianista Alexander Lonquich (1 febbraio) pronto ad affrontare i più intensi capolavori concepiti per la tastiera dal maestro ungherese. Ad Andrea Battistoni il compito di proseguire l’intenso viaggio alla scoperta della musica di Liszt con l’Orchestra del Teatro Regio di Parma (21 aprile) e il pianista Danil Trifonov in una scelta dei più visionari poemi sinfonici scritti dal grande artista romantico.
La Stagione Concertistica 2011 del Teatro Regio di Parma è realizzata in collaborazione con Società dei Concerti Solares Fondazione delle Arti con il sostegno del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Club delle Imprese per il Teatro Regio (Chiesi farmaceutici, Gruppo Cedacri, Morris, Nestlé, Parmacotto). Main sponsor Cariparma Crédit Agricole. http://www.teatroregioparma.org
Orario di apertura: martedì – sabato ore 10-14, 17-19 e un’ora e mezza precedente lo spettacolo. Chiuso la domenica, il lunedì e i giorni festivi. In caso di spettacolo nei giorni di chiusura: domenica ore 10-12, 14-16; lunedì ore 10-12, 17-20.30. Nel mese di gennaio la biglietteria sarà aperta anche i lunedì ore 10-14, 17-19.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Privacy condominiale

Posted by fidest press agency su giovedì, 6 gennaio 2011

Anche ai condomini tocca adeguarsi in materia di privacy, ed il principio espresso dalla sentenza n. 186 resa il 4 gennaio 2011 scorso dalla seconda sezione civile della Cassazione non fa una grinza secondo Giovanni D’Agata, componente del Dipartimento Tematico Nazionale “Tutela del Consumatore” di Italia dei Valori e fondatore dello “Sportello dei Diritti”: poiché secondo i giudici di legittimità costituisce un illecito affiggere sulle bacheche presenti negli spazi condominiali “le posizioni di debito” di inquilini e proprietari.  Con la suddetta decisione, infatti, la Suprema Corte ha accolto il ricorso di un condomino del napoletano che aveva chiesto di essere risarcito dal condominio per violazione della privacy dopo l’affissione nell’androne del palazzo dei debiti che questo non aveva ancora saldato.  Nel caso di specie il proprietario di un immobile all’interno di un condominio aveva citato per danni l’amministratore perché in uno spazio comune erano stati affissi i dati relativi alla sua posizione debitoria. Sia il Tribunale civile di Napoli che la Corte d’Appello ne avevano rigettato le richieste . I giudici di piazza Cavour investiti a loro volta della vicenda hanno cassato con rinvio la sentenza della corte d’appello accogliendo il ricorso ritenendo prevalenti le esigenze di privacy dei singoli condomini rispetto a quelle di efficienza dell’amministrazione condominiale con ciò riconoscendo anche il diritto al risarcimento del danno per illiceità del comportamento tenuto quale fonte di responsabilità civile. Peraltro gli ermellini ritengono che “fermo il diritto di ciascun condomino di conoscere, anche, anche su propria iniziativa, gli inadempimenti altrui nei confronti della collettività condominiale – l’affissione nella bacheca dell’androne condominiale, da parte dell’amministratore, dell’informazione concernente le posizioni di debito del singolo partecipante al condominio, risolvendosi nella messa a disposizione di quel dato in favore di una serie indeterminata di persone estranee, costituisce un’indebita diffusione, come tale illecita e fonte di responsabilità civile, ai sensi degli artt. 11 e 15 del codice”.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Attività economica mondiale

Posted by fidest press agency su giovedì, 6 gennaio 2011

L’attività tende a riprendersi ma è disomogenea. In pratica ha perso slancio rispetto i primi sei mesi dello scorso anno. Il risanamento dei bilanci, le deboli prospettive del mercato del lavoro e la diffusa sfiducia dei consumatori costituiscono un freno alla ripresa. In questo scenario le spinte inflazionistiche sono fisiologiche nei paesi industrializzati mentre per gli emergenti appaiono consistenti. Dentro questo panieri i maggiori rincari si avvertono sui beni alimentari. L’effetto trascinamento ci porta a segnali di moderazione del commercio mondiale. Un aspetto che in qualche modo vanifica la robusta ripresa avvertita fra il terzo trimestre del 2009 e il secondo del 2010. Negli Usa il presidente Obama si dice moderatamente ottimista per una ripresa economica del Paese. In effetti stanno crescendo i consumi e l’attività economica è in graduale aumento, mentre il mercato del lavoro registra un recupero. Ma questi segnali ci sembrano poco significativi per arrivare alla conclusione che il peggio possa essere passato del tutto. Sull’altra sponda del Pacifico il Giappone segnala un ulteriore indebolimento dell’attività. Per il momento la crescitas è stata sorretta dalla domanda interna e i consumi privati non hanno ceduto per via dei sostanziosi sussidi governativi. Nel Regno Unito siamo in una fase di modesta crescita del quadro economico complessivo tra la modesta dinamica del mercato immobiliare, lo stimolo alla politica monetaria e il deprezzamento della sterlina nell’intento di sostenere l’attività economica e le esportazioni. L’inflazione, invece, tende a salire, sia pure di poco passando dal 3,2% di aprile del 2010 al 3,7% dell’ottobre scorso. Non di molto si è scostata la situazione negli altri stati membri dell’U.E. In Russia si puo dire che le condizioni climatiche hanno fatto la differenza sull’economia. E’ rallentata con l’ondata di caldo eccezionale nei periodi estivi, pur mantenendo uno slancio vigoroso. Elementi di favore sono stati la graduale riduzione delle politiche fiscali, una forte domanda interna e gli investimenti del settore privato. In Cina il dato più significativo è la crescita del Pil che è stata pari al 9,6% nel terzo trimestre dello scorso anno anche se si è mostrata inferiore al precedente periodo che è stato del 10,3%. Il punto debole continua ad essere l’inflazione che mediamente si colloca sul 4,4% su base annua. La Cina, senza dubbio, si trova in una situazione favorevole non solo tra le economie emergenti ma anche rispetto alle altre del mondo occidentale. Lo deve ad una abbondante liquidità e a condizioni creditizie favorevoli. In buona sostanza possiamo dire che tutti i paesi emergenti dell’Asia segnalano un’espansione economica significativa sebbene negli ultimi mesi è stato rilevato un sia pur modesto rallentamento. Nell’America latina la ripresa è moderata, sono forti le spinte inflazionistiche soprattutto in seguito ai rincari dei beni alimentari. Il trend è significativo per il livello elevato dei corsi delle materie prime e per le azioni di stimolo sul piano interno ai flussi di capitale.(Riccardo Alfonso)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Libro: Un’americana a Roma

Posted by fidest press agency su giovedì, 6 gennaio 2011

Un viaggio verso l’Italia che si trasforma in un viaggio dentro se stessi. Gail e Corinna, due turiste americane, lasciano gli Stati Uniti per qualche giorno di riposo a Roma, pensata come una vacanza all’insegna della cultura e del buon cibo si trasforma ben presto in qualcosa di inaspettato ed emozionante. Sulla loro strada incontreranno un pilota dell’Alitalia, Massimo, insieme al suo amico Emiliano scopriranno le meraviglie della città eterna nelle sere d’agosto, posti che dovrebbero risultare familiari ma che riescono a regalare emozioni sempre nuove. La storia si snoda tra Roma ed Amalfi durante il fine estate del 1992, viene raccontata a distanza di quasi vent’anni dal protagonista ad un giovane amico tra i tavolini di un bar; tra un giornale letto ed un caffè ancora da prendere emergeranno discussioni profonde tra i due, due generazioni a confronto sui temi dei sentimenti. Nel libro non viene mai esplicitata una domanda, che avrà sicuramente sfiorato in molti leggendolo, i sentimenti vengono descritti e vissuti senza freni, come meglio non si potrebbe, ciò che poi alla fine rimane permette di riflettere riguardo se ne sia valsa davvero la pena, se siano una cosa che “convenga” o magari invece non proprio un grande affare. L’opera è stata realizzata anche per fare da supporto all’insegnamento della lingua italiana, reso possibile dalla sintassi semplice e diretta e da un utilizzo variegato ma mirato di coniugazioni verbali. Scritto in italiano ma edito negli Stati Uniti, proprio per favorirne la diffusione tra i stranieri che si stanno avvicinando alla nostra lingua o che la praticano già da qualche anno, dedicato a tutti gli emigranti, come del resto anche l’autore è stato, affinchè sfogliando quelle pagine si riescano a riassaporare certi sapori, suoni e quelle emozioni che soltanto il nostro paese riesce a regalare. L’opera è rivolta anche a tutte quelle persone che si sono sempre domandate se i sentimenti ed i modi d’amare cambiano a seconda delle latitudini, chiedendosi magari se un amore “straniero” è da considerarsi un qualcosa di “diverso”, per poi rendersi conto che gli attori principali sono sempre gli esseri umani, non le culture o gli stili di vita. (Claudio Ruggeri “Un’Americana a Roma”, ISBN 9781446629635)
Claudio Ruggeri, 27 anni residente a Grottaferrata (Roma). Il suo mestiere è quello di impiegato presso un’azienda di assistenza informatica a Tor Vergata, scrivere è più che altro un hobby. Ha vissuto all’estero un paio d’anni, prima in Inghilterra e poi negli Stati Uniti dove ha anche studiato.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sentenza Cassazione in favore dei “bamboccioni”

Posted by fidest press agency su giovedì, 6 gennaio 2011

Una nuova decisione che farà discutere in favore dei cosiddetti “bamboccioni”, così Giovanni D’Agata, componente del Dipartimento Tematico Nazionale “Tutela del Consumatore” di Italia dei Valori e fondatore dello “Sportello dei Diritti” sulla sentenza n. 18 del 3 gennaio 2010 secondo cui l’ex moglie ha diritto all’assegno di mantenimento per il figlio maggiorenne, precario, anche se questo vive da un’altra parte purché non sia economicamente indipendente. Nel caso di specie la prima sezione civile della Suprema Corte ha respinto il ricorso di un imprenditore che era stato condannato prima dal Tribunale di Savona e poi dalla Corte d’Appello di Genova a versare alla ex moglie 400 euro al mese anche per il mantenimento della figlia maggiorenne e non più convivente che svolgeva solo lavori precari.  Sull’obbligo del mantenimento della figlia, gli ermellini hanno sostenuto che “la valutazione del giudice di merito, in ordine alla precarietà e modestia delle attività lavorative svolte dalla figlia, costituisce motivazione adeguata del rigetto della domanda di riduzione dell’assegno”.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Cittadinanzattiva su tagli alla giustizia

Posted by fidest press agency su giovedì, 6 gennaio 2011

“La decisione del Governo di destinare meno fondi al sistema giustizia tra le altre cose non farà che allungare la già eccessiva durata dei procedimenti, rendendo di fatto ancora più salato il conto che il nostro Paese paga in termini di sanzioni comminate dalla Corte Europea dei diritti dell’uomo, e di rimborsi ex Legge Pinto”. Il risultato è che viene sempre più messo a rischio un servizio universale di fondamentale importanza per la cittadinanza”. Nelle parole di Mimma Modica Alberti la posizione di Giustizia per i diritti-Cittadinanzattiva in merito ai tagli previsti dalla finanziaria 2011 sul versante del servizio giustizia. “In questa vicenda” continua Mimma Modica Alberti “sorprende l’immobilismo del Ministero della Giustizia. Piuttosto che avallare silenziosamente simili circoli viziosi, sarebbe il caso che avvii una radicale opera di razionalizzazione ed eliminazione degli sprechi. Dal nostro punto di vista, appare urgente una revisione delle circoscrizioni giudiziarie e una verifica sulla utilità per i cittadini degli uffici giudiziari italiani a partire da quelli i cui organici risultano al di sotto delle 10 unità. Allo stesso tempo andrebbero chiusi o accorpati almeno 100 Uffici dei Giudici di Pace, provvedendo a verificarne sia l’effettiva utilità che il numero dei casi trattati e il bacino di utenza di riferimento. Caro Ministro Alfano, è chiedere troppo?”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Morti in carcere

Posted by fidest press agency su giovedì, 6 gennaio 2011

Roma – <<È importante fare piena luce sul caso di Carmelo Castro, il ragazzo di 19 anni deceduto in carcere a marzo del 2009>>. Lo afferma Antonio De Napoli, Portavoce del Forum Nazionale dei Giovani, l’unica piattaforma di rappresentanza giovanile in Italia. <Castro è deceduto dopo tre giorni di detenzione. La famiglia – prosegue De Napoli – non ha mai accettato la tesi del suicidio così come riportato formalmente, chiedendo immediatamente la riapertura delle indagini, negata a distanza diquasi un anno. A questa richiesta si è recentemente associata anche Antigone, rilevando numerose stranezze nei verbali depositati in procura e nei referti medici>>. <<Il Forum si è occupato pochi mesi fa di giustizia penitenziaria con una ricerca sulla percezione che i giovani hanno della funzione sociale del carcere. Sono emersi – aggiunge il Portavoce del Forum – dati molto interessanti che indicano un’attenzione particolare dei giovani sul complesso tema delle carceri. Fugare definitivamente ogni dubbio sulla morte di un ragazzo di appena 19 anni deve essere la principale preoccupazione. L’emergenza carcere si combatte anche facendo piena luce su casi come questi>>. <<Ricordiamo – conclude De Napoli – che le morti in carcere nel 2010 sono state più di 170, un dato che non può essere considerato una semplice statistica>>.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Segni di pace ad Auschwitz

Posted by fidest press agency su giovedì, 6 gennaio 2011

Domenica  9 gennaio sera, Speciale TG1 RAI.  E’ una speciale co-produzione Anthos e RAI Cinema, che dà conto di un viaggio materiale e dell’anima delle grandi religioni mondiali dentro i campi di sterminio di Auschwitz-Birkenau.Auschwitz patrimonio di tutti e un’indicazione per costruire un mondo con meno conflittio. uando la tv pubblica interpreta se stessa al meglio e consegna un documento carico di spweranza da un luogo del dolore e del male, materiale da ricordare e meditare per le giovani generazioni, un’indicazione di metodo per gli europei e il mondo di oggi. Grande qualità della fotografia e documento unico, in un tempo di scontri e di violenze anche a sfondo religioso.
Il simbolo del male assoluto del Novecento diventa universale nelle parole e nella guida di tre importanti intellettuali e riferimenti spirituali come il biblista Ambrogio Spreafico, vescovo cattolico, il filosofo musulmano Hassan Hanafi e il rabbino capo David Rosen, direttore dell’American Jewish Committee. Le testimonianze dell’ex rabbino capo di Israele Lau e di C.Stojka, zingara sopravvissuta allo sterminio. Un lavoro poetico e raffinato, dove passato e presente si inncorciano con immagini di repertorio di origine russa e dagli Archivi dio washington, mentre si svolge il più grande pellegrinaggio mondiale delle diverse religioni mai avvenuto ad Auschwitz. Nasce così un film che diventa un percorso della memoria e della comprensione della ferita della Shoah, ma anche un viaggio contemporaneo nella necessità del dialogo, dell’incontro con l’altro, nelle ferite e nelle speranze del mondo in cui viviamo. Il racconto si svolge a tre livelli: Primo livello: I tre testimoni, ebreo cristiano e musulmano, autorevoli, su Auschwitz: il  bene, il male, Dio, il silenzio di Dio, i totalitarismi, il negazionismo, la vita quotdina nel campo, i punti di soffrenza del mondo oggi, come rispondere, come non perdere la memoria, come fare di Auschwitz un punto di resistenza morale e di futuro, non di passato per il mondo, quello che conta nella vita, come non ripetere l’orrore, dialogo, vita,. morte,  ma anche le tre prospettive diverse su Auschwitz, che diventa un simbolo universale. Il Rabbino capo David Rosen, American Jewish Committee, Gerusalemme; Ambrogio Spreafico, biblista e vescovo, Hassan Hanafi, filosofo musulmano, Università del Cairo. Ma anche l’ex rabbico-capo di israele Lau, sopravvissuto di Auschwitz, Wahiduddin Khna, massima autorità culturale islamica in India, C.Stojka, zoingara sopravvissuta, Stella Madej Muller, bambina della Schindler’s List, sopravvissuta. E un evento eccezionale come unità di luogo, oltre 50 nazionalità e tutte le religioni in pellegrinaggio ad Auschwitz-Birkenau. Il secondo livello aiuta capire Auschwitz, passato e presente. Immagini bianco e nero e i luoghi oggi. Mentre tutti fanno il pellegrinaggio, anche lo spettatore. il terzo livello : il dialogo oggi, necessità e possibile. E come si fa oggi a vivere insieme.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sud Sudan, Save the Children

Posted by fidest press agency su giovedì, 6 gennaio 2011

Circa 500.000 bambini vanno incontro a fame, malattie, rischio di sfruttamento. A seguito del trasferimento di molte famiglie dal nord al sud per il referendum, fino a 50 persone si trovano a vivere negli stessi spazi. Save the Children pronta con un piano di aiuti d’emergenza in 9 delle 10 regioni del sud Sudan Circa 500.000 bambini in sud Sudan vanno incontro a un periodo di avversità: fame, malattie, rischio di sfruttamento in seguito al trasferimento e rientro in Sud Sudan delle loro famiglie per il referendum del 9 gennaio. Si stimano in 800.000  le persone che dal nord torneranno al sud, afflusso peraltro già iniziato con quasi 80.000 persone arrivate in queste ultime settimane. Più della metà – pari a circa 500.000 – sono bambini. Molti si ritroveranno a vivere sulla strada, o in rifugi arrangiati e temporanei, senza abbastanza cibo e acqua potabile, esposti così al pericolo di contrarre malattie e nell’impossibilità di accedere facilmente a cure, anche di base.
Altri bambini – soprattutto quelli che già vivevano nel sud – si troveranno (alcuni già si trovano) a condividere la propria casa con decine di componenti delle famiglie allargate in arrivo dal nord del paese, e a dividere con questi il poco cibo a disposizione. In alcune abitazioni già si contano decine di persone tutte insieme: così sta vivendo Chot, insieme alla mamma Deu e ai sei fratelli. Nel loro compound adesso sono in 58 da quando li hanno raggiunti dal nord altre 4 famiglie di parenti. Una grande concentrazione anche di necessità, in un’ area che già soffre di carenza di centri medici, ospedali, scuole e dove è enormemente difficile raggiungere le strutture esistenti.
I bambini del sud Sudan sono tra i più poveri e svantaggiati del mondo: 1 ogni 7 muore prima di aver compiuto 5 anni. In questo contesto, con il referendum del 9 gennaio alle porte, la grande sfida è e sarà dare rifugio, sostegno, cibo, assistenza sanitaria, scuola  a centinaia di migliaia di  persone e bambini, continuando ad aiutare coloro che al sud già vivevano e i nuovi abitanti.

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Affitti: Cedolare secca

Posted by fidest press agency su giovedì, 6 gennaio 2011

“L’entrata in vigore della tassazione unica sui redditi provenienti dai contratti di locazione appare un provvedimento utile, necessario e improcrastinabile”. Così dichiara Mario Mantovani, sottosegretario alle Politiche abitative. “Questo nuovo regime potrà infatti introdurre –sottolinea Mantovani- significative novità: l’emersione di contratti oggi in “nero” così da contrastare l’evasione fiscale e più disponibilità di case per le famiglie in cerca di un’abitazione”. “Il gettito di tale intervento andrà poi ad incrementare parzialmente le entrate dei Comuni, spingendo i Sindaci –precisa Mantovani- ad una maggiore responsabilità: ben conoscendo la realtà delle proprie comunità, i primi cittadini saranno direttamente interessati a verificare la regolarità degli affitti e la situazione del patrimonio immobiliare”.  “Và inoltre previsto un aumento significativo dell’ICI sulle case sfitte ed abbandonate al fine di sospingere il riutilizzo del patrimonio edilizio esistente. Ciò favorirebbe –conclude Mantovani- da una parte il rilancio delle attività delle imprese di costruzione e, dall’altra, la riqualificazione di numerosi centri storici, oggi trascurati”. http://www.mariomantovani.it

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Teatro: La serva padrona

Posted by fidest press agency su giovedì, 6 gennaio 2011

Napoli 12 gennaio 2011 (repliche fino al 30)  Foyer Storico del Teatro di San Carlo  Giovan Battista Pergolesi La serva padrona Libretto di Gennaro Antonio Federico Orchestra del Teatro San Carlo direttore  Gian Battista Rigon regia, drammaturgia,spazio scenico Mariano Bauduin costumi Marianna Carbone

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

”Colori e forme di Alessandro Nastasio”

Posted by fidest press agency su giovedì, 6 gennaio 2011

Roma 8 – 17 Gennaio 2011 – Museo Crocetti – Via Cassia, 492 – Lunedí-Sabato ore 11.00-13.00 – 15.00-19.00 – Domenica 11.00-18.00 Martedí 11 e Mercoledí 12 chiuso Ingresso libero. Mostra curata da Franco Maria Messina
“Pittore milanese, Alessandro Nastasio è ormai uno dei nomi fatidici dell’arte italiana del Novecento e del primo decennio del nuovo secolo. Dopo aver studiato nella sua città e poi lavorato a Roma con Sarra e Purificato, passa all’insegnamento. Nel contempo inizia la grande serie di mostre delle sue opere sia in Italia che all’estero. L’arte e la poetica del disegno di Nastasio creano mondi altri, dove lo spettatore si trova spiazzato ma emozionato, poiché è invitato ad accedere alla fantasia e all’irreale di un mondo perfetto cullato dalle curve e dalle onde di forme rassicuranti. Sono i colori e le forme che attirano immediatamente, ma essi non sono fini a se stessi, quanto invece ‘portavoce’ dei contenuti. Nelle sue opere Nastasio rende evidente lo stretto rapporto che lo lega alla natura, raffigurata anche attraverso simboli primordiali. I temi cari sono i miti, le leggende e le divinità, che egli collega perfettamente ai paesaggi in cui ambienta le storie, che racconta attraverso la pittura, avvalendosi di una stesura del colore che alterna tratti netti e materici, che fungono quasi da contenitori delle immagini, a campiture piú tenui che caratterizzano gli sfondi. Apparato Critico di Laura Baldi e Paola Manera Allestimento di Caterina Crispolti – Organizzazione “The Wit”

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Auser: crescono i volontari anziani

Posted by fidest press agency su giovedì, 6 gennaio 2011

(Centro Maderna)  L’associazione di volontariato Auser ha illustrato le sue attività nel Rapporto di Missione 2009, presentato a Roma in occasione della sua Assemblea Nazionale. Crescono gli iscritti; crescono i volontari; crescono le donne. I soci arrivano a sfiorare i 300 mila; rispetto al 2007 sono aumentati del 9,2%. I volontari arrivano a circa 46 mila (+ 20% rispetto al 2007) con un incremento dell’indice di propensione al volontariato: più 15,4%. Sono 1400 le strutture ed associazioni affiliate. Le donne iscritte sono 152.902; dei quasi 46 mila volontari le donne costituiscono il 47,3% con un tasso d’incremento rispetto alla precedente rilevazione del 25%. I volontari Auser si prendono cura del verde cittadino; sono impegnati nelle stazioni ecologiche di raccolta differenziata; nella vigi lanza davanti alle scuole; sugli scuolabus; nella sorveglianza in musei, mostre, biblioteche. Il Rapporto di Missione 2009 registra infine la crescita della tradizionale attività di “nonni vigili”, mentre fa la sua comparsa il nuovo servizio di accompagnamento a piedi dei bambini:”piedibus”. (www.auser.it)

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Un’imperdonabile superficialità

Posted by fidest press agency su giovedì, 6 gennaio 2011

Lettera al direttore. Alfonso Signorini, su Tv Sorrisi e Canzoni n. 2, scrive: “Elton John è diventato papà…a me viene da pensare al piccolo Zachary. Che non potrà contare sulla figura veramente insostituibile per un bambino: quello della madre…Sono d’accordo con Papa Benedetto XVI  quando afferma che i bambini devono crescere in una famiglia dove ci sono un papà e una mamma”. Ora, quando si fa un’affermazione di tale importanza, non sarebbe intellettualmente onesto avallarla con uno straccio di prova? E’ provato scientificamente che l’amore della madre biologica sia insostituibile? E conclude, Alfonso Signorini: “Lasciatemi dire che Elton e David secondo me sono andati un po’ oltre i propri  «diritti». Pensando probabilmente troppo ai propri desideri e troppo poco alle esigenze di un bambino”. Sempre secondo Signorini. Secondo Elisa, però, definire genericamente “desideri” il desiderio di paternità e di maternità, è un’imperdonabile superficialità. Il desiderio meraviglioso di avere un figlio, non può essere messo sullo stesso piano del desiderio di avere una villa al mare, del successo, o di qualsiasi altra cosa. Non si tratta dell’intensità del desiderio, della quantità, bensì della qualità. (Elisa Merlo)

Posted in Lettere al direttore/Letters to the publisher | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Saldi invernali

Posted by fidest press agency su giovedì, 6 gennaio 2011

Da oggi prende il via ufficiale la stagione dei saldi invernali. Con la firma, da parte dell’assessore alle Attività Produttive Davide Bordoni, della deroga alla chiusura festiva dei negozi prevista dall’ordinanza comunale, gli esercizi commerciali potranno tenere le saracinesche alzate nel giorno dell’Epifania.«Con la Befana inizia un lungo week end di shopping che mi auguro sia di buon auspicio per rilanciare il comparto commerciale capitolino – dichiara Bordoni. Le aspettative degli esercenti sembrano positive anche perché i saldi muovono oltre il 30% del giro d’affari di un’attività. Purtroppo, nei giorni scorsi abbiamo riscontrato e verificato alcune irregolarità legate all’anticipo delle vendite promozionali. I vigili urbani, soprattutto nelle zone del centro storico, hanno multato alcuni negozi e spero che con l’inizio dei saldi non siano costretti a rilevare nuove anomalie. Ricordo infatti che i prodotti esposti per la vendita devono indicare in modo chiaro e ben leggibile il  prezzo di vendita al pubblico: il cartellino del saldo deve riportare il prezzo prima del saldo, la percentuale di sconto e il prezzo scontato. Invito i consumatori a conservare sempre lo scontrino: in caso di articolo difettoso il negoziante è obbligato ad effettuare una sostituzione anche se dichiara che i capi in saldo non si possono cambiare». Come prevede l’ordinanza comunale del marzo 2009, i negozi potranno restare aperti anche nelle due domeniche successive la data di inizio dei saldi, domenica 9 e 16 gennaio.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »