Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 55

Egitto sempre più in fermento

Posted by fidest press agency su lunedì, 31 gennaio 2011

SHARM EL SHEIKH/EGYPT, 18MAY08 - Muhammad Hosn...

Image via Wikipedia

(Fonte La redazione IDV)  Hosni Mubarak «lasci oggi il Paese» per «salvare la Nazione»: così Mohamed El Baradei in una intervista alla Cnn. «Questo è un Paese che sta cadendo a pezzi. L’Egitto sta entrando in un periodo di transizione», ha detto il premio Nobel per la Pace ribadendo che è necessario un governo di unità nazionale per arrivare a elezioni «libere e trasparenti». La situazione egiziana, infatti, sta diventando sempre più ingestibile: il bilancio ufficiale degli scontri degli ultimi 5 giorni è di 102 vittime, ma la tv al Jazeera parla di almeno 150 morti e 150 mila persone che proseguono imperterrite a manifestare nel centro del Cairo. La protesta si concentra nella piazza Tahrir e davanti alla sede della tv di stato, dove i manifestanti hanno svolto la preghiera del pomeriggio insieme, guidati da un imam di al-Azhar. Nello stesso tempo gli osservatori locali rilevano che la presenza dei militari nel centro della capitale egiziana è superiore rispetto alla giornata di ieri. La protesta per chiedere le dimissioni del presidente Hosni Mubarak sembra dunque proseguire nonostante si avvicini l’inizio del coprifuoco che è alle 16 orario locale, le 15 in Italia. È stata smentita la notizia della fuga della famiglia di Mubarak e la tv di Stato mostra il presidente al Cairo, in visita al quartier generale dell’esercito. Ieri Mubarak ha nominato un vice, Omar Suleiman, già a capo dei servizi segreti. Alla guida del governo Ahmed Shafik, ministro dell’aeronautica civile. Le decisioni del rais non hanno soddisfatto le folle e nemmeno gli oppositori politici che preferirebbero El Baradei per trattare con il regime una transizione democratica. In un appello congiunto, Nicolas Sarkozy, Angela Merkel e David Cameron hanno invitato Mubarak a evitare «ad ogni costo l’uso della violenza contro civili disarmati» e ai manifestanti affinché «esercitino pacificamente i loro diritti».

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: