Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 338

Libro: Un’americana a Roma

Posted by fidest press agency su giovedì, 6 gennaio 2011

Un viaggio verso l’Italia che si trasforma in un viaggio dentro se stessi. Gail e Corinna, due turiste americane, lasciano gli Stati Uniti per qualche giorno di riposo a Roma, pensata come una vacanza all’insegna della cultura e del buon cibo si trasforma ben presto in qualcosa di inaspettato ed emozionante. Sulla loro strada incontreranno un pilota dell’Alitalia, Massimo, insieme al suo amico Emiliano scopriranno le meraviglie della città eterna nelle sere d’agosto, posti che dovrebbero risultare familiari ma che riescono a regalare emozioni sempre nuove. La storia si snoda tra Roma ed Amalfi durante il fine estate del 1992, viene raccontata a distanza di quasi vent’anni dal protagonista ad un giovane amico tra i tavolini di un bar; tra un giornale letto ed un caffè ancora da prendere emergeranno discussioni profonde tra i due, due generazioni a confronto sui temi dei sentimenti. Nel libro non viene mai esplicitata una domanda, che avrà sicuramente sfiorato in molti leggendolo, i sentimenti vengono descritti e vissuti senza freni, come meglio non si potrebbe, ciò che poi alla fine rimane permette di riflettere riguardo se ne sia valsa davvero la pena, se siano una cosa che “convenga” o magari invece non proprio un grande affare. L’opera è stata realizzata anche per fare da supporto all’insegnamento della lingua italiana, reso possibile dalla sintassi semplice e diretta e da un utilizzo variegato ma mirato di coniugazioni verbali. Scritto in italiano ma edito negli Stati Uniti, proprio per favorirne la diffusione tra i stranieri che si stanno avvicinando alla nostra lingua o che la praticano già da qualche anno, dedicato a tutti gli emigranti, come del resto anche l’autore è stato, affinchè sfogliando quelle pagine si riescano a riassaporare certi sapori, suoni e quelle emozioni che soltanto il nostro paese riesce a regalare. L’opera è rivolta anche a tutte quelle persone che si sono sempre domandate se i sentimenti ed i modi d’amare cambiano a seconda delle latitudini, chiedendosi magari se un amore “straniero” è da considerarsi un qualcosa di “diverso”, per poi rendersi conto che gli attori principali sono sempre gli esseri umani, non le culture o gli stili di vita. (Claudio Ruggeri “Un’Americana a Roma”, ISBN 9781446629635)
Claudio Ruggeri, 27 anni residente a Grottaferrata (Roma). Il suo mestiere è quello di impiegato presso un’azienda di assistenza informatica a Tor Vergata, scrivere è più che altro un hobby. Ha vissuto all’estero un paio d’anni, prima in Inghilterra e poi negli Stati Uniti dove ha anche studiato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: