Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 220

L’economia mondiale si riprende e l’Italia?

Posted by fidest press agency su giovedì, 27 gennaio 2011

Editoriale. Nella riunione annuale del Foro economico mondiale a Davos di qualche giorno fa si rileva che In tutti i continenti si è diffusa una nuova fiducia, con i CEO in India, Austria, Colombia, Perù, Cina, Tailandia e Paraguay particolarmente ottimisti riguardo alla crescita a breve termine. Non solo. Si attestano, in tale ambito, nuove opportunità lavorative in specie per i giovani. Questa ripresa oramai generalizzata non è certo la dimostrazione che tutti i problemi connessi alla recente crisi siano stati risolti ma che si sta andando verso la giusta strada. La domanda più ovvia, a questo punto è di chiedermi: e l’Italia? Per il presidente della Confindustria Marcegaglia la nostra situazione non è delle più rosee. La produzione industriale ristagna, le imprese stentano al rilancio del mercato e la disoccupazione rischia d’estendersi. In questo stato di cose si avverte forte l’assenza di una strategia politico-economica dello Stato italiano che sembra appiattito su posizioni di stallo ancora più gravi se si pensa che i nostri partner europei, Germania in testa, prevedono nei prossimi mesi una ripresa alla grande delle esportazioni e delle attività industriali. A questo punto rischiamo di perdere grosse fette di mercato internazionale e la ricaduta, in primis, sull’occupazione, diventerà una tragica conseguenza. Dobbiamo fare qualcosa prima che l’irreparabile ci porti su posizioni di non ritorno. Per farlo dobbiamo, innanzi tutto, mettere da parte le nostre beghe interne, i mesi pervasi di scandali, reali o supposti che siano, gli annunci e le promesse propagandistiche poiché ne va del nostro futuro che è fatto, in una economia globale, di lavoro, di stimoli imprenditoriali, di efficienza amministrativa e burocratica, di potenziamento delle infrastrutture nei trasporti e delle telecomunicazioni. E se i politici non sembrano accorgersene devono essere i cittadini a muoversi con determinazione se vogliamo che le cose cambino realmente e realisticamente. Dobbiamo essere noi i primi a rendercene conto e ad essere di stimolo alla politica del fare. (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Una Risposta to “L’economia mondiale si riprende e l’Italia?”

  1. lordbad said

    Sempre un bel blog e anche un bel post…

    Si dovrebbe ripartire dalla fiducia tra le persone!

    Spero avrai modo di ricambiare la visita sul nsotro blog: http://vongolemerluzzi.wordpress.com/2011/02/03/buio-o-luce/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: