Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Politiche discriminatorie: Rom e Sinti in Italia

Posted by fidest press agency su domenica, 6 febbraio 2011

Si è riunita a Roma un’assemblea nazionale  rappresentativa di alcune fra le associazioni operanti nel territorio nazionale sulle questioni riguardanti la popolazione Rom in Italia. Ai  lavori ha presenziato il dott. Roberto Tumbarello, portavoce e responsabile ufficio stampa del Consiglio d’Europa. Il dott. Roberto Tumbarello si è impegnato quale garante della trasmissione delle istanze emerse nella riunione agli organismi competenti presso il Consiglio d’Europa. Sono stati discussi e presentati esempi di esclusione e discriminazione razziale ai danni della Popolazione Rom, episodi di violenza e i risultati di politiche di allontanamento e/o apartheid. I convenuti hanno ribadito la necessità di opporre gli strumenti giuridici e umanitari dell’Unione europea alle violazioni istituzionali del diritto europeo riguardo alla circolazione, sancito dalla direttiva 2004/38/CE. E’ stata rilevata la persistenza di una condizione di assenza di identità giuridica in relazione ai cittadini Rom profughi di guerra provenienti dai territori della ex-Yugoslavia. I presenti hanno convenuto di comporre un dossier nazionale (libro bianco) sulla condizione dei Rom in Italia e sulle politiche antizigane in atto da anni nel paese, al fine di sollecitare il Consiglio d’Europa e la Commissione Giustizia diritti umani e cittadinanza del Parlamento Europeo all’apertura di una procedura di infrazione verso lo Stato Italiano per discriminazioni razziali su base etnica. E’ stato inoltre richiesto al Consiglio d’Europa di farsi carico dell’onere finanziario per la traduzione in 5 lingue (inglese, francese, tedesco, spagnolo e rumeno), la pubblicazione e la distribuzione del libro bianco in tutta la Comunità Europea.
L’assemblea chiede che vengano cessate le azioni persecutorie nei confronti dei difensori dei diritti umani operanti sul territorio dello Stato Italiano – attestate da provvedimenti dello Special Rapporteur delle Nazioni Unite sui Difensori dei Diritti Umani, dall’organizzazione FrontLine e dal Parlamento europeo – e che sia rispettata e applicata la Dichiarazione sui difensori dei diritti umani (Dichiarazione sul diritto e la responsabilità degli individui, dei gruppi e degli organi della società di promuovere e proteggere le libertà fondamentali e i diritti umani universalmente riconosciuti), adottata dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite con Risoluzione 53/144, 8 marzo 1999. L’assemblea chiede inoltre un incontro urgente con la Commissione Giustizia diritti umani e cittadinanza EU al fine di consegnare nelle mani dei commissari europei il libro bianco dove sono contenute le prove delle discriminazioni razziali su base etnica esistenti nel territorio dello Stato Italiano.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: