Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 250

Rinvio rinnovo Rsu

Posted by fidest press agency su sabato, 29 gennaio 2011

Il Ministro per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione Renato Brunetta ha risposto nell’aula di Palazzo Madama a un’interpellanza del senatore Paolo Nerozzi (PD), che lamentava l’illegittimità della sospensione e del rinvio delle elezioni per il rinnovo della Rappresentanze Sindacali Unitarie.
Dopo aver ricordato che la Legge n. 15 del 4 marzo 2009 ha attribuito una delega al Governo prevedendo la riduzione del numero dei comparti e delle aree di contrattazione collettiva, il Ministro Brunetta ha spiegato che “nel dare attuazione a tale previsione, l’articolo 54 del decreto legislativo n. 150 del 2009 ha disposto che siano definiti sino a un massimo di quattro comparti di contrattazione collettiva nazionale, cui corrispondono non più di quattro separate aree della dirigenza. E’ evidente la novità che tale previsione comporta rispetto al previgente sistema contrattuale, anche sotto il profilo dei soggetti legittimati a partecipare alla contrattazione nazionale. In relazione a quest’ultimo aspetto, tuttavia, sottolineo che le specifiche regole vigenti per il pubblico impiego in materia di rappresentatività sindacale non sono state ricomprese tra quelle oggetto di riordino della suindicata delega, di cui alla legge n. 15 del 2009. In proposito, com’è noto, la rappresentatività sindacale del pubblico impiego (disciplinata dall’articolo 43 del Decreto legislativo n. 165 del 2001) prevede come soglia per la partecipazione alla contrattazione collettiva nazionale la percentuale non inferiore al 5% nel comparto o nell’area, considerata come media tra il dato associativo e quello elettorale. Il dato associativo è espresso dalla percentuale delle deleghe per il versamento dei contributi sindacali rispetto al totale delle deleghe rilasciate nell’ambito considerato; quello elettorale, invece, è espresso dalla percentuale dei voti ottenuti nelle elezioni delle RSU, rispetto al totale dei voti espresso nell’ambito considerato.
Il Ministro Brunetta ha quindi osservato che, proprio in ragione di tale specificità, l’articolo 65, comma 3, del decreto legislativo n. 150 del 2009 ha dettato norme transitorie sulle procedure per l’individuazione della partecipazione delle organizzazioni sindacali maggiormente rappresentative prevedendo in particolare che: “In via transitoria, con riferimento al periodo contrattuale immediatamente successivo a quello in corso, definiti i comparti e le aree di contrattazione (…), l’ARAN avvia le trattative contrattuali con le organizzazioni sindacali e le confederazioni rappresentative. (…) Sono prorogati gli organismi di rappresentanza del personale anche se le relative elezioni siano state già indette. Le elezioni relative al rinnovo dei predetti organismi di rappresentanza si svolgeranno, con riferimento ai nuovi comparti di contrattazione, entro il 30 novembre 2010”.
Relativamente all’interpretazione da dare al termine del 30 novembre 2010, il Ministro Brunetta ha quindi rilevato che la proroga contenuta nel citato articolo 65 del decreto n. 150 del 2009, “è finalizzata a consentire alle parti – in via transitoria ed in attesa della definizione dei nuovi comparti – di mantenere una stretta correlazione tra composizione dei comparti e RSU.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: