Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 338

Immigrati clandestini e matrimonio

Posted by fidest press agency su giovedì, 13 gennaio 2011

Circola da un po’ sul web uno spot pubblicitario di San Marino in cui una coppia viene inquadrata sullo sfondo dei panorami mozzafiato e delle bellezze architettoniche di San Marino. Lo slogan e’ “Innamorati di me” e, con una lungimiranza forse casuale e fortuita, l’amore e’ diventato –per San Marino– non solo l’oggetto di uno spot, ma anche un ottimo affare. Per chi non lo sapesse, infatti, in barba al divieto italiano di contrarre matrimonio con un clandestino basta andare a San Marino. Ma procediamo con ordine. Dal luglio del 2009 la persona straniera che voglia sposarsi in Italia deve dimostrare la regolarità del proprio soggiorno. La norma e’ contenuta nel “pacchetto sicurezza” il cui intento e’ quello di dare un “giro di vite” all’illegalità. Prima della modifica, se uno straniero era clandestino, sposandosi con una persona italiana avrebbe avuto automaticamente diritto ad un titolo di soggiorno, mentre se il coniuge era straniero regolarmente soggiornante avrebbe potuto chiedere il ricongiungimento familiare. Dalla modifica in poi le coppie in cui uno dei due è irregolare non hanno alternative all’illegalita’ e non possono sposarsi. La Repubblica di San Marino infatti consente il matrimonio con una persona straniera o fra stranieri senza chiedere alcun documento che provi la regolarità del soggiorno, in barba al divieto italiano di matrimonio con persona clandestina. E il governo italiano che fa? Non si arrabbia per questa imprevista apertura delle maglie della sua fitta rete di contrasto all’immigrazione clandestina? La risposta la prendiamo da un comunicato stampa della Segreteria di Stato per gli Affari Interni di San Marino: “Il Segretario di Stato per gli Affari Interni Valeria Ciavatta precisa che le autorità italiane competenti non hanno mai chiesto un confronto o inviato atti a riguardo sebbene a conoscenza della possibilità che ciò accadesse in virtù delle diverse legislazioni vigenti”.  Il Segretario di Stato per gli Affari Interni di San Marino –giustamente dal canto suo– dice: se il Governo italiano, benche’ a conoscenza, non ci ha minimamente sollevato il problema, perchè dovremmo ritenerlo noi un problema?
Gia’. E perchè il Governo italiano non solleva il problema? Probabilmente fa i conti della serva: se la coppia può permettersi il matrimonio a San Marino, evidentemente appartiene a una fascia di immigrazione tutto sommato accettabile in Italia, perchè dimostra così di avere reddito (solitamente coppie di cui uno dei nubendi è italiano). Questi clandestini allora, forse sono “meno” clandestini degli altri… (fonte aduc)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: