Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 344

Archive for 7 gennaio 2011

Donne e Denaro: 6 incontri

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 gennaio 2011

Milano Venerdì 4 febbraio, 25 febbraio, 25 marzo, 29 aprile, 27 maggio, 24 giugno 2011 Via Gian Giacomo Mora 11A ISPA Istituto Sperimentale di Psicodinamica™ Applicata™ Laboratorio Il Femminile nel Nuovo Millennio – Centro Studi ISPA PerCorso condotto da Roberta Piliego e Francesca Zampone gennaio – giugno 2011 Perché questo percorso?
Le donne difficilmente accedono a una cultura finanziaria e spesso non hanno la minima idea di come investire il denaro. E quando hanno questa competenza, sicuramente non se ne vantano. “Tu non sai far quadrare il bilancio!”, sentenziano spesso accorati gli uomini. Ma… siamo sicuri che i bilanci debbano essere “quadrati”?
Per gli uomini (non per tutti!) il denaro è sinonimo e strumento di potere; un modo di raccontare, a se stessi e al mondo, il “proprio volere” e il “proprio valore”. Per le donne (non per tutte!) il denaro arriva perché “figlia di…”, “moglie di…”,  “amante di…”; insomma, attraverso un uomo.
E quindi? Il nuovo millennio ci segnala, soprattutto nel nord Europa, che sistemi di valori, forme pensiero e antichi tabù cominciano a sgretolarsi e nuovi scenari si stanno profilando sulla scena del mondo. Gli ingredienti? La scoperta dei propri talenti, l’utilizzo di soluzioni creative, l’amore per la conoscenza, la capacità di ascoltare… e la consapevolezza che, ognuna di noi, può creare l’abbondanza! Ognuna di noi la merita e ha la capacità di creare, gestire e vivere la ricchezza. Su tutti i piani della vita. Anche quello economico!
Il Calendario – Venerdì, ore 20.30 – 04 febbraio – Presentazione del Percorso. Economia della Felicità – 25 febbraio – Sono una donna in carriera! O in corriera? – 25 marzo – Il Successo e il Valore – 29 aprile – Il “libero dare”- 27 maggio – Il Tempo e il Denaro – 24 giugno – Sono soldi veri?

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mostra: Thoughts of crossing

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 gennaio 2011

Roma 10-22 gennaio 2011  RossoCinabro Via Raffaele Cadorna, 28 la Galleria RossoCinabro presenta ‘Thoughts of crossing’  Parliamo di pensieri veloci in un mondo che accelera, lasciati sulla tela o su un foglio, impressioni finite, immediate, gettate con tratti veloci e sicuri, e di tutti quei lavori su temi poi abbandonati che hanno avuto però un’importanza fondamentale nello sviluppo successivo della vostra ricerca artistica. Gli artisti nelle opere esposte hanno lasciato domande, spunti, riflessioni attorno a  temi che non sempre sono riusciti ad approfondire, ma che hanno lasciato  comunque un segno, tracciato un solco,  la via e sono diventati  elementi indispensabili per ognuno di loro nella ricerca che hanno intrapreso.  Opere di: Federica Allen Scott, Annamaria Biagini, Mario Leonardi, Cristina Madini, Claudio Sireci.
Federica Allen Scott (Londra 1961) Nasce a Londra da padre inglese e madre italiana, qui si diploma al Chelsea College of Art and Design. Negli ultimi lavori, l’indagine sulla città, su cui Federica posa lo sguardo veloce, prendendone le energie lasciate come segno del passaggio umano, diventa nella scomposizione e frammentazione della realtà, lo spazio evocativo di sentimenti e memorie, vero  e proprio ‘ritratto dinamico’ di Roma. Vive e lavora a Roma.
Annamaria Biagini (Livorno 1960) Autrice fantastica  fino al midollo, intensamente conscia dei propri strumenti espressivi   Annamaria Biagini con  ‘Babudrus’  rappresenta  in modo geniale un mondo impossibile, un’architettura irreale, fantastica  che  incanta  e sconcerta  l’uomo affascinato dal surreale e, al tempo stesso, ne soddisfa il bisogno di ordine e di equilibrio.
Mario Leonardi (Palermo 1965) Si laurea in architettura a Palermo nel 1991 ed esercita la professione nell’ambito della progettazione architettonica, urbanistica e design d’arredi; nel 2001 consegue l’abilitazione all’insegnamento di storia dell’arte e disegno.
Cristina Madini (Roma 1961) Dopo la laurea in Architettura si è occupata principalmente di pittura. Madini pittrice si nota in occasione di una mostra che inaugurava alla Biblioteca Ostiense nel giugno del 2003. Vive e lavora a Roma.
Claudio Sireci (Viterbo 1962) Pittore autodidatta ha la fortuna di incontrare il maestro Enzo Maria Mattioli. Frequenta il suo studio “Il Paradosso” come ragazzo di bottega. Qui studia, impara, ricerca. Nasce ed evolve un dialogo concreto tra loro che Claudio assorbirà nel tempo e del quale farà tesoro per la sua arte futura. Vive e lavora a Viterbo.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Christian Zacharias a Padova

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 gennaio 2011

Padova 11 gennaio 2011, alle ore 20.15, l’Auditorium Pollini ospiterà uno straordinario concerto del celebre pianista Christian Zacharias. Nato in India nel 1950, cresciuto in Germania dal 1952, Zacharias ha ottenuto nel corso della sua brillante carriera importanti riconoscimenti, come il primo premio al concorso Ravel a Parigi, e ha collaborato con le maggiori orchestre, esibendosi nelle sale più importanti di tutto il mondo. Direttore artistico e Direttore principale dell’Orchestre de Chambre de Lausanne e, dalla stagione 2002/2003, Direttore principale presso la Gothenburg Symphony Orchestra, Zacharias si esibirà in un programma interamente dedicato alla musica per pianoforte nell’Ottocento.   Aprirà il concerto la Sonata per pianoforte n. 31 in la bemolle op. 110 di Ludwig van Beethoven. Composta attorno al 1821, la sonata rappresenta l’ultima fase creativa del genio di Bonn. Interessante esempio dell’evoluzione del genere, essa si articola in tre movimenti: un tempo cantabile iniziale, un secondo movimento in forma di scherzo e un finale costituito da un adagio e una fuga, autentico capolavoro beethoveniano. Seguiranno la Rapsodia in si minore op. 79 n. 1 e i Quattro Klavierstücke op. 119 di Johannes Brahms. La prima, composta circa nel 1879, fu dedicata dal musicista di Amburgo all’amica Elisabeth von Stockhausen, moglie del compositore austriaco Heinrich von Herzogenberg. I Klavierstücke, tre intermezzi e una rapsodia, appartengono invece all’ultimo periodo della produzione di Brahms, risalgono infatti al 1893. Completerà il programma la Sonata per pianoforte in re maggiore op. 53 D 850 di Franz Schubert. Composta nell’agosto del 1825, durante il soggiorno di Schubert nella città termale di Bad Gastein, la sonata fu dedicata al pianista Karl Maria von Bocklet, amico e gran virtuoso del pianoforte.
Il concerto rientra nell’iniziativa “Un Pianoforte per Padova”, progetto avviato dalla Fondazione in collaborazione con gli Amici della Musica di Padova in occasione dell’acquisto, nel 2004, del pianoforte gran coda Steinway & Sons messo a disposizione della città.  L’incasso della serata sarà devoluto in beneficenza alla Fondazione Opera Edimar, Fondazione-Onlus senza scopo di lucro, che persegue l’assistenza a minori e famiglie che versano in condizioni di disagio o difficoltà di tutela dei propri diritti civili, attraverso servizi e strutture di accoglienza diurne e residenziali. Interi euro 20 ridotti 10€

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Album di Emanuele de Francesco

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 gennaio 2011

“In Quieta Mente” Composto da 9 brani, in parte elettrici in parte acustici, l’album vede la collaborazione di Emanuele con vari musicisti della scena milanese e nazionale conosciuti nel corso degli anni, oltre che la produzione artistica di Lele Battista. Una produzione Divinazione Milano Terzo Millennio, etichetta indipendente, distribuita dalla SELF e, sulle piattaforme digitalizzate nel mondo, da Pirames International
“In Quieta Mente” è una sorta di mappa geografica dei sentimenti, che parla di situazioni talvolta serie e dominate da un senso di indifferenza (sfociante spesso in fastidio) da parte della gente, cui fanno da contraltare il bisogno di amore e comunicazione uniti alla malinconia e dolcezza dei ricordi viste come panacea per non lasciarsi completamente ammorbare.
Attraverso una progressiva presa di coscienza di se stessi nel tempo, variabile che apre e chiude il disco assumendo la forma di una cornice virtuale, l’uomo osserva e si rapporta con sé e con l’ambiente a volte in modo critico e severo, a volte più indulgente ed ironico riscoprendo la bellezza delle cose e concedendosi alla propria maturità.
Hanno collaborato, e suonato: Emanuele de Francesco: voce, cori, chitarra, armonica. Lele Battista (La Sintesi): produttore artistico / pianoforte, synth, effetti. Giorgio Mastrocola (La Sintesi, F. Battiato): chitarre. Luca Scansani (Rondò Veneziano, A.Braido, Michael Manring, Eumir Deodato, Eric Marienthal): basso elettrico. Andrea Morsero (R., Stereoplastica, Eva Milan, Marti, Distorsonic): batteria, percussioni. Davide Macchiarulo :pianoforte tracks 8,9.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Traffico di esseri umani nel Sinai

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 gennaio 2011

Rafah. Sono passati più di due mesi da quando il mondo ha saputo del calvario di 250 profughi africani che, dopo aver subito respingimenti dall’Unione europea e aver scontato un periodo di detenzione durissima nelle carceri libiche, hanno deciso di avventurarsi entro i confini dell’Egitto, con destinazione Israele. Dopo essersi affidati a trafficanti beduini, pagando una somma di 2000 dollari a persona per essere aiutati a rifugiarsi nello stato ebraico, il gruppo di migranti africani è rimasto vittima di una trappola. Nel deserto del Sinai egiziano, i predoni hanno preteso altri 8000 dollari pro capite. Condotti nella parte meridionale della città di Rafah, al confine fra Egitto e Territori palestinesi, vicinissima al confine con Israele, i migranti furono incatenati e segregati all’interno di grandi container metallici interrati. Potevano respirare grazie a bocche per l’aerazione e mangiavano una pagnotta al giorno, alternata raramente a mezza scatola di sardine. E cominciavano le violenze, le torture, gli stupri nei confronti delle donne. Azioni sadiche finalizzate a soddisfare la bestialità dei rapitori e a fiaccare la volontà dei loro prigionieri, costretti a chiedere ai loro parenti all’estero di pagare il riscatto. A tal fine, i trafficanti consentivano agli africani di tenere i telefonini e, anzi, provvedevano a ricaricarli quando occorreva. Grazie ai telefonini, alcuni profughi si mettevano in contatto con il mondo civile e, grazie all’impegno del sacerdote eritreo don Mussiè Zerai e del Gruppo EveryOne, seguiti presto da altre Ong, la voce delle vittime raggiungeva ogni parte del mondo e veniva raccolta dal Papa, dalle Nazioni Unite, dal Parlamento europeo, dai governi dei paesi democratici, che stigmatizzavano il fenomeno del traffico di esseri umani e chiedevano all’Egitto di intervenire con urgenza.  “I trafficanti sono armati con moderni kalashnikov, mentre le forze di polizia sono costrette a operare con armamento leggero,” prosegue la lettera di EveryOne. “E’ un problema che risale agli accordi di Camp David, sottoscritti fra Egitto e Israele nel 1978. Gli accordi, firmati dal presidente egiziano Anwar Sadat e dal primo ministro israeliano Menachem Begin, demilitarizzarono le zone del Sinai vicine al confine. Quando l’Egitto ha chiesto a Israele di ottenere una deroga agli accordi di Camp David e potenziare le proprie forze di sicurezza, integrando i contingenti e migliorando gli armamenti e i mezzi di trasporto, ha sempre ottenuto un secco rifiuto. Questa impotenza da parte delle guardia di frontiera contro i trafficanti è alla base della pratica disumana del tiro a segno contro i migranti. Grazie ai contatti con le Ong locali e rappresentanti della comunità beduina di Rafah, I capi-clan Sawarka dispongono di denaro e potere. Quando vengono intervistati dai media locali o stranieri, si dichiarano orgogliosi delle loro attività. “Le forze di polizia non possono effettuare operazioni all’interno delle proprietà beduine,” prosegue la lettera di EveryOne, “a meno che non siano invitate dai padroni di casa. Se Egitto e Israele non sottoscrivono con urgenza una deroga agli accordi di Camp David sul Sinai, la tratta di migranti, di schiavi, di bambini e di organi umani proseguirà anche in futuro, gonfiando le casse della Muslim Brotherhood, di Hamas e di Al Qaeda.  Anche Ramy Raouf, portavoce della Ong Egyptian Initiative for Personal Rights (EIPR) afferma che “la posizione dell’Egitto è imbarazzante e solo se il governo decide di compiere passi concreti, esprimendo la propria autorità di stato di diritto, sarà possibile liberare i migranti africani e impedire che il traffico continui”. (beduini)

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

28 gennaio: sciopero lavoratori università

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 gennaio 2011

Venerdì 28 gennaio giornata di sciopero con manifestazioni regionali. Riprende la mobilitazione dei lavoratori della scuola e dell’università. A fronte di una politica scolastica del governo che prevede solo tagli dell’organico e delle retribuzioni la CUB Scuola Università e Ricerca assieme alle altre organizzazioni del sindacalismo si è resa promotore di questo sciopero. Lo sciopero, oltre che per i problemi che riguardano i lavoratori del comparto, è:
la condivisione, nei fatti e non a parole, di quanto chiesto con grande forza dal movimento degli studenti sviluppatosi negli ultimi mesi;
espressione della solidarietà ai lavoratori metalmeccanici colpiti – si vedano gli accordi indecenti di Pomigliano e Mirafiori – dalla pretesa della FIAT – con il supporto di ampia parte della classe politica e dei sindacati ad essa subalterni – di distruggere i diritti elementari dei lavoratori.
Siamo, infatti, perfettamente consapevoli che, se il diktat padronale passerà in Fiat, tutte le lavoratrici ed i lavoratori di questo paese ne saranno coinvolti. La CUB Scuola Università e Ricerca invita tutti i sindacati non complici del padronato e del governo a fare del 28 gennaio una giornata di sciopero generale di tutti i lavoratori del settore privato e del pubblico impiego.

Posted in Cronaca/News, Università/University, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Silvio in tutte le salse

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 gennaio 2011

E’ notizia di queste ultime ore che il nostro mediatico presidente ha coniato un nuovo modo per mettersi in mostra: è il “telefono televisione”. Ha fatto in modo che in tutte le trasmissioni televisive, con un certo livello di ascolto, giunga la sua voce per telefono per entrare nel merito degli argomenti trattati e farsi propaganda. D’altra parte la fantasia e l’ingegno tipico degli italiani parvenu non gli manca. Se uno stilista internazionale veste personaggi del gotha internazionale eccolo pronto a sfoggiare un suo capo e lo ha fatto anche di recente per incontrare una delle vittime del caso Cesare Battisti. Se poi s’incontra con qualche mercenaria dell’amore si utilizza la parola “escort” più misteriosa e meno volgare. Se la giustizia lo perseguita si tramuta in vittima e scarica tutte le colpe su quei beceri individui che si definiscono “ex-comunisti”, ma si guarda bene dal precisare che anche lui frequenta gli ex comunisti e fa affari con loro. Vedasi Putin e compagni dell’ex-Kgb. Se apre la campagna acquisti per portare dalla sua i parlamentari dubbiosi il tutto diventa una missione: poverini i cattivi li stavano conducendo sulla cattiva strada. Lo sport lo fa il mattatore del Milan e ogni vittoria è un inno alla sua abilità manageriale. Se litiga con i ministri del suo governo c’è da giurare che sono tutte illazioni dei soliti maligni e invidiosi. Si dice che ha un maestro famoso dell’antichità: è Creso, e sa essere degno di lui nelle ricchezze e nelle fortune. Racconta Erotodo, a proposito di Creso catturato dal vittorioso Ciro che questi ebbe l’ardire di mandarlo al rogo ma le fiamme furono provvidenzialmente spente da una improvvisa pioggia pur essendo il cielo sereno. Questo “miracolo” salvò Creso da sicura morte e Ciro per ingraziarselo lo nominò suo consigliere. E da qui Silvio ammonisce: camperò sino a 140 anni. E il suo incensiere: non poniamo limiti alla divina provvidenza. Come si fa ad essergli avversario o, peggio ancora, nemico? (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Tremonti: La crisi mondiale non è finita

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 gennaio 2011

(A commento di quanto pubblicato su Il Messaggero del 6 gennaio 2011) Mi sento solo, spaesato, tradito, umiliato, offeso  (ma non cornuto e bastonato!); ho sempre creduto al nostro amato presidente del consiglio  “$i£vio  Ber£u$coni”, mi sono sentito protetto e garantito dal suo ottimismo, dalla sua serietà con la quale affrontava le modeste e risibili controversie sulla crisi… ora è il mondo intero che mi casca addosso… la crisi non è finita e il peggio deve venire e sono concordi tanto l’amato cavaliere che lo stimatissimo 3monti. Ma come,  mi hanno invitato a spendere, a non cambiare tenore di vita, a ipotecarmi la casa per ottenere liquidità e poter frequentare le pizzerie e ora mi dicono che siamo nella m…. (snip)  fino al collo, pur stando sulla punta dei piedi…. arriva 3monti e ordina:  la ricreazione è finita, tutti seduti…!

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La dinamica della ripresa dell’area euro

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 gennaio 2011

“Il perdurante recupero dell’economia mondiale e il suo impatto sulla domanda di esportazioni dell’area dell’euro dovrebbero continuare a fornire sostegno all’economia dell’area. La domanda interna del settore privato dovrebbe contribuire sempre di più alla crescita, con il supporto dell’orientamento di politica monetaria accomodante e delle misure adottate per ripristinare il funzionamento del sistema finanziario. Tuttavia l’attuale processo di raggiustamento dei bilanci in vari settori dovrebbe freare il ritmo della ripresa”. E’ quanto emerge dal bollettino di dicembre del 2010 della B.I. Si aggiunge, altresì, che “a fronte della perdurante elevata incertezza, i rischi per le prospettive economiche sono orientate al ribasso. Da un lato il commercio mondiale potrebbe continuare a registrare un andamento più sostenuto del previsto, stimolando pertanto le esportazioni dell’area dell’euro. In aggiunta, il livello della fiducia delle imprese nell’area dell’euro resta relativamente elevato. Dall’altro lato, i rischi al ribasso sono connessi alle tensioni in alcuni segmenti dei mercati finanziarie alla loro potenziale propagazione all’economia reale dell’area dell’euro. Ulteriori rischi al ribasso sono legati a nuovi incrementi dei prezzi del petrolio e di altre materie prime, all’intensificarsi di spinte protezionistiche, nonché alla possibilità di una correzione disordinata degli squilibri mondiali”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

San Carlo: il caso del maestro Segalini

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 gennaio 2011

Napoli. Pur rientrando nella normale amministrazione di un teatro, a causa delle imprecise notizie che circolano sulla questione, Il  teatro San Carlo chiarisce che il maestro Sergio Segalini non “è stato licenziato in tronco”  nè è stato mai “direttore artistico del teatro di San  Carlo”. Il maestro Segalini, che dal sovrintendente Rosanna Purchia ha avuto una lettera di incarico nel luglio 2010 in qualità di “collaboratore artistico”, ha continuato la linea strategica del commissariamento, che dall’agosto 2007 non ha mai previsto una direzione artistica ma si è sempre avvalso di  alternanze – a seconda delle necessità –  di consulenti prestigiosi, da Gianni Tangucci a Cesare Mazzonis fino, appunto, a Sergio Segalini. La direzione del teatro si rammarica della fuga di notizie che non rendono giustizia ad una risoluzione di consulenza che in questi giorni si stava trattando in maniera del tutto priva di ostilità. “Pur confermando la qualità artistica del maestro Segalini, scelto proprio per il suo curriculum, la sua collaborazione con il nostro teatro non si può dire sia stato un matrimonio felice”, spiega il commissario straordinario  Salvo Nastasi. “Le continue assenze in momenti strategici della vita della fondazione e il determinarsi di difficoltà nella gestione dei cast e dei rapporti con gli artisti, i direttori d’orchestra e le maestranze tutte mi ha portato alla decisione di risolvere una collaborazione che non si basava più sui  criteri necessari di fiducia e garanzia di un prodotto all’altezza della storia del San Carlo.  Purtroppo le scelte operate dal maestro Segalini hanno costretto il teatro a protestare molti artisti: sette situazioni in pochi mesi e molte in via di attuazione, tutte risolte brillantemente dal sovrintendente Purchia. Questi i motivi che mi  hanno portato alla decisione di concludere il rapporto con il maestro Segalini a cui auguro comunque un futuro più sereno e professionalmente  più felice di quello passato al San Carlo”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La via dell’austerità

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 gennaio 2011

Roma 20 gennaio 2011 – ore 18.00 Provincia di, Sala Luigi Di Liegro, Via IV Novembre 119/a in occasione della pubblicazione di:La via dell’austerità di Enrico Berlinguer (Edizioni dell’Asino) Emanuele Macaluso e Giulio Tremonti discutono su: L’austerità di Enrico Berlinguer Saluto di Nicola Zingaretti Presidente della Provincia di Roma Coordinano Luigi Manconi e Marino Sinibaldi.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il costo del lavoro nell’area dell’Euro

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 gennaio 2011

Il costo del lavoro nel 2010 è diminuito. Questa tendenza si sta ora stabilizzando ma non siamo ancora nella fase di ripresa. La dinamica dell’indice delle retribuzioni contrattuali nell’area dell’euro è scesa all’1,4% nel terzo trimestre del 2010 rispetto al precedente. Per quanto concerne i singoli settori il rallentamento del costo orario del lavoro è stato più pronunciato nell’industria e nelle costruzioni ma si è mantenuto stabile nei servizi.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Frattini sostiene la Campagna Noppaw

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 gennaio 2011

Il Ministro degli Esteri Franco Frattini ha ricevuto Guido Barbera, presidente di Solidarietà e Cooperazione Cipsi (coordinamento di 48 associazioni di cooperazione e solidarietà internazionale), Eugenio Melandri, coordinatore di ChiAma l’Africa e Patrizia Sentinelli, già vice ministra degli affari esteri con delega alla cooperazione. Il presidente del coordinamento Guido Barbera ha illustrato al Ministro le iniziative per promuovere la Campagna Noppaw (NObel Peace Prize for African Women), che propone l’attribuzione del Premio Nobel per la Pace 2011 alle donne africane nel loro insieme. Il Ministro Frattini ha da subito mostrato forte interesse e condivisione della Campagna, sottolineando la centralità, nella sua azione di politica estera, della promozione della dignità della donna. Ha quindi espresso il proprio personale sostegno alle iniziative portate avanti dal Noppaw, garantendo il coinvolgimento diretto del Ministero degli Esteri sia in campagne promozionali in appoggio della candidatura per il Nobel per la Pace, sia in altre attività volte al riconoscimento del ruolo fondamentale delle donne nel continente africano.
La proposta rivoluzionaria di attribuire un Nobel ad una collettività di soggetti nasce proprio con questi spirito, e dalla consapevolezza della centralità delle donne africane in ogni ambito della società, riconosciuta anche dal ministro Frattini. Una centralità che va valorizzata, in un continente che cammina sui piedi delle donne, grandi tessitrici di relazioni di convivenza all’interno dei villaggi e delle città. Donne che, lontane dai riflettori e da posizioni di potere, non hanno voce ma costituiscono la spina dorsale del continente africano”. “Inoltre – prosegue Barbera – come è stato evidenziato anche dal Ministro, un’iniziativa simile è utile non solo alle donne dell’Africa, ma anche alla riflessione che si fa a livello mondiale sulla condizione femminile nel Sud del mondo. Può aiutarci a riconoscere le donne come protagoniste attive della propria vita e di quella della comunità e non solo come vittime emarginate”. Al termine dell’incontro, è stato reso noto che la presentazione formale della candidatura al Comitato promotore del Nobel avverrà nelle prossime settimane e sarà seguita in primavera da un Seminario presso il Parlamento Europeo dove una nutrita delegazione di donne africane protagoniste in diverse settori della società discuterà con i parlamentari europei dell’attuale condizione femminile in Africa.
È possibile sostenere la Campagna Noppaw, firmando sul sito http://www.noppaw.org l’appello che verrà inviato al Comitato promotore insieme al dossier di candidatura dove saranno presentate tante storie di donne africane. Perché l’Africa in cammino merita il Nobel.
Per informazioni: Ufficio Stampa Solidarietà e Cooperazione Cipsi, tel. 06.5414894, web: http://www.cipsi.it e http://www.noppaw.org.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Incontri con gli amici

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 gennaio 2011

Roma 19 gennaio, ore 18:00 presso l’Oratorio del Gonfalone, 32/a, (da via Giulia 123 a lungotevere del Sangallo, dove si può parcheggiare) appuntamento con Gli incontri degli amici della Fondazione Einaudi Per la serie “La competizione del mondo globale – Aree sensibili e interessi italiani” L’incontro  verterà su Libia ed Egitto. Ne discuteranno Roberto Aliboni Istituto Affari Internazionali Roberto Iannuzzi Unione delle università del Mediterraneo Antonio Picasso Liberal presiede Franco Chiarenza
L’iniziativa è stata possibile grazie al contributo di Agi Associazione Imprese Generali I prossimi incontri degli Amici della Fondazione Einaudi mercoledì 16 febbraio 2011 l’Oriente che corre mercoledì 16 marzo 2011 i Paesi del Golfo mercoledì 6 aprile 2011 Balcani in attesa mercoledì 18 maggio 2011 Sud America.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Concerto in Laterano

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 gennaio 2011

Roma 9 gennaio, festa del battesimo di Gesù, nel Battistero della Basilica di San Giovanni in Laterano, Emanuele Giglio presenterà Inflammatus, un concerto per voce recitante e musica sacra impostato sulle laude del folle amore di Iacopone da Todi, frate del duecento, sommo e “beato”, il punto più alto della lirica mistica tanto da sottrarsi e superare i limiti del genere e a porsi come il momento più potente e infiammato della poesia italiana di tutti i tempi. Eliminando ogni elemento scenico, ogni materico orpello, Giglio, attore-artifex, da solo nell’esecuzione, intende restituire al verso la musicalità e la compiutezza tutta originaria del furore fonico iacoponico, concentrando quella spinta verticale (matrice di tutta la sua ricerca teatrale) in cui la parola si rende pura vertigine sonora atta a fare del teatro un linguaggio universale superando una volta per tutte la Babele delle lingue.”

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il costo dei finanziamenti per le famiglie

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 gennaio 2011

I tassi di interesse sui nuovi prestiti alle famiglie sono aumentati per tutte le categorie, sebbene l’entità degli aumenti sia stata eterogenea. Possiamo dire che dall’ottobre dello scorso anno il tasso di crescita è aumentato marginalmente al 2,9% rispetto al 2,8% del mese precedente. L’aumenti dei prezzi al consumo e delle abitazioni ha fatto la differenza. Dobbiamo, quindi, rilevare nel suo complesso, che il rapporto nell’ultimo trimestre dello scorso anno fra debito e reddito disponibile delle famiglie, è aumentato lievemente portandosi al 98,5%. Ne consegue che il reddito disponibile delle famiglie rimane contenuto, dopo il calo costante registrato alla fine del 2008.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Rappresentanza sindacale: Fiat e altrove

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 gennaio 2011

“La CGIL si accorge solo ora che ne è toccata in un importante settore che in Italia esiste un problema di democrazia sulla rappresentanza sindacale. Nel Pubblico Impiego alle ultime elezioni r.s.u. insieme alle altre due confederazioni hanno cambiato le regole del gioco, con l’appoggio del Governo Prodi, poche ore prima dell’inizio delle elezioni. Si pensi che a stabilire chi è o meno rappresentativo è un comitato centrale rappresentato per tre quarti dalle tre confederazioni. Possono essere dei sindacati concorrenti a decidere se un altro è al 4,8 % e quindi escluso o al 5% e quindi rappresentativo ? E’ come se a decidere chi vince le elezioni in Italia fosse solo uno dei partiti contendenti, certe cose le faceva solo Ceausescu in Romania !!” ha dichiarato Alessandro Marchetti, Segretario Generale aggiunto SULPM commentando la dichiarazione della CGIL sulla rappresentatività nella FIAT “Si pensi ad esempio che nel Comparto Regioni-Autonomie Locali il Comitato elettorale dove hanno i tre quarti dei componenti decise di escludere il sindacato CSA” ha proseguito Marchetti “e ci è voluto un Giudice per decidere che era stato fatto un abuso a farlo fuori. Ulteriore dimostrazione che la rappresentatività sindacale è falsata ovunque.”  “La CGIL se vuole essere credibile apra invece il confronto” ha concluso Marchetti “su tutta la rappresentatività sindacale nel mondo del lavoro privato e pubblico smettendola di lamentarsi solo dove pensa di subire torti. Altrimenti da solo l’idea di fare come quel famoso detto toscano dei ladri di Pisa che ‘il giorno litigavano e la notte andavano a rubare insieme'”. (A. Procopio)

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mercati materie prime

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 gennaio 2011

I prezzi del petrolio tendono a salire. Con molta probabilità, nei prossimi mesi si porteranno intorno a 92 dollari per barile rispetto agli attuali 86,6. E’, in pratica, aumentata la domanda e contratta l’offerta. Questo accade sia nelle economie dell’Ocse che a quelle non appartenenti all’organizzazione e all’agenzia internazionale per l’energia. C’è comunque da rilevare che l’insufficiente offerta sul mercato dipenda soprattutto da un elevato margine di capacità inutilizzata e che ci sia a monte una regia che tende a tenere sulle corde i prezzi del petrolio per evitare che si abbassino entro certi limiti. Vi fanno il paio i prezzi delle materie prime non energetiche. Anch’esse sono in ascesa alimentati dai rincari dei prodotti alimentari e dei metalli. Qui parliamo per la fine del corrente anno di un rapporto in crescita su base annua del 24%. Se da questo osservatorio guardiamo al futuro dobbiamo arguire che la crescita mondiale dovrebbe mantenersi a livelli alquanto modesti. Ancora una volta dobbiamo registrare tensioni in alcuni segmenti dei mercati finanziari che faranno leva proprio sugli aumenti del petrolio e delle altre materie prime e da spinte protezionistiche da parte delle aree più deboli a livello globale. (A.R.)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La leadership repubblicana e la sua efficacia

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 gennaio 2011

La recente vittoria repubblicana alle elezioni di midterm con la loro conquista della Camera dei rappresentanti ha già causato una svolta politica a destra. Il più ovvio esempio è l’accordo fra il presidente Barack Obama e i repubblicani che fra l’altro ha continuato gli sgravi fiscali agli ultraricchi. Sembrerebbe dunque che il Paese si sia spostato verso la destra. Ciononostante un recente sondaggio della Associated Press rivela una situazione progressista che nonostante alcune preoccupazioni vorrebbe mantenere programmi sociali. Il 61% degli americani favorisce l’aumento delle tasse per evitare i tagli al Medicare, il sistema governativo di sanità per gli anziani.Anche quelli di fede repubblicana hanno detto che preferirebbero l’aumento delle tasse per evitare i tagli al Medicare (53% a favore delle tasse). Persino i giovani fra i venti a trenta anni sono favorevoli a pagare tasse più alte (61%) per mantenere il Medicare. Quest’ultima cifra è di particolare importanza perché il 60% dei giovani crede che il programma andrà a bancarotta nel futuro e loro non riceveranno i benefici. Questa paura che il Social Security avrà la stessa tragica sorte è confermata da un altro sondaggio di GfK Roper.  Solo un terzo dei giovani ha fiducia che il Social Security sarà funzionale quando loro andranno in pensione. Ciononostante il 90% di questo stesso gruppo considera il Social Security importante e lo vede come “uno dei più rilevanti programmi governativi”. Lo stesso sondaggio ha rilevato che fra i non ancora pensionati la metà sarebbe disposta a pagare tasse più alte per mantenere il Social Security.  La propaganda repubblicana sul Medicare e il Social Security negli ultimi anni li vede come insostenibili e quindi meglio varrebbe eliminarli. Ecco esattamente cosa ha proposto il parlamentare repubblicano del Wisconsin Paul Ryan, il nuovo chairman della commissione al bilancio. Secondo lui si potrebbero sostituire entrambi il Social Security e il Medicare offrendo un voucher mediante il quale ognuno potrebbe comprarsi una pensione privata.  Il piano di Ryan includerebbe inoltre profondi tagli alla difesa, la pubblica istruzione, la Fbi, ecc. Così facendo si eliminerebbe il deficit federale.
La leadership repubblicana non ha mostrato molto entusiasmo per questa “road map” estremista sapendo benissimo che ci sono programmi governativi difficili da eliminare perché troppo popolari con la società americana. La politica repubblicana si è dunque limitata a minare i programmi governativi in generale cercando di erodere i fondi per spingere al mito che il Social Security andrà in bancarotta e che il Medicare è insostenibile considerando il deficit e soprattutto il debito nazionale.La maniera usata dai repubblicani per minare i programmi governativi è stata di demonizzare le tasse considerate simbolo di sprechi. Non solamente le tasse vanno sempre abbassate ma nemmeno parlare di aumentarle perché ciò è diventato un peccato mortale. Anche i democratici hanno dovuto piegarsi al concetto di non aumentare le tasse. In California, il neoeletto governatore Jerry Brown, che deve affrontare un deficit di più di venti miliardi di dollari, ha proposto in linee generali tagli profondi ed aumenti di tasse ma solo se approvati dai californiani. Non sarà colpa sua se le tasse saranno aumentate. Brown ha dimostrato un po’ di coraggio se così si può chiamare. In effetti, i repubblicani con la loro filosofia controllano i programmi sociali direttamente ma anche indirettamente mediante la paura imposta con il più mortale dei peccati che per loro è aumentare le tasse. Non hanno buona memoria essendosi spostati talmente a destra che persino i repubblicani classici del passato non si riconoscerebbero in questo partito. Ronald Reagan, per esempio, icona del Partito Repubblicano, aumentò le tasse non una ma due volte quando era governatore della California. Un tipo come Reagan di questi giorni non riuscirebbe a vincere primarie repubblicane perché i Tea Partiers lo etichetterebbero di liberal.La leadership repubblicana, partito di minoranza negli ultimi due anni, è stata compatta ed ha avuto notevole successo a frenare anche se non bloccare completamente l’agenda legislativa dei democratici. Ma l’influenza più profonda dei repubblicani è stata la loro imposizione di una visione di governo come sprecone quando in realtà i sondaggi rivelano che il popolo americano vuole servizi ed è anche disposto a pagarli. Facendosi eleggere, i repubblicani riescono a “vendere” un prodotto che gli americani rifiutano. Si tratta di efficacia politica. Sfortunatamente è una politica che serve i benestanti e dimentica il bene comune che include quelli meno fortunati. (Domenico Maceri)

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Presentazione della Collezione Donna

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 gennaio 2011

Firenze 11 gennaio 2011 Ore 20,30 Viale Generale Dalla Chiesa, 9 Cena di Gala Ore 22,00 Photo Call e Interviste nella area Backdrop Ore 22,30 performance Virtual Show Ore 23,30 dancefloor Dj Set Special Guest Morgan presso OTEL VARIETè  Ospiti della serata Lory Del Santo, Elenoire Casalegno, Debora Salvalaggio, Silvie Lubamba, e  Special Guest Dj Set After Party Morgan. Tanti altri personalità del mondo dello spettacolo, della politica, dello sport…

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »