Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 344

Archive for 25 gennaio 2011

Radio 24: Iva Zanicchi a L’Infedele

Posted by fidest press agency su martedì, 25 gennaio 2011

“Ero a disagio perché fin dall’inizio della trasmissione è stato un continuo attacco immediato e un pò becero. Sono rimasta per difenderlo. Io credo in Berlusconi” “Gad Lerner è certamente un bravissimo giornalista però ieri ero a disagio perché fin dall’inizio, dal primo minuto della trasmissione è stato un continuo attacco immediato e quando Berlusconi mi ha invitato ad uscire ho pensato che fosse opportuno rimanere li e fare il mio dovere fino in fondo per poter ribattere a quelle accuse incredibili.” Così Iva Zanicchi risponde a Radio 24 sulla sua presenza di ieri sera alla trasmissione L’ Infedele e sulle offese di Berlusconi, e continua: “Il Presidente è certamente esasperato dagli attacchi di questi giorni ma l’atmosfera in studio era eccessiva e si è parlato di bordello. Tutti oggi si atteggiano da moralisti però estrapolare alcune frasi del Cardinale Bagnasco e sbatterle contro Berlusconi anche questo è scorretto e non è vero. Io credo in Berlusconi e aspettiamo a giudicare. Io non frequento personalmente Berlusconi perché preferirà frequentare donne belle e giovani che una babbiona vecchia come me, la sua casa è aperta a tutti e se negli ultimi tempi avessi frequentato la casa di Arcore gli avrei dato dei buoni consigli per evitargli di fare certe cose “. Alla domanda se secondo la cantante il modello Berlusconi sia un cattivo esempio per i giovani, risponde: “Credo che sia sbagliato indagare e guardare cosa fa una persona in casa propria: non voglio sapere cosa fa Vendola a letto come ci va e con chi lo fa!” Sulla prostituzione: “La prostituzione è deprecabile ma attendiamo perché è sbagliato giudicare prima di capire e credo che non abbia fatto nulla di male, non credo penalmente”. Sulla telefonata in questura di Milano per Ruby: ” Io non l’avrei mai fatta ma chi conosce Berlusconi sa, come ieri sera, che è un uomo così e se avesse riflettuto non l’avrebbe fatta quella telefonata. In ogni caso Berlusconi telefonando in questura non ha imposto nulla, non ha fatto pressioni. Ha solo detto che c’era quella ragazza, che poteva essere la nipote di … tutto qui. Io conosco Berlusconi e ho lavorato con lui per 25 anni ed era amatissimo da tutti. Un uomo non può essere cambiato cosi: è solo sotto pressione.” (Maria Luisa Chioda) “Ero a disagio perché fin dall’inizio della trasmissione è stato un continuo attacco immediato e un pò becero. Sono rimasta per difenderlo. Io credo in Berlusconi” “Gad Lerner è certamente un bravissimo giornalista però ieri ero a disagio perché fin dall’inizio, dal primo minuto della trasmissione è stato un continuo attacco immediato e quando Berlusconi mi ha invitato ad uscire ho pensato che fosse opportuno rimanere li e fare il mio dovere fino in fondo per poter ribattere a quelle accuse incredibili.” Così Iva Zanicchi risponde a Radio 24 sulla sua presenza di ieri sera alla trasmissione L’ Infedele e sulle offese di Berlusconi,  e continua: “Il Presidente è certamente esasperato dagli attacchi di questi giorni ma l’atmosfera in studio era eccessiva e si è parlato di bordello. Tutti oggi si atteggiano da moralisti però estrapolare alcune frasi del Cardinale Bagnasco e sbatterle contro Berlusconi anche questo è scorretto e non è vero. Io credo in Berlusconi e aspettiamo a giudicare. Io non frequento personalmente Berlusconi perché preferirà frequentare donne belle e giovani che una babbiona vecchia come me, la sua casa è aperta a tutti e se negli ultimi tempi avessi  frequentato la casa di Arcore gli avrei dato dei buoni consigli per evitargli di fare certe cose “. Alla domanda se secondo la cantante il modello Berlusconi sia un cattivo esempio per i giovani, risponde: “Credo che sia sbagliato indagare e guardare cosa fa una persona in casa propria: non voglio sapere cosa fa Vendola a letto come ci va e con chi lo fa!” Sulla prostituzione: “La prostituzione è deprecabile ma attendiamo perché è sbagliato giudicare prima di capire e credo che non abbia fatto nulla di male, non credo penalmente”.  Sulla telefonata in questura  di Milano per Ruby: ” Io non l’avrei mai fatta ma chi conosce Berlusconi sa, come ieri sera, che è un uomo così e se avesse riflettuto non l’avrebbe fatta quella telefonata. In ogni caso Berlusconi telefonando in questura non ha imposto nulla, non ha fatto pressioni. Ha solo detto che c’era quella ragazza, che poteva essere la nipote di …  tutto qui. Io conosco Berlusconi  e ho lavorato con lui per 25 anni ed era amatissimo da tutti.  Un uomo non può essere cambiato cosi: è solo sotto pressione.” (Maria Luisa Chioda)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sanità Lazio: De Pierro critico

Posted by fidest press agency su martedì, 25 gennaio 2011

Antonello De Pierro, presidente dell’Italia dei Diritti è stato ospite della trasmissione “Eidos: il futuro è ricerca” condotta da Adele Grossi, andata in onda alle ore 23.00 su Televita. Il programma, dopo una prima parte introduttiva dedicata alle associazioni di ricerca sul cancro, ha visto sviscerarsi  alla presenza del professor Leonardo Tamassia, medico ginecologo, del dottor Alfredo Arista,consigliere del IV Municipio, del giornalista Vittorio Gennari e del presidente del movimento De Pierro, un argomento spinoso ma di forte attualità come la gestione della prevenzione medica sul territorio. Durante il talk, Antonello De Pierro, pur condividendo il plauso per le iniziative promosse all’interno del IV Municipio, che favoriscono l’accesso gratuito agli esami e analisi di controllo preventivo nelle cliniche private del quartiere, in assenza di un polo ospedaliero, ha acceso la polemica, riportando l’attenzione sulla sgangherata amministrazione regionale attuale e su quelle passate, valutandola causa primaria delle carenze e del funzionamento a singhiozzo delle strutture pubbliche laziali.Numerose testimonianze in merito arrivano quotidianamente all’Italia dei Diritti ed è anche per questo che De Pierro, ha posto con tenacia l’attenzione sulle difficoltà incontrate ogni giorno dai medici e dai pazienti delle strutture di pronto soccorso, sostenendo, apprezzato dagli altri ospiti in studio, la necessità di virare il lavoro di prima assistenza e diagnosi verso i medici di famiglia, attualmente troppo poco reperibili e presenti. Il presidente del movimento Antonello De Pierro ha, in conclusione del dibattito televisivo,  criticato l’iniziativa della Polverini di aprire gli ambulatori la domenica, invitandola ad occuparsi realmente delle deficienze mediche della regione Lazio, dichiarandolo unico, valido ed efficace modo per favorire cura e benessere accessibile a tutti i cittadini della territorio regionale.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Berlusconi irrompe a “L’infedele”

Posted by fidest press agency su martedì, 25 gennaio 2011

“Ormai è prassi consolidata che il Premier irrompa telefonicamente nei salotti tv cosiddetti radical chic per difendersi dalle “conduzioni spregevoli, turpi e ripugnanti”. E così, l’Italia garbata, educata e dignitosa è costretta ad assistere inerme all’ennesima diatriba al vetriolo tra la più alta carica di governo e il mondo dei media. Ieri è stata la volta di Gad Lerner, rancorosamente definito dal Cav un “mistificatore della realtà”, ma il conduttore de L’Infedele non ci sta, alza il tiro e invita Berlusconi ad andare dai giudici. Morale della favola: un pessimo spettacolo per i telespettatori. Resta da chiedersi, se l’ancora Presidente del Consiglio non stia pensando seriamente di emanare una Prammatica Sanzione per limitare o, con molta probabilità, mettere all’Indice tutte le trasmissioni di approfondimento politico. Eppure, l’Italia perbene è per l’ennesima volta offesa e oltraggiata da un premier che ha smarrito il buon senso e che così facendo offre il destro a conduttori ontologicamente faziosi. Soavemente ammonito da Napolitano e dall’intero organigramma delle gerarchie cattoliche, velenosamente contestato dalle opposizioni politiche e dalla stampa estera, il Cav non molla e si fa esegeta di una visione esiziale della politica, della serie ‘dopo di me il diluvio’. Noi non crediamo affatto che tanto il berlusconismo con i suoi ingannevoli metodi democratici, quanto Berlusconi in persona con la sua filosofia del ‘ghe pensi mi’ possano rappresentare l’Italia. La nostra Italia, quella che crede nei valori morali, civili ed etici, quella che segue la politica perché la ritiene lo strumento attraverso cui poter migliorare la condizione del Paese”. Quanto si legge in un editoriale pubblicato questa mattina sul sito dell’associazione AreaNazionale (www.areanazionale.it).

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Better, Coppa Italia

Posted by fidest press agency su martedì, 25 gennaio 2011

Oggi inizia la “tre giorni” per i quarti di finale di Coppa Italia che, oltre al prestigio nazionale, apre le porte per l’Europa League. Tutto in novanta minuti, vietato sbagliare. Ecco le quote Better. S’inizia con il Palermo (a 1,67) di Delio Rossi che parte con i favori del pronostico contro il Parma (a 5,00) di Marino. Domani due partite: nel pomeriggio al Marassi la Sampdoria (a 3,85), che, dopo aver eliminato una settimana fa agli ottavi l’Udinese, ospita il Milan (a 1,95) capolista in campionato; la sera al San Paolo il Napoli (a 2,65) riceve l’Inter (a 2,60). Neroazzurri con diverse assenze. Per i partenopei è una grande occasione per arrivare in semifinale. A chiudere i quarti di finale una classifica sfida degli anni 80’, la Juventus (a 2,40) di Del Neri affronta la Roma (a 2,85) di Ranieri. Una curiosità: sono proprio i due allenatori gli ex della partita.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Trasporti: domani sciopero 24 ore

Posted by fidest press agency su martedì, 25 gennaio 2011

26/1/2011. USB Lavoro Privato, Cobas del Lavoro Privato e Slai Cobas hanno indetto per domani,   lo sciopero nazionale di 24 ore del trasporto pubblico locale, che sarà articolato nelle fasce di garanzia previste territorialmente. Lo sciopero è stato proclamato contro i tagli al trasporto pubblico locale previsti dalla manovra, che determinano pesanti ricadute sui livelli occupazionali, già annunciate dalle associazioni datoriali, e su qualità, quantità e costo del servizio per i cittadini, aprendo la strada a processi di privatizzazione del settore. “Il nostro non è uno sciopero qualunque – precisa Giampietro Antonini, della USB Trasporti – per noi la mobilità collettiva è un bene comune, che va non solo difeso ma potenziato. Vogliamo un trasporto pubblico locale che sia progettato sulle reali necessità dei cittadini, per combattere il traffico che strangola le nostre città e rispondere ai problemi energetici”. “Per  questo scioperiamo – prosegue Antonini – e chiediamo alla società tutta di sostenere la battaglia degli autoferrotranvieri che, con un contratto scaduto da ormai 2 anni, chiedono di investire nel tpl, ampliando in modo corretto i livelli occupazionali, impedendo i continui processi di privatizzazione del settore e reintenalizzando quanto fino ad oggi è stato svenduto ai privati, con i furti di denaro pubblico emersi dalle varie ‘parentopoli’di Roma, Venezia, Napoli”, conclude il dirigente USB”.

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Settimo cielo di Frank Borzage

Posted by fidest press agency su martedì, 25 gennaio 2011

Torino  25 Gennaio 2011, ore 20.45 Cinema Massimo, via Verdi 18 –  Il Museo Nazionale del Cinema presenta ella sala 3 del Cinema Massimo il restauro del film muto Settimo cielo di Frank Borzage, nella copia restaurata digitalmente da Carlotta Film. Proiezione in HD.  In questo magnifico melodramma popolare – grande successo dell’epoca confermato dalla vincita di tre premi Oscar – Frank Borzage affronta con raffinata poesia i temi forti dell’amore, della religione e della guerra. Tutto è già detto all’inizio del film: “Per coloro che desiderano risalire la scala sociale, esiste una scala che porta dai bassifondi al cielo, dalle fogne alle stelle… La scala del coraggio”.  Il film è il terzo appuntamento della nuova e ricca stagione di MAGNIFICHE VISIONI. Festival Permanente del Film Restaurato. Ingresso 5,50/4,00/3,00 euro.
MAGNIFICHE VISIONI. Festival Permanente del Film Restaurato propone per quest’anno, a seguito del grande successo di pubblico e di critica, quattro appuntamenti mensili con i capolavori del cinema, dall’età d’oro del cinema classico, spaziando dal muto fino alle nouvelles vagues degli anni ’60 e oltre, in copie restaurate provenienti dalle più importanti cineteche del mondo. I film saranno presentati in versione originale con i sottotitoli in italiano, e ogni proiezione sarà introdotta – quando se ne presenterà l’occasione – da cineasti, critici o personalità del mondo della cultura e del cinema. (settimo cielo)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I profumi dell’anno

Posted by fidest press agency su martedì, 25 gennaio 2011

Anche quest’anno in 500 profumerie italiane e nei grandi magazzini COIN e  LA RINASCENTE, i consumatori votano i profumi dell’anno che saranno celebrati il 18 marzo 2011 a Bologna,nella suggestiva cornice di Palazzo Re Enzo. La serata, che si conferma evento top di Cosmoprof Worldwide Bologna, ospiterà anche la seconda edizione del Premio Melik al mondo della comunicazione. Sul red carpet i personaggi più amati dal pubblico: da Andy, musicista, compositore, pittore di pop art a Diego Dalla Palma, esperto d’immagine. Anticipazioni e rumors sul sito http://www.accademiadelprofumo.it,
Per la prima volta nella sua storia, il premio sarà trasmesso in diretta streaming TV sul sito http://www.accademiadelprofumo.it per consentire al pubblico di seguire le fasi più significative dell’evento e conoscere in tempo reale i vincitori. (i profumi dell’anno)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Leo Nucci con il percorso verdiano

Posted by fidest press agency su martedì, 25 gennaio 2011

Chiasso 9 febbraio al Cinema Teatro di Chiasso, con Leo Nucci, stellare interprete di tanti ruoli verdiani. Impressionanti la sua biografia artistica e i numerosi premi prestigiosi, che ne fanno oggi uno dei maggiori baritoni in carriera. Debutta alla Scala nel 1977, al Covent Garden di Londra nel 1978, al Met di New York nel 1980 accanto a Luciano Pavarotti. Da allora i più grandi teatri europei e d’oltreoceano hanno fatto da cassa di risonanza alla sua voce e decine sono le sue registrazioni sotto la direzione dei grandi maestri del nostro tempo come Karajan, Solti, Giulini, Muti, Abbado, Levine, Mehta, Maazel, Chailly. Il programma proposto al Cinema Teatro di Chiasso, esalterà le qualità vocali ed espressive di questo straordinario interprete, che nella sua carriera ha sempre privilegiato i tanti ruoli verdiani, passando dalle arie da camera a pagine famose di Macbeth, Attila, Otello, Falstaff… Ad accompagnare Leo Nucci, il suo fedele pianista, il lodigiano Paolo Marcarini, con cui ha fondato l’Ensemble Salotto ‘800, per diffondere in Europa e nel mondo la passione per la lirica cameristica del XIX secolo. (leo nucci)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: | Leave a Comment »

Studenti creano un comune virtuale

Posted by fidest press agency su martedì, 25 gennaio 2011

E’ il Comune il n° 259 della Puglia, il n° 8.102 dell’Italia, sta nascendo ora e si chiama “Salentide” (si legge con l’accento sulla “e”), in assonanza con “Atlantide”. Mentre la mitologica isola narrata da Platone aveva per abitanti i figli di Atlante, questo nuovo comune creato dagli studenti della classe 4B dell’Istituto Costa di Lecce ha per abitanti i tantissimi figli del Salento che per lavoro o per studio sono costretti a vivere lontani dalla propria terra d’origine. Certo, è un comune virtuale, nel senso che non ha mura fisiche, ma i suoi “abitanti” sono reali, e sono anche tantissimi.
Il Comune virtuale di Salentide vivrà sul web, avrà un sito in Internet attraverso il quale erogherà servizi reali ai cittadini. Tra questi ci sarà la piazza virtuale in cui in ogni ora del giorno i cittadini potranno comunicare tra loro, anche se vivono a migliaia di chilometri di distanza (come sta già avvenendo da oltre un mese attraverso un gruppo su Facebook). L’altro importante servizio reale sarà l’anagrafe, con i dati ed i “luoghi” (di origine e di lavoro) di tutti i cittadini. E non saranno certo trascurate le attività che le persone svolgono nelle varie destinazioni, con un occhio particolare alle attività commerciali ed imprenditoriali condotte da salentini che vivono all’estero o nelle altre regioni italiane, a queste ultime gli studenti promettono di dare persino una mano in termini di visibilità e di crescita del numero di potenziali clienti. Come ogni comune che si rispetti, anche Salentide ha uno stemma, il quale riporta i quattro simboli del territorio adottati da “Repubblica Salentina” con l’aggiunta, al centro, di una icona emblematica costituita da otto frecce che conducono dal centro (il Salento) in otto direzioni diverse, a rappresentare la forza “centrifuga” dell’energia dei salentini. In termini numerici di “popolazione”, potenzialmente Salentide potrebbe diventare in pochissimo tempo il comune più popoloso del Salento, basti pensare all’ingente quantità di persone che negli ultimi 60 anni si sono dovuti allontanare per lavoro e a tutti gli studenti che hanno deciso di frequentare una università diversa da quella del Salento. L’idea è partita a dicembre scorso con la creazione di un gruppo su Facebook denominato “Salentini Sparpagghiati” (sparpagliati, sparsi nel mondo) ed è risultata immediatamente vincente, sia per la quantità di adesioni che per la qualità dei commenti e delle emozioni raccontate ogni giorno e ad ogni ora del giorno, tanto da indurre i giovani studenti del Costa a concepire questo nuovo progetto di Comune virtuale, decisamente ambizioso e innovativo. Salentide di sicuro farà sentire ancora più uniti, più considerati e più vicini a casa le migliaia di salentini che vivono in ogni angolo della terra. (salentide)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Farmaci nel mercato illegale di internet

Posted by fidest press agency su martedì, 25 gennaio 2011

Il web può definirsi tra le più grandi scoperte dell’umanità ma troppo spesso il suo uso illegale è divenuto strumento per organizzazioni criminali o comunque pratica e rapida via per delinquere. Così avviene che il mercato parallelo di farmaci contraffatti stia prendendo pieghe inimmaginabili perché proprio la rete, contribuendo alla diffusione immediata delle informazioni consente l’acquisto all’ingrosso e senza alcuna mediazione, di farmaci senza ricetta e a basso costo che non garantiscono alcuna certezza della provenienza, della composizione, della scadenza, così creando gravi pericoli per la salute individuale e quindi pubblica. Le stime dell’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) ritengono che la vendita di farmaci contraffatti nel mondo vari da meno dell’1% nei Paesi industrializzati a più del 10% nei Paesi in via di sviluppo, in dipendenza dall’area geografica, anche se la F.D.A., l’Autorità di controllo americana sui farmaci, ritiene il valore più alto (10 %), come dato maggiormente probabile. È noto, infatti, che nei paesi in via di sviluppo la commercializzazione di farmaci di tal genere è prassi quotidiana ed è un dramma, ma il dato che sorprende è che secondo le statistiche conosciute, sul mercato illegale di internet si toccano punte che riguardano il 50 % dei casi (dati estratti da The new estimates on the prevalence of counterfeit medicines, IMPACT (2006) e da Matrix of Drug Quality Reports in USAID-assisted Countries by the U.S. Pharmacopeia Drug Quality and Information Program (http://www.usp.org/pdf/EN/dqi/ghcDrugQualityMatrix.pdf) Rockville: The United States Pharmacopeial Convention Inc. (2007)). E non si tratta solo di viagra o stimolanti sessuali, si parla anche di farmaci per diabetici, cardiopatici e tutta una serie di patologie anche pericolose, oltre al famigerato mercato parallelo di ormoni, anabolizzanti, stimolanti e diuretici per sportivi e palestrati.
Giovanni D’Agata, Componente del Dipartimento Tematico Nazionale “Tutela del Consumatore” di Italia dei Valori e fondatore dello “Sportello dei Diritti” si chiede quindi quali verifiche siano stati attivate dalle Autorità di controllo e vigilanza sul territorio nazionale, se è stato proprio l’Istituto Superiore di Sanità a riportare tali dati sul proprio sito. La salute dei cittadini non può e non deve essere ridotta solo ad una preoccupante statistica e per queste ragioni riteniamo improrogabile l’avvio di immediati controlli a tappeto.  L’IDV si sta già attivando a presentare sia in parlamento con il deputato pugliese Pierfelice Zazzera che presso la regione Puglia attraverso il consigliere regionale Aurelio Gianfreda, interrogazioni al Ministro ed all’assessore regionale alla Salute in merito alla questione.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Congresso pediatrico

Posted by fidest press agency su martedì, 25 gennaio 2011

Montecatini Terme 28 e il 29 gennaio Hotel Tuscany Inn, in via Cividale n. 86/E seconda edizione del congresso pediatrico empolese e del congresso regionale della SIAIP (Società Italiana di Allergologia e Immunologia Pediatrica). L’occasione servirà ai partecipanti medici e specializzandi per aggiornarsi sulle novità e, quindi, per arricchire le proprie conoscenze in ambito allergologico, broncopneumologico e neonatologico, grazie agli interventi di specialisti del settore sia a livello nazionale che internazionale.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Broccoli antitumore

Posted by fidest press agency su martedì, 25 gennaio 2011

Che broccoli, cavolfiori e cavolini di Bruxelles avessero proprieta’ anticancerogene, per i tumori all’intestino, era cosa nota e confermata da due studi dell’Istituto britannico per l’alimentazione e dalla Universita’ John Hopkins di Baltimora (USA). Questi studi rilevano che il consumo di un chilogrammo a settimana dei suddetti prodotti diminuisce del 50% il rischio di tumore all’intestino.
Ma la novita’ e’ che la assunzione di germogli di broccoli protegge dal cancro al seno perche’ inibiscono lo sviluppo delle cellule staminali tumorali, interrompendo l’accrescersi della massa neoplastica. E’ quanto emerge da uno studio pubblicato dalla University of Michigan Comprehensive Cancer Center sulla rivista Clinical Cancer Research. Il sulforafano, in particolare, sarebbe in grado, oltre che di prevenire il cancro al seno, di uccidere le cellule staminali che permettono alla neoplasia di svilupparsi. I germogli contengono, in misura 100 volte superiore alla pianta matura, isotiocianato (estero dell’acido isotiocianico), dal caratteristico odore di senape, che ha una azione “disintossicante” delle cellule. L’esperimento e’ stato fatto sui ratti, trattati con l’estratto di germogli. Ma anche la pianta matura dei broccoli, contenente indolo-3-carbinolo, ha effetti inibitori del cancro al seno. Una attivita’ e informativa, consentirebbe ai consumatori di indirizzare le proprie scelte alimentari verso questi prodotti invernali che, oltretutto, sono ampiamente diffusi nel nostro Paese. (Primo Mastrantoni, segretario Aduc)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Barbara Mapelli: Sette vite come i gatti

Posted by fidest press agency su martedì, 25 gennaio 2011

Generazioni, pensieri e storie di donne nel contemporaneo. Prefazione di Carmen Leccardi Stripes Ed. Collana Polis pp. 180 € 16,00 Sono passati quarant’anni dalla stagione iniziale – e forse più interessante per la sua carica straordinaria di  rottura e radicalità – del Movimento femminista e le donne sono cambiate.
Sono-siamo cambiate innanzitutto nella percezione che abbiamo di noi stesse, nelle attese legate al presente, al futuro, nella vita affettiva e privata, nel sociale e nel lavoro, nelle relazioni con gli uomini, ma anche con le altre donne. Negli anni della contemporaneità questa rottura con un immobilismo che durava da secoli mostra tutto il suo valore di trasformazione e, al contempo, le ambivalenze che accompagnano un mutamento così profondo che non può che presentarsi ricco di molteplici contraddizioni.
Barbara Mapelli da molti anni si occupa di educazione e culture di genere.
Attualmente insegna Pedagogia delle differenze di genere presso l’Università di Milano Bicocca, facoltà di Scienze della formazione. Oltre alla docenza si occupa, collaborando con enti pubblici e privati, di progettazione, consulenza e realizzazione di ricerche, attività formative e di aggiornamento sui temi delle pari opportunità e delle culture di genere.
Ha pubblicato numerosi volumi, articoli in riviste specializzate e saggi in testi collettivi. Tra le sue ultime pubblicazioni: Soggetti di storie. Donne, uomini e scritture di sé (2008), Dopo la solitudine. Pedagogia narrativa tra donne e uomini (2007, Mimesis), Guerini), Nuove virtù. Percorsi di filosofia dell’educazione (2004, Guerini).

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Contro i tumori del sangue

Posted by fidest press agency su martedì, 25 gennaio 2011

Uno studio italiano appena pubblicato sulla prestigiosa rivista scientifica Cancer Research, organo ufficiale della Associazione Americana per la Ricerca sul Cancro, dimostra che per i linfomi, alcuni tumori del sangue, è possibile ottenere, nel topo, una cura eliminando (inattivando) un gene chiamato ERAP1. La manipolazione di questo gene consente di attivare un potente (e finora inesplorato) meccanismo di rigetto da parte del sistema immunitario; questa scoperta potrebbe aprire nuovi importanti scenari terapeutici anche nell’uomo. La ricerca è stata condotta da due équipe di ricercatori del Dipartimento di Oncoematologia dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesu e dell’Istituto Nazionale Tumori Regina Elena di Roma.  Per la prima volta -spiegano i ricercatori- siamo riusciti ad ottenere un’efficace interazione fra i due tipi di cellule del sistema immune deputate all’attività antitumorale (i linfociti T citotossici e le cellule Natural Killer) e questo è stato possibile ‘inibendo le cellule tumorali dell’espressione di un gene chiamato ERAP1. Fisiologicamente, il compito dei linfociti T e delle cellule Natural Killer è di eliminare le cellule alterate del nostro organismo, ma molti tumori riescono, purtroppo, a ingannare sia gli uni che le altre, evadendo così la sorveglianza immune.  Invece -continuano i ricercatori- inattivando ERAP1, siamo riusciti per la prima volta a innescare una cascata di eventi virtuosi che permette ad entrambe queste cellule con funzione  immunitarie (linfociti T e cellule Natural Killer) di aggredire e combattere il tumore su più fronti. Benché questo studio sia stato finora condotto nel topo, ci sono già elementi che inducono a pensare che sia possibile applicare la scoperta anche a linfomi umani. E non è la sola buona notizia: secondo gli studiosi, infatti, inibendo ERAP1 anche altri tumori, sia pediatrici sia dell’adulto, potrebbero diventare ottimi bersagli per il sistema immunitario, aumentandone la curabilità.Questo studio, infine, fornisce un modello esemplare di virtuosa interazione scientifica di due consolidate realtà di ricerca traslazionale quali l’Istituto Nazionale Tumori Regina Elena e l’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù. Cancer Rescanres.3326.2010; Published OnlineFirst January 20, 2011; doi:10.1158/0008-5472.CAN-10-3326

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Niente glutine ma con educazione

Posted by fidest press agency su martedì, 25 gennaio 2011

Ha preso il via il 17 gennaio 2011 ed è aperto gratuitamente a tutte le scuole elementari della regione il progetto “In fuga dal glutine” promosso da AIC – Associazione Italiana Celiachia – Lazio.
Attraverso questo progetto gli insegnanti riceveranno informazioni precise e dettagliate da parte di esperti e avranno a disposizione strumenti per trasmettere agli alunni, con metodologia ludica, concetti nuovi ma quanto mai attuali: cosa è la celiachia, prima di tutto, ma, in senso più ampio, come gestire l’integrazione e l’educazione alla diversità – alimentare, culturale, etc. – intesa come risorsa e ricchezza. L’attività di AIC Lazio nelle scuole inizia nell’anno 1998, per ridurre il disagio dei bambini celiaci – ovvero intolleranti al glutine – che proprio a scuola vivono il primo “trauma”: una dieta che a casa è più facile da mantenere e capire di quanto non lo sia tra compagni di scuola, festicciole, tartine e pizzette a cui il bimbo celiaco deve dire di no. Ma deve poterlo fare senza frustrazione e con coscienza. Proprio su richiesta di AIC Lazio, il Comune di Roma riconosce il 1 settembre 1993 il diritto al pasto senza glutine nelle scuole. È il primo successo di una attività mirata all’integrazione scolastica, che oggi prosegue orientandosi direttamente agli insegnanti.
Cosa prevede il progetto “ In fuga dal glutine” che prende avvio con il 2011? Le scuole che ne faranno richiesta saranno sede di cicli di incontri con i docenti condotti da una dietista e da una psicologa, della durata di un’ora e mezza, allo scopo di presentare la celiachia – definizione, dati, numeri – le attività dell’Associazione, nonché le motivazioni e l’utilità della divulgazione. È previsto un incontro per ogni istituto interessato ma gli appuntamenti possono essere replicati su richiesta dei docenti. Verranno trattati i concetti base legati alla celiachia, dall’aspetto medico-scientifico a quello psicologico, con l’aiuto di vivaci e dinamiche slides. Gli incontri sono totalmente gratuiti per la scuola e costituiscono una delle molte attività realizzate ogni anno da AIC.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il Coisp incontra Fini

Posted by fidest press agency su martedì, 25 gennaio 2011

Il Sindacato Indipendente di Polizia COISP ha incontrato il Presidente della Camera dei  Deputati, on. Gianfranco Fini. All’incontro con la terza carica dello Stato erano presenti il Segretario Generale del COISP Franco Maccari, il Segretario Generale Aggiunto Domenico Pianese, ed i Segretari Nazionali Sergio Bognanno e Mario Vattone. Il principale argomento di discussione ha riguardato l’ultima manovra finanziaria, che penalizza l’intero comparto Sicurezza e Difesa, contro la quale si è levata negli scorsi mesi la forte protesta delle Forze dell’Ordine. I vertici del COISP hanno anche illustrato al Presidente Fini le numerose iniziative in atto, in particolare la protesta contro il film di Michele Placido sulla vita del criminale Vallanzasca, e gli interventi per richiedere l’estradizione dal Brasile del terrorista Cesare Battisti. Due iniziative di protesta che mirano a tutelare la dignità delle Forze dell’Ordine e la rispettabilità dell’intero Paese, ma soprattutto a garantire il dovuto rispetto delle vittime della criminalità organizzata. Il Presidente Fini ha affermato di seguire con attenzione le iniziative del COISP, volte in generale a tutelare nella sua complessità l’intera categoria degli operatori del comparto Sicurezza e Difesa. Un’azione che sta rivoluzionando il Sindacalismo della Polizia di Stato con una nuova terminologia all’avanguardia, che segna il solco con steccati vecchi non più attuabili. Un’attenzione che il Presidente Fini ha evidenziato anche nel suo discorso politico a Mirabello, lo scorso mese di settembre, nel quale ha espresso una grande amarezza per il fatto di aver visto il Sindacato di Polizia dover esporre le sagome dei poliziotti pugnalati alle spalle sul red carpet del Festival del Cinema di Venezia. L’incontro si è svolto in un clima di grande cordialità:  il Segretario Generale Franco Maccari ha fatto notare al Presidente Fini che il dito alzato come simbolo di ribellione “ad una caserma”, lui lo aveva alzato qualche anno prima, insieme a tutta una comunità umana di riferimento, per ribellarsi ad una forma di ingessatura verticistica e burocratica nella quale venivano letteralmente uccisi i valori di libertà e autonomia, per dare poi rinascita e forza al COISP. Al termine dell’incontro, al presidente Fini è stata consegnata una copia del mensile ufficiale del COISP “Sicurezza & Polizia”.

Posted in Spazio aperto/open space, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Libro: Fuck the Continuity

Posted by fidest press agency su martedì, 25 gennaio 2011

Roma 26 gennaio  dalle ore 16.30,  presso la sala cinema del Centro Sperimentale di Cinematografia  in via Tuscolana 1520 a Roma, Miguel Lombardi presenterà il suo libro “Fuck the Continuity” . La presentazione del volume concluderà la lezione che Lombardi terrà insieme al docente Flavio De Bernardinis su “La continuità nel cinema”.
Il libro si rivolge ad amanti del linguaggio e soprattutto a registi e a montatori e ho scelto un titolo particolare, citando una frase che si usa sui set di tutto il mondo, quando si decide liberamente di aggirare le convenzioni relative alla continuità: “fuck the continuity”. Da un lato è un gioco, dall’altro è una meravigliosa sintesi del lavoro che si può fare con la continuità. Grazie alla competenza e all’elasticità degli autori, una volta apprese tutte le regole, in un istante si può decidere di metterle da parte a favore di una scena migliore o di una inquadratura più emozionante”  Miguel Lombardi
Dal 1995 Lombardi è aiuto regista per il cinema italiano e internazionale – Galantuomini di  Winspeare, The International di Tykwer, Bruno con Sacha Baron Cohen e Vallanzasca di Placido, per citarne alcuni. Dal 1997 insegna “Continuità” e “Organizzazione delle riprese” in varie scuole di cinema. Fuck the continuity  di Miguel Lombardi, Dino Audino Editore, pp.160

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scorte per “scarrozzare” ospiti Berlusconi

Posted by fidest press agency su martedì, 25 gennaio 2011

Risentimento e umiliazione, gridati a gran voce dai poliziotti e da tutti i loro rappresentanti sindacali stanchi d’essere sfruttati come taxi per le ragazze e le escort ospiti nelle serate festaiole del premier Silvio Berlusconi, stando a quanto emergerebbe dalle nuove dichiarazioni rilasciate alla stampa. “Siamo solidali – commenta Giuliano Girlando, responsabile per la Giustizia dell’Italia dei Diritti – e sosteniamo l’operato delle forze dell’ordine, soprattutto rispettiamo il ruolo del sindacato di Polizia quando afferma di voler dare dignità al lavoro degli agenti. Essendo le scorte un bene comune delle istituzioni e del paese, non possono essere impiegate ad uso e consumo del Presidente del Consiglio per coprire le sue scorribande e feste notturne” Un abuso  giudicato scellerato e irresponsabile da chi si fa portavoce delle ragioni degli agenti di scorta. “Come sottolineato da Emma Marcegaglia – prosegue l’esponente del movimento presieduto da Antonello De Pierro – , c’è un’Italia che va a letto presto perché lavora, rispetta le istituzioni e le forze dell’ordine. Condivido in pieno – conclude Girlando –  le dichiarazioni del Presidente di Confindustria e tutte le  sue preoccupazioni”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

De Pierro contro “Lodo – Ruby”

Posted by fidest press agency su martedì, 25 gennaio 2011

“Quando ieri mi hanno riferito, prima ancora che uscisse, la notizia che c’erano delle manovre nella Maggioranza per varare l’ennesima legge ad personam  che addirittura abbassasse il limite della maggiore età pur di salvare il Premier da un’accusa di reato per i presunti rapporti intrattenuti con Ruby, non volevo crederci, pensavo fosse uno scherzo. Quando invece ho capito che non lo era e ho scoperto una triste verità ho provato un senso di forte rabbia e impotenza, ho pensato di  trovarmi di fronte ad un esecutivo colmo di profonda incoscienza sociale prima che politica e istituzionale”. Commenta con amarezza Antonello De Pierro, presidente dell’Italia dei Diritti, la notizia trapelata nelle ultime ore che annuncia manovre governative per portare la maggiore età al compimento dei 16 anni. La premura di agire, la proposta di retroattività e soprattutto la coincidenza con le recenti vicende giudiziarie nelle quali è coinvolto Silvio Berlusconi, destano non poche perplessità e reazioni.
Si unisce all’indignazione per il lodo- Ruby, così chiamato per via del soprannome di Karima El Mahroug  la ragazza coinvolta nello scandalo, minorenne all’epoca dei fatti, il responsabile per la Giustizia dell’Italia dei Diritti Giuliano Girlando : “Si tratta dell’ennesima legge ad hoc per cercare un’immunità nei confronti del Presidente del Consiglio.  Attualmente – commenta – abbassare la maggiore età a 16 anni è una scelta irresponsabile per due motivi,  sarebbe fatto ad arte per coprire quelle che sono le questioni giudiziarie del Premier  e peggio, perché trattasi di un’ammissione di colpa, in quanto Berlusconi ha sempre negato i rapporti con una minorenne Bisogna aprire un dibattuto serio sulle funzione legislative – conclude Girlando – che devono servire esclusivamente alla collettività, non ad uso e consumo di Berlusconi. Vengono meno i principi liberali della storia e della Costituzione sulla separazione dei poteri. Il lodo – Ruby è l’ennesima porcata”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Riciclo della plastica

Posted by fidest press agency su martedì, 25 gennaio 2011

A conti fatti, nel 2010 la raccolta differenziata dei rifiuti di imballaggi in plastica in Toscana arriverà a sfiorare le 40.000 tonnellate, con una crescita rispetto al 2009 del17% e una contribuzione economica da parte di COREPLA a Comuni ed operatori di raccolta toscani a copertura dei maggiori costi sostenuti per lo svolgimento dei servizi stimabile in circa 10.000.000 di Euro. Un risultato importante, che cade in un momento di forte richiesta di imballaggi in plastica selezionati a valle della raccolta differenziata (bottiglie, flaconi, film) da parte dell’industria del riciclo, che compra da COREPLA i semilavorati tramite aste telematiche e li trasforma in nuove materie prime.
Una quota significativa della raccolta, tuttavia, costituita da plastiche miste molto eterogenee o di piccole dimensioni (il 15/20% del totale), fatica a trovare collocazione sul mercato del riciclo, per cui è necessario sviluppare la ricerca di nuove applicazioni ed interventi di incentivazione non assistenziali. In questa ottica si inserisce il nuovo accordo sottoscritto oggi dalla Regione Toscana con COREPLA,  Revet SpA, Pont-Tech, ANCI e ANCI Toscana, specifico per la filiera regionale del riciclo delle plastiche miste da raccolta differenziata, insieme ad uno di carattere generale con il Consorzio Nazionale Imballaggi CONAI e ad uno dedicato alla filiera del vetro. Questo nuovo accordo sviluppa una collaborazione già molto viva grazie ad un primo protocollo firmato da COREPLA, Regione e Revet un anno fa, che ha  dato come suoi primi fruttuosi esiti le componenti per scooter e le barriere fonoassorbenti presentate nel mese di novembre dello scorso anno e realizzate con “plasmix” rispettivamente per Piaggio e per la Società Autostrada Toscana.
La Regione destinerà  il 15% del gettito dell’ecotassa sui conferimenti in discarica, stimabile in un milione di Euro, al finanziamento di acquisti di manufatti in plastica riciclata da parte dei comuni (principalmente arredo urbano), mentre COREPLA e Revet si impegneranno per sviluppare ulteriormente la ricerca sui filoni di applicazione delle plastiche miste già individuati ed avvivati (arredi per esterni, pannelli fonoassorbenti, profilati cavi per prefabbricati, componentistica per auto motive, pallet), oltre che per attivare nuove iniziative nel settore “consumer” degli articoli casalinghi (secchi, scope, spazzoloni, ecc.), che potranno godere anche di un finanziamento di circa 75.000 Euro da parte della Regione Toscana.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »