Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Il « volare alto » della politica

Posted by fidest press agency su lunedì, 24 gennaio 2011

Discutere sui problemi minuti che ci riguardano da vicino è un modo di fare politica guardando il contingente ed il ristretto ambito dei propri interessi rivolti sempre di più all’ambito territoriale e alla sfera familiare. Per taluni è un modo riduttivo di fare politica. In effetti il ragionamento ha buoni motivi per reggersi, ma la politica intesa come ricerca di un equilibrio tra interessi diversi e talvolta conflittuali che entrano ed escono dai confini delle nostre abitazioni e si allargano a dismisura rendendoci, volenti o nolenti, compartecipi dei fatti altrui o degli interessi di altre nazioni e continenti, ha in sé un innegabile risvolto “globale” che non esclude il particolare. Pensiamo ai danni dell’inquinamento atmosferico che possono essere “maggiorati” ed “aggravati” su tutta la terra solo perché qualche nazione non si accorda sulla necessità di porvi un freno. Pensiamo a quel particolare quasi insignificante che porta nelle cucine delle massaie europee l’aglio cinese. In pratica noi compriamo a prezzi ragionevoli un prodotto coltivato migliaia di chilometri di distanza e lo rendiamo al tempo stesso competitivo con le nostre produzioni soprattutto dal punto di vista economico. Dobbiamo, quindi, chiederci cosa non va nella nostra agricoltura e nei suoi sistemi distributivi se una testa d’aglio si può acquistare ad un prezzo minore, pur avendo alle spalle un percorso di migliaia di chilometri, rispetto ad una analoga coltivata in casa nostra. E non ci venite a dire che la politica non c’entra. Noi forse parliamo anche a sproposito di politica ma pur sempre facciamo politica se trattiamo aspetti economici, finanziari, sociali e civili e traduciamo il tutto in leggi, regolamenti, ordinanze, circolari e via di questo passo. Ed è questo l’aspetto che va sottolineato e per comprendere meglio la necessità di contrapporre al concetto di “globalità” riconosciuta in economia, dalle produzioni industriali alle risorse finanziarie,  una “globalità d’indirizzo” in politica. E se vogliamo volare alto in politica facciamolo pure ma con l’occhio d’aquila per cogliere le piccole cose, il particolare a fianco di quelle grandi perché sono frutti dello stesso albero della vita.  (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: